Jump to content

Tipologie e durate iniettori


Post consigliati

Un conoscente, evidentemente sovrastimando le mie conoscenze tecniche, mi ha interpellato a proposito degli iniettori dell'impianto a metano, che nella sua auto (impianto nativo) sono a suo dire indipendenti da quelli per la benzina e, a circa 300mila km, sono prossimi alla seconda sostituzione, a quanto pare per niente economica.

In particolare mi ha chiesto:

  • Quale è, in migliaia di km, la "giusta" durata media degli iniettori?
  • Nell'acquisto degli iniettori ci sono dei parametri di scelta importanti?
    In altre parole, esistono tipi di iniettori diversi ed esistono quindi scelte "giuste" e scelte "sbagliate" capaci di influire significativamente su prestazioni, consumi e durata?

Ovviamente, da trentennale possessore di auto diesel, non ho saputo rispondere e, con buona pace dell'orgoglio, gli ho consigliato di chiedere a terzi, ma mi è rimasta la voglia di informarmi e credo che questo sia un posto giusto per farlo.

Ringrazio anticipatamente chiunque vorrà contribuire a colmare la lacuna.

Link to post
Share on other sites

.... Ho forse fatto delle domande assurde?

^_^ ..pur da profano degli impianti a metano, mi permetto comunque di osservare che in effetti le domande che hai posto non sono forse del tutto assurde, ma sicuramente un pelo "approssimative" e di difficile (se non impossibile) "dipanazione"... :unsure:

 

..ad ogni modo direi che valgano gli stessi "principi" applicabili per quelli usati a gpl (visto oltretutto che in molti casi sono del tutto identici, come per i miei eccelsserrrrimi keihin :wub: che recano la scitta CNG/GPL injector) ovvero, IMHO sono da preferirsi quelli di "buona marca" (e quindi di qualità complessiva sperabilmente superiore) ed a "parità di qualità" quelli più veloci, in quanto riescono a gestire un più ampio spettro di situazioni e quindi di motorizzazioni... ;)

 

..in merito alla durata, essendo molto meno soggetti alle problematiche dovute alle "impurità" che sappiamo essere spessatamente presenti nel gpl (per i più svariati motivi) ma che dovrebbero essere del tutto assenti dal metano, a parità di qualità costruttiva, credo che si possa sperare in una durata considerevolmente maggiore nell'uso a metano, ma in considerazione del fatto che a cedere o malfunzionare molte volte sia la parte elettronica (ovvero il solenoide che ne comanda l'apertura) cosa che è a sua volta molto influenzata dalla qualità\stabilità dell'elettronica di pilotaggio (i.e. la centralina, che possiamo considerare alla stregua di un amplificatore hi-fi che infattamente influisce in modo drastrico sulla resa acustica delle casse), presumo che il rateo di grane generato dagli iniettori da 4 piotte :P sia alla fine dei conti del tutto simile nell'uso con entrambi i carburanti... ;)

Link to post
Share on other sites

Ringrazio per le informazioni e anche per la benevolenza di quel "non sono forse del tutto assurde"... :]

Per fare domande non approssimative dovrei avere una certa esperienza in materia, ma in quel caso non avrei bisogno di fare domande, no?

 

Parlando (approssimativamente) di numeri, quanto costano gli iniettori di buona qualità e quanti km durano?

Link to post
Share on other sites

Ringrazio per le informazioni e anche per la benevolenza di quel "non sono forse del tutto assurde"... :]

Per fare domande non approssimative dovrei avere una certa esperienza in materia, ma in quel caso non avrei bisogno di fare domande, no?

 

Parlando (approssimativamente) di numeri, quanto costano gli iniettori di buona qualità e quanti km durano?

 

Supponendo, partendo dai presupposti ragionevoli di cristanim secondo il quale grossomodo gli iniettori gpl e metano sono la stessa cosa, direi che con per un rail nuovo (4 iniettori) si parla di cifre sui 300-400 euro montati (chiaramente qui l'onestà dell'installatore è fondamentale, come in tutte le cose)

 

Direi anche che 300mila km è una percorrenza di tutto rispetto, metterei la firma per fare la metà dei km con i miei.

 

Sulla scelta direi di mettere stessa marca e modello degli originali, se si vuole fare un intervento quasi "plug&play" e senza pensieri. Altrimenti mi sa che è necessario ricorrere ad una taratura software ex-novo, cosa che non so quanto sia percorribile per un impianto "della casa". Inoltre gli iniettori, almeno da profano dotato di buon senso, essendo pilotati elettricamente dalla centralina, devono avere un'impedenza adeguata.

 

PS. è una multipla?

Link to post
Share on other sites

Ringrazio per le informazioni e anche per la benevolenza di quel "non sono forse del tutto assurde"... :]

^_^ ..dai marimasse, lo sai che mi piace fare il rompiballe :D anche se talvolta arrivo persino ad essere "benevolente"... :lol:

 

Parlando (approssimativamente) di numeri, quanto costano gli iniettori di buona qualità e quanti km durano?

..non saprei davvero dirti di più di quello che ti ha già detto l'attento pinkus ;) ma comunque ribadisco essere d'obbligo una grande prudenza nel provare a fare degli impianti "frankenstein" ^_^ in quanto come dicevo non è affatto detto che degli iniettori prestazionalmente "high-end" possano effettivamente dare il meglio di se quando abbinati ad un'elettronica "della plebe"... B)

Link to post
Share on other sites
...300mila km è una percorrenza di tutto rispetto, metterei la firma per fare la metà dei km con i miei...

 

In effetti, come dicevo (forse poco chiaramente), i 300mila sono stati raggiunti con DUE rail di iniettori, per cui siamo sui 150mila per uno.

 

Ti ringrazio per le utili informazioni.

 

 

PS. No, è un Doblò 1600.

Link to post
Share on other sites

Non conosco il doblo' a metano, però se è 1.6 potrebbe essere la motorizzazione della multipla (effettivamente perché reinventare).

 

Spendere soldi non fa mai piacere, però anche 150mila km mi pare un chilometraggio accettabile per gli iniettori, almeno per il gpl, forse il metano fa qualcosa in più perché più pulito. In ogni caso accettabilissimo spendere 300-400 Euro ogni 150mila km di grandi risparmi. Purtroppo anche se la parte meccanica va bene, come diceva cristanim spesso è la parte elettrica per la movimentazione (solenoide) che va a farsi friggere...

 

Ribadisco che a mio giudizio su un impianto della casa, sul quale probabilmente è anche difficile agire sulla parte elettronica da parte di un gasaro generalista (mia ipotesi), lascerei gli iniettori originali, se disponibili. Intervento plug&play

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...