Jump to content

Vialle LPDi vs. nuove motorizzazioni


Post consigliati

La Vialle in pl sembra stia evolvendo nuove installazioni su nuove motorizzazioni (di cui non c'è il kit) a prezzi e trattamenti molto interessanti !

 

http://lpg-kits.blogspot.it/2013/05/vialle-lpdi-lpg-direct-injection.html

 

Un plauso se anche in Italia sembra ci sia intenzione di fare la stessa cosa. Ford non è stata lasciata più sola.

Sembra che anche BRC con il suo LDI sia interessata a realizzare offerte lancio con trattamenti simili dopo ottobre, veramente encomiabile.

E' cosi' che si fa!

 

Inoltre Prins con il suo LDM è giunta alla versione 2.0, l'evoluzione che mancava, e credo che anche i prezzi stiano scendendo.

 

L'iniezione liquida, ha ora i suoi competitors, ed in Italia.

Link to post
Share on other sites

Non voglio fare il caso personale, ma lo descrivo, per ricordare quanto la politica di sviluppo di queste case è ..... econnomicamente comprensibile, ma eticamente deplorevole.

Un esempio: Motore 2000 TSI codice BWA....... Equipaggia EOS, A4, TT mkII.

PRINS che per vendere in Italia paga profumatamente dei certificati "singol product" R115, (si sa, ottenere il DGM senza oliare decine di parassiti, è difficile come passare la cruna dell'ago)..... ritiene che il codice BWA sia "d'epoca"..... Propone il suo VSI ibrido a 3000 eu.......... Eeeeeh bbbe' loro usano gli iniettori keilin mica delle volgari elettrovalvole.......... che cmq funzionano !! (1800 eu Zavoli).

VIALLE : dopo anni "pensa" al 2000 tfsi...... quale codice non si sa. Con che omologa entra in Italia non si sa.... Almeno Giupippo ci informa che vogliono sbragare sti prezzi assurdi.... W la concorrenza e ..... Speremm.

BRC: la ditta è famosa e da tempo in primo piano. Non vedo male il fatto che arrivi per ultima... spero proponga un prodotto più testato e più affidabile......... Chissà per quali codici motori. Chissà con che omologa.

concludo.

la sensazione è che tuttti i re dell'after-market, stiano letteralmente fuggendo da questo mercato !!! Hanno il miraggio di sedurre un costruttore qualsiasi, a cui fornire i "primo equipaggiamento"......

Meglio fornire miglliaia di impianti a Peugeot o Kia, che fornire decine di impianti ai singoli privati......... come dar loro torto !!!

 

Tuttavia, il consumatore finale che è l'ultima ruota del carro, se lo prende nel tondino.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Quello che da sempre mi sorprende è come sia possibile che progettisti, costruttori di motori

e di automobili non sappiano altrettanto bene costruirsi in casa ed in proprio una alimentazione

banale quanto il GPL.

 

Ma una Renault da sempre creatrice di automobili ha bisogno per forza di Landi ?

Una Volkswagen che è tra i milgliori motori al mondo ha bisogno di Landi ?

Una Subaru ed una KIA hanno bisogno di BRC ?

Una Alfa (o Fiat che dir si voglia) che ha inventato il Common Rail Diesel,

ha bisogno di un partner per il GPL ?

Non scherziamo.

 

Il GPL non ha diffusione di massa perchè non si vuole

Finchè non arriverà qualche costruttore col pelo sullo stomaco e deciso a rompere le uova nel paniere...poi tutti dietro a rincorrerlo.

Link to post
Share on other sites
Quello che da sempre mi sorprende è come sia possibile che progettisti, costruttori di motori e di automobili non sappiano altrettanto bene costruirsi in casa ed in proprio una alimentazione banale quanto il GPL. Ma una Renault da sempre creatrice di automobili ha bisogno per forza di Landi ? Una Volkswagen che è tra i milgliori motori al mondo ha bisogno di Landi ? Una Subaru ed una KIA hanno bisogno di BRC ? Una Alfa (o Fiat che dir si voglia) che ha inventato il Common Rail Diesel, ha bisogno di un partner per il GPL ? Non scherziamo. Il GPL non ha diffusione di massa perchè non si vuole Finchè non arriverà qualche costruttore col pelo sullo stomaco e deciso a rompere le uova nel paniere...poi tutti dietro a rincorrerlo.

Ho timore che succederà come con il metano; i primi impianti iniettati erano Opel-Landi con iniettori Matrix neri (ancora oggi fantastici), italica genialità, oggi gli iniettori OEM sono solo Bosch, i riduttori Metatron, qualche Landi e una ditta canadese (non ricordo il nome)

C'è però da dire che con il gpl le cose sono più complicate, per la bassa pressione di lavoro (1.5 bar contro i 6,7) che obbliga ad avere aree di passaggio e corse elevate (a scapito dei tempi di risposta) e per le porcherie contenute nel nostro caro (in tutti i sensi) combustibile.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...