Jump to content

gpl ultra low cost


Post consigliati

Ciao,

vai sul sito di ultra gas e controlla la componentistica dei kit, poi vedi se ha copiato o no.

Per il resto, se i prezzi sono così differenti, forse potrebbe essere un problema di installatore, altrimenti non si spiega il prezzo.

Solo se avessi la componentistica tra le mani ed un calibro per misurare potrei dire se in effetti si tratta di componentistica copiata o meno, dalle immagini è difficile.

 

Ma lo stesso discorso può essere fatto su diversi impianti europei dove sicuramente nella progettazione di un pezzo ci si è rifatti a quello della concorrenza.

 

L'industria funziona così, è raro che si parta da 0, le stesse tesi di laurea anche quelle più innovative dedicano una parte allo stato dell'arte attuale, ovvero su cosa è già presente sul mercato in quel settore

 

Sulla differenza di prezzo tra i casi che ho citato, quello che tu chiami "problema" forse ha un altro nome, ma non voglio essere irrispettoso verso nessuno

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 79
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ciao,

 

vai sul sito di ultra gas e controlla la componentistica dei kit, poi vedi se ha copiato o no.

Per il resto, se i prezzi sono così differenti, forse potrebbe essere un problema di installatore, altrimenti non si spiega il prezzo.

 

Ciao

 

 

la componentistica dei kit può avere molte parti prodotte da ditte esterne, che possono benissimo esser italiane, oppure queste componenti possono esser prodotte su licenza delle ditte italiane che tutti conosciamo.

 

Ti faccio un esempio con i radiatori delle automobili.

 

Fiat non produce radiatori, ma li commissiona, sulla base di un progetto o sulle esigenze particolari alla ditta Valeo. Questa li fa secondo le specifiche e le da a Fiat per esser inseriti come componenti originali oppure come ricambi marchiati Fiat.

Valeo però non produce solo per Fiat, ma fornisce gli stessi prodotti anche come ricambi marchiati Valeo, in tutto e per tutto equivalenti agli originali.

Alla stessa maniera Valeo fornisce componenti non solo alla Fiat, ma anche ad altre marche. Sia da mettere nelle scatole di ricambi originali, che come ricambi non originali. Però sempre dalle stesse fabbriche, con le stesse linee di produzione, con gli stessi operai, escono.

Di conseguenza mi sembra un esagerazione il fatto che questi impianti siano copiati.

 

Le componenti possono esser uguali ad altri?

 

Certo che si!

 

Le fabbriche migliori di componenti le abbiamo noi e i Polacchi.

 

Gli impianti sono uguali?

 

In linea di massima possono esser simili, ma non uguali.

 

A questo punto mi verrebbe da dire che allora tutti gli impianti sequenziali fasati siano stati copiati dagli Star Gas, che quando ancora i padri dei vari Prins e Vialle aspettavano i fulmini per accendere il fuoco, erano impianti (e lo sono tutt'ora) totalmente italiani dall'iniettore al serbatoio, fino ai bulloni e ai dadi, in grado di gasare 4, 6, 8, 12 cilindri, senza problemi di sorta.

 

Per i Q.I. oltre i 160 che si annidano nel forum: la battuta sui Prins e sui Vialle va presa come tale e non era per far polemica, ma per sdrammatizzare.

Per gli altri utenti: i consorzi Ecogas eccetera eccetera, non sono il ministero dei trasporti italiano, e forniscono dati certi solo su coloro che ne fanno parte.

Comunque come ha detto Krikri, una telefonata non costa nulla per vedere se sanno qualcosa su questi prodotti, se non ne sanno nulla e correttamente lo ammettono (a volte ammetter di non sapere è una qualità rara), oppure se fanno finta di sapere....

 

Ognuno fa il proprio interesse....

 

Le offerte di laziogas sui romano, se fossero fatte qui, sarebbero da cogliere al volo.

Un romano a quel prezzo te lo scordi nella maggior parte delle regioni d'italia.

 

E alla fine, a conti fatti, avendo un occasione del genere fra le mani penso che sarebbe inutile parlar di impianti sia pur buoni ma turchi, se non altro per le difficoltà di reperire semplicemente i filtri.

Il che non ha nulla a che vedere con la qualità ma con la gestibilità di un impianto.

 

corolla

Link to post
Share on other sites

guardate produrre all`estero e si vantaggioso, ma non puo` giustificare una cosi variazione di prezzo..

passare da 1800 a 700euro, non e` legato alla produzione, ma agli intermediari e distributori...

produrre con stessa qualita` europea in altri paesi, non e` poi cosi economico come si pensi... ovvio dipende da cosa si costruisce dal tipo di produzione.. ci si guadagna ma non da giustificare i prezzi che avete postato.

Per quanto riguarda il copiare, bhe e` la prassi di tutti, piu` un azienda e` povera piu` sara costretta a copiare...

Ora mi trovo in Cina, segue un progetto di delocalizzazione aziendale, sto facendo i salti mortali per avere un prodotto economico ma con la stessa qualita` italiana...

Non e` che qui le macchine utensili serie e gli operatori capaci siano ad un costo infinitesimo di quello italiano, ma comunque un risparmio vi e` e quindi l`azienda ne beneficia... vi assicura comunque che i costi non possono essere ridotti del 70% come vedo dai prezzi quotati (tengo conto che l`installazione sia sempre costante perche` eseguita sempre in italia).

Se poi parliamo di un prodotto locale, importato allora alzo le mani. li` si deve fare un analisi molto approfondita sul produttore.....

Link to post
Share on other sites

Comunque rimane il fatto che per qualsiasi impianto a GPL, sia esso italiano, olandese, francese, americano, Cingalese, pakistano, israeliano o egiziano, per l'italia, se non c'è una serie di fogli simili a questo, il primo che ho trovato:

 

 

http://autronic.it/db/download/DGM_59543_GPL.pdf

 

 

che è la carta d'identità di ogni impianto a GPL installabile al ministero dei trasporti italiano, i nostri discorsi sono vani e quindi la carta di circolazione del mezzo non può esser debitamente aggiornata in sede di collaudo.

Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

personalmente ho assistito ad un taroccamento di fogli di omologazioni simili a quelli che si vedono in giro regolari, il caso più frequente è l'adattamento della cilindrata o anche radicalmente appoggiare un impianto omologato e montarne uno non omologato.

Siccome in italiano non sono il massimo, spiego meglio:

monto un impianto x, in sede di omologazione risulta montato (non importa se funzionante), torno in officina e monto l'impianto che in realtà restera a funzionare sulla vettura.

Posso anche prendere il foglio di omologazione di un impianto euro 2 e aggiungere le mancanti euro 3 e euro 4, dato che il foglio in sede di collaudo non deve essere ufficiale, ma bensi una fotocopia, il gioco è fatto.

Tutto questo a scapito dell'utente finale, io non difendo l'industria italiana del gas, rimango dell'idea che il cliente è sempre quello che mi porta lo stipendio e se il cliente viene trattato male anche da altri, il mio stipendio è in pericolo.

Giustamente anche producendo gli impianti all'estero il risparmio non puà essere del 70%, quindi vi sono persone che anche acquistando bene non si accontentano di guadagnarci il giusto e nemmeno poco di più, credetemi se volete, ma il prezzo di questo impianto, non è per niente economico, alcune aziende italiane vendono il kit a meno e all'installatore arriva ad un prezzo più o meno come quello in questione se non più basso.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

personalmente ho assistito ad un taroccamento di fogli di omologazioni simili a quelli che si vedono in giro regolari, il caso più frequente è l'adattamento della cilindrata o anche radicalmente appoggiare un impianto omologato e montarne uno non omologato.

 

 

 

si tratta di una truffa infatti. Tuttavia esistono impianti omologati in italia.

Link to post
Share on other sites

Giustamente anche producendo gli impianti all'estero il risparmio non può essere del 70%, quindi vi sono persone che anche acquistando bene non si accontentano di guadagnarci il giusto e nemmeno poco di più, credetemi se volete, ma il prezzo di questo impianto, non è per niente economico, alcune aziende italiane vendono il kit a meno e all'installatore arriva ad un prezzo più o meno come quello in questione se non più basso.

Ciao

 

krikri ciò che scrivi per me e credo per molti utenti è davvero una novità

 

Se il prezzo dell'impianto linkato non è economico, quanto arriva a spendere un installatore per un kit?

Link to post
Share on other sites

Ciao,

non sono Totorizzo, lo conosco benissimo Giuseppe, bravissima persona.

I prezzi dei kit completi, sottolineo completi variano dai 380 ai 750 euro (ant+post).

Come dico, dipende tutto da altri fattori il prezzo finale, credetemi.

Scusami Corolla, ma siccome alcune cose te le ho provate, vorrei che smettessi con allusioni se non documentate, posso provarti quello che dico, ma penso che sia ora che smetti di tirare sassi e nascondere la mano, prova di allegare il certificato di omologazione.

Ciao

Link to post
Share on other sites
I prezzi dei kit completi, sottolineo completi variano dai 380 ai 750 euro (ant+post).

Come dico, dipende tutto da altri fattori il prezzo finale, credetemi.

Non è che gli chiedi quanto vuole per sostituirmi il toroidale da 57 litri della Vectra in firma? Collaudo incluso intendo! :lol:
Link to post
Share on other sites

I prezzi dei kit completi, sottolineo completi variano dai 380 ai 750 euro (ant+post).

Sono pienamente d`accordo, e su quelle cifre il costo costruttivo e sara` circa di un terzo, un altro terzo sono costi amministrativi, e il restante terzo forse il guadagno dell`azienda....

Capite da voi che la differenza di produrre in Italia o all`estero e legata ad un valore molto basso.. al massimo influirà su 100 euro. Per le aziende produttrici sono la differenza tra la sopravvivenza ed il chiudere, ma per noi utenti finali non tanto.

La differenza di prezzo più alta la fa l`installatore.... ma come tutte le cose che girano attorno all` artigiano...

vedi l`idraulico che cambia la guarnizione ad un rubinetto che gocciola... c`e` l`idraulico sotto casa che ti chiede 10 euro perché ` si ferma tornando a casa e quello che ti chiede 50 per l`uscita.... ma come mi potrete dar ragione la guarnizione in NBR al`idraulico costerà ` centesimi di euro...

Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

vai sul sito di ultra gas e controlla la componentistica dei kit, poi vedi se ha copiato o no.

Per il resto, se i prezzi sono così differenti, forse potrebbe essere un problema di installatore, altrimenti non si spiega il prezzo.

Ciao

la componentistica dei kit può avere molte parti prodotte da ditte esterne, che possono benissimo esser italiane, oppure queste componenti possono esser prodotte su licenza delle ditte italiane che tutti conosciamo.

Ti faccio un esempio con i radiatori delle automobili...

No Corolla, se ho ben capito come stanno le cose l'esempio dei radiatori valeo non è calzante, cioè si tratterebbe di iniettori e riduttori tarocchi al 100%, costruiti chissà dove, quindi dei sottoprodotti di bassa qualità che neanche in turchia comprerebbero, almeno andando indietro di qualche post mi sembra questo il senso.

Link to post
Share on other sites

I prezzi dei kit completi, sottolineo completi variano dai 380 ai 750 euro (ant+post).

grazie dell'info krikri,ma sono senza parole,

si parla spesso male di dei dentisti, andrebbero allargate le categorie

se penso quanto costano alla mia società gli impianti che forniamo ai clienti e quanto a noi li vendiamo, mi viene voglia id fare l'installatore d'impianti a gpl

Link to post
Share on other sites

Ciao,

 

vai sul sito di ultra gas e controlla la componentistica dei kit, poi vedi se ha copiato o no.

Per il resto, se i prezzi sono così differenti, forse potrebbe essere un problema di installatore, altrimenti non si spiega il prezzo.

Ciao

la componentistica dei kit può avere molte parti prodotte da ditte esterne, che possono benissimo esser italiane, oppure queste componenti possono esser prodotte su licenza delle ditte italiane che tutti conosciamo.

Ti faccio un esempio con i radiatori delle automobili...

No Corolla, se ho ben capito come stanno le cose l'esempio dei radiatori valeo non è calzante, cioè si tratterebbe di iniettori e riduttori tarocchi al 100%, costruiti chissà dove, quindi dei sottoprodotti di bassa qualità che neanche in turchia comprerebbero, almeno andando indietro di qualche post mi sembra questo il senso.

 

 

Lars,

l'esistenza di prodotti tarocchi è indubbia, ma tieni anche presente che ditte che vendono in tutto il mondo e pubblicamente non danno in genere prodotti tarocchi. Inoltre l'esempio che ti ho fatto credo che si possa applicare a buona parte del mercato degli impianti GPL, esclusi pochi marchi che si fanno tutto in casa ( eccezion fatta per chi si compra i marchi produttori di componenti...).

Per il discorso "neanche in Turchia li comprerebbero..." non posso dirti nulla perchè non vivo in Turchia. L'unica cosa è che non mi pare che ci si possa permettere, in un mercato globalizzato, di portar avanti la promozione di prodotti bidoni. Chiuderebbero bottega in fretta altrimenti, non ti pare? Semplicemente per mancanza di clienti

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...