Jump to content

prezzo onesto per installazione GPL (fornendo impianto usato)


Post consigliati

Siamo alle solite. Gira che rigira un prezzo onesto per un impianto di una vettura dovrebbe stare a 700/800 euro. Come in realta in certe zone accade. Perche in altre sta al doppio? La solita domanda. Ma se sappiamo quanto costano i materiali usat, le ore necessarie, tasse e burocrazia varia. Cosa manca per far quadrare i conti ?? Variazioni fino al 30% possono essere fisiologiche ma oltre non me le spiego !!!

 

Mai sentito parlare di Produttività, redditometro, congruità , attendibilità.

Il motivo del costo ceratelo nei controlli fiscali e nelle presunte ricchezze che il fisco attribuisce agli artigiani.

Recentemente il commercialista mi ha fatto i conteggi in base alle atrezzarture, ai dipendenti ecc ecc e mi ha imposto tariffe sotto alle quali non si deve andare rischio chiusura.....

Provare a stare da questa parte della barricata potrebbe spiegare il perchè.

 

Ciao a tutti

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 68
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Scusa forse non ho capito bene......

Mi vuoi dire che fai i preventivi in base alle tasse che devi pagare e non in base al lavoro che devi svolgere.

Se è così siamo messi bene......anzi benissimo.

Link to post
Share on other sites

esatto, i preventivi si fanno in base alle tasse (anticipate) che si devono pagare, non in base al lavoro.

 

naturalmente non è 100% cosi' ma stiamo andando in quella direzione, con gli studi di settore devi tenere i prezzi alti e non azzardarti a non avere lavoro, o sei un evasore fiscale che lavora a nero, non un poraccio che è disoccupato

Link to post
Share on other sites

esatto, i preventivi si fanno in base alle tasse (anticipate) che si devono pagare, non in base al lavoro.

 

naturalmente non è 100% cosi' ma stiamo andando in quella direzione, con gli studi di settore devi tenere i prezzi alti e non azzardarti a non avere lavoro, o sei un evasore fiscale che lavora a nero, non un poraccio che è disoccupato

 

Pitto è lo stato che ormai ci comanda, stiamo andando alla deriva, ogni tre mesi c'è inps, inail, iva ( che molte volte si è costretti a pagare in anticipo su lavori per cui non si è ancora riscosso, ed anche se non si è fatturato affinchè non scattano i controlli, molti infatti rifiutano la fattura per non pagare il 21% ) + tutte le altre spese corrente, locale, immondizia ed altra tanta roba, quindi alla fine tirando il conto vai solo a rimetterci. Mi fermo e non vado oltre, molte volte si parla a sproposito, e non ci si immedesima nella figura della controparte.

Link to post
Share on other sites

......... la controparte chi sarebbe i 40% dei giovani disoccupati, l'esercito delle partite iva fittizie a 500-1000 euro al mese o agli oltre 600.000 in cassa integrazione.

Link to post
Share on other sites

non so se si è capito, ma io ho parlato in modo critico, cioè siamo a livelli fiscali e a impedimenti burocratici da follia

Link to post
Share on other sites

......... la controparte chi sarebbe i 40% dei giovani disoccupati, l'esercito delle partite iva fittizie a 500-1000 euro al mese o agli oltre 600.000 in cassa integrazione.

 

E con ciò che vorresti dire? Che chi lavora deve accollarsi le spese di chi ha perso un lavoro?

Sai quanti lavori a mio padre ( non è meccanico, ma un artigiano senza operai ) sono saltati a causa dei lavoratori a nero della domenica e non solo? Come può competere con questi. Mi fermo e non vado oltre, mi accingerò solo a leggere le risposte e basta.

Link to post
Share on other sites

..... gli studi di settore valgono per chi riesce a far fruttare bene le risorse di cui dispone, superfice, dipendenti, attrezzature ...... se poi per suoi motivi non segue gli studi di settore e libero di farlo. Avra sccertamenti fiscali piu stringenti. Daltra parte questo sistema sicuramente stretto e dobuto ai troppi furbi.

Link to post
Share on other sites

Rimaniamo sulla domanda iniziale. Faccio presente che in quel prospetto di preventivo ipotizzato vi era un ricarico del 50% sui materiali e un costo orario di 40 euro. Non mi pare cifre da strozzinaggio. Ho ammesso un ulteriore possibile variazione di un 30%. Ma anche questo non basta la cifra richiesta dalle mie parti e ancora piu alta di 50 - 70%. Non ci siamo. Che forse i lavoratori dipendenti possono adeguare il loro stipendio alle spese sostenute o da sostenere ? Attenzione che a furia di fare le cifre che uno vuole rimane senza lavoro. Forse non si e capito il significato di concorrenza. Concorrenza e riuscire a parita di prestazione a fornire un bene o servizio a costi inferiori, utilizzando l'ingegno, perche coi vecchi sistemi tutti oramai si sono assestati. Chi non ha testa ha gambe, dice il proverbio. Quindi come altetnativa lavorare di piu per guadagnare meno. Ragionamento strano? Si. Ma e la realta. E lo sara sempre di piu. Oramai le tasche dei piu sono vuote e quindi certi regali si qui concessi non credo continueranno ancora. Finita la pacchia per tutti. Le vacche grasse sono finite. Anche se non ancora percepito nella sua tragicita ci aspettano anni difficili. Il costo dell'impianto gas sara l'ultimo dei nostri pensieri.

Link to post
Share on other sites

Stiamo a guardare 500 euro di delta su un preventivo , quando questo anno abbiamo avuto maggiori tassi per qualche migliaia di euro, ancora poco. Questi anni abbiamo perso il 30 - 40 % delvalore reale della nostra casa, per importi quinti di svariate decine di migliaia di euro e qualche fortunato per centinaia di migliaia di euro. Evidentemente ci sono cose su cui possiamo intervenire direttamente e altre molto meno. Incominciamo a scremare chi lavora bene, chi lavora a prezzi onesti, ..... il resto lo faremo nel segreto delle urne. Buona gionata.

Link to post
Share on other sites

bravo lunar, per esempio la riforma fornero cioè andare in pensione 5 anni piu tardi in parole povere significa pagare 1000€ al mese per 5 anni invece di riscuotere 1000€ al mese per 5 anni, cioè ci hanno sfilato 120.000€ a persona e nessuno si è accorto di niente

Link to post
Share on other sites

Scusa forse non ho capito bene......

Mi vuoi dire che fai i preventivi in base alle tasse che devi pagare e non in base al lavoro che devi svolgere.

Se è così siamo messi bene......anzi benissimo.

 

Perchè secondo te come si calcola la redditività di una ditta al netto delle tasse.

Il preventivo tiene contonto delle spese fisse di un azienda

visto che se io ad esempio ho un fisso di 3000 euro mesili composte da affitto, luce, telefono, contributi, stipendo del dipendente che devo pagare a prescindere da eventuali lavori svolti e che i giorni lavorativi sono 20 ho 150 euro fisse + iva di spesa al giorno

Scusa secondo te non è giusto tener presente questo?

quindi giornalmente solo di spese ho circa 21 euro allora.

se calcolo che almeno 15 euro puliti ti devono rimanere in tasca devi aggiungere almeno 25 più iva.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...