Jump to content

Motore 1.4/1.6 Bmw - Peugeot - Citroen ( Prince EP6 / N12B16 )


Post consigliati

  • Risposte 790
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

occhio che il 10w40 essendo semisint degrada prima, solitamente va cambiato prima del sint ( a occhio 10- 15k km max)

La tua considerazione è più che giusta, a patto che usando il 10W40 si riduca il consumo d'olio. Perchè se rimane di 1 litro ogni 3/4000km, imho,potresti addirittura non cambiarlo più. In 15.000km ne metti 4 litri freschi freschi ed a quel punto, cambi il filtro ogni 20.000 e chiuso! E sono convinto che se l'auto è usata in modo normale il motore non ne soffrirebbe.

Pensa ai diesel con FAP, che spesso girano con olio allungato dal gasolio della rigenerazione fap in percentuali non trascurabili...eppure...vanno.

Ciao

Link to post
Share on other sites

beh se l'olio brucia e se ne va lo rimpiazzi con del nuovo quindi è come cambiarlo...i diesel sono testati per sopravvivere con l'olio contaminato dal gasolio e soprattutto dal nerofumo che è carbone e quindi molto abrasivo,cose limitate sul benzina (pero la benzina nell'olio non lubrifica, anzi) e meno ancora sul gas

Link to post
Share on other sites

Boh, se le specifiche sono equivalenti tra il 10W40 semisint e il 5W30 sint, non vedo la ragione di sostituirlo ogni 10/15mila km in luogo dei 30 mila previsti...

Riguardavo il libretto della Picasso e, se l'olio raccomandato e' il Total Ineo 5w30, la gamma lubrificanti che si p[uo' utilizzare e' ampia e comprende ovviamente anche il 10W40, che ricordo essere utilizzabile in un range da -20 a +50/55 gradi ambientali senza problemi.

Ho trovato il Valvoline Maxlife 10W40 in confezione da 5 litri a poco meno di 33 euro spedito: viste le specifiche eccellenti, ho deciso di provare con quello (tagliando tra 3700 km) e vedremo come andra', anche se onestamente sono un po' scettico sull'efficacia del risultato in termini di riduzione dei consumi di olio.

Link to post
Share on other sites

Se parliamo di Picasso e motore vti 1.4 in libretto l'olio raccomandato è solo 0w30 e 5w30... nessun riferimento al 10w40 (e neppure al 5w40).

I conc. citroen che ho sentito consigliano solo il Total Quartz 5w30... peccato che però sul problema del consumo olio sappiano solo allargare le braccia, sconsigliano il 10w40 in rif. al discorso punterie idrauliche delicate. I meccanici multmarca invece mi hanno consigliato il 5w40 che uso da tempo e alcuni appunto il 10w40 che proverò in futuro visti i risultati.

Link to post
Share on other sites

Mic21, come ho scritto, il lubrificante RACCOMANDATO è il 5W30,ma se ne possono utilizzare altri di diverse gradazioni, a seconda del clima in cui l'auto principalmente circola.

 

Allego foto del libretto giusto per completezza: come vedi, si possono usare sia il 5W40 che il 10W40 senza nessun problema. Quella delle punterie è una balla da meccanici dell'assistenza ufficiale che devono vendere solo la roba più costosa.

post-17820-0-50925700-1459757573_thumb.jpg

post-17820-0-96784400-1459757642_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Zerocento la tua indicazione sulle punterie è interessante e spero tu abbia ragione; penso anch'io che i conc. ufficiali abbiano interesse a raccomandare i propri prodotti... senza poi dare delle soluzioni concrete per il problema del consumo olio.

Riguardo la tabella (che è la stessa del mio libretto) io la leggo in modo diverso... gli oli indicati con il cerchio sono quelli autorizzati, quindi per i vti 0w30 e 5w30; il fatto che siano presenti anche altre gradazioni è perchè sono autorizzati per altre motorizzazioni... ad es. il 10w40 per il 1.0-1.8-2.2.

Io ad ogni modo ho intenzione di provare altre soluzioni... sono comunque convinto che il motore della mia auto sia un pessimo motore che una casa automobilistica seria avrebbe dovuto levare dal mercato in poco tempo.

Link to post
Share on other sites

Io dal libretto deduco che il 10w40 non è approvato dalla Casa per il tuo motore...poi non è detto che si disintegri mettendolo, visto e considerato che non è turbo; l'unica controindicazione seria potrebbe essere la distribuzione a catena se presente. il 10w40 è per il motore 1.0 che è molto vecchio come progettazione e all epoca non esistevano quegli oli.

Link to post
Share on other sites

Zerocento la tua indicazione sulle punterie è interessante e spero tu abbia ragione; penso anch'io che i conc. ufficiali abbiano interesse a raccomandare i propri prodotti... senza poi dare delle soluzioni concrete per il problema del consumo olio.

Riguardo la tabella (che è la stessa del mio libretto) io la leggo in modo diverso... gli oli indicati con il cerchio sono quelli autorizzati, quindi per i vti 0w30 e 5w30; il fatto che siano presenti anche altre gradazioni è perchè sono autorizzati per altre motorizzazioni... ad es. il 10w40 per il 1.0-1.8-2.2.

Io ad ogni modo ho intenzione di provare altre soluzioni... sono comunque convinto che il motore della mia auto sia un pessimo motore che una casa automobilistica seria avrebbe dovuto levare dal mercato in poco tempo.

 

Scusa, eh, ma dove leggi "AUTORIZZATI"? Io leggo, molto chiaramente, "RACCOMANDATI", il che non significa "obbligatori", ma semplicemente viene consigliato il 5W30 (lo 0W30 nel libretto della mia non viene nemmeno contemplato) per ridurre il consumo, in quanto (vedi seconda tabella) è fluidissimo fino a -30° e conserva una ottimale viscosità fino a +40° (ambientali, ovviamente).

 

(EDIT: ho evidentemente scritto una minchiata, in quanto lo 0W30 è riportato a fianco, chiedo venia).

 

Imho, tutto il consumo, o almeno la maggior parte, si concentra nei primi minuti di funzionamento a freddo, complice l'elevata fluidità: è un lubrificante da utilizzare se si abita sulle dolomiti o tra Germania e Polonia, non in Italia, imho.

 

La tabella che riporta la varie gradazioni da utilizzare in base al clima (seconda foto) ha scritto anche in quel caso, pur se nella foto non si vede, "lubrificanti: raccomandazioni".

 

In ogni caso, sto aspettando che vada in promo su Ebay il Valvoline Maxlife 10W40 per acquistarne una confezione da 5 litri, per cui tra non molto vi saprò dire se il consumo d'olio diminuirà oppure rimarrà invariati

 

Io dal libretto deduco che il 10w40 non è approvato dalla Casa per il tuo motore...poi non è detto che si disintegri mettendolo, visto e considerato che non è turbo; l'unica controindicazione seria potrebbe essere la distribuzione a catena se presente. il 10w40 è per il motore 1.0 che è molto vecchio come progettazione e all epoca non esistevano quegli oli.

 

Dado, abbi pazienza, ma tra "raccomandato" e "obbligatorio", come scritto sopra, ci passa una bella differenza.

 

Per quello che vale, tre meccanici, di cui uno è l'installatore gpl che mi segue la Picasso (e che scrive anche qui) e altri due con un 30ina di annetti di esperienza, mi han detto che è più che sufficiente utilizzare un buon 10w40 per il 99% delle condizioni: nessun problema di lubrificazione alla catena di distribuzione nè alle punterie.

 

Peraltro, il 10W40 viene comunemente utilizzato in tutti i motori con potenze specifiche entro gli 80 cv/litro senza nessun problema, sia automobilistici che da moto.

 

Come detto, cmq, vi riferirò i risultati dopo il cambio olio.

Link to post
Share on other sites

Diciamo che l'olio raccomandandato (parlo di marca e tipo) è più per aspetti commerciali che altro, così come lo è il Selenia per Fiat e Castrol quando avevo la Mini/BMW.

 

Normalmente si dovrebbero usare le specifiche indicate dal costruttore (a prescindere dalla marca dell'olio), e non solo come gradazione, ma (e soprattutto) per quanto riguarda le API/ACEA. Poi dipende sempre da quanto è sofisticato il motore. Sul fire della Panda magari va bene anche l'olio d'oliva (scherzo eh), però in generale, salvo esigenze particolari (e forse il VTi è uno di questi), non giocherei troppo con le specifiche dell'olio.

 

Guardando la tabella, vedere che per il VTi è indicato il 0w30 e 5w30 mi viene freddo, soprattutto con riferimento alla variante THP, che è lo stesso motore (in versione meno potente) del 1.6 turbo montato anche su Mini, che ricordo che in molti casi aveva grossi problemi di lubrificazione, tanto che amici, disperati, e sotto consiglio (informale) della rete di assistenza, avevano addirittura iniziato ad adottare il 10W60 (Castrol), soprattutto per chi utilizzava l'auto sportivamente.

 

Devo dire però che il grafico del range di temperature è molto fuorviante, intanto perché l'olio non si sceglie in base al "clima" (è rilevante, ma non è il parametro fondamentale), ma in base al tipo di motore (accoppiamenti), temperature di esercizio ed impiego. Secondo perché guardando quei grafici si potrebbe dedurre (sbagliando) che il primo numero (davanti a W) indichi una viscosità a freddo indipendente da quella a caldo (numero dietro al W) e non è così, come si può dedurre facilmente dalle tabelle SAE. Un 0W30 e un 0W40 non hanno lo stesso comportamente a freddo, il secondo è comunque più viscoso a parità di temperatura, anche a freddo. Guardando quel grafico si potrebbe dedurre che alle nostre latitudini praticamente vada bene qualunque olio, e non è così: ogni motore fa storia a se! Banalizzando, sulle M BMW raccomanda comunque il 10W60, poco importa se vivi nella fredda Germania

 

Un olio troppo poco viscoso potrebbe portare a consumi elevati di lubrificante (e cattiva lubrificazione), un olio troppo viscoso potrebbe dare problemi di lubrificazione in altre condizioni (tipicamente a freddo), difficoltà di pompaggio, consumi elevati di carburante, e per propulsori particolari (penso al VTEC Honda, ma anche probabilmente un multiair) un cattivo funzionamento della distribuzione, perché ad una viscosità "sbagliata" ricordo che corrisponde anche una diversa pressione del circuito, rispetto a quella di progetto.

Link to post
Share on other sites

Occhio...la raccomandazione riguarda la marca e il nome commerciale...la gradazione/specifiche ACEA sono IMPOSTE e di questo sono sicuro; ti ripeto mettendo un 10w40 non morirà il motore immediatamente ma ti consiglio caldamente di mettere un olio SINTETICO perchè il tuo motore lo richiede,...se vuoi evitare che si beva l'olio metti piuttosto un 5w40 che è un comune olio per motori a benzina moderni, anche se lo fai a tuo rischio e pericolo comunque; l'olio è scelto a progetto in base ad accoppiamenti e necessità di lubrificare, il discorso climi caldi e freddi è sopravvalutato qui, che non andiamo a -20 tutti i giorni

Link to post
Share on other sites

Io il sintetico lo metterei a prescindere, perché garantisce una maggiore resistenza all'ossidazione e alla volatilizzazione e non ispessisce rispetto ad un non sintentico, dunque maggiore durata nel tempo delle sue proprietà (certo che se poi l'auto se lo mangia, che duri o meno poco importa). Quindi concordo con la tua raccomandazione e con il principio generale che l'olio andrebbe scelto coerentemente con quello indicato dalla casa (non raccomandato, quindi secondo la tabella Citroen la prima riga, non la seconda).

 

Purtroppo, come dicevo sopra, ci sono casi "sfigati" come il VTi (e ripeto: ho conoscenza approfondita della cosa derivante da ambito Mini, anche se non in modo diretto, perché la mia non aveva, per fortuna, il motore PSA) che richiedono un po' di "sperimentazione" con l'olio, per cercare di mitigare problemi congeniti, ma non deve essere la regola. Purtroppo la presenza di distribuzione a fasatura variabile con comando idraulico è un fattore da tenere in conto nella scelta dell'olio.

 

Il problema è che sulle auto attuali, oltre alla lubrificazione, contano molto nella scelta dell'olio anche molti fattori, in primis la necessità di warm-up molto veloci (l'auto viene spesso accesa e utilizzata in pieno, dunque l'olio deve lubrificare bene da subito), anche alla luce delle normative sulle emissioni, quindi temo che a volte la scelta della gradazione da parte del produttore sia influenzata (verso le basse viscosità) anche da questo

 

Per me un tentativo "a salire" partendo da uno 0w40 e 5w40 può anche valere la pena farlo. Peraltro cercherei online cosa consiglia(va) MINI/BMW per la Mini One (1.4) e Cooper (1.6), entrambe aspirate, dal momento che avevano all'epoca lo stesso motore (da fine 2006 fino a boh... penso un paio di anni fa)

 

EDIT: ho fatto una ricerchina tramite l'oil selector del sito Castrol per il motore della MINI Cooper R56 (sia motore N16B16 che N12B16, dovrebbe essere analogo a quello montato da Citroen): 0W30, 5W30, 0W40

http://applications.castrol.com/oilselector/it_it/c/recommendation?vehicleType=autovetture&manufacturer=mini&model=mini-r56-(2005-2014)&modelType=mini-cooper-(2010-2014)

Link to post
Share on other sites

Diciamo che l'olio raccomandandato (parlo di marca e tipo) è più per aspetti commerciali che altro, così come lo è il Selenia per Fiat e Castrol quando avevo la Mini/BMW.

Ok, in questo caso parliamo del Total Ineo, ma la sostanza non cambia: qualunque altro lubrificante di caratteristiche pari o superiori, a parità di viscosità, andrà bene.

Normalmente si dovrebbero usare le specifiche indicate dal costruttore (a prescindere dalla marca dell'olio), e non solo come gradazione, ma (e soprattutto) per quanto riguarda le API/ACEA. Poi dipende sempre da quanto è sofisticato il motore. Sul fire della Panda magari va bene anche l'olio d'oliva (scherzo eh), però in generale, salvo esigenze particolari (e forse il VTi è uno di questi), non giocherei troppo con le specifiche dell'olio.

Specifica per il 5W30: Pug B71 2290 (1)

Specifica per il 5W40: Pug B71 2312 (2)

 

Da qui http://www.oilspecifications.org/psa_peugeot_citroen.php(ma diverse fonti riportano le stesse cose)

 

(1)

PSA B71 2290

Peugeot/Citroën engine oil specification introduced in 2009. B71 2290 is a low-SAPS oil intended for engines with diesel particulate filters and with Euro 5 emission standards. General specifications are: ACEA C2 or C3 with additional PSA tests.

 

(2)

PSA B71 2312

Peugeot Citroën has developed B71 2312 standard for oils able to endure the most severe thermal constrains along with most modern after treatment systems compatibility. The PSA B71 2312 standard applies to all Peugeot and Citroën vehicles equipped with “BlueHDi” Diesel engines fitted with SCR (Selective Catalyst Reduction) allowing NOx (Nitrous oxides) treatment through the use of AdBlue® additive or so-called “diesel exhaust fluid”. The standard also requires improved cold flow properties to reduce hydrodynamic friction of the oil, in order to obtain fuel economy benefits especially when the oil is cold. This extra requirement for cold flow properties allows excellent oil flow at start up, faster oil pressure build up, faster revs raisings and faster operating temperature reach. This type of low viscosity lubricant allows fuel consumption reduction and therefore reduces greenhouse gases (CO2) emissions.

 

Entrambe riguardano specifiche per i motori TURBODIESEL Euro 5 e Euro 6: da questo desumo che se utilzzo un semisint 10W40 C3/SM sono abbondantemente dentro tutte le specifiche possibili.

Guardando la tabella, vedere che per il VTi è indicato il 0w30 e 5w30 mi viene freddo, soprattutto con riferimento alla variante THP, che è lo stesso motore (in versione meno potente) del 1.6 turbo montato anche su Mini, che ricordo che in molti casi aveva grossi problemi di lubrificazione, tanto che amici, disperati, e sotto consiglio (informale) della rete di assistenza, avevano addirittura iniziato ad adottare il 10W60 (Castrol), soprattutto per chi utilizzava l'auto sportivamente.

Forse non è chiaro, ma i grossi problemi di consumo olio non ce l'hanno solo i turbo (peraltro numericamente insignificanti rispetto agli aspirati), ma anche il 1.4 e il 1.6 aspirati e nessun meccanico/assistenza Citroen, Bmw o Mini ha idea del motivo.

 

Peraltro, stiamo parlando di motori 1.6 da 120 cv (aspirato) e 156 cv (turbo): onestamente, viste le potenze in gioco, propendo per un difetto di progettazione, tipo fasce pistoni o guidavalvole che a freddo fanno passare un botto di olio.

Devo dire però che il grafico del range di temperature è molto fuorviante, intanto perché l'olio non si sceglie in base al "clima" (è rilevante, ma non è il parametro fondamentale), ma in base al tipo di motore (accoppiamenti), temperature di esercizio ed impiego. Secondo perché guardando quei grafici si potrebbe dedurre (sbagliando) che il primo numero (davanti a W) indichi una viscosità a freddo indipendente da quella a caldo (numero dietro al W) e non è così, come si può dedurre facilmente dalle tabelle SAE. Un 0W30 e un 0W40 non hanno lo stesso comportamente a freddo, il secondo è comunque più viscoso a parità di temperatura, anche a freddo. Guardando quel grafico si potrebbe dedurre che alle nostre latitudini praticamente vada bene qualunque olio, e non è così: ogni motore fa storia a se! Banalizzando, sulle M BMW raccomanda comunque il 10W60, poco importa se vivi nella fredda Germania

In teoria è tutto molto bello, ma in pratica il lubrificante (Bmw appunto docet) va scelto in base alle prescrizioni del costruttore: la tabellina con i vari tipi di lubrificante e le temperature ambientali relative mica l'ho scovata su internet a caso, bensì è la foto della pagina del libretto di manutenzione dell'auto. Io, semplice utente, non dispondendo di una sala prove motori per poter monitorare temperature, pressioni, accoppiamenti e quant'altro, devo basarmi su quanto il costruttore mette a disposizione sulla documentazione ufficiale.

Un olio troppo poco viscoso potrebbe portare a consumi elevati di lubrificante (e cattiva lubrificazione), un olio troppo viscoso potrebbe dare problemi di lubrificazione in altre condizioni (tipicamente a freddo), difficoltà di pompaggio, consumi elevati di carburante, e per propulsori particolari (penso al VTEC Honda, ma anche probabilmente un multiair) un cattivo funzionamento della distribuzione, perché ad una viscosità "sbagliata" ricordo che corrisponde anche una diversa pressione del circuito, rispetto a quella di progetto.

Appunto, il 5W30 è evidentemente un olio troppo poco viscoso sia a freddo (e probabilmente anche a caldo) per il tipo di motore, per cui non si possono fare che prove entro i limiti dei lubrificanti raccomandati/consigliati/suggeriti dal costruttore: il resto sono speculazioni.

Link to post
Share on other sites

Occhio...la raccomandazione riguarda la marca e il nome commerciale...la gradazione/specifiche ACEA sono IMPOSTE e di questo sono sicuro; ti ripeto mettendo un 10w40 non morirà il motore immediatamente ma ti consiglio caldamente di mettere un olio SINTETICO perchè il tuo motore lo richiede,...se vuoi evitare che si beva l'olio metti piuttosto un 5w40 che è un comune olio per motori a benzina moderni, anche se lo fai a tuo rischio e pericolo comunque; l'olio è scelto a progetto in base ad accoppiamenti e necessità di lubrificare, il discorso climi caldi e freddi è sopravvalutato qui, che non andiamo a -20 tutti i giorni

Vedi risposta a Pinkus: le specifiche riportate a libretto da Citroen sono entrambe per motori turbodiesel.

 

La viscosità è riportata tra quelle possibili ed attualmente un 10w40 semisint ha caratteristiche api/acea giusto un gradino sotto rispetto ad un sintetico 100%, quindi non si fotte assolutamente niente.

 

La riprova è che, visto che il 5W30 lo beve come fosse gassosa, all'inizio (primi 30mila km) rabboccavo con del 10W40, e in 30mila km ne ho messi 2 litri, poi ho continuato con del 5W40 che avevo in box, e la musica non è cambiata.

 

Ai 90mila ho provato a sostituire l'olio con un 5W30 100% sintetico e se n'è fatto fuori un litro ogni 3500 km, alchè ho continuato a rabboccare con del 5W40, sempre sintetico 100%, ma anche qui il discorso non è cambiato.

 

L'unica differenza, al momento, è che facendo il livello (di solito lascio a 3/4 tra min e max) con il 10W40 l'allarme sul cdb appariva dopo circa 4000 km, mentre cominciando a rabboccare con il 5W40, lo faceva ogni 3000/3500.

 

Mi sa che, se continua così, non basterà nemmeno il 10W40, ma ci vorrà l'HPX :D

Link to post
Share on other sites

Io il sintetico lo metterei a prescindere, perché garantisce una maggiore resistenza all'ossidazione e alla volatilizzazione e non ispessisce rispetto ad un non sintentico, dunque maggiore durata nel tempo delle sue proprietà (certo che se poi l'auto se lo mangia, che duri o meno poco importa). Quindi concordo con la tua raccomandazione e con il principio generale che l'olio andrebbe scelto coerentemente con quello indicato dalla casa (non raccomandato, quindi secondo la tabella Citroen la prima riga, non la seconda).

D'accordissimo, se non mi mettessero nelle specifiche riguardanti un impiego su un motore benzina, dati di impiego su un TD :)

 

In sintesi, dalla mia esperienza specifica:

 

- 5W30: se lo beve come gassosa fresca

- 5W40: se lo beve come acqua fresca

- 10W40: se lo beve come un vinello con 8° :D

 

Proverò appunto a vedere se, sostituendo tutto il lubrificante (quindi senza fare rabbocchi e mescolanze) se con il 10W40 le cose miglioreranno, ma mi dà l'idea che il problema sia principalmente nei primi minuti di riscaldamento, quindi ci vorrebbe un lubrificante ancora più viscoso a freddo, ma questo contrasta un po' con la rapida lubrificazione di catena distribuzione e delle punterie idrauliche.

 

Poi, alla fine, se si tratta di aggiungere un litro di olio ogni 3500 km, non è la morte di nessuno, ma personalmente mi secca parecchio pensare di portare a spasso un 4L a 2 tempi.

 

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...