Jump to content

Ingolfamento


Post consigliati

Grazie Eco, i tuoi consigli sono sempre preziosi.

Se ho ben capito dici di chiudere un po' il condotto di aspirazione per creare maggior vuoto che faccia aumentare il flusso di gas. In teoria, in base ai dati del costruttore il riduttore sta lavorando all'80% circa. La casa lo da per buono per motori sino a 120cv, nel mio caso sono un centinaio e rotti.

Il registro del minimo è quasi del tutto aperto e quello del massimo è ancora più aperto, non sarà che è sotto dimensionato il riduttore ?

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 56
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Riflettendoci bene mi sono ricordato che il condotto di aspirazione era tappato ma non ne sono sicuro.

Ho restaurato tutto il motore e quando l'ho smontato di gas su motori aspirati non ci capivo niente.

Ad ogni modo di recente ho sigillato il condotto di aspirazione che prima aveva molti piccoli accessi di aria parassita ma di certo stiamo parlando di una percentuale di aria parassita che non supererà il 10%.

Ma se veramente prima il condotto era stato tappato, da dove prendeva aira il motore ? Anche se mettiamo quell'aria in più può il motore funzionare con solo il 10% di aria ?

Oltretutto non credo che con così poca aria potesse più andare a benzina.

Link to post
Share on other sites

Si esatto dovresti chiudere un pò il condotto di aspirazione .

Non credo che il riduttore sia dotto dimensionato ,il punto è che la tua macchina comunque è pesante e poi vai a metano ,quindi una marcia la perdi.

Mi ricordo che su queste macchine trasformate  a metano ,o si strozzava l'aria oppure si montava un variatore d'anticipo.

Link to post
Share on other sites

Intendi dire che queste macchine richiedono più gas ?

Quindi non è la portata di gas il problema ma il dover aumentare l'effetto venturi per far uscire più gas se ho capito bene.

Il variatore d'anticipo c'era e l'ho rimesso nuovo.

Link to post
Share on other sites

La start petrol serve a chiudere il metano e fare le partenze a benzina,inoltre fa anche da registro .

Quello prima di te faceva le partenze a metano secondo me .

Comunque devi regolare il cicchetto per fare le partenze .

Link to post
Share on other sites

Scusa Eco ma non stavo parlando di questo. Ho capito a cosa serve la petrol, l'elettrovalvola che ti dicevo è questa nella foto (che si vede anche nella foto più sopra, alla fine del condotto di aspirazione).

Penso anche io che il tizio la usasse solo a gas ma a me non piace perchè a lungo andare il carburatore si rovina o, nella migliore delle ipotesi, diviene inefficente. 

Piuttosto pensavo di chiudere la farfalla, che al centro ha un foro, in modo tale che a gas il collettore rimanga quasi del tutto tappato, come era in origine, magari lavorando un po' sul registro di battuta per lasciare un piccolo flusso d'aria.

Perchè se lo tappo e basta di sicuro poi a benzina andrà male. Specie questo carburatore elettronico, che lavora principalmente sul flusso d'aria, tende a sporcarsi quando lavora male.

s-l1600.jpg

Link to post
Share on other sites

Come si dice, una immagine dice più di 1000 parole.

Nel disegno c'è il collettore di aspirazione (la parte che va dal filtro all'ingresso dell'aria.

Come dicevo e come mi confermi tu Eco, credo che il condotto era stato tappato (paratia rossa). Ora, se il condotto fosse totalmente a tenuta ermetica il motore non avrebbe potuto funzionare perchè sarebbe entrato solo gas. O sbaglio ?

L'elettrovalvola che era stata resa inutile serve per ridurre al 40% l'accesso dell'aria per favorire l'effetto ventiri bilanciando così il rapporto stechiometrico.

Anche dopo ave sigillato il condotto penso che un pelo d'aria passi ancora, ma certamente molta meno rispetto a prima, per cui penso che tappando di nuovo il condotto avrei un eccesso di gas.

Per questo ho pensato che, tappando la valvola a farfalla, quando questa è in posizione benzina tutto rimane come prima mentre quando si chiude l'aria entrerà dal tubo blu che penso di dimensionare al 15/20% rispetto al flusso a benzina. Cosa ne pensi ?

 

Senza titolo-1.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 7 months later...

E' passtato tanto tempo ma solamente con gli allentamenti mi è stato possibile verificare le modifiche. L'impianto a metano anche se nuovo non è mai andato bene e questo perchè è necessario trovare la giusta quantità d'aria da fornire al motore quando funziona a gas.

Il motivo è che i vecchi riduttori per motori aspirati funzionano in base alla depressione che c'è nel collettore di aspirazione. Se la depressione è poca il riduttore non lavorerà o lavorerà con molta fatica, se invece la depressione è troppa uscirà troppo gas e comunque non sarà possibile regolare bene il flusso.

A volte il riduttore funziona bene con quell'elettrovalvola a farfalla di plastica che ho postato sopra e che riduce il passaggio d'aria. Nei motori come il mio però serve una strozzatura più severa, addirittura si tappa completamente il collettore di aspirazione. Nel mio caso, avendo sigillato per bene tutte le infintrazioni lungo il condotto di aspirazione, tappare completamente il condotto risultava esagerato.

D'altra parte quella valvola a farfalla a me non andava bene ed a questo punto ho cercato una soluzione "creativa". Ho preso una di quelle elettrovalvole che si montano sullo scarico, che sono tutte in metallo ed hanno una ottima tenuta. Ovviamente tappandosi il condotto alla chiusura della valvola il passaggio d'aria era praticamente nullo. Per questo, prima della valvola ho messo un tubicino del diametro di 4mm.

In queste condizioni c'è molta depressione, difatti il minimo non scende neanche con tutta la vite serrata ed il massimo già con tre/quattro giri dalla battuta tende ad ingolfare. Insomma, sono passato da pochissima depressione a moltissima depressione. Per cui proverò gradualmente a mettere un tubicino più grande sino a che le regolazioni saranno accettabili.

Per far funzionare la farfalla ho sostituito il motorino demoltiplicato con un servo per modellismo, in modo tale che con un semplice impulso si chiuda o si apra. Sicuramente i materiali sono molto migliori di quelle farfalle di plastica. In questo modo poi c'è reversibilità, ossia la macchina andrà bene sia a benzina che a gas.

 

unnamed.jpg

Link to post
Share on other sites
il 27/10/2020 at 10:53, fabriaqui ha scritto:

Senza titolo-1.jpg

ciao

vedo solo ora

ma non capisco bene dalla foto, quel tratto di tubo di metallo a metà della manichetta serve per prelevare l'aria calda in inverno da sopra i collettori di scarico vero?

Link to post
Share on other sites

Bravissimo Dado, è un pezzo originale.

In pratica sul collettore c'è una specie di scatola di plastica dove uma molla che si dilata con il calore spinge una paratia per aprire o chiudere il passaggio dell'aria calda in inverno. Da qui un tubo flessibile in alluminio sbocca sopra il collettore di scarico.

Ovviamente per il funzionamento a gas questo sistema non era compatibile ed il condotto aria calda è stato sigillato. 

Questo tipo di motorizzazione ha un riscaldatore elettrico a valle del carburatore per evitare che in inverno si geli.

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Cari amici, riapro questa discussione per aggiornamenti.

Il problema che ho è che non riesco a regolare la macchina con il metano perchè quando si spegne a metano non vuole saperne di ripartire a benzina.

Ovviamente sino a che non regolo il metano non posso regolare neanche il tempo di cicchetto per farla ripartire a metano.  Tenete presente che ho messo la pompa a benzina elettrica, quindi non ho il problema di dover far girare il motore per riempire la vaschetta.

In realtà oggi, dopo lo svuotamento vaschetta e passando a metano stava andando bene, non strattonava ne aveva vuoti anche accelerando a fondo, poi mi sono fermato per vedere il minimo da fermo e stava bene, sui 900gm ma quando ho fatto per ripartire si è spenta benche abbia dosato bene la frizione.

Questo problema si presentava maggiormente prima di mettere la start petrol ma ora lo fa con molta meno frequenza. Sempre oggi, quando si è spenta la macchina ho impostato la ripartenza a benzina (tenete presente che poco prima avevo fatto la stessa operazione e non avevo avuto problemi) e non ne voleva sapere di ripartire.

Ritenendo che la macchina fosse ingolfata o avesse le candele bagnate ho smontato le candele e poi ho fatto girare il motore per pulire l'aria nelle camere di scoppio. Poi ho rimontato le candele e sempre tentando a benzina non partiva ugualmente.

Al che ora il mio sospetto ora è che manchi la benzina e non che sia ingolfata. Ma perchè mancherebbe la benzina, da cosa è dovuto ???

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...