Jump to content

ASPIRATO TANTO DILEGGIATO


Post consigliati

Non c'è dubbio: il sequenziale va meglio. Sembra di andare a benzina, consuma meno, nessun ritorno di fiamma ma...costa di più.

 

Ho già discusso sul punto con Myst sul forum del metano, che però è poco frequentato e voglio lanciare una provocazione anche qui.

 

Perchè mai voler montare a tutti i costi impianti sequenziali anche su vetture Euro 2 che prima dell'avvento dei vari Omegas, Alisei, Ris, sequent fast venivano tranquillamente gasati?

 

E allora lancio una serie di provocatorie malignità...Andreotti insegna che si fa peccato ma che ci si indovina..., aspetto di essere smentito :-)

 

1) L'iniettato ha più pezzi e più manodopera: quindi più ricarico sulla vendita e più ore di installazione a favore delle officine

2) Se si rompe qualcosa a seguito di un ritorno di fiamma "è sempre colpa dell'installatore" e il cliente vuole essere garantito: perchè mai correre rischi allora? Tanto paga il cliente...

3) Le case spingono per l'iniettato perchè devono ammortizzare le spese di ricerca.

 

Poi passando alla fantaimpiantistica....:-)

4) Il mercato cinese assorbe tutta la produzione delle valvole antiscoppio / salvadebimetro

5) Ad un piccolo artigiano è venuto in mente di produrre collettori in alluminio da sostituire a quelli originali in plastica consentendo di installare impianti aspirati su molte auto ante Euro 3, ma l'azienda è misteriosamente bruciata nella notte...

6)...scusate lo sfogo di fantasia :-) :D

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 42
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

FUNB.sono un istallatore.Non puoi capire che sollievo per noi aver superato i problemi di ritorno di fiamma,altro che valvole antiscoppio,sfiatafiltri che comprano i cinesi.Debimetri storti,scatole filtri a pezzi,abbiamo arricchito i fornitori di cavi candele, bobine e candele stesse,all'avvento dei primi IGSystem della Landi non volevamo credere che non sparassero.Che sollievo vedere che era vero,chiedi agli istallatori quanti Mercedes vecchi 190 oppure 200 hanno dovuto recuperare per la strada,bastava che sentissero odore di GPL già facevano ritorni di fiamma,provate a trasformare una fiesta vecchia serie oppure una KA ne vedremo delle belle,ame dopo 4 sfiatacollettori mi ha preso fuoco il rivestimento del cofano di una Fiesta fortuna solo danni alla vernice.Addio ai sistemi aspirati Ciao Luis

Link to post
Share on other sites

A proposito di ritorni di fiamma... vado un po' off topic...

Mi chiedo come mai gli aspirati creino ritorni di fiamma.

A rigore, un aspirato è abbastanza assimilabile ad un sistema a carburatore (o ad iniezione monopoint).

Ricordo la vecchia Uno con l' iniettore sopra la farfalla: levando il filtro dell' aria si poteva chiaramente vedere il getto di benzina che veniva spruzzato dentro al collettore.

E allora anche li si aveva tutto il venturi, farfalla e collettori completamente pieni di miscela aria/benzina pronta ad incendiarsi.

Come mai con il GPL si ha il ritorno, mentre con la benza no? Tra l' altro... una volta che le valvole si sono chiuse, lo scoppio dovrebbe rimanere in camera!!!

Link to post
Share on other sites

andre, il gpl è gassoso ed è sempre in espansione :P e si infila ovunque. Per il tipo di impianto sono assolutamente per il sequenziale, altro che aspirato! Installare un aspirato su un motore multi-point per me è una sciocchezza. Invece sono d'accordo che gli impianti aspirati debbano ancora esistere altrimenti le auto a carburatore o mono-point verrebbero escluse.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites
Guest mystr

FUNB.sono un istallatore.Non puoi capire che sollievo per noi aver superato i problemi di ritorno di fiamma,altro che valvole antiscoppio,sfiatafiltri che comprano i cinesi.Debimetri storti,scatole filtri a pezzi,abbiamo arricchito i fornitori di cavi candele, bobine e candele stesse,all'avvento dei primi IGSystem della Landi non volevamo credere che non sparassero.Che sollievo vedere che era vero,chiedi agli istallatori quanti Mercedes vecchi 190 oppure 200 hanno dovuto recuperare per la strada,bastava che sentissero odore di GPL già facevano ritorni di fiamma,provate a trasformare una fiesta vecchia serie oppure una KA ne vedremo delle belle,ame dopo 4 sfiatacollettori mi ha preso fuoco il rivestimento del cofano di una Fiesta fortuna solo danni alla vernice.Addio ai sistemi aspirati Ciao Luis

 

hahhaa.... fantastico luis :rolleyes:

Link to post
Share on other sites
Guest mystr

Non c'è dubbio: il sequenziale va meglio. Sembra di andare a benzina, consuma meno, nessun ritorno di fiamma ma...costa di più.

 

Ho già discusso sul punto con Myst sul forum del metano, che però è poco frequentato e voglio lanciare una provocazione anche qui.

 

Perchè mai voler montare a tutti i costi impianti sequenziali anche su vetture Euro 2 che prima dell'avvento dei vari Omegas, Alisei, Ris, sequent fast venivano tranquillamente gasati?

 

E allora lancio una serie di provocatorie malignità...Andreotti insegna che si fa peccato ma che ci si indovina..., aspetto di essere smentito :-)

 

1) L'iniettato ha più pezzi e più manodopera: quindi più ricarico sulla vendita e più ore di installazione a favore delle officine

2) Se si rompe qualcosa a seguito di un ritorno di fiamma "è sempre colpa dell'installatore" e il cliente vuole essere garantito: perchè mai correre rischi allora? Tanto paga il cliente...

3) Le case spingono per l'iniettato perchè devono ammortizzare le spese di ricerca.

 

Poi passando alla fantaimpiantistica....:-)

4) Il mercato cinese assorbe tutta la produzione delle valvole antiscoppio / salvadebimetro

5) Ad un piccolo artigiano è venuto in mente di produrre collettori in alluminio da sostituire a quelli originali in plastica consentendo di installare impianti aspirati su molte auto ante Euro 3, ma l'azienda è misteriosamente bruciata nella notte...

6)...scusate lo sfogo di fantasia :-) :unsure:

 

Al di la delle problematiche di fiamma gli impianti aspirati sono indubbiamente + facili da installare&configurare per gli installatori, quindi se fosse per quello gli converrebbe.

 

Ed anche economicamente penso gli converrebbero, senza approfondire..... :P

 

Quindi se la tendenza e' verso i piu' moderni i motivi ci saranno.

 

Ma e' veramente cosi'?

 

2 anni fa quando dovevo fare metanizzare la mia euro2 ed anche almeno fino ad un anno fa a sentire il forum, no. Anche a me volevano installare un aspirato, e anche ad altri sul forum.

 

Forse c'e' stato un turnover di installatri (forse nel frattempo alcuni sono defunti per vecchiaia.... :P )

 

Del resto il parco macchine si evolve.

 

E non ci sono caxxi, dall'euro3 in su l'aspirato e' se non impossibile almeno incompatibile/scarsamente consigliabile. Ovviamente ci saranno delle eccezioni che confermano la regola

 

Il fatto e' che a mio modo di vedere gli apirati con le iniezioni benzina sequenziali proprio non ci azzeccano.

Infatti non vedo proprio il motorino passo passo di erogazione del gas nel condotto di aspirazione supplire ad un'iniezione multipoint sequenziali calibrata per ogni cilindro di volta in volta.

 

Inoltre -luis non me ne voglia- penso che risulti ormai chiaro che i sequenziali sono una bestia per molti installatori.... per cui se potessero..

 

Ma il progresso va avanti! ed e' chiaro che il sequenziale ha prestazioni che surclassano l'aspirato, e che soprattutto l'aspirato ormai puo' essere installato a ragion veduta davvero su poche auto, e tutte vecchie.

 

******importante*******

Al contrario installare un sequenziale su auto euro1 e 2 offre indubbi vantaggi data la flessibilita' dell'elettronica di quelle auto, molto piu' permissiva delle "naziste" euro4..........

 

ciao

Link to post
Share on other sites

FUNB.sono un istallatore.Non puoi capire che sollievo per noi aver superato i problemi di ritorno di fiamma,altro che valvole antiscoppio,sfiatafiltri che comprano i cinesi.Debimetri storti,scatole filtri a pezzi,abbiamo arricchito i fornitori di cavi candele, bobine e candele stesse,all'avvento dei primi IGSystem della Landi non volevamo credere che non sparassero.Che sollievo vedere che era vero,chiedi agli istallatori quanti Mercedes vecchi 190 oppure 200 hanno dovuto recuperare per la strada,bastava che sentissero odore di GPL già facevano ritorni di fiamma,provate a trasformare una fiesta vecchia serie oppure una KA ne vedremo delle belle,ame dopo 4 sfiatacollettori mi ha preso fuoco il rivestimento del cofano di una Fiesta fortuna solo danni alla vernice.Addio ai sistemi aspirati Ciao Luis

 

Ok ma il resto di parco auto circolante lo gasavate o no? :unsure:

 

Concordo pure io, guai a mettere un aspirato da Euro 3 in poi

Ma sulle auto che sapete andare bene ad aspirato perchè svenare le italiche genti con un iniettato?

Link to post
Share on other sites

Ho montato l'impianto a gpl nel Gennaio 2000, credo appena usciti i sequenziali.

Ho montato l'aspirato per motivi di soldi (non avevo i 3.600.000 lire al tempo).

Sapevo benissimo del fatto dei ritorni di fiamma, infatti il mio installatore nella garanzia escludeva i collettori.

A distanza di 6 anni e quasi 100.000 km a gas l'auto va discretamente.

E' un Euro 3 e la mia guida è molto tranquilla....

Devo ritenermi un miracolato?

Link to post
Share on other sites

Invece sono d'accordo che gli impianti aspirati debbano ancora esistere altrimenti le auto a carburatore o mono-point verrebbero escluse.

 

Aggoingici anche i multipoint 'full group'

 

euro 3 del 2000

 

 

soccia!

 

che c'è di strano, la fiesta 1200 di giugno 2001 che avevo prima della legacy era già Euro 4

Link to post
Share on other sites

Ho risposto a funbike in privato, ma lo dico anche sul forum. NOn si vuole + sapere di sistemi aspirati perchè gli installatori stessi hanno visto che con iniettato si riducono i tempi di carburazione, l'installazione è + "semplice" meno invasiva dal punto di vista elettrico, ritornano (che se ne dica nel forum) meno clienti e meno spesso per problemi di funzionamento!!! Vano meglio i meccanici vano meglio i clienti, perchè lamentarsi :-)

Esistono poi impianti iniettati in grado di gestire anche full group e mono iniettore senza problema

Link to post
Share on other sites

La differenza dalla benza al gpl sulla mia non è tanto accentuata, mi fa 12 km/l e secondo me ho solo avuto fortuna a trovare un inst che mi ha consigliato l'aspirato e il sequenziale, lasciandomi libertà di scelta e non facendomi pentire della scelta eventuale.

Comunque vuoi mettere un sequenziale con un aspirato?

le vecchie auto avevano i carburatori, le nuove hanno l'iniezione, migliore gestione, minori consumi (a parità di potenza e peso), minori emissioni e via discorrendo.

Chi si ricorda le ingolfate la mattina alla partenza a freddo mi ha capito.... ;) ;)

Link to post
Share on other sites

A proposito di ritorni di fiamma... vado un po' off topic...

Mi chiedo come mai gli aspirati creino ritorni di fiamma.

A rigore, un aspirato è abbastanza assimilabile ad un sistema a carburatore (o ad iniezione monopoint).

Ricordo la vecchia Uno con l' iniettore sopra la farfalla: levando il filtro dell' aria si poteva chiaramente vedere il getto di benzina che veniva spruzzato dentro al collettore.

E allora anche li si aveva tutto il venturi, farfalla e collettori completamente pieni di miscela aria/benzina pronta ad incendiarsi.

Come mai con il GPL si ha il ritorno, mentre con la benza no? Tra l' altro... una volta che le valvole si sono chiuse, lo scoppio dovrebbe rimanere in camera!!!

 

Ciao Andrea

Ti posso dire questo:

il volune compreso fra farfalla acceleratore e valvole di aspirazione nei motori a carburatore e nelle prime iniezioni era molto contenuto affinche all'apertura della farfalla si formasse immediatamente una depressione tale da poter succhiare la benzina dal carburatore o da aprire immediatamente un debimetro o un piattello fluttuante di un iniezione k-jetronic.

Con l'avvento e l'evoluzione delle iniezioni al fine di migliorare il riempimento volunetrico sono state aumentate sempre più le dimensioni ed i volumi del collettore di aspirazione al punto tale che il volume compreso fra valvola farfalla e le valvole fungesse da ammortizzatore ritardante la risosta di depressione in apertura farfalla.

Immagina di avvere una damigiana con un entrata ed un uscita, metti un fiscietto nell'uscita e prova a soffiare dall'altra parte, prima che esso inizi a suonare passerà una frazione di tempo di qualche decimo di secondo.

Allo stesso modo questo ritardo impedisce un apertura in tempo reale della membrana della bassa che eroga gas all'uscita dal minimo smagrendo la carburazione e provocando ritorni disastrosi

 

Ciao e BASTA ASPIRATI

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...