Jump to content

Auto nuova con impianto installato nuovo che "perde" mappatura


Post consigliati

Salve a tutti, 
premesso che è la mia prima auto a metano e sono quindi alle prime armi nell'argomento. 
Ho acquistato una Hyundai i20 modello 2015 nuova con impianto a metano BRC Sequent installato direttamente da concessionario, motore 1.2 84cv. 
Molto sinteticamente dopo pochi km l'auto ha iniziato a singhiozzare sotto i 3.000 giri con poco acceleratore soprattutto e un po meno in affondo, mi dissero che era dovuto al fatto che l'impianto si doveva "assestare"...mi rimappano la centralina e l'auto va meglio; dopo altri 3.000 km di nuovo inizia a singhiozzare sempre con poco acceleratore ed in affondo e mi dissero che sarebbe uscito un aggiornamento alla centralina al variatore di anticipo (credo che abbia il variatore di anticipo già nella centralina ma non ne sono sicuro dovrei chiedere visto che non saprei come verificarlo). 
Finalmente esce l'aggiornamento, riprendo l'auto e va decisamente meglio, fluida, consuma il giusto solo un piccolo strappo sotto i 1.500 giri in affondo ma dicono sia normale. 
Dopo 2.000 Km di nuovo l'auto riprende a singhiozzare in affondo e anche tra i 2.500 e 3.000 giri sembra "perdere" colpi, comunque non ha erogazione fluida ed anche il minimo e traballante. 
Vorrei sapere da chi sicuramente più esperto di me se è normale questo comportamento dell'auto prima di fare il putiferio con il concessionario. 
Possibile che dopo 2/3.000 km devo rifare la mappatura ogni volta? 
Eventualmente comprando i kit che si trovano in internet e studiandomi la faccenda potrei mapparla da solo? ovviamente solo le regolazioni base per evitare che l'erogazione sia così "nervosa" ed irregolare (a dimestichezza con l'informatica...ma non sugli impianti ovviamente). 
Il tutto perché l'installatore è molto lontano da dove abito quindi mi crea molto disagio andarci ogni 2.000 km e soprattutto mi sembra assurdo. 
grazie a chi volesse darmi qualche consiglio! 
Francesco

Link to post
Share on other sites

assolutamente non è normale.

 

per il resto non so: anche andarci a lavorare tu,poi se succede qualcosa ti potrebebro fare problemi con la garanzia.

 

piuttosto,visto che la legge è ben chiara,valuterei se scrivere una raccomandata con ricevuta di ritorno o addirittura una letterina da un'associazione consumatori,o dirtettamente da un'avvocato. secondo me si "svegliano" e ti risolvono,come DEVONO fare,il problema

Link to post
Share on other sites

assolutamente non è normale.

 

per il resto non so: anche andarci a lavorare tu,poi se succede qualcosa ti potrebebro fare problemi con la garanzia.

 

piuttosto,visto che la legge è ben chiara,valuterei se scrivere una raccomandata con ricevuta di ritorno o addirittura una letterina da un'associazione consumatori,o dirtettamente da un'avvocato. secondo me si "svegliano" e ti risolvono,come DEVONO fare,il problema

grazie della risposta,

ho mandato diverse mail e Pec e pensato anche a passare per vie legali ma occorre una perizia fatta da un'altro installatore quindi altri soldi e sinceramente non ne ho da buttare in questo periodo...

Sto pensando (su suggerimento ) di scrivere direttamente alla BRC facendo presente che un loro installatore ufficiale mi ha fatto uno schifo di lavoro e continua a non risolvere il problema, magari servirà a qualcosa ma ci credo poco essendo in italia ed essendo italiani...

Link to post
Share on other sites

Attenzione che non è più come anni fa: La garanzia la DEVE dare direttamente il venditore,cioè il concessionario e in questo caso anche sull'impianto se l'auto è stata acquistata direttamente trasformata.

 

La BRC potrebbe intervenire solo per "gentilezza",ma secondo me non lo faranno dalla mia esperienza con loro qualche anno fa.

 

Io penso che una bella letterina da 100-150 euro di un avvocato non siano soldi spesi male: Il venditore mi sa che se ne stiua approfittando perchè pensa che tu non andrai avanti,in caso contrario è SICURO che ti dovrà risolvere il problema o restituirti i soldi e in caso di causa pagarti anche le spese processuali e i danni subiti.

 

Informati bene(non costa) perchè una delle poche cose buone della UE riguarda proprio l'estensione della garanzia a due anni obbligatoria e la responsabilità interamente del venditore,quindi non ci possono più essere i "rimpalli" di una volta con la casa costruttrice o,in questo caso,con l'installatore o il fornitore dell'impianto: insomma sono TUTTI kazzi suoi e tu sei SICURO che ne deve rispondere....al limite anche rismontarti l'impianto e restituirti il corrispondente

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...