Jump to content

consumo paraflù, non ne vengo a capo


Post consigliati

ma il gpl produce fumo visibile molto piu della benzina ,potrebbero essere idrocarburi incombusti...ma se non hai problemi di guarnizione testa non puo bruciare acqua!

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 32
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Un problema analogo attanaglia la 600 fire di un amico. In 5000km si fa fuori tutta la vaschetta del paraflù, ma la perdita non si trova. La guarnizione della testata non è colpevole dato che l'auto va benissimo, l'olio è limpido e parte senza incertezze.

Link to post
Share on other sites

Un problema analogo attanaglia la 600 fire di un amico. In 5000km si fa fuori tutta la vaschetta del paraflù, ma la perdita non si trova. La guarnizione della testata non è colpevole dato che l'auto va benissimo, l'olio è limpido e parte senza incertezze.

 

non è detto che non sia la testata.a me stesso problema capitato su una twingo.dopo aver sostituito radiatore e pompa acqua,

alla fine ho fatto mettere giu la testa è sulla testata cerano delle microfratture che facevano perdere liquido.

la macchina era ok,non dava nessun problema!nel liquido non cera olio

revisionata la testa tutto ok!

Link to post
Share on other sites

io faccio il paragone con un altra uato a gpl che abbiamo a casa (matiz) che di fumo (bianco) non ne fa.

acqua non ne consuma, noto che fuma grazie alla luce delle auto che mi seguono e ho notato che sale verso l'altro, non è "pesante".

appena accendo, anche con -20 non lo fa, però quando passa a gpl sì.

 

catalizzatore? polmone che fa passare acqua? bhooo..

Link to post
Share on other sites

Forse ne sto venendo a capo.

Ho trovato una fascetta lasca sull'innesto a T dove il polmone pesca il paraflù. Trafilava abbastanza... e per una serie di coincidenze non l'avevo notata.

Rimesso in pressione l'impianto c'è un'altra perdita, una goccia ogni minuto e sembra arrivi dall'angolo della testata, quello meno esposto al raffreddamento.

Dato che avevo messo l'impianto a 1,5 bar e la perdita era minima forse con pressione inferiore il problema è quasi nullo.

Sapete a che pressione lavora un impianto di raffreddamento motore?

Link to post
Share on other sites

Forse ne sto venendo a capo.

 

Rimesso in pressione l'impianto c'è un'altra perdita, una goccia ogni minuto e sembra arrivi dall'angolo della testata, quello meno esposto al raffreddamento.

 

 

Ahiaaa...guarnizione testata partita con trasudazione verso l'esterno... Prima che si mangi l'alluminio ti conviene rifar la guarnizione... Per il resto hai visto che le perdite c'erano???

Link to post
Share on other sites

Come sarebbe mangiare alluminio. Il mio mecca dice che inizierà a trafilare sempre di più fino a trafilare nel motore e li sarà la fine. Ma dice anche che potrebbe durare ancora anni.

Mi ha anche consigliato di tentare con un turafalle.

Link to post
Share on other sites

Forse ne sto venendo a capo.

 

Rimesso in pressione l'impianto c'è un'altra perdita, una goccia ogni minuto e sembra arrivi dall'angolo della testata, quello meno esposto al raffreddamento.

 

 

Ahiaaa...guarnizione testata partita con trasudazione verso l'esterno... Prima che si mangi l'alluminio ti conviene rifar la guarnizione... Per il resto hai visto che le perdite c'erano???

 

Ciao Corolla

 

potresti spiegare come è possibile che il liquido del radiatore che trasuda dalla testata col tempo possa mangiarsi l'alluminio ?

 

Per quale motivo accade?

Link to post
Share on other sites

A causa della cavitazione che è soggetto qualsiasi metallo. Tieni presente che l'acqua nel motore gira in pressione, quindi l'alluminio e lo lega con cui è costruita la testata tende a corrodersi fino a quando si crea un bel solco che risulterà difficile da eliminare.

Link to post
Share on other sites

:D ..la cavitazione non c'entra una beatissima mazza, cari ragazzi... :rolleyes: http://it.wikipedia.org/wiki/Cavitazione

 

;) trattasi di "banali" corrosioni dovute a fenomeni galvanici http://it.wikipedia.org/wiki/Corrosione e basterebbe non mettere MAI acqua nel radiatore ma solo il liquido apposito e non diluito e possibilmente rinnovarlo ogni 3 o 4 anni al massimo

Link to post
Share on other sites

:D ..la cavitazione non c'entra una beatissima mazza, cari ragazzi... :rolleyes: http://it.wikipedia....iki/Cavitazione

 

;) trattasi di "banali" corrosioni dovute a fenomeni galvanici http://it.wikipedia....wiki/Corrosione e basterebbe non mettere MAI acqua nel radiatore ma solo il liquido apposito e non diluito e possibilmente rinnovarlo ogni 3 o 4 anni al massimo

 

Che differenza c'è tra l' acqua che agisce da sola nel circuito di raffreddamento ed il liquido refrigerante ( che in parte è composto di acqua)?

 

Di che cosa è composto questo liquido refrigerante?

Link to post
Share on other sites

A causa della cavitazione che è soggetto qualsiasi metallo. Tieni presente che l'acqua nel motore gira in pressione, quindi l'alluminio e lo lega con cui è costruita la testata tende a corrodersi fino a quando si crea un bel solco che risulterà difficile da eliminare.

 

mi spiace ciccio ma la cavitazione, fenomeno normalissimo, incide sulla durata della pompa dell'acqua e non sulla testata. I trafilaggi di liquido in pressione viceversa, specialmente se acqua sporca, per i fenomeni detti da Mr Prins. fanno i danni da te descritti.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

:D ..la cavitazione non c'entra una beatissima mazza, cari ragazzi... :rolleyes: http://it.wikipedia....iki/Cavitazione

 

;) trattasi di "banali" corrosioni dovute a fenomeni galvanici http://it.wikipedia....wiki/Corrosione e basterebbe non mettere MAI acqua nel radiatore ma solo il liquido apposito e non diluito e possibilmente rinnovarlo ogni 3 o 4 anni al massimo

 

Che differenza c'è tra l' acqua che agisce da sola nel circuito di raffreddamento ed il liquido refrigerante ( che in parte è composto di acqua)?

 

 

 

L'acqua a 90 gradi è un ottimo corrosivo nell'arco del tempo.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

Che differenza c'è tra l' acqua che agisce da sola nel circuito di raffreddamento ed il liquido refrigerante ( che in parte è composto di acqua)?

Di che cosa è composto questo liquido refrigerante?

http://it.wikipedia....icole_etilenico il refrigerante\antigelo è fatto per una metà circa di glicole etilenico ed in tale soluzione i fenomeni di trasporto associabili alle cinetiche delle redox coinvolte (parliamo sempre di corrosioni galvaniche spontanee, in presenza di 2 diversi metalli ed acqua "sporca") son mooolto più lente e quindi, invece che qualche anno, ci voglion parecchi lustri per fare gli stessi danni... ;)

Link to post
Share on other sites

mi spiace ciccio ma la cavitazione, fenomeno normalissimo, incide sulla durata della pompa dell'acqua e non sulla testata. I trafilaggi di liquido in pressione viceversa, specialmente se acqua sporca, per i fenomeni detti da Mr Prins. fanno i danni da te descritti.

.."normalissimo" forse per le eliche delle barche off-shore o per le giranti delle pompe industriali :D ..ma per fortuna non mi pare proprio che tale fenomeno possa affliggere le piccole pompe delle nostre auto, che lavorano con salti di pressione sulle pale del tutto insufficienti a cavitare ^_^ ..tant'è che spesso sono di plastica stampata, mentre guarda cosa fa la cavitazione (..quella vera :P) alle eliche di acciaio "strafico" che si vedono qui: http://it.wikipedia....iki/Cavitazione :rolleyes:

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...