Jump to content

Montare un relè sugli anabaglianti


ronnin

Post consigliati

  • Risposte 95
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

No, beh, la legge dichiara che per essere conforme l'impianto deve essere dotato di lavafari e di proiettori autolivellanti, ossia automatici (fra elettrici comandati manualmente ed autolivellanti la differenza è ovvia...).

Anche con le 60W sarebbe in ogni caso fuori legge, oltre a sollecitare eccessivamente sia l'impianto elettrico per l'eccessivo amperaggio sia la parabola per l'eccessivo calore, ingiallendola ancor di più se già non è "alla frutta"...

 

E allora ? con la uno cosa centra sto discorso ? io ho semplicemente detto che ad oggi , come luminosita' , lo xeno è la miglior soluzione , ma rischiosa perche a rischio multa ( è sottinteso che la uno non è omologata per quel tipo di lampada..) e che è una legge fatta a ca**o come tante , per il semplice motivo che anche chi è in regola puo' acceccare e quindi mettere a rischio la guida altrui ; basta che lasciano la regolazione sullo 0 , e caricano il retro... stesso risultato di un auto con kit non di serie...

Pensi che il livellamento automatico sostituisca il lavoro che svolge quello manuale ? se la pensi cosi , mi fai capire che non conosci la differenza di entrambi..

 

Con 60W fuori legge ? sollecitare la parabola ?? quindi appena metto gli abbaglianti sono fuori legge e rovino i fari ? :rolleyes:

 

Così però perde la possibilità di utilizzare i fusibili originali nella fusibiliera (4 in totale... di certo non puoi collegarli a protezione dei relè), oltre ad aggiungere ancora più modifiche che- da quel che ho capito- non è molto propenso a fare (un fusibile unico per entrambi i collegamenti mi sembra un po' rischioso e poco raffinato anche a me in effetti...)

 

Perche rischioso ? sai quanti A assorbono 120W a 13-14 V ? Cosa se ne fa dei 4 fusibili originali ?

Chi ha parlato che devono andare a protezione dei rele' ?? Il fusibile deve proteggere a monte l'intero impianto , e impedire che ci siano dei corti e possibili sovraccarichi , uno da 20A con lampade 55-60W è sufficente ( abbinato a un paio di rele' da 30 o 40 A )

Se conosci un altro sistema per montarli , come dici , " piu' raffinato e con nessuna modifica " faccelo sapere...

Link to comment
Share on other sites

Con 60W fuori legge ? sollecitare la parabola ?? quindi appena metto gli abbaglianti sono fuori legge e rovino i fari ? :lol:

Chiedo venia, leggendo 55-60 non so perchè ho "pensato" a 55-100, come a dire "metti una o l'altra", scusate l'errore... ;)

Ovviamente con il wattaggio standard non si corre nessuno dei rischi che stavo elencando prima...

 

E allora ? con la uno cosa centra sto discorso ? io ho semplicemente detto che ad oggi , come luminosita' , lo xeno è la miglior soluzione , ma rischiosa perche a rischio multa ( è sottinteso che la uno non è omologata per quel tipo di lampada..) e che è una legge fatta a ca**o come tante , per il semplice motivo che anche chi è in regola puo' acceccare e quindi mettere a rischio la guida altrui ; basta che lasciano la regolazione sullo 0 , e caricano il retro... stesso risultato di un auto con kit non di serie...

Pensi che il livellamento automatico sostituisca il lavoro che svolge quello manuale ? se la pensi cosi , mi fai capire che non conosci la differenza di entrambi..

Perdonami dunlop, ma non è esatto... portandomi questi esempi mi fai capire tu che non sai cosa sia l'autolivellamento, non il contrario.

Se parli di "regolazione sullo 0" non stai parlando di fari autolivellanti, ma di fari MANUALI comandati elettronicamente (quelli con la "rotellina" a scatti), che è ben diverso.

Gli autolivellanti di cui parlo io (li conosco bene perchè li ho sulla mia), sfruttano un sistema di compensazione della pressione degli ammortizzatori, in modo che -non appena carichi o scarichi l'auto- automaticamente e senza alcun tuo possibile intervento per impedirglielo/decidere al posto suo il motorino dei fari li ri-livella...

Poi ovvio, se i fari sono meccanicamente orientati male, non è che fanno miracoli, anzi non correggono nulla dato che compensano solo il moviento del veicolo e non l'errato orientamento... :ph34r:

 

Qui sotto (se ci fossero degli scettici) un estratto che ho scannerizzato dal manuale d'officina della Thema, dove spiega come regolare i fari alla vettura e, in fondo alla pagina, come constatare l'effettivo funzionamento del sistema che ti ho appena citato...

 

Illuminazione -- Lancia Thema 001

 

come puoi notare non è richiesta alcuna azione "aggiuntiva", se non quella di registrare i fari manualmente (ovviamente, quello è un controllo di manutenzione che va fatto anche alle "normali") e "caricare la vettura nella parte posteriore (150kg o due persone) e controllare che la linea di demarcazione del fascio luminoso anabbagliante rimanga invariata. Nessuna rotellina o selettore da toccare insomma ;)

 

 

Tornando al discorso Uno, vi dò (forse) una buona notizia: non è affatto sottinteso che sia illegale montare gli xenon !!

Esistono infatti dei kit aftermarket univesali sia per il lavafari (ce ne sono a bizzeffe, quasi tutti sfruttano una derivata del circuito principale, altri più sofisticati permettono la creazione di un circuito parallelo da far comandare poi ovviamente dallo stesso comando originale) sia per l'autolivellamento dei fari (qui il discorso si fa più difficile a causa dei costi del materiale e della manodopera, ma -ad esistere- i kit esistono, una marca che conosco che li produce ad esempio è la Hella)... altre auto invece si appoggiano a "cugine di fabbrica" che dispongono del sistema di autolivellamento e creano poi un ibrido della parabola, ma è un lavoro che deve esser fatto ad opera d'arte altrimenti l'ingegnere collaudatore storcerà (e non poco) il naso...

 

Montando dunque lavafari, autolivellamento e kit xenon, può essere benissimo richiesta l'omologazione presso la motorizzazione civile (e se l'impianto è ben fatto, il lavafari lavora come dovrebbe e l'auto ha la regolazione elettronica, l'omologazione la passate al 100%, non ci sono cavoli)

 

Questo giusto per far luce sull'argomento, molti del forum spesso parlano dei kit come "inarrivabili" e "assolutamente illegali senza via di scampo se l'auto non ci esce dalla casa".

Per fortuna, non è così (io stesso, avendo livellamento e lavafari già di serie, mi basterebbe comprare il kit, regolarlo e presentarmi in motorizzazione... ma per ora ci vedo benone con le alogene)

 

Perche rischioso ? sai quanti A assorbono 120W a 13-14 V ? Cosa se ne fa dei 4 fusibili originali ?

Chi ha parlato che devono andare a protezione dei rele' ?? Il fusibile deve proteggere a monte l'intero impianto , e impedire che ci siano dei corti e possibili sovraccarichi , uno da 20A con lampade 55-60W è sufficente ( abbinato a un paio di rele' da 30 o 40 A )

Se conosci un altro sistema per montarli , come dici , " piu' raffinato e con nessuna modifica " faccelo sapere...

Rischioso non per la protezione da sovraccarichi e cali di tensione, ma sicurezza alla guida in senso lato:

hai, come tu stesso dici TUTTO l'impianto illuminante (2 anabbaglianti e 2 abbaglianti) protetto a monte sotto un unico fusibile.

Se per qualsiasi motivo (acqua, schizzi di fango, un cortocircuito nella lampadina di uno dei due fari) il fusibile dovesse saltare, ti ritrovi improvvisamente al buio, senza nè anabbaglianti nè abbaglianti...

questo intendevo, avendo 4 fusibili diversi la probabilità di ritrovarsi totalmente al buio (magari in marcia, proprio quando servono) è NETTAMENTE minore...

non per caso è il sistema adottato anche dalle case costruttrici (non so se esista una norma vigente che le obbliga a questo livello di sicurezza sinceramente... sarebbe interessante documentarsi)

 

Per il discorso assorbimento, l'ameraggio corrispondente ai tuoi 120W sono 10A precisi se consideriamo la corrente ideale di 12V, qualche Ampère di meno ovviamente (9,2 - 8,6 A) se la tensione di esercizio sale ai 13-14 V come giustamente dicevi con l'alternatore in funzione... quindi ovviamente 20A sono largamene più del necessario per tutto il circuito, ti do assolutamente ragione :)

 

Per il discorso del "raffinato", non era un mio problema ma piuttosto il desiderio di ron, che preferiva toccare "il meno possibile l'impianto originale", lasciando quindi quasi tutto al suo posto...

Il mio parere su come farlo per mantere il più possibile l'impianto originale l'avevo dato già, comunque appena torno da cena che ho 2 minuti disegno uno schemino e via :)

Link to comment
Share on other sites

comunque appena torno ho 2 minuti disegno uno schemino e via :ph34r:

 

Ron, guarda se puoi prender spunto da questo... ho cercato di farlo il più pulito possibile (quando ho del tempo a disposizione mi ci diverto :lol: ;) ) e cercando di trovare il modo per tagliare e modificare il meno possibile...

 

Impianto doppio relè proiettori H4

 

Ricordati ovviamente -in quel caso- che i relè devono essere a singolo polo normalmente aperti, da 12V e almeno 30A... sulla scocca dovrai avere riportato questo schema dei piedini.

 

A mio parere questo è il metodo migliore come compromesso fra originalità dell'auto, lavoro da fare e sicurezza... poi ovviamente ogni metodo ha i suoi pregi ed i suoi difetti :)

 

Tienici aggiornati.

Link to comment
Share on other sites

comunque appena torno ho 2 minuti disegno uno schemino e via :)

 

Ron, guarda se puoi prender spunto da questo... ho cercato di farlo il più pulito possibile (quando ho del tempo a disposizione mi ci diverto :lol: :lol: ) e cercando di trovare il modo per tagliare e modificare il meno possibile...

 

Impianto doppio relè proiettori H4

 

Ricordati ovviamente -in quel caso- che i relè devono essere a singolo polo normalmente aperti, da 12V e almeno 30A... sulla scocca dovrai avere riportato questo schema dei piedini.

 

A mio parere questo è il metodo migliore come compromesso fra originalità dell'auto, lavoro da fare e sicurezza... poi ovviamente ogni metodo ha i suoi pregi ed i suoi difetti :P

 

Tienici aggiornati.

 

ottimo schema, solo un piccolo appunto: la numerazione dei piedini, al posto di 84, va 86 e le 2 uscite sono 87.... ;)

 

 

Con 60W fuori legge ? sollecitare la parabola ?? quindi appena metto gli abbaglianti sono fuori legge e rovino i fari ? :lol:

Chiedo venia, leggendo 55-60 non so perchè ho "pensato" a 55-100, come a dire "metti una o l'altra", scusate l'errore... ;)

Ovviamente con il wattaggio standard non si corre nessuno dei rischi che stavo elencando prima...

 

E allora ? con la uno cosa centra sto discorso ? io ho semplicemente detto che ad oggi , come luminosita' , lo xeno è la miglior soluzione , ma rischiosa perche a rischio multa ( è sottinteso che la uno non è omologata per quel tipo di lampada..) e che è una legge fatta a ca**o come tante , per il semplice motivo che anche chi è in regola puo' acceccare e quindi mettere a rischio la guida altrui ; basta che lasciano la regolazione sullo 0 , e caricano il retro... stesso risultato di un auto con kit non di serie...

Pensi che il livellamento automatico sostituisca il lavoro che svolge quello manuale ? se la pensi cosi , mi fai capire che non conosci la differenza di entrambi..

Perdonami dunlop, ma non è esatto... portandomi questi esempi mi fai capire tu che non sai cosa sia l'autolivellamento, non il contrario.

Se parli di "regolazione sullo 0" non stai parlando di fari autolivellanti, ma di fari MANUALI comandati elettronicamente (quelli con la "rotellina" a scatti), che è ben diverso.

Gli autolivellanti di cui parlo io (li conosco bene perchè li ho sulla mia), sfruttano un sistema di compensazione della pressione degli ammortizzatori, in modo che -non appena carichi o scarichi l'auto- automaticamente e senza alcun tuo possibile intervento per impedirglielo/decidere al posto suo il motorino dei fari li ri-livella...

Poi ovvio, se i fari sono meccanicamente orientati male, non è che fanno miracoli, anzi non correggono nulla dato che compensano solo il moviento del veicolo e non l'errato orientamento... ;)

 

Qui sotto (se ci fossero degli scettici) un estratto che ho scannerizzato dal manuale d'officina della Thema, dove spiega come regolare i fari alla vettura e, in fondo alla pagina, come constatare l'effettivo funzionamento del sistema che ti ho appena citato...

 

Illuminazione -- Lancia Thema 001

 

come puoi notare non è richiesta alcuna azione "aggiuntiva", se non quella di registrare i fari manualmente (ovviamente, quello è un controllo di manutenzione che va fatto anche alle "normali") e "caricare la vettura nella parte posteriore (150kg o due persone) e controllare che la linea di demarcazione del fascio luminoso anabbagliante rimanga invariata. Nessuna rotellina o selettore da toccare insomma ;)

 

 

 

sono totalmente d'accordo con te, molti fanno confusione su livellamento automatico e comandato dall'interno....

sulla thema siamo ai primordi, ma è in pratica lo stesso, solo che se non erro li si appoggiava sul sistema di sospensioni autolivellanti....se non ricordo male....

 

mentre sulle attuali auto in commercio con xeno di serie (sulla mia Bmw ad esempio) ci sono 2 sensori posizionati tra la scocca e il braccio oscillante, uno anteriore e uno posteriore, che leggono la poizione della vettura e livellano i fari elettronicamente.....difatti al posto dove una vettura non xeno avrebbe la rotelina per la regolazione manuale, c'è un tappo!!!

Link to comment
Share on other sites

Grazie Thema, grazie a tutti!!!!

Volevo dire la mia sul discorso xeno.... Dal punto di vista legale NON SI POSSONO ASSOLUTAMENTE MONTARE se la macchina non li monta in fabbrica, proprio perchè adattare un sistema di autolivellamento è pressochè impossibile soprattutto sulla UNO ed altre macchine non nate con questo sistema.... Che poi uno li monta e nessuno gli dice niente, soprattutto se li regola in maniera tale da non abbagliare è un altro discorso.... Che poi, se dobbiamo dirla tutta una lampada xeno montata su un faro a parabola a momenti ti fa vedere meno di una semplice alogena perchè la parabola, rispetto ai fari lenticolari, disperde molto di più la luce per terra, dandoti una sensazione, solo una sensazione di vedere di più perchè per terra fai più chiaro, ma alla prima pioggia forte poi ti rendi conto che non ci vedi meglio con gli xeno.... Modificare una macchina a tal punto da rendere autolivellante un faro, costerebbe veramente tanto sia in termini economici che a livello di modifiche ed ho molti dubbi, che in motorizzazione ti diano un'omologazione (almeno quì in italia....

Tornando al discorso relè (grazie ancora per gli schemi ragazzi) dovete perdonarmi, sto cercando di interpretarli (prima o poi ci riuscirò) ma forse quello che non ho capito è com'è fatto l'impianto originale.... Ditemi se mi sto sbagliando e in cosa mi sto sbagliando.....

 

Da ciascuna lampadina partono 3 cavi:

1) Massa (che proviene dalla massa)

2) Positivo anabbagliante (che provine dall'uscita del fusibile)

3) Positivo abbagliante (che proviene dall'uscita del fusibile)

 

Mentre all'ingresso dei fusibili sono collegati i 4 cavi che vengono dal devioluci?

Ma sul devio luci ci sono realmente 4 cavi (uno per ogni singola luce) o 2 (uno per i 2 abbaglianti l'altro per i 2 anabbaglianti)?

 

Poi tutto questo va alimentato immagino.... Arriva un positivo sotto chiave al devioluci che poi gestisce tutto questo?????

 

Scusatemi ragazzi.... Spero che non vi scocci seguire i miei strani ragionamenti..... :lol:

Link to comment
Share on other sites

Da ciascuna lampadina partono 3 cavi:

1) Massa (che proviene dalla massa)

2) Positivo anabbagliante (che provine dall'uscita del fusibile)

3) Positivo abbagliante (che proviene dall'uscita del fusibile)

 

Mentre all'ingresso dei fusibili sono collegati i 4 cavi che vengono dal devioluci?

Ma sul devio luci ci sono realmente 4 cavi (uno per ogni singola luce) o 2 (uno per i 2 abbaglianti l'altro per i 2 anabbaglianti)?

Esatto, l'attacco delle H4 è fatto in quel modo... una massa in comune e due filamenti positivi diversi.

Quindi siccome hai 2 cavi positivi per ogni lampada e dato che i due fari hanno tutti i fusibili indipendenti, nella fusibiliera troverai 4 cavi in uscita per i fari.

In ogni caso, però, quei cavi (quelli che vedi in verde nello schema mio) puoi benissimo non toccarli: non dovrai quindi tagliare nulla nè sull'attacco che hai attualmente sui fari nè all'uscita dalla scatola di derivazione dei fusibili...

 

Sul 99,9% dei devio in commercio i segnali positivi sono singoli (ovvero 1 cavo per gli anabbaglianti ed 1 per gli abbaglianti), ma vengono poi "sdoppiati" per alimentare entrambi i fusibili.

Ovviamente il positivo che (per ora, senza il relè) si sobbarca tutto il carico è comandato dal devio, ma quello non lo devi toccare, resta invariato... per quello non lo trovi nello schema e vedi due "spezzoni di filo" che escono a caso dal devio, altrimenti bisognerebbe disegnare anche il cablaggio del devio (che sinceramente non conosco affatto della uno), ma non serve conoscere altro del devio per il nostro fine, basta intercettare i due cavi che danno corrente al circuito anabbaglianti ed abbaglianti.

 

Tu, invece di far arrivare quei due cavi del devioluci dritti dritti ai due fusibili, li tagli.

Una volta che li hai tagliati, li colleghi ai due piedini dei relè come nello schema.

Infine, le 4 singole uscite del relè (che in realtà sono 2 comunque, ma te le sdoppia già il relè per te) di colore blu e viola le ricolleghi ad ogni singolo fusibile originale, ovvero dove hai tagliato il cavo originale.

Se invece sulla scatola fusibile hai solo 2 entrate e non 4, vuol dire che lo sdoppiamento dei cavi lo fa internamente la scatola fusibili, e quindi non è necessario farla da te: a quel punto ti basta far uscire un solo cavo, di una buona sezione, da entrambi i relè e collegarli all'entrata della scatola fusibili (in pratica lasci il piedino che ti ho segnato impropriamente come "87a" di entrambi i relè vuoto)

 

Questo per fare un collegamento senza saper nulla di come funziona la tua scatola portafusibili ovviamente:

se riesci a recuperare lo schema elettrico della tua scatola, invece, puoi intercettare (se esiste sul tuo modello) la posizione su cui inserire i relè per i fari... in quel caso potrebbe non essere necessario dover rifare alcun cablaggio nè montare relè fuori sede, forse ti basterebbe semplicemente spostare il segnale del devio su un' altra entrata (quella relativa al relè)... ma per questo ovviamente servirebbe uno schema, o una centralina da usare come cavia :lol:

Link to comment
Share on other sites

Grazie ancora thema.... Ho le idee sempre più chiare.....

Il problema dello schema è che non so come e dove reperirlo.... Cmq ho riguardato ieri la scatola fusibili, i posti liberi rimasti per i relè sono UNO SOLO, e in questo posto c'è un potne tra due poli fatto con una lamella studiata apposta per l'occasione (originale, nata con la macchina).....

Nel manuale d'uso della macchina, nel capitolo dei fari, i relè non sono per niente citati.... Lo stesso nel capitolo dei fusibili, di questa "predisposizione" non dice assolutamente nulla.... :lol:

 

Non so se per caso le uno che hanno i vetri elettrici ORIGINALI hanno un relè anche per i vetri.... Magari serve a questo la predisposizione.... A me i vetri elettrici li montarono in concessionaria, ma fecero un lavoro che definirlo "posticcio" sarebbe un complimento.... L'impianto un anno dopo me lo rifece l'elettrauto ma senza alcun relè.... Magari sere a questo la predisposizione....

 

Tornando al discorso fari, Thema scusami ancora! :-) (mandami pure a quel paese) mettendo sul 30 il positivo diretto dalla batteria mi farebbe accendere le luci anche a quadro spento????

Indipendentemente da questo..... Siccome sto mettendo anche il relè dei fendinebbia che sommato ai duei per le h4 arriviamo a 3 cavi positivi che io dovrei portarmi dalla batteria nell'abitacolo..... :-(

Se ne portassi uno solo su un ulteriore relè da collegare in modo che si ecciti sottochiave (prelevando la correnta dal cilindretto della messa in moto) e poi collegare l'uscita di questo relè sui 3 relè dei fari?????

Sarebbe uno schifo?????

Link to comment
Share on other sites

dopo lunghe riflessioni schemi ecc ecc ecc ho installato i fendinebbia. 10 volte piu semplice di quanto pensato....unico problema avevo messo un relè che fa intermittenza , scambiandolo per uno normale. appena ho acceso sembrava avessi un'auto della polizia coi due fari che si accendevano e spegnevano alternatamente ehehehehe. cambiato subito il relè, tutto apposto. direi che fanno anche abbastanza luce poi...

Link to comment
Share on other sites

Tornando al discorso fari, Thema scusami ancora! :-) (mandami pure a quel paese) mettendo sul 30 il positivo diretto dalla batteria mi farebbe accendere le luci anche a quadro spento????

 

no perchè il positivo lo prendi dalla batteria, ma il relè non si eccita se non gli dai il comando dal devioluci e il comdando dal devioluci gli arriva solo a quadro acceso!

Link to comment
Share on other sites

sulla thema siamo ai primordi, ma è in pratica lo stesso, solo che se non erro li si appoggiava sul sistema di sospensioni autolivellanti....se non ricordo male....

 

mentre sulle attuali auto in commercio con xeno di serie (sulla mia Bmw ad esempio) ci sono 2 sensori posizionati tra la scocca e il braccio oscillante, uno anteriore e uno posteriore, che leggono la poizione della vettura e livellano i fari elettronicamente.....difatti al posto dove una vettura non xeno avrebbe la rotelina per la regolazione manuale, c'è un tappo!!!

Si esatto, più o meno faceva parte del sistema delle sospensioni, anche se non erano necessarie... anche alcuni modelli senza sospensioni livellanti erano comunque equipaggiati con quel sistema...

Nelle auto moderne ovviamente la precisione è migliorata, si utilizzano appunto dei sensori come dicevi tu, ma il funzionamento di base (per fortuna mia :P ) è sempre lo stesso.

 

Per il discorso dei kit autolivellanti, invece, montarli dove si ha già l'auto con il livellamento "elettrico" manuale è molto più semplice ed esistono diversi kit... modificare totalmente il faro è già un processo più laborioso e di gran lunga meno comune, così come i kit appositi sono veramente pochi, però vi posso assicurare che a livello di omologazione, se la modifica rispetta la sicurezza ed è fatta a regola d'arte, la passate tranquillamente (grazie per buona parte al famoso "decreto Bersani", in materia di modifiche e implementazioni sui veicoli).

Così come montare gomme di misura diversa: la parte "tosta" è sempre stata ottenere il nullaosta dalla casa madre... poi ovviamente, se le misure che scegliete effettivamente non danno problemi l'ingegnere alla motorizzazione controlla poche cose: differenza percentuale delle misure, spazio di ingombro (ovviamente non deve toccare mai contro nessuna cosa, nemmeno in fase di ammortizzazione) e via, se non ci sono problemi tecnici in 5-6 minuti vi liquida con un esito positivo...

 

 

Grazie ancora thema.... Ho le idee sempre più chiare.....

Il problema dello schema è che non so come e dove reperirlo.... Cmq ho riguardato ieri la scatola fusibili, i posti liberi rimasti per i relè sono UNO SOLO, e in questo posto c'è un potne tra due poli fatto con una lamella studiata apposta per l'occasione (originale, nata con la macchina).....

Nel manuale d'uso della macchina, nel capitolo dei fari, i relè non sono per niente citati.... Lo stesso nel capitolo dei fusibili, di questa "predisposizione" non dice assolutamente nulla.... :)

Mh, se esistono fiat Uno con il relè, allora, di sicuro hanno cambiato la scatola di derivazione... in tal caso non hai molta scelta: devi solo controllare se i due cavi del devio vengono sdoppiati in 4 o entrano dritti dritti nella scatola... se entrano dritti dritti fai come ti dicevo sopra e sei a posto...

 

Per quella strana predisposizione, ovviamente, bisognerebbe sempre controllare sui dati tecnici, altrimenti per noi la fusibiliera rimarrà la famosa "scatola nera" dove vedi ciò che entra e ciò che esce ma non si sa cosa c'è dentro :)

 

 

Tornando al discorso fari, mettendo sul 30 il positivo diretto dalla batteria mi farebbe accendere le luci anche a quadro spento????

No no, il funzionamento rimarrebbe invariato.

Immagina il tuo impianto attuale: quando giri il devioluci ad auto spenta, i fari non si accendono... questo perchè il devioluci non invia corrente ai fari se non quando il quadro è acceso.

Il 30 e l'87 del relè sono come due contatti di un interruttore, ma il loro collegamento viene comandato dalla calamita del relè, che a sua volta verrà comandata dal devioluci.

E quindi, così come prima il devioluci non dava corrente ai fari a quadro spento, così ora non la darà alla calamita del relè, che non potrà eccitarsi e far scattare i contatti 30 e 87... i contatti quindi non si chiuderanno MAI se giri il devioluci a quadro spento :blink:

 

Indipendentemente da questo..... Siccome sto mettendo anche il relè dei fendinebbia che sommato ai duei per le h4 arriviamo a 3 cavi positivi che io dovrei portarmi dalla batteria nell'abitacolo..... :-(

Se ne portassi uno solo su un ulteriore relè da collegare in modo che si ecciti sottochiave (prelevando la correnta dal cilindretto della messa in moto) e poi collegare l'uscita di questo relè sui 3 relè dei fari?????

Sarebbe uno schifo?????

Vorresti fare un relè per comandarne altri a cascata ?

Non è che non si possa fare, ma lo vedo un po' sprecato, certo però che se preferisci riddure i fili, quello è un sistema possibile, ma lo è anche prendere un filo unico di sezione maggiore e sdoppiarlo solo una volta all'interno dell'abitacolo (come ne parlavamo nel topic "prelevare +12v dalla batteria"...)

 

Puoi anche decidere di posizionare i 3 relè tutti nel cofano motore, ma poi dovresti "rientrare" per collegarti alla centralina dei fusibili...

 

Se posizioni i tre relè tutti dentro invece, comunque dovrai arrivarci con i fili che vanno ai fendinebbia (quindi 2 di grande sezione), più il cavo sottochiave che va nel cofano per il terzo relè che vuoi mettere, più il positivo condiviso dei 3 relè che ritorna stai a 4 fili, due di grossa sezione e due di sezione minore...

 

A mio parere potresti invece fare un "misto" dei due metodi... potresti prendere tre zoccoli porta-relè e posizionare i due per i fari dentro l'abitacolo e quello per i fendi nel vano motore, in modo da non dover portare cavi non necessari dentro l'abitacolo...

 

Esistono portarelè "ad incastro", cioè che si aggangiano l'uno a l'altro per formare una fila di zoccoletti (tipo quelle sedie di ferro che si agganciano l'un l'altra per intenderci :P )

Bosch_Relay_Socket.jpg

Quindi, se posizioni i 2 relè nell'abitacolo ed il relè fendi nel vano motore, avresti questi fili passanti:

  • 1 positivo dalla batteria per i due relè (ne basta uno e lo colleghi ad entrambi, prendi però una buona sezione, assolutamente non sotto i 2,5mm)
  • 1 filo collegato all' 85 del relè fendinebbia situato nel vano motore (a cui attaccherai tramite interruttore sempre +12v prelevandoli dall'unico filo che hai passato... o se li vuoi sottochiave, il +12 lo prendi non dal filo "nuovo" qui sopra ma dal filo delle luci di posizione ad esempio, o dalla posizione che preferisci tu per far permettere di accendere i fendi solo in quella data posizione del quadro o della chiave...)

In questo modo, se vuoi, dovrai far passare soltato 2 fili di tensione comunicanti fra vano motore e abitacolo, decisamente meno rispetto ad utilizzare un'altro relè a cascata... tutto il resto dei fili infatti rimangono nella zona dove sono situati i relè (anabbaglianti/abbaglianti devi fare il cablaggio nuovo nell'abitacolo, relè fendi devi fare il cablaggio nuovo nel vano motore).

 

Comunque sia, come già detto da Caspian, è più difficile a dirsi che a farsi, tranquillo ;)

Link to comment
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...