Jump to content

Addio auto a gas, nessuno le vuole più


Post consigliati

Ci sono anche molte più auto con motori nuovi a iniezione diretta di benzina, per cui prima di acquistarle e installare un impianto after market ci si pensa su due volte, per possibili criticità dell'impianto e leciti dubbi sulla tenuta delle valvole. Con il downsizing ed i relativi motori pubblicizzati con percorrenze da diesel, i clienti non pensano al gas (fino a quando non comprano e si rendono conto che i consumi non sono nemmeno lontanamente così fantastici, ma questo è un altro discorso).

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 71
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Ci sono anche molte più auto con motori nuovi a iniezione diretta di benzina, per cui prima di acquistarle e installare un impianto after market ci si pensa su due volte, per possibili criticità dell'impianto e leciti dubbi sulla tenuta delle valvole. Con il downsizing ed i relativi motori pubblicizzati con percorrenze da diesel, i clienti non pensano al gas (fino a quando non comprano e si rendono conto che i consumi non sono nemmeno lontanamente così fantastici, ma questo è un altro discorso).

 

Un problema che non hanno gli iniezioni diretta gasati è proprio quello delle valvole. L'impianto è più complesso, consumi un po' di benzina per raffreddare gli iniettori, ma zero problemi di valvole cagionevoli

Link to post
Share on other sites

Ormai anche gli iniezioni indiretta "critici" sono salvi, proprio grazie alla "scoperta" del contributo benzina.

 

Il 1.3/1.5 della Daihatsu Terios, tanto per citare uno dei piu' problematici, con il contributo al 30% non mangia piu' le sedi, fine del problema.

Link to post
Share on other sites

Ormai anche gli iniezioni indiretta "critici" sono salvi, proprio grazie alla "scoperta" del contributo benzina.

 

Il 1.3/1.5 della Daihatsu Terios, tanto per citare uno dei piu' problematici, con il contributo al 30% non mangia piu' le sedi, fine del problema.

 

Io intendevo che non si salvano perché c'è il contributo benzina, ma proprio perché le valvole sono particolarmente resistenti di loro, perché il motore è a iniezione diretta (maggiori pressioni e temperature, spesso funzionano con miscele magre, ecc.)

Link to post
Share on other sites

IMHO il metano ORA ha più contro che pro, per prima cosa il prezzo alla pompa lo rende quasi equivalente al gpl=> per prendere un'auto a gas prendo gpl

poi intrinsecamente è più "scomodo", tra distributori scarseggianti, autonomie risicate, motori spesso cadaveri per evitare di ridurre ulteriormente l'autonomia, bombole da revisionare ogni 4 anni;l'unico vantaggio resta il bollo ridotto o nullo. Peccato che le auto a metano solitamente hanno pochi kw ed il risparmio effettivo sul bollo si riduce pochi € rispetto ad un modello equivalente benzina o diesel (es punto, panda, etc).

Inoltre gli incentivi (credo assenti del tutto) non attutiscono il costo di acqusto paragonabile ad un diesel...che va di piu, è piu rivendibile e costa al km poco di piu del gas

Link to post
Share on other sites

maledetta iniezione diretta , già mi pregustavo di prendere un'altra Cadillac sts . L'ultima del 2012 peccato che è iniezione diretta  :angry:  :angry:  :angry:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Mah fatico a seguirvi...io a GPL in 50k km con la mia Xsara (poi buttata causa incidente senza colpa) di costi ho avuto solo un cambio di filtro....idem come sopra con al mia Renault attuale...e abitando in Piemonte non ho mai pagato il bollo della prima e non ho ancora pagato quello della seconda, quindi ci ho già guadagnato solo per quello...poi il GPL è a 0,489 il gasolio 1,120...lunga vita al GPL!!!  ^_^

Link to post
Share on other sites

potendolo installare con semplicità il gpl porta solo vantaggi, il succo è che ORA il gasolio costa abbastanza poco e SUL NUOVO si avvicina al costo al km di un'auto a gpl

@dado_1984 sono d'accordo con te.

Chi vuole comprare un veicolo oggi pensa subito al DIESEL, per vari motivi: in primis prezzo minore al distributore, consumo minore del motore, prezzo di acquisto di poco superiore al benzina etc. E sempre più gente oggi lo sceglie per economia, anche in città: magari non si pensa al fatto che i diesel debbano percorrere tanti km all'anno (col rischio di avere costi di manutenzione e consumi maggiori rispetto a quelli preventivati) e che il prezzo del carburante non aumenti di nuovo.

In più i motori diesel in città sono i più impattanti, dalle Panda mj ai furgoncini, che portano avere dei costi ambientali enormi, soprattutto sulla sanità (costi che paghiamo tutti!). Secondo me si dovrebbe pensare seriamente di disincentivare il gasolio (usi non commerciali), per permettere una migliore qualità dell'aria. Poi vedo anche compagnie di distribuzione che passano al metano, e ciò è positivo, perchè sono proprio i veicoli di taglia medio-piccola ad incidere sulle emisisoni in città (per le velocità basse etc.).

Al contrario in ambienti urbani, e non solo, il gpl mi sembra sia la soluzione migliore per ridurre le emissioni di inquinanti, la più economica sul breve termine avendo la potenzialità di convertire i benzina; ed è anche una alimentazione che ben si presta ai percorsi urbani (a differenza delle lunghe tratte autostradali, dove i diesel lavorano meglio).

Non in tutte le regioni sono previsti sconti sul bollo per chi passa al gas (dalla casa o aftemarket), e sarebbe ottimo incentivare le installazioni con regole chiare e prezziari nazionali (o almeno regionali) per evitare ciò che è avvenuto gli anni scorsi.

Quindi andrebbe sensibilizzata la gente puntanto sul fatto che il GPL sia l'alternativa ecologica migliore, a breve termine. Per la convenienza economica se ne accorgerà al primo pieno :D

 

Link to post
Share on other sites

Non dico di disincentivare il Diesel, ma almeno incentivassero il gpl ad esempio sul bollo. Infatti la questione del gpl esclusivo mi sembra proprio una stupidaggine. Secondo me quel tipo di tassazione dovrebbe essere riconosciuta per tutti i veicoli gpl e metano, perchè mi sembra assurdo che qualcuno che abbia montato un impianto gpl poi non lo usi.

Link to post
Share on other sites

Non dico di disincentivare il Diesel, ma almeno incentivassero il gpl ad esempio sul bollo. Infatti la questione del gpl esclusivo mi sembra proprio una stupidaggine. Secondo me quel tipo di tassazione dovrebbe essere riconosciuta per tutti i veicoli gpl e metano, perchè mi sembra assurdo che qualcuno che abbia montato un impianto gpl poi non lo usi.

 

Esatto. Nella mia Regione, come in tante altre, l'esenzione del bollo è prevista solo per auto mono-fuel a gpl, quindi nessuno sconto se passi ad una alimentazione ecologica (gpl o metano che sia). Invece la loro logica è quella di non rinunciare al gettito sulle tasse di circolazione, spendendo poi milioni di euro in sanità e in termini di costi da impatti ambientali.

Link to post
Share on other sites

 

Non dico di disincentivare il Diesel, ma almeno incentivassero il gpl ad esempio sul bollo. Infatti la questione del gpl esclusivo mi sembra proprio una stupidaggine. Secondo me quel tipo di tassazione dovrebbe essere riconosciuta per tutti i veicoli gpl e metano, perchè mi sembra assurdo che qualcuno che abbia montato un impianto gpl poi non lo usi.

 

Esatto. Nella mia Regione, come in tante altre, l'esenzione del bollo è prevista solo per auto mono-fuel a gpl, quindi nessuno sconto se passi ad una alimentazione ecologica (gpl o metano che sia). Invece la loro logica è quella di non rinunciare al gettito sulle tasse di circolazione, spendendo poi milioni di euro in sanità e in termini di costi da impatti ambientali.

 

 

E purtroppo è così. In Piemonte, penso ormai sia l'ultima regione rimasta, da tempo hai l'esenzione del bollo per 5 anni sulle trasformate e perenne sui modelli già con il GPL della casa. Infatti l'ultimo bollo che ho pagato, per un motivo o per l'altro, mi sa che risale al 2009...

 

Ironia della sorte, proprio in Piemonte stanno deliberando (o hanno già deliberato, non mi è chiaro) l'eliminazione dell'esenzione perenne per le versioni OEM, conservando per tutti l'esenzione di 5 anni dalla data di prima immatricolazione o trasformazione, a seconda dei casi. Poco male direte voi, 5 anni sono meglio che niente (per la mia, 120cv, sono comunque 1200 euro di risparmio, mica poco, se trasformi è come avere l'impianto gratis), ma il bello è il motivo di questo passo indietro: poiché c'è un buco enorme nei conti della sanità (che è regionale come sappiamo), pensano di prendere parte dei soldi dal mancato gettito del bollo della auto ecologiche (o comunque tra le meno inquinanti, in media), considerando che ormai tra Panda NP, Multipla e altre vetture a gas della casa ne circolano parecchie.

 

Cioè, detto in modo sintetico, indirettamente favoriscono gli inquinatori per il bene della sanità pubblica. Lineare no?

Link to post
Share on other sites

Anche in Liguria abbiamo la stessa esenzione: 5 anni a partire dal collaudo impianto (o dall'immatricolazione, se impianto OEM), ma differenza vostra il bollo è esente indipendentemente dalla potenza :P (poi, chiaro, la parte superbollo si paga ugualmente in quanto tributo statale e non regionale).

 

Sto aspettando solo che prima o poi eliminino questo vantaggio... Anch'io l'ultimo bollo lo'ho pagato nel 2008 :P

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...