Jump to content

Ho bisogno di calcolare la quantità d’aria aspirata dal mio motore


Post consigliati

Buongiorno , avrei bisogno di calcolare la quantità d’aria Aspirata dal mio motore a benzina 4 tempi , e se qualcuno di bravo in matematica potrebbe aiutarmi anche nel calcolare la portata in entrata conoscendo la pressione in entrata e in uscita del condotto di aspirazione 

Link to post
Share on other sites

Non fai prima a moltiplicare il volume delle camere di combustione per la metà del numero di giri effettuati (perché un 4t va in combustione ... e quindi aspira ... solo un giro su due) nel dato periodo di tempo ?

Tradotto : un motore 2 litri che gira a 3.000 rpm per un minuto ha succhiato 3 metri cubi d'aria, 50 litri al secondo 

Anche se in realtà poi bisognerebbe arrotondare leggermente al rialzo il risultato finale per considerare anche la sovralimentazione dinamica (causata dall'inerzia nei condotti di aspirazione)

 

Ma soprattutto ... perché ti serve questo dato ?

Link to post
Share on other sites

Avrei bisogno di questo dato perché sto facendo un lavoro e devo confrontare l aria in entrata teorica con l’aria in entrata reale , il problema sta che non ho ancora un debimetro , ma ho un sensore si pressione nel collettore di aspirazione è volevo calcolarne la portata in base alle pressione ma chiedevi infatti se è possibile 

Link to post
Share on other sites

Mah, magari commetto qualche errore concettuale, ma a me pare che in un veicolo "aspirato" (cioè non turbo) l'aria che entra è pari alla cilindrata. Per effetto della variazione delle sezioni di passaggio dell'aria si possono avere sezioni dei condotti in cui si formano delle depressioni (variazioni negative di pressione) o sovrapressioni (aumento della pressione dell'aria), ma tutto sommato questo ha poco a che vedere con la quantità di aria che entra. A meno delle perdite di pompaggio, che si possono considerare trascurabili, per un esercizio teorico, l'aria che entra è data dal movimento dei pistoni. Ed il loro movimento determina la "cilindrata del motore".

La camera di scoppio è una frazione della cilindrata (espressa dal rapporto di compressione). Questo vale per il ciclo otto ed il ciclo diesel "atmosferici", per usare una terminologia un po' più precisa del più usato "aspirato".

Il turbo introduce un fattore moltiplicativo, variabile in funzione della rotazione della turbina. A seconda della presenza di una turbina a comando elettrico (stile PU di F1), volumetrica (cioè a comando meccanico collegato ai giri motore) o a recupero dei gas di scarico (il solito, tradizionale, turbo) avremo leggi di variazione più o meno complesse. Cui si aggiunge l'effetto dei bypass e delle pop off, valvole introdotte per evitare un fuori giri della turbina. Ma stiamo già divagando, direi...

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...