Jump to content

Liguria, dormitorio dei tir in fuga dai divieti all’estero


Post consigliati

Si potrebbe cominciare subito dai provvedimenti indispensabili: i TIR che occupano indebitamente le piazzole di sosta in autostrada, andrebbero ALMENO multati!

Le piazzole d'emergenza servono per le emergenze. Se uno si ferma per riposare 45 ore, che emergenza è? Quella di chi magari ha bucato e trova il tir nel posto dove potrebbe fermarsi a cambiare in sicurezza la gomma... :angry:

In tutto ciò, come sempre, le nostre forze dell'ordine sono prese nella morsa, da una parte, di leggi scritte male e dall'altra di giudici "disattenti".

Link to post
Share on other sites

Il problema è che le piazzole di sosta in autostrada non sono chiaramente regolamentate dal CdS. Mentre l'interpretazione è univoca per le corsie d'emergenza, che sono riservate esclusivamente per casi di obiettiva emergenza (tipo ti si spegne il motore o ti scoppia un pneumatico, ti fermi li, non è che puoi fare molto altro, va già bene se riesci ad accostare), l'uso della piazzola è un po' "fumoso", e tipicamente è il gestore del tratto autostradale a dettare le regole. Ad esempio sull'autobrennero la società di gestione ha stabilito che non si può sostare, ma devono essere utilizzate esclusivamente per reali emergenze, altrove boh?!?

 

Il problema dei TIR, che non possono circolare in determinate fasce orarie, o anche più semplicemente devono rispettare degli orari di guida massimi, hanno l'obbligo di fermarsi. Il problema è che se nell'area di servizio tutti gli spazi sono occupati, come si fa?

 

Comunque  di tir parcheggiati un po' ovunque, soprattutto nei we quando non possono circolare, personalmente l'ho visto anche sul lato francese del frejus e pure nella civilissima svizzera, boh. Se non possono circolare in determinate circostanze, da qualche parte dovranno pure stare fermi

Link to post
Share on other sites

giuste considerazioni!

infatti in altri paesi europei si vuol costringere gli autisti a dormire in strutture ricettive (motel,alberghi,hotel,etc.).

"Qual è la ratio? Soprattutto contrastare il dumping sociale, l’introduzione sul mercato di lavoro a tariffe sottocosto, esercitato dagli autotrasportatori dell’Est: accettano compensi bassissimi e condizioni di vita quasi intollerabili. "

Link to post
Share on other sites

giuste considerazioni!

infatti in altri paesi europei si vuol costringere gli autisti a dormire in strutture ricettive (motel,alberghi,hotel,etc.).

 

Voglio proprio vedere come faranno, gli luchettano le portiere del camion?

Ma poi... perché bisogna proprio legiferare su ogni cosa boh?!? Capisco che una vita passata a dormire in cabina sia una vita disagevole, personalmente non la farei, però se fai il camionista per qualcuno (o per te stesso, anche se sempre più raro), sai a priori che non è come lavorare dalle 8 alle 4 dietro una scrivania.

 

Il problema è che un tempo ad avere un tir e viaggiare, nonostante la vita difficile, si guadagnava strabene, ora la vita è sempre la stessa, ma i guadagni al lumicino

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...