Jump to content

DIY Livello GPL


Post consigliati

Provate a guardare la pressione sulla colonnina quando andate a rifornire e avete risolto, no? Il problema è che mi sa che cala man mano che il glp liquido cala anche se c'è la ripartizione liquido-gas che compensa, ma non a sufficienza quando si è verso la fine del serbatoio

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 30
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Sbagliato: la pressione del serbatoio gpl dipende solo e soltanto dalla temperatura alla quale si trova il serbatoio, e non dalla pressione di immissione del gasaro. Inoltre la pressione del serbatoio è indipendente dalla quantità di gpl presente (purchè ci sia almeno una parte di gpl liquido).

Non mi è chiaro quale possa essere il legame con la stima del consumo di gpl.

Il consumo di gas è proporzionale alla sommatoria dei tinj gpl per la pressione differenziale (misurata tra il rail ed il map).

Link to post
Share on other sites

ti boccio...a prescindere!!!!!!! :-)

 

:D prof toninooo :P posso uscire volontariooooo? :lol: ..stamattina in funivia salendo sulla Marmolada, col calare dell'ossigeno al cranio, ho avuto un'illuminazione :lol: :lol:

 

allora, in primis la pressione nel serbatoio non c'entra una beata mazza con quanto stiamo discutendo :o e comunque ha ragione tascappane ;)

 

poi, considerando che a 90° (temp riduttore a regime) e 1.2 bar (pressione di alimentazione teoricamente costante nei rails dei VSI) il volume molare è di 24.8 litri (contro i 22.4 delle condizioni standard: 0°, 1bar) e considerando idealmente il gpl "mix auto" come 1/4 in moli di butano ed 3/4 di propano e null'altro, dai miei conti (non precisissimi invero, visto che non avevo troppa voglia di sbattermi e che a questa temp/press le deviazioni dall'idealità dai gas perfetti è sicuramente minore delle variazioni di composizione del gpl che comperiamo :rolleyes: ), deduco che la densità del gas in arrivo agli iniettori dovrebbe essere di circa 2.3 grammi/litro ovvero 2.3 mg/cc.

 

quindi, dati i cc erogati linearmente da ciascun iniettore (ottenibili moltiplicando i ms di apertura per il flow rate in cc/ms che potremmo ricavare dalle rette disponibili sulla brochure, ma che ancora non ho fatto) e moltiplicando per il numero di iniettori e per la densità suddetta, possiamo risalire ai grammi di gpl consumato nel tempo ;) POI sapendo che allo stato liquido la densità del gpl si aggira sui 510-530 g/litro, possiamo ricavare il consumo (presunto :D ) istantaneo in litri al Km... o l/100Km che ne è l'inverso per 100 B)

 

me la dai la sufficienza? :P :lol: :lol:

Link to post
Share on other sites

1.2 bar (pressione di alimentazione teoricamente costante nei rails dei VSI)

Volendo fare i precisi..

 

la pressione del rail (non conosco il prins) dovrebbe seguire la pressione del map: in genere c'è un tubicino che porta la pressione del map al riduttore, che in uscita fornisce una pressione compensata dalla pressione del map.

 

Credo che la pressione assoluta del gpl nel caso di cris vari da1.2 bar con la farfalla tutta aperta (map=0bar) e 0,5 bar con farfalla chiusa (map= -0,7bar)

Link to post
Share on other sites

1.2 bar (pressione di alimentazione teoricamente costante nei rails dei VSI)

Volendo fare i precisi..

 

la pressione del rail (non conosco il prins) dovrebbe seguire la pressione del map: in genere c'è un tubicino che porta la pressione del map al riduttore, che in uscita fornisce una pressione compensata dalla pressione del map.

 

Credo che la pressione assoluta del gpl nel caso di cris vari da1.2 bar con la farfalla tutta aperta (map=0bar) e 0,5 bar con farfalla chiusa (map= -0,7bar)

:P è +che possibile che tu abbia ragione sulla pressione "assoluta" di iniezione (e questo complicherebbe non poco il progetto..), ma il VSI ha quella funzione attivata solo nei turbo, negli aspirati (come il mio e quello di tonino) non c'è nessun collegamento tra collettore e riduttore, ed infatti anche l'installa mi conferma che prins ha fatto la precisa scelta di alimentare i rails a pressione costante :blink:

Link to post
Share on other sites

pagelle di oggi:

..la funivia + l'ossigeno della Marmolada vedo che aiuta molto!!..

Cris 10+ :-) se.... i tuoi dati fossero veritieri

 

non per essere scettico ma dovrò verificarli in qualche modo.

 

.....benvenuti intanto a Tascappane ed al Lettoreincallito

 

perciò tornando a noi credo che sia utile in primis verificare la pressione di lavoro su un pieno completo,questo per capire il range di oscillazione di quest'ultima,che se risultasse relativamente costante non introdurrei nessuna correzione al mio prog,altrimenti dovrei chiudere un loop di pressione sul calcolo della portata gestendo il relativo PID.

Niente di complesso,ma prima di farlo cercherò di fare un po di letture sul sensore di pressione/temperatura posto sul filtro della linea Rail iniettori.

 

x lettoreincallito

 

tentar non nuoce,se dalle prime prove questo progetto dovesse dare dei dati completamente sballati si cercherà di capire dove stiamo sbagliando,come ultima spiaggia andremo a leggere il solito sensore di livello applicando la tabella di punti citata nel link in testa al Post.

 

aggiungo che sul display potrà essere visualizzata la variabile RPM motore intanto che misuriamo i tempi di iniezione,misurando il tempo tra 2 fronti di salita dell'iniettore stesso.Questa potrà essere rappresentata sotto forma di bar graph o valore numerico

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...
  • 1 month later...
  • 2 weeks later...

eccomi,qualche precisazione...considerato che ormai mi collego alla centralina spesso(.. non per hobby :unsure: )per studiare un pò il funzionamento.

Quindi possso confermare che Prins lavora a pressione costante,dalle letture fatte ho rilevato circa 2,10bar appena fatto il pieno e circa 2,06bar verso la fine.

Link to post
Share on other sites

Quindi possso confermare che Prins lavora a pressione costante,dalle letture fatte ho rilevato circa 2,10bar appena fatto il pieno e circa 2,06bar verso la fine.

:unsure: mumble mumble :huh: ma allora i miei "sudati" conti della densità in arrivo agli iniettori erano cannati di brutto brutto :P ..vedo anche dalle schermate che hai postato, che la temperatura del gas è sui 70°C quindi, prendendo per buoni 2.1 bar e 345°K, ri-deduco che la densità nei rails dovrebbe aggirarsi sui 4.2 grammi/litro, ovvero 4.2 mg/cc. ;)

 

poi, ri-considerando quanto faceva giustamente notare tascappane in merito al differenziale di pressione variabile degli iniettori, che a monte assumiamo appunto costante a 2.1bar, ma a valle (cioè nei collettori d'aspirazione) varia da map=0bar con la farfalla tutta aperta, a map=-0.7bar con farfalla chiusa e quindi ne ri-ri-deduco che il delta-pressione di lavoro dei keihin nei VSI dovrebbe spaziare dai 2.1bar se vai a tavola, ai 2.8bar quando sei al minimo ;)

..a questo punto direi che sia imprescindibile che la centralina debba comunque rimapparsi i tempi di inj. del gas modulandoli alla map e quindi, come temevo, il ns. progetto di legare "quasi linearmente" il consumo istantaneo ai tempi di iniezione, rischia di andare miseramente a rubys :) ..tu che dici tunin? :blink:

Link to post
Share on other sites
.....

.. e quindi, come temevo, il ns. progetto di legare "quasi linearmente" il consumo istantaneo ai tempi di iniezione, rischia di andare miseramente a rubys ;)

..tu che dici tunin? :)

:( ..chi tace "acconsente"?? :lol:

Link to post
Share on other sites

scusa il ritardo... ;)

direi che hai perfettamente ragione,lavorare ulteriormente su questa strada "tortuosa" non ci darà i risultati voluti...anche se si potrebbe provare a correggere con una macro..nel senso che la depressione nel collettore potrebbe forse essere proporzionale agli rpm o al valore del misuratore di portata(debimetro),quindi ricostruita la variabile "depressione" apllicarla alla formula che misura la portata del gas.

Quindi riepilogando nella nostra formula avremo le variabili seguenti:

 

Quantita di gas iniettata=inj1_out+LPG_temp+Psys+depressione_coll_asp.

 

giusto?

Link to post
Share on other sites

Quindi riepilogando nella nostra formula avremo le variabili seguenti:

 

Quantita di gas iniettata=inj1_out+LPG_temp+Psys+depressione_coll_asp.

 

giusto?

..direi solo: time inj + map in quanto la densità è stimata alla temp e Psys che possiamo assumere cost.. :rolleyes: :unsure:

Link to post
Share on other sites
  • 8 months later...

Aggiornamenti su questo interessante progetto?

Tonino_sa hai qualche novità in merito?

 

Ma in tutti questi anni di sviluppo e creazione di impianti a gpl, non c'è mai stata una casa o un costruttore che abbia migliorato un particolare aspetto tecnico come quello del commutatore, a mio parere molto importante, con un display come quello pensato da tonino_sa, con dati precisi sulla reale quantità di gpl nel serbatoio e altro??

 

Ciao.

Link to post
Share on other sites

Aggiornamenti...si che con 2 figli non riesco a muovere un "bit" :D ...comunque prometto che mi impegnerò a fare un primo prototipo entro fine inverno..intanto chi ha suggerimenti faccia pure.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...