Jump to content

Auto ibrida a gpl


Post consigliati

Seguo

 

Di che zona sei? Magari siamo nella stessa e mi tolgo l'ultima (penultima) remora che ancora mi rimane, la competenza ed esperienza dell'installatore...

 

Io avrei il 1.8 da gasare ma credo che sia la stessa cosa alla fine...

Vai sul sito del GAI (Gruppo di Acquisto Ibrido) e vedi quali sono i loro installatori. Se hai tempo, potrebbe valer la pena sfruttare un acquisto in gruppo. In generale, gli installatori a cui si rivolgono, se non sei un una zona "poco ibrida"  :)  ne avranno già fatti tanti. Ed in fondo, i sistemi ibridi HSD non sono tantissimi. Ci sono le 3 versioni del 1.8 (gen 2, gen 3 e gen 4), il 1.5 della Yaris, il nuovissimo 2.0 della Corolla ed il 2.5 del nostro amico. Prossimamente, il 3 cilindri della nuova Yaris, ma finiamo OT... ;)

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 73
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

 

Seguo

 

Di che zona sei? Magari siamo nella stessa e mi tolgo l'ultima (penultima) remora che ancora mi rimane, la competenza ed esperienza dell'installatore...

 

Io avrei il 1.8 da gasare ma credo che sia la stessa cosa alla fine...

Vai sul sito del GAI (Gruppo di Acquisto Ibrido) e vedi quali sono i loro installatori. Se hai tempo, potrebbe valer la pena sfruttare un acquisto in gruppo. In generale, gli installatori a cui si rivolgono, se non sei un una zona "poco ibrida"  :)  ne avranno già fatti tanti. Ed in fondo, i sistemi ibridi HSD non sono tantissimi. Ci sono le 3 versioni del 1.8 (gen 2, gen 3 e gen 4), il 1.5 della Yaris, il nuovissimo 2.0 della Corolla ed il 2.5 del nostro amico. Prossimamente, il 3 cilindri della nuova Yaris, ma finiamo OT... ;)

 

Si si, sono già associato e un pò "studiato" e se facevo l'impianto sarebbe stato attraverso il GAI...Ho visto che i 2 installatori della mia provincia sono della bassa reggiana (almeno quelli del 2018) quindi non vicinissimi, ma per avere un risultato sicuro potrei anche rivolgermi ad installatori più lontani...

 

Il mio è un C-HR cioè gen 4, tempo per fare una scelta sicura ce l'avrei anche e infatti mi stavo informando per bene..

Link to post
Share on other sites

 

- Dici 220cv, ma è il modello nuovo (218cv) o il vecchio (197cv) ? Il modello nuovo è in vendita da febbraio 2019 e tu hai detto di averla acquistata nel 2018 quindi uno penserebbe sia il modello vecchio ... anche per la denominazione della versione che hai usato ...

 

 

Mi sono confuso.....il mio è il modello 2018 da 197cv anche perchè il nuovo non è gasabile.

 

Circa il contributo a benzina, considera che ho fatto il pieno a Budapest e ho percorso circa 5000 chilometri prima di rimettere benzina; conti più precisi, francamente, non ho nessuna voglia di farli.

 

 

 

Interessante ... per caso hai informazioni circa le ragioni della non trasformabilità del Rav 4 attuale ?

 

Non ha più lo stesso sistema di iniezione ibrida diretta/indiretta (il d4s mi pare si chiamasse) ?

 

 

Sistema ibrido che potrebbe aiutare a tenere il contributo basso ...

 

Un pieno di benzina per 5000 km sarà più o meno 1 litro per 100km, in pratica il 10% (che è buono)

 

 

Comunque anche se basso incide anche quello perché 9 litri di gpl dalle mie parti sono meno di 4,50 € ...

 

Metterci sopra 1 litro di benzina vuol dire andare oltre i 6€ ... un 35% in più.

Link to post
Share on other sites

La NX è la stessa auto con fronzoli in più che a me, sinceramente, non interessavano.

 

 

 

L'ho chiesto perché tu hai detto che "solo Toyota ha accettato il tuo usato di pregio"

 

Immaginavo che dando dentro un qualche modello del segmento "premium" potessi essere più attratto dalla Lexus Nx ... poi mi è venuta in mente subito perché ce l'ha mio cognato (tra l'altro l'ha gasata anche lui).

 

Il design è accattivante ... un po' troppo "carico" forse, con molte linee tese un po' disarmoniche, ma comunque ha personalità.

 

Mi piace la plancia, con la console centrale inclinata. 

 

 

Mi convince meno la guida, elettrica a bassa velocità e ad effetto scooter quando schiacci un po' per via del cambio cvt.

 

Poi non hai molto il senso della spinta del motore, anche perché un 2.5 a ciclo atkinson in pratica spinge come un 2 litri aspirato tranquillo (e di fatto di suo avrà 150cv) e ovviamente è una macchina che ha il suo peso ...

Link to post
Share on other sites

ovviamente il 2.5 aspirto atkinson ha senso IMHO solo in abbinamento a una corposa spinta elettrica, il motore di per se  credo che su quella macchina spingerebbe come una tranqilla berlina 1,6 a gas

Link to post
Share on other sites

 

 

- Dici 220cv, ma è il modello nuovo (218cv) o il vecchio (197cv) ? Il modello nuovo è in vendita da febbraio 2019 e tu hai detto di averla acquistata nel 2018 quindi uno penserebbe sia il modello vecchio ... anche per la denominazione della versione che hai usato ...

 

 

Mi sono confuso.....il mio è il modello 2018 da 197cv anche perchè il nuovo non è gasabile.

 

Circa il contributo a benzina, considera che ho fatto il pieno a Budapest e ho percorso circa 5000 chilometri prima di rimettere benzina; conti più precisi, francamente, non ho nessuna voglia di farli.

 

 

 

Interessante ... per caso hai informazioni circa le ragioni della non trasformabilità del Rav 4 attuale ?

 

 

 

 

.

 

Il nuovo Rav ha a doppia alimentazione diretta/indiretta e, seppur sia comunque possibile la trasformazione a gpl, ci sono grossi problemi per la gestione degli iniettori dell'alimentazione diretta.

 

Il mio "usato di pregio" era un un diesel Honda  rivenduto PRATICAMENTE NUOVO (18 mesi e 30.000 chilometri) per i troppi problemi legati ai blocchi della circolazione in alcune città europee ( anche a Parma, nel 2017, bloccarono TUTTE le vetture a combustione spontanea); l'unico concessionario che si sobbarcò l'onere fu quello Toyota ( anche perchè, in due anni, ci ho comprato tre auto nuove....) e dato che io viaggio tanto in auto e in Europa , raggiunsi il mio limite massimo sopportabile.

 

Il cambio ( anzi, il NON cambio) e-cvt non piaceva neanche a me, ma:

1) ci fai l'abitudine

2) parliamo comunque di un'auto che fa da 0 a 100 in 8,2s; l'effetto scooter lo si nota di più sulla Yaris di mia figlia ma sul Rav.....

3) l'assenza del cambio fa sì che non esistano elementi di consumo ( frizione. spingidisco, cuscinetto del reggispinta ecc ecc) 

4) se proprio ti piace il cambio, lo metti in manuale ed hai un cambio sequenziale a 6 marce (simulato, ma pur sempre un cambio).

 

Non esiste la "guida elettrica a bassa velocità" ovvero, esiste ma è assolutamente controproducente! Le vetture ibride consentono l'ottimizzazione energetica esclusivamente attraverso la sinergia dei due propulsori; Cercare di guidare in solo elettrico è il più classico degli errori ( e qui ti rimando a letture più dettagliate facilmente reperibili in rete).

 

Spero di non essere andato troppo O.T.........

Link to post
Share on other sites

Si, concordo: bisogna cercare di accettare (non tutti ci riescono) il fatto che una power unit ibrida non è un motore a scoppio. Od almeno: non solo. Quindi, occorre imparare a considerare diversamente i rumori che l'auto fa. Il mezzo è mediamente MOLTO più silenzioso di un equivalente prodotto a motore, ma fa rumore in un modo molto diverso. Giusto per citare alcuni esempi meno facili da leggere sul web: l'auto all'accensione fa una serie di schiocchi e.... mah, diciamo "miagolii"... che sono dovuti ai vari meccanismi elettrici che si attivano: relé, ma anche l'attuatore del sistema di servofreno elettrico. E basta. Cioè, se il motore non ha motivi particolari per accendersi (pestone brusco sull'acceleratore, richiesta di calore dalla centralina del climatizzatore, batteria di trazione molto scarica, richiesta di una notevole coppia, ad esempio per una partenza su una salita ripida), se ne sta spento buono buono.

Per quel che riguarda l'effetto variatore, beh, è più un fatto psicologico legato alle nostre consolidate abitudini di guida. Il conducente, infatti, non comanda il motore direttamente, ma con l'acceleratore ed il freno richiede ad un sistema complesso che comprende in un tutt'uno motore termico, elettrico (ok, più d'uno), sistemi vari di rigenerazione, cambio e frizione (che funziona elettricamente, non con parti in attrito fra loro) un certo grado di accelerazione o decelerazione. Cioè noi ci limitiamo ad "indicare" con i due pedali se vogliamo andare costanti, più forte o più piano (e di quanto dev'essere forte la variazione di accelerazione).

Punto.

Al resto, pensa tutto l'elettronica, che ottimizza in ogni istante il concerto di parametri che azionano motore, "frizione", cambio ecc.

In pratica:

il fuori giri non è possibile.

La frizione (elettrica) non si consuma.

La marcia inserita è sempre quella che ci fa avanzare con il motore in un regime di giri tale da ridurre al minimo consumi, emissioni ed usura di tutti i componenti.

Ci si deve concentrare solo sulla strada, sulla traiettoria migliore del veicolo e sul traffico. Impagabilmente comodo, una volta capito che il rumore del motore va ignorato ed il piede sinistro tenuto ben fermo.

Link to post
Share on other sites

concordo con cordy

un ibrido vero deve avere il termico collegato non rigidamente alle ruote, altrimenti è solo un termico con aiutino.

Il sistema HSD non ha frizioni ma solo un ingranaggio epicicloidale e realizza i rapporti facendo variare le velocità relative di corona solari e portatreno tramite motori elettrici, quindi no usure di frizioni, no slittamenti di convertitori etc. Un sistema geniale. Ovviamente il problema piu grosso è digerirlo, anche se a orecchio non sembra l'efficienza sarà sempre massima; il problema è la gestione e le incomprensioni  tra il nostro piede destro e il sistema, specie se siamo abituati al cambio manuale o a un ottimo doppia frizione

Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...
On 23/10/2019 at 09:46, giupi said:

Buongiorno a tutti.

 

Vorrei condividere con voi la mia esperienza.

 

 

Ho acquistato nel 2018 una Toyota Rav4 Hybrid AWD ( auto con punterie idrauliche) con la precisa intenzione di installare un impianto gpl; dopo i primi 5000 chilometri a benzina ho provveduto all'installazione e, di seguito, vi descrivo il tutto.

 

 

- Impianto Romano ( il più quotato per l'installazione su auto ibride)

 

 

- serbatoio toroidale da 48 litri

 

 

- contributo a benzina oltre i 3000 giri

 

 

- costo 1.000 euro (con convenzione Gruppo Acquisto Ibrido).

 

 

Le auto ibride ( quelle a iniezione indiretta) si prestano molto bene alla trasformazione a gpl per diversi motivi:

 

 

- il motore termico è un Atkinson (ottimizzato Miller) dove i gas espansi hanno una temperatura sensibilmente minore di quella tipica del classico motore a "Ciclo Otto"

 

 

- in città, e in generale nel traffico, il termico spesso si spegne per lasciare spazio alla trazione elettrica con conseguente raffreddamento della testata mentre, in autostrada, il contributo a benzina consente una maggior lubrificazione/raffreddamento delle sedi valvole.

 

 

Definire i consumi, per un'ibrida, è complicato perchè variano molto in funzione del tipo di guida e del percorso effettuato; io, che non presto particolare attenzione ai consumi, faccio un 13 Km/l in città e un 11 Km/l in autostrada ( a velocità di legge); considerando una media, posso dire che con circa 42 litri di gpl percorro circa 450/500 chilometri e, considerando che parliamo di una vettura da circa 2T con un 2.5 da 220cv non mi sembra poco.

 

 

Nell'installazione di un impianto gpl su un'auto ibrida l'esperienza dell'installatore fa la differenza.....( lo so, è sempre così ma, in questo caso, è ancora più importante) perchè, rispetto alla classica installazione, esistono altri parametri da inserire nel file di configurazione della centralina; ad esempio, il termico si spegne spesso MA l'impianto non deve ricommutare a benzina....la partenza a benzina deve essere programmata per il solo primo avvio; quando l'auto ha il termico spento, l'elettrovalvola che alimenta il riduttore ( e la multivalvola sul serbatoio) restano eccitate mentre gli iniettori sono spenti.

 

 

Ho percorso, fin'ora, circa 30.000 chilometri senza alcun tipo di problema con un notevole risparmio sui costi del carburante.

 

 

Ecco......se avete domande fatele pure.

 

 

Un saluto a tutti

 

 

Giuseppe

 

Ottima notizia, grazie davvero visto che sto pensando seriamente di fare la stessa cosa sulla macchina più grande di famiglia che è una Auris del 2016 con 110000 km attualmente. Sicuramente ti disturberò più avanti. Importante è che finisca prima possibile questo flagello del Coronavirus! 

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
On 24/10/2019 at 08:47, Fifo said:

Seguo

 

Di che zona sei? Magari siamo nella stessa e mi tolgo l'ultima (penultima) remora che ancora mi rimane, la competenza ed esperienza dell'installatore...

 

Io avrei il 1.8 da gasare ma credo che sia la stessa cosa alla fine...

Confermo che il 1800 è gasabilissimo.

Abbiamo in casa una Auris gasata BRC. Impianto dai 50k km, ora ne ha 170k e nessun problema.

Link to post
Share on other sites

Se posso permettermi un ulteriore commento in questo argomento, in cui sono già intervenuto. Fatevi molto bene i conti, prima di decidere l'installazione di un sistema GPL su un'ibrida. Perché il ritorno dall'investimento è molto spostato, rispetto ad una vettura tradizionale, magari dotata di un bel motorone assetato.

Un conto è risparmiare le centinaia di euro dell'impianto con un veicolo che vuota serbatoi come i russi i bicchieri di Vodka, un altro conto è tornare a vedere l'utile con un veicolo che, di suo, non fa fatica a fare 20 km con un litro di benzina: i km che dovrete fare sono molti ma molti di più.

Se usate TANTO l'auto, ok. Altrimenti, mah… anche perché le ibride sono mediamente escluse (senza bisogno del GPL) da eventuali blocchi del traffico. Non sempre vengono escluse dai blocchi, sia chiaro, ma spesso è così. Quindi… foglio Excel, mente lucida e calcolare bene. Soprattutto ora, che pare si stia aprendo un lungo periodo con i carburanti a basso costo. Fra crollo dei consumi, guerra fra i produttori di petrolio (Russia-Arabia Saudita) e difficoltà globali da SARS-Cov-19... potrebbe rivelarsi un investimento poco oculato, ecco.

Link to post
Share on other sites
On 6/4/2020 at 15:21, Cordy said:

Se posso permettermi un ulteriore commento in questo argomento, in cui sono già intervenuto. Fatevi molto bene i conti, prima di decidere l'installazione di un sistema GPL su un'ibrida. Perché il ritorno dall'investimento è molto spostato, rispetto ad una vettura tradizionale, magari dotata di un bel motorone assetato.

Un conto è risparmiare le centinaia di euro dell'impianto con un veicolo che vuota serbatoi come i russi i bicchieri di Vodka, un altro conto è tornare a vedere l'utile con un veicolo che, di suo, non fa fatica a fare 20 km con un litro di benzina: i km che dovrete fare sono molti ma molti di più.

Se usate TANTO l'auto, ok. Altrimenti, mah… anche perché le ibride sono mediamente escluse (senza bisogno del GPL) da eventuali blocchi del traffico. Non sempre vengono escluse dai blocchi, sia chiaro, ma spesso è così. Quindi… foglio Excel, mente lucida e calcolare bene. Soprattutto ora, che pare si stia aprendo un lungo periodo con i carburanti a basso costo. Fra crollo dei consumi, guerra fra i produttori di petrolio (Russia-Arabia Saudita) e difficoltà globali da SARS-Cov-19... potrebbe rivelarsi un investimento poco oculato, ecco.

 

mah......

siamo comunque intorno ( almeno nelle mie zone ) a 1,35/1,40 la super e 0,529 il gpl......

oggi ho goduto come un riccio a fare metano al mio furgone,metano,a 0.799 al kg.

 

Link to post
Share on other sites
On 6/4/2020 at 15:21, Cordy said:

Se posso permettermi un ulteriore commento in questo argomento, in cui sono già intervenuto. Fatevi molto bene i conti, prima di decidere l'installazione di un sistema GPL su un'ibrida. Perché il ritorno dall'investimento è molto spostato, rispetto ad una vettura tradizionale, magari dotata di un bel motorone assetato.

Un conto è risparmiare le centinaia di euro dell'impianto con un veicolo che vuota serbatoi come i russi i bicchieri di Vodka, un altro conto è tornare a vedere l'utile con un veicolo che, di suo, non fa fatica a fare 20 km con un litro di benzina: i km che dovrete fare sono molti ma molti di più.

Se usate TANTO l'auto, ok. Altrimenti, mah… anche perché le ibride sono mediamente escluse (senza bisogno del GPL) da eventuali blocchi del traffico. Non sempre vengono escluse dai blocchi, sia chiaro, ma spesso è così. Quindi… foglio Excel, mente lucida e calcolare bene. Soprattutto ora, che pare si stia aprendo un lungo periodo con i carburanti a basso costo. Fra crollo dei consumi, guerra fra i produttori di petrolio (Russia-Arabia Saudita) e difficoltà globali da SARS-Cov-19... potrebbe rivelarsi un investimento poco oculato, ecco.

E' tutto in funzione delle percorrenze.

Con il Rav4 faccio circa 25/30.000 chilometri l'anno e lo uso esclusivamente per viaggiare in tutta Europa (mi sembra assurdo andare alla Coop con un Suv.....); la Yaris (sempre ibrida) la uso in città , ci faccio oltre 24 km/l e non ho intenzione di gasarla.

Se con la Yaris dovessi aumentare la percorrenza, gaserei anche quella.

Considera, inoltre, che l'impianto gpl , se fai la convenzione con il GAI, costa 1000 euro.......io con il Rav4 ho recuperato la spesa in sei mesi!

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, giupi said:

la Yaris (sempre ibrida) la uso in città , ci faccio oltre 24 km/l e non ho intenzione di gasarla.

siamo in due, allora...;)

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...