Jump to content

Alfa Romeo Alfetta/169 Segmento E


Post consigliati

Non si sa ancora nulla se non che potrebbe derivare dalla Ghibli ,potrebbe essere prodotta a Grugliasco ma anche Mirafiori e potrebbe arrivare forse tra 12/24 mesi.

Però da ieri qualche valutazione la si può fare pensando al listino della Maserati Ghibli che in Italia partirà dai 67.000 euro del 3.0 diesel per arrivare agli 87.000 euro della Q4.

 

A questo punto come potrebbe posizionarsi l' eventuale futura Alfetta? prezzo? motori?

 

Link to post
Share on other sites

Faccio un conto con quello che c'è già in casa.

Per Ghibli e Quattroporte hanno fatto un nuovo pianale denominato E-Evo. Sicuramente vorranno ammortizzarlo e quindi tutte le future segmento E saranno fatte su questa base. Con i contro (luci che si accendono dal pomello in basso a sinistra, alla tedesca) ed i pro (pedaliera regolabile).

Difficilmente sarà prodotta a Grugliasco: un'ALFA richiede una produzione in serie più ampia di una Maserati, ma trattandosi di alto di gamma sicuramente sarà prodotta in Italia. Al momento ci sono 4-5 stabilimenti che lavorano il pianale Small o lo Small US wide, in Italia Mirafiori e Melfi, IMO uno dei due passerà dallo Small all'E-Evo.

I motori che possono essere messi in longitudinale sono: TBi, Pentastar, Tigershark ed i diesel VM. Direi che la gamma ipotizzabile a regime sarebbe:

2.4mair 184Cv

1.8TBi 240Cv

3.6 290Cv (forse useranno il mair)

3.0TBi 300Cv c.a monoturbo

3.0TTBi 400Cv c.a (vorranno differenziarla dalla Ghibli)

2.5JTDm2 163Cv (IMO aumenteranno fino a 200 c.a)

3.0JTDm2 241Cv c.a

3.0JTTDm2 300Cv (dopo il debutto su Ghibli)

Difficile dire quali versioni avranno il Q4.

Il listino sarà simile a Serie5, probabile un prezzo leggermente più basso ed una dotazione leggermente superiore per bucare il mercato.

Mancano motori di accesso sotto i 2 litri ma le potenze e (immagino) i consumi sono in linea con le concorrenti.

Link to post
Share on other sites

Faccio un conto con quello che c'è già in casa.

Per Ghibli e Quattroporte hanno fatto un nuovo pianale denominato E-Evo. Sicuramente vorranno ammortizzarlo e quindi tutte le future segmento E saranno fatte su questa base. Con i contro (luci che si accendono dal pomello in basso a sinistra, alla tedesca) ed i pro (pedaliera regolabile).

Difficilmente sarà prodotta a Grugliasco: un'ALFA richiede una produzione in serie più ampia di una Maserati, ma trattandosi di alto di gamma sicuramente sarà prodotta in Italia. Al momento ci sono 4-5 stabilimenti che lavorano il pianale Small o lo Small US wide, in Italia Mirafiori e Melfi, IMO uno dei due passerà dallo Small all'E-Evo.

I motori che possono essere messi in longitudinale sono: TBi, Pentastar, Tigershark ed i diesel VM. Direi che la gamma ipotizzabile a regime sarebbe:

2.4mair 184Cv

1.8TBi 240Cv

3.6 290Cv (forse useranno il mair)

3.0TBi 300Cv c.a monoturbo

3.0TTBi 400Cv c.a (vorranno differenziarla dalla Ghibli)

2.5JTDm2 163Cv (IMO aumenteranno fino a 200 c.a)

3.0JTDm2 241Cv c.a

3.0JTTDm2 300Cv (dopo il debutto su Ghibli)

Difficile dire quali versioni avranno il Q4.

Il listino sarà simile a Serie5, probabile un prezzo leggermente più basso ed una dotazione leggermente superiore per bucare il mercato.

Mancano motori di accesso sotto i 2 litri ma le potenze e (immagino) i consumi sono in linea con le concorrenti.

Ma il 2.5JTDm2 non è troppo poco potente?

Un 2.5 moderno può avere tranquillamente 220cv.

Io dico che dovrebbero fare un nuovo 2.0 adatto ad essere montato longitudinalmente.

Link to post
Share on other sites

Io dico invece che sembra un gioco di numeri e nomi evocativi. Non si sa dove, non si sa quando, non si sa su quale pianale...

Ma è un pensiero un desiderio o cosa?

Non vengo a fare polemica ma non capisco su cosa si basano tali pseudonotizie, guardando anche il listino...

Link to post
Share on other sites

Si discute proprio sul fatto di dove si dovrebbe inserire una seg E alfa ovviamente derivata da Maserati. alfa dovrá essere un marchio premium ma inevitabilmente dovrà restare un grado sotto a Maserati . I benefici ci saranno in questo senso per entrambi grazie alle sinergie industriali e andranno a mio avviso a sfavore delle premium tedesche. :-)

 

Ps non ci sono polemiche in un forum dove si vuole discutere nel rispetto degli altri e lo si può fare liberamente .

Cosa che invece è purtroppo manca nella sezione Alfa di una nota rivista di auto. Li purtroppo si che degli pseudo moderatori impongono i loro principi le loro idee e il dash pensiero non so se nella volontaria o involontaria indifferenza della proprietà.

Comunque li chi si ribella viene bannato , gli altri ....accettano

Link to post
Share on other sites
Io dico invece che sembra un gioco di numeri e nomi evocativi. Non si sa dove, non si sa quando, non si sa su quale pianale...

Ma è un pensiero un desiderio o cosa?

Non vengo a fare polemica ma non capisco su cosa si basano tali pseudonotizie, guardando anche il listino...

Obiezione legittima. Il mio è appunto un elenco delle cose che ci sono già a casa e sono già usate su altre auto.

 

E' indubbio, ad esempio, che, se la 169 si farà, sarà su base E-Evo (Ghibli).

E per lo stesso motivo (giacché rispondo anche a Maxetto ;) ) ho messo il 2,5JTD con 163Cv: quello c'è già e non abbisogna di ulteriori modifiche per quanto i 220Cv siano perfettamente alla portata.

 

Anzi Riguardando Ghibli ho visto che c'è altro: il 3.0JTD arriva a 250Cv e che c'è una versione del 3.0TTBi da 330Cv.

 

Una versione nuova del 2.0JTDm è auspicabile ed effettivamente ne ho già sentito parlare, però per ora non c'è nulla di concreto al riguardo.

Link to post
Share on other sites

Io dico invece che sembra un gioco di numeri e nomi evocativi. Non si sa dove, non si sa quando, non si sa su quale pianale...

Ma è un pensiero un desiderio o cosa?

Non vengo a fare polemica ma non capisco su cosa si basano tali pseudonotizie, guardando anche il listino...

Obiezione legittima. Il mio è appunto un elenco delle cose che ci sono già a casa e sono già usate su altre auto.

 

E' indubbio, ad esempio, che, se la 169 si farà, sarà su base E-Evo (Ghibli).

E per lo stesso motivo (giacché rispondo anche a Maxetto ;) ) ho messo il 2,5JTD con 163Cv: quello c'è già e non abbisogna di ulteriori modifiche per quanto i 220Cv siano perfettamente alla portata.

 

Anzi Riguardando Ghibli ho visto che c'è altro: il 3.0JTD arriva a 250Cv e che c'è una versione del 3.0TTBi da 330Cv.

 

Una versione nuova del 2.0JTDm è auspicabile ed effettivamente ne ho già sentito parlare, però per ora non c'è nulla di concreto al riguardo.

Hai perfettamente ragione. Anzi un 2.4/2.5 ci vorrebbe proprio.

Solo una domanda ma il motore diesel da 163cv non è un 2.8?

Quello della Voyager.

Link to post
Share on other sites

Il 2,8 a quanto mi risulta ha 200Cv a 3.800rpm e 460Nm a 1.800. IMO è un motore del genere del 3,0 L4 del Land Cruiser: un motore poco potente e tranquillo ma molto coppioso, adatto ad auto molto pesanti tipo Voyager o Grand Cherokee.

Link to post
Share on other sites

Il 2,8 a quanto mi risulta ha 200Cv a 3.800rpm e 460Nm a 1.800. IMO è un motore del genere del 3,0 L4 del Land Cruiser: un motore poco potente e tranquillo ma molto coppioso, adatto ad auto molto pesanti tipo Voyager o Grand Cherokee.

 

Quindi sarebbe più logico utilizzarlo su un suv alfa che io spero sia in stile evoque. I puri offroad meglio lasciarlo a jeep e i confort a Lancia

Link to post
Share on other sites

http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/terraegusto/2013/07/01/Nuova-ammiraglia-Alfa-Romeo-Germania-preoccupa_8957903.html

 

 

ROMA, 1 LUG - Italia contro Ingolstadt. Cosi' titola il magazine tedesco Auto Zeitung scegliendo la citta' sede dell'Audi come 'simbolo' della produzione di auto premium. Lo fa per aprire un articolo in cui ricorda innanzitutto che il Gruppo Volkswagen avrebbe voluto far diventare l'Alfa Romeo il proprio tredicesimo marchio (''E' sempre stato il mio numero fortunato'', ha affermato Ferdinand Piech, numero uno del colosso tedesco dell'auto) ma - commenta Auto Zeitung - 'non sempre si ottiene cio' che si vuole'. E per ribadire il valore del brand del Biscione, scrive nel report che 'questa marca cult italiana crea piu' emozioni con la sola maniglia di una porta rispetto a quanto possono fare altri costruttori con la loro intera gamma''.

 

Un'attestazione di stima che e' ribadita dalle notizie che il magazine tedesco utilizza per mettere a confronto i programmi per i prossimi modelli Alfa Romeo e Audi. La nuova supercar compatta 4C e' infatti schierata come 'rivale' della nuova generazione dell'Audi TT. Definita 'punta di diamante' dell'Alfa Romeo, la 4C e' messa a confronto con le nuove sportive dei Quattro Anelli, che utilizzeranno la piattaforma MQB per consentire una riduzione del peso e quindi migliori prestazioni.

 

Ma nella gamma Alfa Romeo - ricorda il magazine tedesco - e' in arrivo anche la nuova Spider, costruita assieme a Mazda, che sara' successivamente proposta anche come coupe' 2+2 con segnando i ritorno del nome GTV. Una collaborazione, quella tra Italia e Giappone, che sembra preoccupare la stampa tedesca tanto che Auto Zeitung ricorda che, prima dell'accordo con Suzuki (oggi sciolto e in attesa dell'arbitrato) il Gruppo Volkswagen aveva proprio scelto Mazda per una ipotesi di collaborazione. Il motivo di preoccupazione a Ingolstadt sembra riguardare il segmento E, quello in cui Audi opera attualmente con i modelli A6 e A7. Il secondo pilastro per la crescita internazionale di Alfa Romeo, si legge sul magazine tedesco, e' la berlina sportiva che raccogliera' l'eredita' della 166 e che sara' presentata nel 2014 al Salone di Parigi per essere commercializzata a cavallo tra il prossimo anno e il 2015.

 

Questa ''elegante erede della 166'' si andra' a posizionare contro la nuova generazione della A6 che arrivera' pero' soltanto tra il 2017 e il 2018, declinata anche nelle varianti shooting brake e coupe' quattro porte.

 

La futura ammiraglia Alfa Romeo, che riportera' il Biscione nel segmento E da cui e' assente dal 2007, sara' costruita condividendo una parte della tecnica della nuova Maserati Ghibli, tra cui la piattaforma che potra' essere con trazione posteriore e a quattro ruote motrici. Questo modello dalla spiccata intonazione sportiva - di cui Auto Zeitung ha ricostruito il possibile aspetto - utilizzera' anche gli stessi motori che Maserati ha sviluppato per le sue ultime berline, cioe' il V6 3.0 biturbo da 410 e 330 Cv e il moderno turbodiesel V8 3.0 da 275 Cv. Con questo modello e la futura Spider il Gruppo torinese punta a riconquistare - si legge sul magazine tedesco - il mercato degli Stati Uniti, da cui Alfa Romeo e' assente dal 1995. L'obiettivo del marchio e' quello di vendere globalmente piu' di 300.000 vetture entro il 2016, triplicando le 101.000 unita' realizzate nel 2012.

Link to post
Share on other sites

http://www.ansa.it/w...pa_8957903.html

 

 

ROMA, 1 LUG - Italia contro Ingolstadt. Cosi' titola il magazine tedesco Auto Zeitung scegliendo la citta' sede dell'Audi come 'simbolo' della produzione di auto premium. Lo fa per aprire un articolo in cui ricorda innanzitutto che il Gruppo Volkswagen avrebbe voluto far diventare l'Alfa Romeo il proprio tredicesimo marchio (''E' sempre stato il mio numero fortunato'', ha affermato Ferdinand Piech, numero uno del colosso tedesco dell'auto) ma - commenta Auto Zeitung - 'non sempre si ottiene cio' che si vuole'. E per ribadire il valore del brand del Biscione, scrive nel report che 'questa marca cult italiana crea piu' emozioni con la sola maniglia di una porta rispetto a quanto possono fare altri costruttori con la loro intera gamma''.

 

Un'attestazione di stima che e' ribadita dalle notizie che il magazine tedesco utilizza per mettere a confronto i programmi per i prossimi modelli Alfa Romeo e Audi. La nuova supercar compatta 4C e' infatti schierata come 'rivale' della nuova generazione dell'Audi TT. Definita 'punta di diamante' dell'Alfa Romeo, la 4C e' messa a confronto con le nuove sportive dei Quattro Anelli, che utilizzeranno la piattaforma MQB per consentire una riduzione del peso e quindi migliori prestazioni.

 

Ma nella gamma Alfa Romeo - ricorda il magazine tedesco - e' in arrivo anche la nuova Spider, costruita assieme a Mazda, che sara' successivamente proposta anche come coupe' 2+2 con segnando i ritorno del nome GTV. Una collaborazione, quella tra Italia e Giappone, che sembra preoccupare la stampa tedesca tanto che Auto Zeitung ricorda che, prima dell'accordo con Suzuki (oggi sciolto e in attesa dell'arbitrato) il Gruppo Volkswagen aveva proprio scelto Mazda per una ipotesi di collaborazione. Il motivo di preoccupazione a Ingolstadt sembra riguardare il segmento E, quello in cui Audi opera attualmente con i modelli A6 e A7. Il secondo pilastro per la crescita internazionale di Alfa Romeo, si legge sul magazine tedesco, e' la berlina sportiva che raccogliera' l'eredita' della 166 e che sara' presentata nel 2014 al Salone di Parigi per essere commercializzata a cavallo tra il prossimo anno e il 2015.

 

Questa ''elegante erede della 166'' si andra' a posizionare contro la nuova generazione della A6 che arrivera' pero' soltanto tra il 2017 e il 2018, declinata anche nelle varianti shooting brake e coupe' quattro porte.

 

La futura ammiraglia Alfa Romeo, che riportera' il Biscione nel segmento E da cui e' assente dal 2007, sara' costruita condividendo una parte della tecnica della nuova Maserati Ghibli, tra cui la piattaforma che potra' essere con trazione posteriore e a quattro ruote motrici. Questo modello dalla spiccata intonazione sportiva - di cui Auto Zeitung ha ricostruito il possibile aspetto - utilizzera' anche gli stessi motori che Maserati ha sviluppato per le sue ultime berline, cioe' il V6 3.0 biturbo da 410 e 330 Cv e il moderno turbodiesel V8 3.0 da 275 Cv. Con questo modello e la futura Spider il Gruppo torinese punta a riconquistare - si legge sul magazine tedesco - il mercato degli Stati Uniti, da cui Alfa Romeo e' assente dal 1995. L'obiettivo del marchio e' quello di vendere globalmente piu' di 300.000 vetture entro il 2016, triplicando le 101.000 unita' realizzate nel 2012.

Pensa che i Tetteschi sono così preoccupati che hanno ipotizzato anche il design ...... B) :D B) :D

 

 

1372667410791_A.jpg

Link to post
Share on other sites

Ora lo sanno anche di là. :D

 

Bravo, bel lavoro, quando la gente ignora perché vuole ignorare ...... diventa obbligatorio informarla. B)

 

 

P.S. noi, lo facciamo per il loro bene, altrimenti, rimarrebbero ignoranti ! :D :D :D :D

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...