Jump to content

Storia del Gpl


Post consigliati

M'è venuta in mente un'altra "storiella"... un installatore della mia zona, faceva il condizionatore con l'impianto.

O meglio... sfruttava opportunamente alcuni passaggi del tubo del GPL nell'aspirazione dell'aria abitacolo, per ottenere due vantaggi: aumentare la temperatura del GPL (riducendo quindi il prelievo di calore dal motore da parte del polmone e rendendo più efficiente l'impianto) e riducendo la temperatura dell'aria nell'abitacolo. In anni in cui i condizionatori d'aria in auto erano rarissimi, era un vantaggio clamoroso!

Intendiamoci: non si poteva regolare. E quindi, alla fine, non era poi questa gran trovata, ma come argomento di vendita, era eccellente.

 

E' stato uno dei primi a riuscire a farsi omologare l'impianto per le auto con raffreddamento ad aria... probabilmente per l'esperienza maturata con i "condizionatori".

Link to post
Share on other sites

M'è venuta in mente un'altra "storiella"... un installatore della mia zona, faceva il condizionatore con l'impianto.

O meglio... sfruttava opportunamente alcuni passaggi del tubo del GPL nell'aspirazione dell'aria abitacolo, per ottenere due vantaggi: aumentare la temperatura del GPL (riducendo quindi il prelievo di calore dal motore da parte del polmone e rendendo più efficiente l'impianto) e riducendo la temperatura dell'aria nell'abitacolo. In anni in cui i condizionatori d'aria in auto erano rarissimi, era un vantaggio clamoroso!

Intendiamoci: non si poteva regolare. E quindi, alla fine, non era poi questa gran trovata, ma come argomento di vendita, era eccellente.

 

E' stato uno dei primi a riuscire a farsi omologare l'impianto per le auto con raffreddamento ad aria... probabilmente per l'esperienza maturata con i "condizionatori".

Non è male, puoi sempre regolare la temp con i finestrini . Zero compressore

Link to post
Share on other sites

un caro amico che ha fatto per 50 anni il meccanico ed ha cominciato ad installare gas già dalla fine degli anni '60, mi diceva però che non si potevano omologare i mezzi raffreddati ad aria...

Era tutto in regola, domani sera vedo il babbo e chiedo come fecero

Link to post
Share on other sites

altra storiella anni 70...uno dei pochi distributori gpl in zona torino non aveva nemmeno i serbatoi, andava a prendere il gas con l'autocisterna (presumo una di quelle piccole per la distribuzione gpl domestico) poi la collegava direttamente all'erogatore.

Il mio installatore, che è presente in zona da decenni, ha foto in officina con le prime conversioni a metano, credo anni 50 60,...il metano per rifornire arrivava su camion in bomboloni giganteschi, praticamente simili a quelli cilindrici pe auto ma lunghi diversi metri.

 

Il gpl da cucina/riscaldamento ora costa tremendamente di piu di quello per autotrazione.

Altra storiella...un parente, nella zona astigiano, aveva messo il bombolone per riscaldamento a gpl (parliamo di anni 60...) poi visto il prezzo del gas aveva messo a gpl l'auto sua e quella del padre e facevano il pieno a casa con una pompa manuale. Pauraaa

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...