Jump to content

GPL su Golf 7 1.4 tsi


Post consigliati

Ciao a tutti,

 

per spostamento di lavoro percorrerò da 20 km al giorno a 120 e stavo valutando la messa a GPL della mia macchina.

 

per ora ho sentito soltanto 2 case, entrambe ad iniezione gassosa, il prins a poco meno di 3000€ con un uso del 5% di benzina, mentre il BRC a poco meno di 2000€ con un uso del 25€.

Anche landi userebbe lo stesso sistema ad un prezzo allineato al landi.

 

Il mio dubbio è.. cosa mi conviene fare? ho letto che prins sono il massimo come affidabilità e funzionamento ma vorrei altri pareri...

Link to post
Share on other sites

Che io sappia la % di benzina non è affatto fissa, ma dipende dal carico, quindi è variabile anche per il Landi. Avrei fatto montare quello dal mio installatore di fiducia, avessi comprato il TSI, poi alla fine ho optato per altro...

Link to post
Share on other sites

Se fai 30.000  km / anno ti conviene complessivamente il Diesel

Non che il gas non vada bene sia chiaro, ma con questi kilometraggi significa necessariamente

che fai autostrada o superstrada, che è l'ottimizzazione dell'uso di un Diesel.

Se andresti a gas, oltre tutto, non ti basterebbe un pieno a settimana, ogni 3 - 4 giorni saresti fermo a fare il pieno,  una bella rottura...

Link to post
Share on other sites

Sarei sui 45000 annui e la macchina è quella :)

Il diesel in fase di acquisto l'ho escluso appena ho provato il tsi non l'ho più abbandonato.

 

Per il consumo pensavo fosse fisso, ad ogni iniezione.

Link to post
Share on other sites

Mi sembra giusto dirti che si tratta di un motore già critico di suo (in particolare nelle varianti più potenti)

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=49266

Imho lo terrei a benzina,per il timore che non regga l'aumento di temperatura dovuto al gpl e/o a lungo andare possibili problemi agli iniettori benza (come peraltro su tutti gli iniezione diretta trasformati con il gassoso)

Ciao

Link to post
Share on other sites

3000 € per un 4 cilindri 1.4!!!ma siamo matti????

Se Landi ha un impianto dedicato andrei di Landi tra i due. Il contributo benzina immagino sia variabile e potrebbe diventare non trascurabile all'aumentare del carico/giri (autostrada). cerca altre esperienze qui, c'è chi ha gasato golf gti, potresti vedere quanta benzina devi mettere ad ogni pieno di gas e farti i conti; comunque se la macchina è seminuova la friggi commercialmente parlando in 3 anni.

Io ti consiglierei di vendere la tua bella golf e prenderti una macchina "da battaglia" usata con pochi km, non i.d e adatta al gpl... che gasi con un qualsiasi impianto a 4 soldi senza problemi di messa a punto (che poi gli id non sono cosi facili da sistemare per bene), la friggi finche va e la butti/svendi quando è alla frutta. E' una soluzione radicale ma IMHO la migliore per le finanze visto che non si sa come andrà il tsi a gas tra 150000 km  ne chi lo vorrà comprare.

Link to post
Share on other sites

Mi sembra giusto dirti che si tratta di un motore già critico di suo (in particolare nelle varianti più potenti)

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=49266

Imho lo terrei a benzina,per il timore che non regga l'aumento di temperatura dovuto al gpl e/o a lungo andare possibili problemi agli iniettori benza (come peraltro su tutti gli iniezione diretta trasformati con il gassoso)

Ciao

 

Problemi agli iniettori benzina non ne da, appunto perché va contemporaneamente a benzina e gas. Il mio installatore ha fatto parecchi VW diretti con il Landi gassoso, zero problemi di iniezione (problemi invece emersi con alcuni Alfa, mi pare il JTS). Non soffre nemmeno le temperature, come la maggior parte degli iniezione diretta, peraltro non è vero che il gpl fa aumentare la temperatura di combustione, ma varia la distribuzione temporale della temperatura.

 

Più che altro il 1.2 TSI (ma dipende dal periodo di fabbricazione) è noto per avere grossi problemi di distribuzione (se è a catena, se è recente è già a cingha, dunque ok), e su talune ha qualche problemino legato alla turbina. Inoltre l'assistenza VW, da quello che leggevo in giro, se hai il gpl se ne lava le mani e quasi manco ti guarda il veicolo (c'era un utente sul forum che riportava questo comportamento)

Link to post
Share on other sites

però su un tsi valuterei l'iniezione liquida

 

Iniezione liquida diretta: per avere sicuramente problemi (a giudicare da quelli che ci hanno provato sul forum), direi che è la via più rapida. Peraltro è anche tra le soluzioni più costose, alla faccia del risparmio.

 

Comunque concordo con chi ha scritto prima: 3000 euro per un impianto a gas sono veramente tanti, gassoso o non gassoso che sia, va bene che con 45mila/anno lo ammortizzi comunque in fretta, ma spenderne la metà o meno è meglio

Link to post
Share on other sites

 

Mi sembra giusto dirti che si tratta di un motore già critico di suo (in particolare nelle varianti più potenti)

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=49266

Imho lo terrei a benzina,per il timore che non regga l'aumento di temperatura dovuto al gpl e/o a lungo andare possibili problemi agli iniettori benza (come peraltro su tutti gli iniezione diretta trasformati con il gassoso)

Ciao

 

Problemi agli iniettori benzina non ne da, appunto perché va contemporaneamente a benzina e gas.

Non soffre nemmeno le temperature, come la maggior parte degli iniezione diretta, peraltro non è vero che il gpl fa aumentare la temperatura di combustione, ma varia la distribuzione temporale della temperatura.

 

 

Per dire con certezza che il 5% di benzina basta a raffreddare a sufficienza gli iniettori, bisogna avere un feed-back da un certo numero di veicoli con chilometraggi importanti, cosa che, magari mi sbaglio, ma non mi sembra proprio di aver visto!

Forse va meglio con il 25% di benza ma....a quel punto ti mangi il risparmio.

c'è poi anche da considerare che se malauguratamente friggi gli iniettori sono migliaia di euro che se ne vanno!!! sinceramente non rischierei.

 

Sul fatto del calore chiamala distribuzione temporale o qualsiasi altra sottile definizione che più ti aggrada, fatto sta che la zona in scarico lavora a temperatura maggiore, compreso il turbo; generalmente questo non è un problema (se non per le valvole di scarico) ma su questo già delicato motore.......

Link to post
Share on other sites

Dovendo percorrere 45.000Km/anno l'affidabilità dell'auto dev'essere elevata, onestamente non sarei molto propenso ad installare un impianto su un TSI, lo vedo come un salto del buio, troppe incognite e poche certezze a fronte di costi d'installazione non proprio popolari.

Fosse mia la golf la permuterei con un 1.6 TDI, o mi orienterei su altro modello d'auto, ovviamente ad iniezione indiretta, su cui installare un semplicissimo impianto sequenziale ad iniezione gassosa.

Link to post
Share on other sites

Il problema di fare tutti quei km è che se sei un privato e non hai vantaggi fiscali prendere un'auto nuova o quasi e massacrarla di km ti costa parrecchio. Quando dico di prendere un'auto da battaglia non dico una carretta ambulante, ci sono auto ottime tipo bravo/delta tjet per non parlare di auto a benzina intorno ai 1.8 2.0 aspirate con pochi km svalutate (renault/peugeot) ma se ti piace la golf anche una 1.6 a benzina non fsi usata non è una cattiva idea

Link to post
Share on other sites

 

 

Mi sembra giusto dirti che si tratta di un motore già critico di suo (in particolare nelle varianti più potenti)

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=49266

Imho lo terrei a benzina,per il timore che non regga l'aumento di temperatura dovuto al gpl e/o a lungo andare possibili problemi agli iniettori benza (come peraltro su tutti gli iniezione diretta trasformati con il gassoso)

Ciao

 

Problemi agli iniettori benzina non ne da, appunto perché va contemporaneamente a benzina e gas.

Non soffre nemmeno le temperature, come la maggior parte degli iniezione diretta, peraltro non è vero che il gpl fa aumentare la temperatura di combustione, ma varia la distribuzione temporale della temperatura.

 

 

Per dire con certezza che il 5% di benzina basta a raffreddare a sufficienza gli iniettori, bisogna avere un feed-back da un certo numero di veicoli con chilometraggi importanti, cosa che, magari mi sbaglio, ma non mi sembra proprio di aver visto!

Forse va meglio con il 25% di benza ma....a quel punto ti mangi il risparmio.

c'è poi anche da considerare che se malauguratamente friggi gli iniettori sono migliaia di euro che se ne vanno!!! sinceramente non rischierei.

 

Sul fatto del calore chiamala distribuzione temporale o qualsiasi altra sottile definizione che più ti aggrada, fatto sta che la zona in scarico lavora a temperatura maggiore, compreso il turbo; generalmente questo non è un problema (se non per le valvole di scarico) ma su questo già delicato motore.......

 

 

Un iniezione diretta è molto meno soggetto alle alte temperature perché tipicamente lavora volutamente magro, tramite stratificazione di carica (il TSI di sicuro) dunque il gpl (che è iniettato indiretto e stechiometrico) non peggiora la situazione, a causa del "rallentamento" del fronte di fiamma, perché anche a benzina il motore sarebbe stressato termicamente dal punto di vista valvole/sedi. Questa cosa me l'ha data per certa l'installatore (di cui mi fido), e ragionandoci torna.

 

Di installazioni, quello con cui ho parlato, che è abbastanza grosso in termini di installato, ne ha fatte parecchie, e casualmente proprio su VW e parenti, forse perché numericamente sono la maggioranza nel circolante dei diretti (boh). Il 5% piuttosto che il 25% sono falsi miti, non è il contributo benzina classico degli impianti indiretti, ma la strategia di iniezione della benzina è preimpostata dalla casa (almeno per Landi è così) ed è variabile istante per istante dal carico, in ogni caso deriva da test effettuati su ogni particolare motore Infatti devi trovare il kit per il tuo veicolo, se non c'è, non si fa. La logica (penso) sia: più solleciti gli iniettori, più benzina butti. La cosa difficile da capire, anche perché non c'è tanta esperienza nei forum, è in media quanto si consumerà di benzina rispetto al gpl, che ovviamente è funzione del tipo di vettura e di percorso (urbano/extraurbano/autostrada). Quando stavo valutando di gasare lo Yeti 1.2 TSI, avevo stimato un 20% di media, per essere dalla parte della ragione, e comunque avevo un ritorno dell'investimento ragionevole ai prezzi attuali di benzina e gas.

 

Infatti il kit per il JTS Alfa, dopo parecchi test, l'hanno tolto dalla circolazione, perché avevano trovato la quadra per non fargli bruciare gli iniettori, peccato che ci volesse più benzina che gas.

Link to post
Share on other sites

 

 

 

Mi sembra giusto dirti che si tratta di un motore già critico di suo (in particolare nelle varianti più potenti)

http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=49266

Imho lo terrei a benzina,per il timore che non regga l'aumento di temperatura dovuto al gpl e/o a lungo andare possibili problemi agli iniettori benza (come peraltro su tutti gli iniezione diretta trasformati con il gassoso)

Ciao

 

Problemi agli iniettori benzina non ne da, appunto perché va contemporaneamente a benzina e gas.

Non soffre nemmeno le temperature, come la maggior parte degli iniezione diretta, peraltro non è vero che il gpl fa aumentare la temperatura di combustione, ma varia la distribuzione temporale della temperatura.

 

 

Per dire con certezza che il 5% di benzina basta a raffreddare a sufficienza gli iniettori, bisogna avere un feed-back da un certo numero di veicoli con chilometraggi importanti, cosa che, magari mi sbaglio, ma non mi sembra proprio di aver visto!

Forse va meglio con il 25% di benza ma....a quel punto ti mangi il risparmio.

c'è poi anche da considerare che se malauguratamente friggi gli iniettori sono migliaia di euro che se ne vanno!!! sinceramente non rischierei.

 

Sul fatto del calore chiamala distribuzione temporale o qualsiasi altra sottile definizione che più ti aggrada, fatto sta che la zona in scarico lavora a temperatura maggiore, compreso il turbo; generalmente questo non è un problema (se non per le valvole di scarico) ma su questo già delicato motore.......

 

 

Un iniezione diretta è molto meno soggetto alle alte temperature perché tipicamente lavora volutamente magro, tramite stratificazione di carica (il TSI di sicuro) dunque il gpl (che è iniettato indiretto e stechiometrico) non peggiora la situazione, a causa del "rallentamento" del fronte di fiamma, perché anche a benzina il motore sarebbe stressato termicamente dal punto di vista valvole/sedi. Questa cosa me l'ha data per certa l'installatore (di cui mi fido), e ragionandoci torna.

 

Di installazioni, quello con cui ho parlato, che è abbastanza grosso in termini di installato, ne ha fatte parecchie, e casualmente proprio su VW e parenti, forse perché numericamente sono la maggioranza nel circolante dei diretti (boh). Il 5% piuttosto che il 25% sono falsi miti, non è il contributo benzina classico degli impianti indiretti, ma la strategia di iniezione della benzina è preimpostata dalla casa (almeno per Landi è così) ed è variabile istante per istante dal carico, in ogni caso deriva da test effettuati su ogni particolare motore Infatti devi trovare il kit per il tuo veicolo, se non c'è, non si fa. La logica (penso) sia: più solleciti gli iniettori, più benzina butti. La cosa difficile da capire, anche perché non c'è tanta esperienza nei forum, è in media quanto si consumerà di benzina rispetto al gpl, che ovviamente è funzione del tipo di vettura e di percorso (urbano/extraurbano/autostrada). Quando stavo valutando di gasare lo Yeti 1.2 TSI, avevo stimato un 20% di media, per essere dalla parte della ragione, e comunque avevo un ritorno dell'investimento ragionevole ai prezzi attuali di benzina e gas.

 

Infatti il kit per il JTS Alfa, dopo parecchi test, l'hanno tolto dalla circolazione, perché avevano trovato la quadra per non fargli bruciare gli iniettori, peccato che ci volesse più benzina che gas.

 

Ti faccio solo un esempio di quanto sia oggettivamente difficile stimare l'affidabilità di un motore e nel caso particolare degli iniettori diretti andando a gas (in questo caso metano).

La stessa VW ha progettato e commercializzato i famigerati ecofuel, iniezione diretta benzina, indiretta metano. Non hanno previsto nessuna logica mista (per raffreddare gli iniettori) ma, immaggino, abbiano fatto migliaia di prove e milioni di km, prima di avviare la produzione. Per loro andava tutto bene,prove superate a pieni voti, peccato che poi ne abbiano fatto le spese i malaugurati clienti; chi faceva molta autostrada si trovava con gli iniettori fritti in brevissimo tempo (anche soli 30.000km).

E tu mi dici che dovrei fidarmi delle prove di Landi???

Ma ti rendi conto che se dovesse uscire il problema anche dopo ben 100.000km devi spendere una follia per ripristinare l'auto? Sinceramente rimango del mio parere...il gioco non vale la candela. Se devo proprio devo rischiare allora meglio un iniettato diretto, almeno con quello il risparmio di combustibile è al 100%.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...