Jump to content

KLIMO AIUTACI TU!!!!


Post consigliati

  • Risposte 115
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Scusate se vi rispondo io....

lo faro' approssivativamente

viene tolta l'elettrovalvola che abilita la depressione sul regolatore

di pressione gpl

il pistoncino all'interno è forato da parte a parte longitudinalmente

all'estremità vi è una molla calibrata per mantenere all'interno del rail sempre i 2,5 bar

di pressione indipendentemente dalla tensione vapore presente all'interno del serbatoio.

La modifica è perfettamente funzionante ( manometro alla mano :rolleyes: )

abbiamo fatto anche qualche prova insieme a Klimo.

 

Ciao Daniele

 

Grazie Daniele ma...non mi hai risposto al mp!

Ma allora mantiene il delta di pressione costante a 2,5 sopra alla pressione del serbatoio? :)

Se è così non mi va bene perchè attualmente ho 3 bar nel serbatoio, aggiungendo 2,5 vado a 5,5 che è troppo poco :rolleyes:

Attualmente lo'ho regolato a 7 bar cioè + 4 :rolleyes:

Ho provato vari ditributori ma da queste parti la pressione è sempre quella :blink:

Ciao Alberto

Link to post
Share on other sites

Se è così non mi va bene perchè attualmente ho 3 bar nel serbatoio, aggiungendo 2,5 vado a 5,5 che è troppo poco :)

 

Help, non ti seguo.... Nel serbatoio affinchè il GPL sia in forma liquida non ci devono essere 8 bar?

Link to post
Share on other sites

 

all'estremità vi è una molla calibrata per mantenere all'interno del rail sempre i 2,5 bar

di pressione indipendentemente dalla tensione vapore presente all'interno del serbatoio.

La modifica è perfettamente funzionante ( manometro alla mano :) )

abbiamo fatto anche qualche prova insieme a Klimo.

 

Ciao Daniele

 

La mia è pura curiosità: i 2,5 bar sono costanti rispetto alla pressione nel collettore? se è così ci siamo, perchè le centraline di iniezione di benzina si aspettano questa pressione costante.

Però non capisco proprio come faccia il gpl a restare liquido nel rail a 2,5 bar assoluti e temperatura ambiente, quando la sua tensione di vapore è in genere ben superiore.

grazie a chi mi darà una dritta.

Link to post
Share on other sites

Se è così non mi va bene perchè attualmente ho 3 bar nel serbatoio, aggiungendo 2,5 vado a 5,5 che è troppo poco :)

 

Help, non ti seguo.... Nel serbatoio affinchè il GPL sia in forma liquida non ci devono essere 8 bar?

 

Con il freddo di questi giorni tutto sommato i 3 bar non sembrano del tutto un'eresia, anche se anch'io mi aspetterei qualcosa di più. D'estate mi sa che si leggono ben altri valori.

Link to post
Share on other sites

Se è così non mi va bene perchè attualmente ho 3 bar nel serbatoio, aggiungendo 2,5 vado a 5,5 che è troppo poco :)

 

Help, non ti seguo.... Nel serbatoio affinchè il GPL sia in forma liquida non ci devono essere 8 bar?

No assolutamente, ci sono dai 2,5 ai 3,5 d'inverno e dai 5 ai 7 d'estate, la pressione del gpl è fortemente influenzata dalla temperatura e dalla composizione perchè se c'è più propano c'è più pressione, comunque queste sono le pressioni che ho rifornendo nella mia zona, in altre zone ci possono essere miscele diverse.

Comunque nel serbatoio c'è una parte liquida e una parte gassosa.

Link to post
Share on other sites

 

all'estremità vi è una molla calibrata per mantenere all'interno del rail sempre i 2,5 bar

di pressione indipendentemente dalla tensione vapore presente all'interno del serbatoio.

La modifica è perfettamente funzionante ( manometro alla mano :) )

abbiamo fatto anche qualche prova insieme a Klimo.

 

Ciao Daniele

 

La mia è pura curiosità: i 2,5 bar sono costanti rispetto alla pressione nel collettore? se è così ci siamo, perchè le centraline di iniezione di benzina si aspettano questa pressione costante.

Però non capisco proprio come faccia il gpl a restare liquido nel rail a 2,5 bar assoluti e temperatura ambiente, quando la sua tensione di vapore è in genere ben superiore.

grazie a chi mi darà una dritta.

No i 2,5 bar si sommano alla tensione di vapore del serbatoio

Link to post
Share on other sites

Nel Kit vi sono delle molle che a seconda delle spire aumentano la pressione

cosi' se ha te serve una pressione maggiore metterai quella con piu' spire..

Saluti Daniele

Ma comunque si regola il delta P come prima...ma allora dove sono i vantaggi? Che se vuoi regolare la pressione ti tocca smontare il regolatore? Non capisco :unsure:

Ciao Alberto

Link to post
Share on other sites

Ma comunque si regola il delta P come prima...ma allora dove sono i vantaggi? Che se vuoi regolare la pressione ti tocca smontare il regolatore? Non capisco :unsure:

Ciao Alberto

 

Mi associo

Link to post
Share on other sites

anch'io non capisco...

lo scopo è quello di avere una pressione costante nel rail...

se invece di regolare il nottolino bisogna cambiare la molla ,dov'è il vantaggio?

oggi pomeriggio sono passato in officina e l'installatore stava impazzendo perchè, dopo aver montato la nuova pompa, con il nuovo regolatore, partendo da 4 non riusciva ad arrivare a 6...

 

KLIMO!!! potresti fare un piccolo sforzo e dare qualche chiarimento agli amici....

Link to post
Share on other sites

La tensione di vapore è una condizione di equilibrio dinamico tra il liquido ed il suo vapore,

che dipende sia dalla composizione ( in termini percentuali) di propano e butano, che dalla temperatura del liquido stesso.

 

Ora 1 litro di gpl liquido con tensione di vapore 3 bar oppure 1 litro con tdv 8 bar è sempre un litro. ( può avere più o meno potere calorifico, ma è sempre un litro)

Un regolatore che riesce a dare un delta di 2,5 bar indipendentemente dalla tensione di vapore, questo significa che sarà in grado di mantenere costante la portata di gpl nel tempo.

 

 

Diversamente il vecchio regolatore ha una regolazione assoluta ( impostabile con la vite) ma fissa.

se questa pressione è fissata in 8 bar per esempio, il vecchio regolatore si comporta così:

con il pieno di gpl si hanno ad es. 6 bar di tdv, ciò significa che per raggiungere gli 8 finali il regolatore aggingerà 2 bar ( dati dalla pompa)

 

a metà serbatoio ci sono es 5 bar di tdv, quindi agli 8 finali mancano 3 bar dati dal regolatore+ pompa.

 

andiamo poi in montagna a -15 °C e con il serbatoio quasi vuoto avremo allora 3 bar di tdv, in questo caso il complesso regolatore + pompa darebbe 5 bar

 

Questi sono numeri buttati un pò a caso , ma servono per chiarire che la portata di gpl data dal vecchio regolatore non è costante ma aumenta al diminure della tdv per raggiungere sempre gli 8 bar di taratura.

 

Passo successivo,

Se col pieno di gpl la centralina comandava l'apertura dell'iniettore per es 3 ms per avere una quantità "x" di gpl, con l'aumento della portata di gpl (dovuto al calo della tdv) la centralina comanderà l'apertura dell'iniettore di es 2,5 ms per avere sempre la stessa quantità "x"di gpl ( naturalmente a parità delle condizioni di carico del motore) , ed il tutto andando a coinvolgere i famosi "correttori veloci e lenti" legati anch'essi ai tempi d'iniezione.

 

Ecco che, e concludo, il nuovo regolatore consente di far si che la centralina lavori sempre con delle condizioni di portata costanti , andando a mantenre a parità di condizioni di carico del motore un tempo d'iniezione costante in tutto l'arco del pieno.

 

 

spero di essere stato comprensibile

ciao :) :) :)

Link to post
Share on other sites

ciao,

 

ormai ho letto molte cose riguardo le variazioni di pressione gas nel jtg ma ancora non mi è del tutto chiaro se il problema è stato superato e come (credo di no).

La pressione nel serbatoio non dovrebbe essere influenzata dalla quantità di carburante presente (a meno che non sia completamente vuoto o caricato al 100%) poichè dipende solo da composizione e temperatura del gas.

Quello he forse potrebbe accadere e che consumando gpl esso si raffreddi (nel serbatoio) e che quindi diminuisca la pressione all'interno.

Il delta P va sempre mantenuto per evitare che il gas arrivi agli iniettori non in forma liquida e quindi una taratura fissa, supponiamo a 8 bar, potrebbe essere non adatta in tutte le condizioni di funzionamento.

Con basse tensioni di vapore (2/3 bar) costringeremmo la pompa (che già ha le sue grane) ad un superlavoro, con alte tensioni di vapore (possibili anche 15 bar) avremmo un pressione nel rail di 17/18 bar!

Quindi non vedo come tenere la pressione costante se non a valori proibitivi.

Di certo variazioni entro certi limiti verranno compensate dall'autoadattatività della centralina motore ma temo che quest'impianto, com'è attualmente strutturato, presenterà sempre dei problemi in condizione climatiche un pò estreme.

Spero di sbagliarmi e che vengano tutti risolti perchè , son sincero, mi piace più di altri e ha certo delle notevoli potenzialità.

 

ciao a tutti

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...