Jump to content

Blocchi Traffico - Ma Far Funzionare Il Gpl ? Ministero Trasporti che Fa ?


Post consigliati

Blocchi Traffico - Ma Far Funzionare Il Gpl ?

Leciti o meno , pur di "tutelare" la salute si penalizza l'economia

in particolare chi per andar al lavoro l'auto è obbligato ad usarla ,

a parte esigenze mediche , assistenza varie a disabili , ecc...

Ma allora :

(mezza "stupidaggine")  se l'auto non può circolare perchè non vietarne la vendita ?

o adottare un catalizzatore più efficiente con incentivi almeno all' 80%  ?

(mission impossible ? .. eppure su marte ci sono arrivati !!!  )

o :

per farla "corta" … , una volta per tutte far funzionare a dovere senza che  si spacchino di continuo sti benedetti impianti Gpl ?

ma tutte ste associazioni automobilisti e consumatori che fanno ?

ma presentare un "piano" serio per sto Gpl ???

(a parte le auto elettriche che le fanno pagare 10 volte il valore reale)

gz

Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Moscerino said:

Magari... purtroppo col GPL qualche problema di affidabilità c'è sempre.

Poi i nuovi motori ad iniezione diretta non si presentano molto alla trasformazione a gas.

QUOTO ma....

1) chi progetta (bene) se vuole sa' come raggiungere un buon livello di affidabilita', certo bisogna spendere in R&D

2) non sono i motori ID a esser inadatti ma gli impianti che finora sono stati proposti a esser inaffidabili (vedi punto 1)

Link to post
Share on other sites

ciao

post fazioso ma risp lo stesso

il gpl è e resterà per un'esigua minoranza...già a livello italiano non è diffusissimo, a livello europeo siamo a livelli marginali...secondo me il grosso dei produttori non è in grado di stare al passo con l'evoluzione dei motori termici, id in primis

 

Link to post
Share on other sites

 

Grazie per tutti i post raga !!!

come in post d'apertura … ripeto : Eppure su Marte ci sono arrivati !!!

chi il Gpl lo usava negli anni 70-80 e fino a metà dei 90 più di tanti problemi non aveva...

ed aiutava l'ecologia da "avanguardista"… oltre al proprio portafoglio...

…. ok i turbo facevano esplodere i filtri dell'aria … 

(...ma se non hai i soldi per la benzina il turbo lo lasci a chi li ha……. , e le "lagne" NON sono permesse !!! )

se i motori li fai di "robaccia" ( .. solo che per lucrare da far schifo..) anzichè di metalli degni allo scopo ,

i risultati li stiamo vedendo e pagando tutti da troppi anni ormai … ,

e ancora : ma le associazioni dei consumatori cosa stanno aspettando a spaccargli il …. con delle class action "ad arte" ?

hanno tutti gli "argomenti" necessari per metterli al "muro" e……. ,

e neanche avrebbero difficoltà a raccogliere adesioni rimpinzando alla grande il fondo "cassa" ,

(…o si stanno facendo "narcotizzare" da qualche "contributo" non "convenzionale" per far finta di niente ? )

se proprio proprio l'idrogeno è sostanza  "sacrilegovietata" , e altre alternative pure ...

e ( anche se non si sa il perchè..) bisogna continuare a ingrassare le "cattedrali" nei deserti, che verranno giù

al primo "tsunami" o evento sismico serio… ,

perchè visto che li hanno da una vita depositati in archivio non tirano fuori i motori da 50-100 km a litro ?

si dimezzerebbero dal 50% all'80% le quantità di emissioni dalle auto in 10 anni circa ...

anzichè riempire le auto di scadenti inutili elettroniche (.."videogames" e lucine da alberelli di Natale per "Allodole"..)

che tra sensori "farlocchi" e softwares "colabrodo" (..fatti ad hoc ??? ) creano solo che rogne a destra e a manca … 

lasciando a piedi la gente , in particolare chi con l'auto ci va al lavoro , creando danni all'economia e alla produttività...

(visti i tempi di "magretta"… )….

Ma al ministero dei trasporti con i "neuroni" che fanno ?

Ricerca e sviluppo ? 

Per i fondi europei basta presentare progetti seri che funzionano  , 

…con tutti i milioni di euro che tornano indietro ogni anno per mancata presentazione dei progetti 

(120,000,000,00 centoventimilioni/00 ,  solo dalla Puglia… , … pensa al resto….)

vuoi vedere che non saltano fuori quelli per fare un "marchingegno" a Gpl che funziona ad hoc ,

come quelli di 40 anni fa , senza spaccarsi un giorno sì e uno pure ?

..non sarà mica che ne "prendono" di + per fare il contrario ?

8 - I

Ps : Eppure su Marte ci sono arrivati….

 

Link to post
Share on other sites

lascia stare meglio cosi che siamo in pochi . Se fosse più' diffuso costerebbe almeno un euro al litro , mentre adesso dalle mie parti è un terzo della benzina

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Marcord said:

Gli impianti aspirati di una volta anche no, a partire dal rendimento ed esplosioni a parte :D

Anche proprio per un discorso di ecologia, emettevano sicuramente un tot di gpl incombusto ...

Sui motori adatti ed installato bene era affidabile l'aspirato, senza iniettori che si intasano ed elettronica varia.

In più i vecchi riduttori erano molto duraturi.

Link to post
Share on other sites

certamente un motore con impianto aspirato buttava fuori un bel po di incombusti per ovvie approssimazioni di taratura...senza contare che a benza facevano schifo e consumavano ben piu degli attuali iniettati. Sinceramente non la vedo drammatica cambiare un set di iniettori e/o un riduttore dopo 150000 km, certo si potrebbe fare di meglio ma tant'è, il costo non è nemmeno paragonabile ad un singolo iniettore del diesel.

i motori da 100 km/l esistono, certo...però su una bici a forma di siluro carrozzata in fibra di vetro. Ancora a credere alla favoletta dei motori nei sottoscala...

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, dado_1984 said:

certamente un motore con impianto aspirato buttava fuori un bel po di incombusti per ovvie approssimazioni di taratura...senza contare che a benza facevano schifo e consumavano ben piu degli attuali iniettati. Sinceramente non la vedo drammatica cambiare un set di iniettori e/o un riduttore dopo 150000 km, certo si potrebbe fare di meglio ma tant'è, il costo non è nemmeno paragonabile ad un singolo iniettore del diesel.

i motori da 100 km/l esistono, certo...però su una bici a forma di siluro carrozzata in fibra di vetro. Ancora a credere alla favoletta dei motori nei sottoscala...

Gli iniettori Landi con il gas che gira qui oltre i 60.000Km non vanno...alcuni li hanno revisionati anche dopo 25.000/30.000Km :o

Magari cambiarli ogni 150.000km! BRC dovrebbe andare meglio...

Link to post
Share on other sites

io gli zavoli...sulla panda mai toccato nulla in 100000 km; sul clk mai sostituiti- solo aperti e cambiate le molle ma IMHO non era lì il problema- dopo 60000 km, poi l'ho venduta che ne avevano fatti altri 90000 ed erano ancora lì. Sostituito un sensore temperatura sul riduttore e un solenoide sullo stesso.

quelli attuali 170000 mai toccati, cambiato il riduttore a 150000 circa (120€ nuovo montato e fatturato).

Gli iniettori Landi di serie sono saltati a diversi conoscenti entro i 50 60000km, non riforniscono nei miei stessi gasari ma la zona è questa. Credo che quel prodotto fosse proprio carente come affidabilità.

Io stesso rifornisco dove costa meno o mi è più comodo (generalmente parliamo di 5/6 benzinai) ma quando mi muovo in vacanza dove capita...tutta Italia fino alla Sicilia, Francia Germania Austria Slovenia Croazia Bosnia Serbia per ora.

Link to post
Share on other sites

Purtroppo qui c'è solo un installatore Zavoli (addirittura autorizzato) ma che si ostina a montare Bigas. 

Poi ci sono 2 BRC e 2 Stargas (com'è quest'ultimo?).

Oppure un generico che monta la marca che gli si chiede, lui consiglia Lovato molto affidabile a livello di iniettori e riduttore.

Link to post
Share on other sites

Purtroppo quasi tutti i costruttori pensano solo alle world car, auto uguali per svariati mercati, che dovrebbero dare profitti maggiori, e...purtroppo il GPL rimane una nicchia per pochi paesi, come l'Italia, qualcosa in Francia e paesi dell'est europa. Trascurano (in particolare FCA) mercati dove il GPL potrebbe valere oltre il 10%  (che non sono bruscoline).

Se vogliamo sognare, immagino (stando in casa FCA per esempio) una 500L, Giulietta, renegade, Tipo, Compass.... con il Tjet da 120CV MONOVALENTE a GPL. Bombola da 50-60L reali e piccolo serbatoio da 10L di benza. Per rispettare (solo a gas) le normative potrebbero probabilmente partire dal vecchio Euro 5, niente iniezioni dirette, niente FAP (che oggi serve anche per i moderni benza ID), con iniezione benza super economica sigle point; una soluzione povera ed economica, ed in molte regioni nemmeno si pagherebbe il bollo; migliorerebbe l'inquinamento nelle citta' e se poi ci fossero incentivi statali (che stanno, imho inutilmente, dando alle ibride)...ci sarebbe un fiorente mercato......

Secondo voi non ne venderebbero abbastanza da ammortizzare gli esigui investimenti? Secondo me si (basta vedere quante Dacia a GPL stanno vendendo).

Ciao

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...