Jump to content

prezzo onesto per installazione GPL (fornendo impianto usato)


Post consigliati

...a prescindere che nel tuo conto ipotizzi di ammortizzare tutto sulle ore del dipendente, 173 ore medie mensili. Le tue ore?? la maggiorazione sui pezzi dei commercializzati .....

 

Ma non e questo che mi interessa precisare.

 

Vorrei invece parlarti di COMPETITIVITA?

 

Competitività vuol dire che devi offrire beni / servizzi / prezzi migliore o uguale alla concorrenza. Ma quanto costa ottenere ciò ..... diciamo che non importa. Se alla fine ci guadagni li metti in tasca tutti, meno le tasse ovviamente, beato te. Se invece vai in rosso, chiudi bottega. Evidentemente non riesci a stare sul mercato. Certo sino ad ora bastava aumentare i prezzi ........ tanto facile, intanto il cliente pagava, mugugnava ma pagava ....... Ora, come per altro in molti settori, non funziona più così. Già ora vi sono zone in cui sono arrivati parrucchieri cinesi che a 6 euro ti fanno il taglio capelli, contro i 15 degli italiani. Slavi, che fanno lavori edili a prezzi dimezzati rispetto a quelli normali. E nel settore industriale in Cina, India, ecc. fanno a prezzi di 9/10 piu bassi che i nostri, anche aggiungendo il trasporto, con qualità identica o superiore, dipende solo dalle specifiche che gli si impone.

Bene. tutto per dire che come all'ufficio delle tasse non gli importa se tu lavori o dormi, il loro ragionamento è sei strutturato in maniera da fare un certo fatturato massimo. Bene allora devi pagare almeno queste tasse che io ti dico. Non ci stai, non cè problema, ti conto anche i peli del c....o e vediamo se mi hai mentito. Questo pian piano verrà ad essere anche nel rapporto cliente - fornitore, a me cliente non interessa come fai a starci dentro se mi dai quello che cerco ad un prezzo / qualità concorrenziale ti faccio lavorare, altrimenti ciccia.

Lo sai che in certi settori / lavori vi sono persone che si spaccano la schiena nella ricca lombardia per 2,5 euro/ora. Io stesso lo chiamo sfruttamento, per altri è concorrenza, per altri sopravvivenza.

Siamo arrivati alla frutta. Ancora per un pò queste mie parole sembreranno eccessive, anzi apocalittiche. Io ho viaggiato molto in giro per il mondo e ti assicuro che la maggioranza del globo lavora e ragiona così. Se noi ci adegueremo bene, altrimenti saremo spazzati via. Gia ora i grossi mercati USA Europa Giappone, sono diventati secondari. Le grosse partite vanno in paesi fino a pochi anni fa definiti in via di sviluppo. Non parlo di cose da poco ......... ma di auto, infrastrutture, ecc.

Felice, con tutto il rispetto per un bravo artigiano, che si è ritagliato stima e rispettabilità nel corso degli anni, quale tu sei, ma il mondo sta andando velocemente molto velocemente in una direzione diversa, dove certi sentimentalismi sono poco o addirittura per niente considerati.

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 68
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

...a prescindere che nel tuo conto ipotizzi di ammortizzare tutto sulle ore del dipendente, 173 ore medie mensili. Le tue ore?? la maggiorazione sui pezzi dei commercializzati .....

 

Ma non e questo che mi interessa precisare.

 

Vorrei invece parlarti di COMPETITIVITA?

 

Competitività vuol dire che devi offrire beni / servizzi / prezzi migliore o uguale alla concorrenza. Ma quanto costa ottenere ciò ..... diciamo che non importa. Se alla fine ci guadagni li metti in tasca tutti, meno le tasse ovviamente, beato te. Se invece vai in rosso, chiudi bottega. Evidentemente non riesci a stare sul mercato. Certo sino ad ora bastava aumentare i prezzi ........ tanto facile, intanto il cliente pagava, mugugnava ma pagava ....... Ora, come per altro in molti settori, non funziona più così. Già ora vi sono zone in cui sono arrivati parrucchieri cinesi che a 6 euro ti fanno il taglio capelli, contro i 15 degli italiani. Slavi, che fanno lavori edili a prezzi dimezzati rispetto a quelli normali. E nel settore industriale in Cina, India, ecc. fanno a prezzi di 9/10 piu bassi che i nostri, anche aggiungendo il trasporto, con qualità identica o superiore, dipende solo dalle specifiche che gli si impone.

Bene. tutto per dire che come all'ufficio delle tasse non gli importa se tu lavori o dormi, il loro ragionamento è sei strutturato in maniera da fare un certo fatturato massimo. Bene allora devi pagare almeno queste tasse che io ti dico. Non ci stai, non cè problema, ti conto anche i peli del c....o e vediamo se mi hai mentito. Questo pian piano verrà ad essere anche nel rapporto cliente - fornitore, a me cliente non interessa come fai a starci dentro se mi dai quello che cerco ad un prezzo / qualità concorrenziale ti faccio lavorare, altrimenti ciccia.

Lo sai che in certi settori / lavori vi sono persone che si spaccano la schiena nella ricca lombardia per 2,5 euro/ora. Io stesso lo chiamo sfruttamento, per altri è concorrenza, per altri sopravvivenza.

Siamo arrivati alla frutta. Ancora per un pò queste mie parole sembreranno eccessive, anzi apocalittiche. Io ho viaggiato molto in giro per il mondo e ti assicuro che la maggioranza del globo lavora e ragiona così. Se noi ci adegueremo bene, altrimenti saremo spazzati via. Gia ora i grossi mercati USA Europa Giappone, sono diventati secondari. Le grosse partite vanno in paesi fino a pochi anni fa definiti in via di sviluppo. Non parlo di cose da poco ......... ma di auto, infrastrutture, ecc.

Felice, con tutto il rispetto per un bravo artigiano, che si è ritagliato stima e rispettabilità nel corso degli anni, quale tu sei, ma il mondo sta andando velocemente molto velocemente in una direzione diversa, dove certi sentimentalismi sono poco o addirittura per niente considerati.

 

Temo che ragionando così fra non molto ci sarà un impoverimento totale, giocare al ribasso ci sta ma qui non siamo nel terzo mondo se uno vuole spendere meno puo' andare in Romania a montare l'impianto la costa 1/4 pero poi ci torni per i vari lavori....e la qualità fa schifo come del resto quasi tutto quello che fanno tutti quelli che lavoirano sottocosto, sei libero di sceghliere....

Ciao

Link to post
Share on other sites

tra qualche giorno vi rispondo con precisione: ho appena frantumato la opel corsa quindi l'impianto ancora da collaudare probabilemente finirà sulla punto, vi faro' sapere :)

Link to post
Share on other sites

tra qualche giorno vi rispondo con precisione: ho appena frantumato la opel corsa quindi l'impianto ancora da collaudare probabilemente finirà sulla punto, vi faro' sapere :)

 

Che traffico di impianti!!!

 

Che hai combinato a quella pora corsa??

Link to post
Share on other sites

ho spostato una panda qualche metro piu avanti :) il danno è che sono esplosi gli airbag e hanno rotto il parabrezza, e visto il valore minimo dell'auto credo proprio che non la sistemero'. domani inizio a smontare l'impianto, poi lo porto dal gasaro e me lo monta sulla punto, non so a che cifra, ma si puo' fare visto che ancora non aveva fatto il collaudo

Link to post
Share on other sites

.......la storia che gli altri lavorano male, che chi ha prezzi contenuti non sa lavorare e cose del genere non e dimostrato . Anzi spesso accade il contrario. Quanti di noi, io per primo, non vado in concessionaria per i costi e il livello qualitativo discutibile......

Link to post
Share on other sites

legalmente si può fare anche se hai gia collaudato l'impianto...

 

Mi spiace per la Corsa e per la Panda...

 

Per svuotare la bombola ho paura che casalingamente non esista un metodo sicuro....

 

Oppure la smonti da piena, raggiungi una bella collina in zona ventosa e la svuoti al vento....

 

NON FUMARE... :P

 

Tecniche semi pirotecniche escluse, i demolitori di auto "dovrebbero" avere un macchinario apposito per succhiare il gas dalle bombole...

 

Cerca di contattare vari demolitori e trovane uno che ha questo "macchinario"...

Link to post
Share on other sites

Rispondo a Lunar.

 

Io faccio il muratore, dalle mie parti, gli "slavi muratori" fanno lavori approssimativi, evadono completamente le tasse e spesso tocca a noi andare a sistemare i lavori non finiti...

 

Non che siano tutti così, chiaro, ma il paragone non regge...

 

Lunar, tu che lavoro FAI???

 

Sei uno che fa lavoro intellettuale???

 

Statale???

 

Dai, dacci un indizio, il tuo modo di digerire la globalizzazione ed il libero mercato mi sembrano molto moderni...

Link to post
Share on other sites

se posso smontarlo senza svuotarlo non c'è problema, il problema pero' poi è trasportarlo fino all'installatore... se mi dite che anche smontandolo non si vuota da solo schizzando in aria allora ok

Link to post
Share on other sites

Rispondo a Lunar.

 

Io faccio il muratore, dalle mie parti, gli "slavi muratori" fanno lavori approssimativi, evadono completamente le tasse e spesso tocca a noi andare a sistemare i lavori non finiti...

 

Non che siano tutti così, chiaro, ma il paragone non regge...

 

Lunar, tu che lavoro FAI???

 

Sei uno che fa lavoro intellettuale???

 

Statale???

 

Dai, dacci un indizio, il tuo modo di digerire la globalizzazione ed il libero mercato mi sembrano molto moderni...

 

Sono un progettista meccanico in una multinazionale, sono in concorrenza diretta con miei omologhi in cina ed india, lavoriamo assieme a migliaia di km anche con schermo condiviso, per cui so cosa e' la globalizzazione. Ma sopratutto vedo come stanno evolvendo rapidamente le cose. Si e' vero non ce le dicono ....... forse temono sommosse ......

Ho lavorato in officina, sui cantieri viaggiando per il mondo, ora sono in ufficio ma viaggio ancora, e la storia che gli ALTRI lavorano male e un grande Palla. Proprio nei cantieri edili la percentuale di ALTRI e' elevatissima e fanno il lavoro fatturato da italiani. Credo che cio' la dica lunga.

Non bisogna avere ne presunzione ne fette di salame sugli occhi. Tutto qui.

Link to post
Share on other sites

Rispondo a Lunar.

 

Io faccio il muratore, dalle mie parti, gli "slavi muratori" fanno lavori approssimativi, evadono completamente le tasse e spesso tocca a noi andare a sistemare i lavori non finiti...

 

Non che siano tutti così, chiaro, ma il paragone non regge...

 

Lunar, tu che lavoro FAI???

 

Sei uno che fa lavoro intellettuale???

 

Statale???

 

Dai, dacci un indizio, il tuo modo di digerire la globalizzazione ed il libero mercato mi sembrano molto moderni...

 

Sono un progettista meccanico in una multinazionale, sono in concorrenza diretta con miei omologhi in cina ed india, lavoriamo assieme a migliaia di km anche con schermo condiviso, per cui so cosa e' la globalizzazione. Ma sopratutto vedo come stanno evolvendo rapidamente le cose. Si e' vero non ce le dicono ....... forse temono sommosse ......

Ho lavorato in officina, sui cantieri viaggiando per il mondo, ora sono in ufficio ma viaggio ancora, e la storia che gli ALTRI lavorano male e un grande Palla. Proprio nei cantieri edili la percentuale di ALTRI e' elevatissima e fanno il lavoro fatturato da italiani. Credo che cio' la dica lunga.

Non bisogna avere ne presunzione ne fette di salame sugli occhi. Tutto qui.

 

Probabilmene abbiamo due esperienze diverse di contatto con lavori fatti da altri.....

La mia esperienza è stata negativa, pavimento in legno postato sotto la resonsabilità di chi me lo ha venduto un disastro....dopo un anno di avvocati mi hanno cambiato il tutto con una piastrellatura fatta da un animale ...e ti dico un animale.

Non ti dico di che razza fossero i due posatori che lo fanno per mestiere ma non erano ITALIANI.

A mio parere è difficile trovare uina prestazione economica di qualità tanto quanto è difficile trovare una prestazione costosa non di qualità ma non è detto che quella economica debba essere del tutto insufficiente tanto quanto quella costosa debba essere per forza eccellente,

Link to post
Share on other sites

Noi siamo in nove, 2 soci, 3 Moldavi (PADRE FIGLIO NIPOTE) e 4 Italiani...

 

I Moldavi lavorano bene, ma hanno bisogno di un guardiano, altrimenti il lavoro si (cito un termine del più giovane dei tre Moldavi) "giargianizza"...

 

Be, non diffondere troppo la notizia che anche cinesi e indiani sanno lavorare, perché la metalmeccanica Italiana ha ancora un nome, che la tiene in vita...

 

Tu parli bene, ma se il tuo titolare, lunedì, ti venisse a dire che il tuo equivalente cinese prende 200€ al mese e che da domani devi accontentarti della stessa cifra, cosa diresti, che è giusto così?

 

Che ti hanno globalizzato e che il libero mercato e le tasse e tutte le cosa che hai detto dei meccanici???

 

Io invece ce l'ho a morte con le aziende come la tua, che abbattono i costi tramite progetti e produzione cinese e poi non adeguare le taridffe ai costi sostenuti...

 

Così quello che costava 10 e veniva venduto a 11 oggi vi costa 3 e lo vendete a 12, e l'Italia va a rotoli...

Link to post
Share on other sites

La tua e' una semplificazione che altera la realta. La meccanica italiana sono svariati anni che non esiste piu'. Dobbiamo cercarla nella produzioni di nicchia, non certo nei grandi numeri. All'ultima BIMU di veramente italiano ci sara' stato il 10%, quando ai tempi d'oro era l'80% e con soluzioni degne di nota. Parli di costruzioni fatte all'estero, come se fosse una scelta. Illuso. I grandi progetti e i grossi numeri si fanno proprio per quei paesi, tu credi loro potrebbero comprare dall'esteto tutto ? No di certo. Vi sono limiti e dazi, per cui costruire in loco e' obbligatorio, non una scelta. Perche' credi che i giapponesi costruiscano modelli in europa o i tedeschi in america, fiat e altri in brasile ? Perche' ce' il sole? No, perche' vi sono impegni, leggi, oltre ad agevolazioni di vario genere. Certo la mia azienda potrebbe nel giro di mesi ..... difatti si sta attrezzando a cio' ....... a spostare anche la parte ingenieria. Non mi daranno neppure quei 200 euro che dici tu, a parte che anche in cina gli stipendi sono saliti, 800 / 1200 li porterei a casa anche la'. Per certi versi quei paesi sono meritocratici. Molto piu' probabilmente faranno contratti a mersone mirate di 3 anni per lavorare in cina ad un buon stipendio. Cosi passeremo oltre alle conoscenze, le metodologie di lavoro.

Quando tu dici che "loro" non lavorano bene, dici il falso.

Tutti lavorano bene, dipende da chi ti sta sopra se ti permette di lavorare male. Ricordo che alla fiat degli anni "60 venivano assunti "stranieri" alias meridionali / terroni (vedi tu come venivano chiamati) che venivano dal profondo sud, agricolo e feudale. Eppure costruivano vetture all'epoca avanzate. Erano bravi a lavorare o no. Certo i torinesi avevano le conoscenze e "obbligavano" i nuovi arrivati a tenere i livelli di qualita' voluti. La nostra moda made in italy, nike, ecc. fanno prodotti di qualita', dove credi che li facciano.

Non siamo i migliori, ma abbiamo molta fantasia. Quello si. Un tedesco davanti ad un problema inatteso impazzisce, un italiano si arrangia come puo', con quello che ha.

Quando gli americani sona andati nello spazio hanno investito milioni di dollari per costruire una penna che funzionasse a gravita zero. E' stata una vera impresa veramente difficile. I russi invece hanno preso una normalissima matita e hanno risolto il problema. Come vedi ci sono diverse maniere di lavorare bene.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...