Jump to content

Sostituzione serbatoio GPL OEM BiFuel


Post consigliati

  • Risposte 89
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Concordo assolutamente che il caso della Megane è particolare e questa circolare è un grande successo,

La circolare dice che il serbatoio deve essere della stessa forma di quello originale.... quindi nel caso della renault ed il suo serbatoio trapezioidale si è ancora costretti al salasso in casa madre?

Sarebbe interessante sapere se chi sono altri costruttori/modelli un po' più fantasiosi che abbiano inventato serbatoi particolari, che potrebbero portare ad ingenti esborsi da parte dell'utilizzatore in sede di sostituzione.

(io personalmente ho messo la croce su qualunque bifuel all'origine a meno di esenzioni bollo o similari che mi consentano di tollerare la blindatura della centralina e l'incapacità di intervento della rete assistenza ufficiale.)

Link to post
Share on other sites

A me viene in mente la multipla Gpl della casa (iniezione liquida di Vialle, quindi con pompa nel serbatoio), che in alcuni casi aveva il doppio serbatoio (era optional), suppongo comunicante, li proprio di trovare qualcosa di idoneo sul mercato mi pare impossibile.

Però in quel caso mi pare avessero risolto con una circolare ad hoc per il modello specifico, con la possibilità di non utilizzarla più a gas. Anche li era una storia un po' bizzarra...

 

Circa le oem, per me è la prima volta, quindi non ho esperienza diretta di problemi, ma almeno per fiat ti posso dire che il problema blindatura centralina (nel mio caso è una sola la ECU della vettura), che esiste indubbiamente, non è così un grave problema per 2 motivi:

- ci sono installatori abilitati/capaci ad accedere alle vetture gasate della casa, per quanto riguarda Fiat e Opel almeno (il mio installatore è uno di questi), quindi volendo si può non andare dalla rete ufficiale per problemi al gas, ma di chi per professione si occupa di gas

- se ci pensi, diagnosi a parte (che penso chiunque con il software di diagnosi possa fare, così come lo fa sui benzina), che necessità hai di accedere/modificare la programmazione della centralina? Se ti parte un riduttore, gli iniettori, quello che vuoi tu, cambi il pezzo e via. Non è che devi ritoccare la mappa (che è perfetta per sua natura), così come non lo fai per la mappatura a benzina se cambi dei pezzi.

 

Mio punto di vista: ormai su sistemi integrati (non oem che in realtà non sono altro che aftermarket un po' particolari), intervenire sulla componentistica a gpl o sul resto del motore, non dovrebbe essere diverso da quello che accade normalmente su una vettura qualsiasi

Link to post
Share on other sites

Eviterò le OEM perchè:

 

- Trovare un Installatore in gamba non è da tutti, abito al sud in provincia, ed è facile incappare in montatori di impianti, trovarne uno che sia abilitato anche per l'auto che hai acquistato rende la ricerca ancora più ardua.

- la tecnologia avanza, oggi la casa produttrice del veicolo propone iniettori x.0 posizionati y. Domani escono gli iniettori x.1 o meglio z che sono più veloci, costano la metà e non soffrono lo sporco. Su oem non puoi montarli

-in caso di acquisto del nuovo l'impianto costa 2000€

 

Comunque torniamo IT, magari qualcuno ha altre esperienze su bombole eclettiche

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Come emerso da altri post (http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56149, http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56605 ), credo che sia importante informare tutti i possessori e potenziali di auto bifuel (ossia con impianto della casa OEM), al di là di situazioni puntuali, essendo una evenienza trasversale.

Per completezza cito l'articolo, che invito a leggere per intero (fonte http://www.sicurauto.it/esperto-di-sicurauto/news/sostituzione-serbatoio-gpl-lodissea-di-un-lettore-costretto-a-rottamare-lauto.html )

"Alcune  Case non concedono il nulla osta per il montaggio di serbatoi equivalenti quindi si è costretti ad utilizzare solo quelli originali oppure smontare l'impianto. In altri termini, le Case fanno di tutto per impedire le alternative meno dispendiose al fine di non  perdere questa fonte di guadagno. Lo stesso installatore ci ha inoltre precisato che quasi nessun possessore di auto omologata bi-fuel sia a conoscenza di questa procedura-capestro e quando apprendono i costi e le limitazioni restano tutti esterrefatti. Esattamente quanto afferma il nostro lettore. Di fronte a questa amara ed assurda realtà che rappresenta il trionfo della più ottusa e costosa burocrazia  anche noi restiamo assolutamente sbalorditi. Ci chiediamo come sia stato possibile architettare una  normativa così penalizzante (peraltro ignorata e taciuta al momento dell'acquisto del veicolo) che colpisce una fascia di automobilisti particolarmente  interessata al contenimento dei costi di gestione. Questa problematica fa il paio con quella relativa alle bombole metano in composito di cui SicurAUTO.it si è già ampiamente occupato e dimostra come l'attuale, anacronistica normativa sulle auto bi-fuel andrebbe profondamente rivista, soprattutto per renderla meno onerosa per l'utente."

Buona Sera,

purtroppo non posso caricare la circolare perchè è troppo pesante come fail,però potete andare a vedere il protocollo N.24975-DIV3-C .

E' una circolare che parla proprio della sostituzione dei serbatoi Bi-Fuel.

 

Saluti,

Link to post
Share on other sites

 

Come emerso da altri post (http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56149, http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56605 ), credo che sia importante informare tutti i possessori e potenziali di auto bifuel (ossia con impianto della casa OEM), al di là di situazioni puntuali, essendo una evenienza trasversale.

Per completezza cito l'articolo, che invito a leggere per intero (fonte http://www.sicurauto.it/esperto-di-sicurauto/news/sostituzione-serbatoio-gpl-lodissea-di-un-lettore-costretto-a-rottamare-lauto.html )

"Alcune  Case non concedono il nulla osta per il montaggio di serbatoi equivalenti quindi si è costretti ad utilizzare solo quelli originali oppure smontare l'impianto. In altri termini, le Case fanno di tutto per impedire le alternative meno dispendiose al fine di non  perdere questa fonte di guadagno. Lo stesso installatore ci ha inoltre precisato che quasi nessun possessore di auto omologata bi-fuel sia a conoscenza di questa procedura-capestro e quando apprendono i costi e le limitazioni restano tutti esterrefatti. Esattamente quanto afferma il nostro lettore. Di fronte a questa amara ed assurda realtà che rappresenta il trionfo della più ottusa e costosa burocrazia  anche noi restiamo assolutamente sbalorditi. Ci chiediamo come sia stato possibile architettare una  normativa così penalizzante (peraltro ignorata e taciuta al momento dell'acquisto del veicolo) che colpisce una fascia di automobilisti particolarmente  interessata al contenimento dei costi di gestione. Questa problematica fa il paio con quella relativa alle bombole metano in composito di cui SicurAUTO.it si è già ampiamente occupato e dimostra come l'attuale, anacronistica normativa sulle auto bi-fuel andrebbe profondamente rivista, soprattutto per renderla meno onerosa per l'utente."

Buona Sera,

purtroppo non posso caricare la circolare perchè è troppo pesante come fail,però potete andare a vedere il protocollo N.24975-DIV3-C .

E' una circolare che parla proprio della sostituzione dei serbatoi Bi-Fuel.

 

Saluti,

In sostanza, in poche parole cosa dice? Per favore :rolleyes:

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

 

 

Come emerso da altri post (http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56149, http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=56605 ), credo che sia importante informare tutti i possessori e potenziali di auto bifuel (ossia con impianto della casa OEM), al di là di situazioni puntuali, essendo una evenienza trasversale.

Per completezza cito l'articolo, che invito a leggere per intero (fonte http://www.sicurauto.it/esperto-di-sicurauto/news/sostituzione-serbatoio-gpl-lodissea-di-un-lettore-costretto-a-rottamare-lauto.html )

"Alcune  Case non concedono il nulla osta per il montaggio di serbatoi equivalenti quindi si è costretti ad utilizzare solo quelli originali oppure smontare l'impianto. In altri termini, le Case fanno di tutto per impedire le alternative meno dispendiose al fine di non  perdere questa fonte di guadagno. Lo stesso installatore ci ha inoltre precisato che quasi nessun possessore di auto omologata bi-fuel sia a conoscenza di questa procedura-capestro e quando apprendono i costi e le limitazioni restano tutti esterrefatti. Esattamente quanto afferma il nostro lettore. Di fronte a questa amara ed assurda realtà che rappresenta il trionfo della più ottusa e costosa burocrazia  anche noi restiamo assolutamente sbalorditi. Ci chiediamo come sia stato possibile architettare una  normativa così penalizzante (peraltro ignorata e taciuta al momento dell'acquisto del veicolo) che colpisce una fascia di automobilisti particolarmente  interessata al contenimento dei costi di gestione. Questa problematica fa il paio con quella relativa alle bombole metano in composito di cui SicurAUTO.it si è già ampiamente occupato e dimostra come l'attuale, anacronistica normativa sulle auto bi-fuel andrebbe profondamente rivista, soprattutto per renderla meno onerosa per l'utente."

Buona Sera,

purtroppo non posso caricare la circolare perchè è troppo pesante come fail,però potete andare a vedere il protocollo N.24975-DIV3-C .

E' una circolare che parla proprio della sostituzione dei serbatoi Bi-Fuel.

 

Saluti,

In sostanza, in poche parole cosa dice? Per favore :rolleyes:

 

Ciao Shigeru,

posso allegare il link della normativa.

 

http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/normativa/2016-11/circolare_protocollo_24975_09-11-2016.pdf

 

Comunque dice che per la sostituzione dei serbatoi gpl con impianto originale ,puoi montare qualsiasi marca di serbatoio, naturalmente omologato ,che rispetti forma ,capacità +- 10% e che non vengano modificati i fori di fissaggio.

In poche parole non ci vuole nessun nulla osta dalla casa madre (come dicono alcuni costruttori).

Link to post
Share on other sites

Proprio settimana fa parlando con mio amico, ho saputo che lui ce l'la quella Scenic! Renault gli ha chiesto 2600 euri! :ph34r: Lui andato da impiantista che conosco anche io (vado da loro per revisione bombole metano per M.B. 300SE). Loro hanno preso da Polonia la bombola per Scenic ma cmq gli hanno fatto pagare 1100! Mio amico era contento  :o . Se vi serve gli chiederò che marca è? 

Link to post
Share on other sites

Quindi nel caso di bombole trapezioidali montate di serie dalla Renault, occorrerà sottostare al salasso della casa madre?

Si trovano in commercio le bombole trapezoidali?

Dipende dalle motorizzazioni,alcune ti passano il collaudo anche montando la bombola normale e compilando il modulo che ho allegato.

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Ma quali sono i tempi di attesa per i collaudi della nuova bombola? A striscia parlano di anche un anno di attesa

Dipende dalle motorizzazioni,so che al nord ci sono problemi di tempistiche presso la motorizzazione,qualcuno riesce a risolvere facendo i collaudi presso la propria sede ,naturalmente per fare ciò ci vuole un certo numero di mezzi da collaudare ,sempre che non siano a corto di personale ,che è molto probabile.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...