Jump to content

Polmone GPL ghiacciato, motore singhiozza e si spegne


marcusbarnet

Post consigliati

Ti ringrazio bianco0836 per le informazioni! Cerco di fare queste prove quanto prima.

 

L'idea è quella di spostare il polmone vicino al parafango in basso a sinistra perché c'è parecchio spazio libero ma dovrei sostituire tutti i tubi del polmone e mettere quelli più lunghi e non vorrei che allungando anche quello del gas si potessero creare problemi.. che dite?

Link to comment
Share on other sites

Ma tecnicamente la pompa non dovrebbe superare questo aspetto e dar arrivare l'acqua anche a livelli più alti?

 

Il punto è che a volte la macchina va benissimo a GPL e il polmone quando lo tocco risulta caldo/bollente.

 

Se fosse un problema di polmone troppo alto dovrebbe farlo sempre giusto?

Oppure a volte può verificarsi che l'acqua riesce a salire e a volte no?

Link to comment
Share on other sites

Ma tecnicamente la pompa non dovrebbe superare questo aspetto e dar arrivare l'acqua anche a livelli più alti?

 

 

Si, la pompa è in grado di far superare all'acqua il dislivello piezometrico (ridicolo peraltro), potresti anche mettere il polmone sul tetto dell'auto se per questo.

 

Il problema, come ha detto qualcuno, è che se si trova nel punto più in alto l'eventuale aria, che inevitabilmente prima o poi troverai nel circuito (basta svuotarlo una volta o anche una microperdita) tenderà ad accumularsi li. Infatti è buona norma che i dispositivi, soprattutto quelli più in alto di un circuito idraulico, abbiano una valvola di sfiato (pensa ai termosifoni) per evacuare l'aria, e non ho idea se un riduttore di pressione del gpl ce l'abbia. La situazione è tanto più critica tanto più il percorso dell'acqua all'interno è tortuoso, rendendo lo spurgo un'operazione rognosa

Link to comment
Share on other sites

Io ho una valvola di sfogo subito dopo il polmone..

 

Ma la questione della presenza dell'aria può verificarsi solo saltuariamente?

Perché a volte la macchina va bene a GPL.. anche se sono poche..

 

Si, effettivamente potrebbe essere sufficiente una valvolina di sfiato, come quelle presenti normalmente sui manicotti dell'acqua di raffreddamento motore, sul manicotto dell'acqua in uscita, ma dipende molto da come è fatto dentro il ridottore (sinceramente non lo so). L'importante è che sia nel punto più in alto, dove per ovvie ragioni si fermano le bolle d'aria.

 

La presenza d'aria può verificarsi in caso di svuotamento dell'impianto (es. per manutenzione), dunque "una tantum", se si ripresenta costantemente c'è un problema di ingresso aria da qualche parte: tipicamente è una perdita, magari anche piccola, o nella peggiore delle ipotesi una cattiva tenuta a livello di testa motore (testa da rifare), che fa si che dei gas entrino nel circuito di raffreddamento. A me era successo di avere una microperdita dalla pompa dell'acqua, e mi ritrovavo sistematicamente il circuito di raffreddamento pieno d'aria.

Link to comment
Share on other sites

Il tubo del gas mi conviene allungarlo giuntandolo? È un connettore che posso trovare tranquillamente da un ricambista auto?

 

se pensi di allungarlo cerca di tenere quella saracinesca comandata dalla centralina piu vicino possibile all'aspirazione....

Link to comment
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...