Jump to content

quanti km ha percorso la vostra auto piu' longeva?


Post consigliati

ecco parliamo un po' di quello che dobbiamo aspettarci in termini di affidabilità quando andiamo oltre i 300000 km:

cosa si rischia ? quali rotture incombono e quanto gravi per esempio a 147,5 km/h ( :angry: ) in autostrada ?

 

in altre parole di che morte dobbiamo morire ? (nel senso della sola voiture, si spera) :angry:

 

grazie.

 

bhe personalmente un auto può rompersi dopo 10 km dalla concessionaria dopo l'acquisto e sulle riviste speciallizzate c'è pieno di auto che appena varcano quella soglia si rompono così come durare in buona salute per 500000 km....certamente 200000 km per un auto tenuta bene e da gente che sa guidare sono una cosa, ne sono un altra per chi salta i tagliandi e la tratta da cane, ammesso che ci arrivi, e sono un altra per chi pur avendo cura dell'auto guida da studipo dome il 90% degli under 40 che per esempio amano la guida a scatti e per entrare in un parcheggio affondano come stupidi o chi nn conosce le doti dei più banali motori come quella di aspettare 30 secondi prima di partire a freddo o attendere un minuto prima di spegnere se hai una turbo e l'hai tirata(io dico di farlo sempre anche se hai un benziona aspirato ed hai camminato regolare), certamente se a 300000 km hai cambiato la cinghia di distribuzione i cuscinetti ed i tenditori, se hai camiato dischi pastiglie tubi dei freni, se hai fatto revisionare le pompe della frizione e controllato ed eventualmente cambiato quelle del carburante....puoi aspettarti rotture che al massimo posso riguardare componenti elettrici o al massimo l'alternatore, qualcosa a riguardo delle sospensioni o della servioassistenza del volante...sperando che nel tempo hai cambiato gli ammortizzatori....veid tutto dipende dalal cura e dai lavori fatti sull'auto e che ciclicità hai dato a questi lavori...ma se ho un ahto che ha 150000 km e nn ho cambiato la cinghia di distribuzione è logico aspettarsi che prima o poi si rompa come potrebbe rompersi qualche componente collegato lo stesso se ho fatto la distirbuzione a 150000 è chiaro che se nn la rifaccio a 300000 posso incappare negli STESSI problemi di chi ha un auito a 150000 km senza cinghia rifatta!

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 187
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ma allora vdcgs intanto grazie delle dritte, ma allora scriviamo (scrivi) una bella lista delle cose da fare per la lunga vita delle auto sia come manutenzione sia come condotta di guida.

 

per esempio quella del minuto prima di spegnere è fondamentale e l'ho sperimentato sulla mia pelle, anzi sulla mia turbina. :angry:

Link to post
Share on other sites

ma allora vdcgs intanto grazie delle dritte, ma allora scriviamo (scrivi) una bella lista delle cose da fare per la lunga vita delle auto sia come manutenzione sia come condotta di guida.

 

per esempio quella del minuto prima di spegnere è fondamentale e l'ho sperimentato sulla mia pelle, anzi sulla mia turbina. :(

 

TI RINGRAZIO PER LA FIDUCIA E PER LA CONOSCENZA DEL CAMPO AUTOMOBILISTICO CHE MI ATTRIBUISCI, ma credo ceh qui di gente che ne sa molto più di me ce ne sta e pure parecchia...cmq mi hai fatto una richiesta e cerco di trasemtterti le mie espereinze il mio sapere le mie dritte quello che ho appreso, nel totale spirito di aiuto e di scambio che dovrebbe contraddistignuere questi forum di libero accesso ed a tema:

 

1) Scegliere il tipo di auto, di motore, di alimentazione, in funzione delle proprie necessità di carico, di famiglia, di percorrenza e di stile di guida. E' inutile preder un diesel se si percorrono meno di 20000 km l'anno...il mootre diesel ha un maggior costo di manutenzione e di acquisto che difficlmente si ammortizza con la differenza quasi irrisoria tra gasolio e benzina;

2) L'auto non è un oggetto "normale" come può essere una radio o un tv, che mertia attenzione ugualmente ma male che va e si rompe nn ci permette di vedere o ascoltare una partita la domenica, magari quella che ci interessa, mentre l'auto ci lascia a piedi magari a km da casa. Avere sempre il concetto che la propria auto deve essere un orchestra da dirigere e che in qualsiasi momento del giorno e della notte e dell'anno devi poter girare la chiave e andare OVUNQUE, perchè nella vita ci possono essere necessità improvvise che difficilmente pragrammi e la'uto deve permetterci di far fronte ad esse;

3) la manutenzione periodica non sta li come complemento dell'auto...sono dei comandamenti a cui attenersi. Tenere presente che recentemente le case per fare bella figura, tendono a dilatare i tempi dei tagliandi..partire dal concetto che magari farlo ongi 10000 come prescritto 20 anni fa è troppo poco ma ogni 30000 è esagerato nell'altro senso...credo che se si usa un buon 10w40 come olio si possa fare tranquillamente ogni 15000 km e se si usa un 20w40 o 20W30 anche ongi 20000 (massimo), dififdate dalle case che dicono 30000, 40000, 50000...facciamo prima a mettere petrolio nella coppa dell'olio e catrame così il motore si rompe subito e ci togliamo il pensiero....

4) l'olio è la linfa vitale dell'auto, cambiare semrpe il filtro ogni volta che si cambia olio...i meccanici che ancora dicono di farlo un cambio si ed uno no sono solo delle CRAPE (e non dico capre, perchè rende di più l'idea

5) i filtri vanno cambiati al massimo ogni 30000 km o cmq un tagliando si ed uno no....tranne quello olio che si cambia SEMPRE, allo sesso modo massimo ogni tre anni svutore l'impianto dei freni di raffreddamento ed idraulico del serviosterzo e cambiare i liquidi....ogni 5/6 anni smontare il serbatoio e pulirlo ben bene.

6) ogni anno controllare l'acido della batteria, serrare i morsetti, usare un buon lubrificante/dissossidante sui condotti, lubrificare TUTTE le serrature, passare uno spray siliconico su manicotti e tubi di condotto e manicotti;

7)cmabiare i dischi freno ogni 3/4 cambio pastiglie, almeno gli anteriori, i posteriori tenerlo sotto controllo;

8)controllare periodicamente tutte le lampadine, usre un dissossidante sulla morsettiera dei fusibili almeno ogni due tre anni; controllare il gioco del meccanismo dei tergicristalli perchè questi ti lasciano sul più bello;

9) la pompa carbuirante attorno i 180/200 mila km va cambiata perchè immagina quanti litri ha tirato su, controllare anche i relativi relais o cambiarli insieme visto che costano una fesserei....ogni 4/5 anni controllare le saldature al bloccehtto chiave di accensione;

10) almeno uan volta l'anno lavare l'auto di sotto e se possibile far lubrificare a mezzo vesuviatura;

11)usare un buon additivo per carburante per manterene pulito l'impianto ogni 15000 km.

12) La cinghia di distribuzione va ALMENO controllata ogni 80/100000 km soprattuttuo i tensionatori ed i cuscinetti che se si bloccano o non fanno il loro dovere ti giochi la macchina...la cinghia o le cinghie esterne vanno necessariamente riviste ogni 50000 km al massimo...anche se le case dicono ormai che fai 200000 km senza controllarle....io per fare così alal bravoanzichè i 120000 previsti si rupep quelal esterna a 74000, finì nella distribuzione e di fatto anche se riparata avevo un'auto ormai da buttare;

13) cambiare le gomme non quando queste sono alla tela, ma con un abbondante margine, invertendole ogni 10/12 mila km;

14) gli ammortizzatori vanno almeno controllati dopo 100000 km.

CONSIGLI DI GUIDA:

1) attendere sempre lo spegnimento della spia check sul cruscotto o cmq delle spie più importanti....airbag chiave codificata abs...questo nn solo permette di controllare i vari impianti e permettere un check delle varie componenti, ma permette alla pompa carburante di caricare senza sforzo per la batteria;

2) mettere in folle e tenere il pedale frizione sempre abbassato;

3) se si deve cambiare batteria meglio una con spunto maggiore, aiuta in partenza sopratutto per le auto col volano bimassa delicatino degli ultimi tempi;

4) dopo aver messo in moto, specie e freddo, attendere almeno 30 secondi prima di partire, non tirare le marce fino a che la temepratura del motore nn sia almeno a 70 gradied in genereale evitare di tirare le marce...ugualmetne evitare di cambiare le marce a fondo scala

5) è inutile dopo una semaforo o per entrare in un parcheggio affondare il pedale...evitare la guida a scatti hce serve solo a consumare benzina e rovinare gli organi meccanici

6) col diesel non sereve accelerare per fare una partenza in pianura come col benzina, basta anche solo rilasciare il pedale della frizione e premere leggermente quello dell'acceleratore;

7) sempre ma soprauttto dopo aver tirato l'auto specie se turbo occorre attendere almeno 30 secondi prima di spegnere l'auto a meno che nn si tratti di uan sosta di pocchissimi minuti

Link to post
Share on other sites

PERFETTO vdgcs !!! ;)

 

questo si chiama parlare chiaro e forte. :huh:

 

queste cose bisognerebbe insegnarle nelle scuole guida (come per esempio anche le tante "situazioncine" insidiose della guida tipo: sorpasso di auto che fa passare pedone, sorpasso di bus con pedoni "in ombra", ecc. ecc.)

 

adesso me li studierò punto per punto con attenzione.

comunque anche a me ha fatto specie il meccanico ford che mi ha parlato dei fantastici nuovi oli motori da "fino a 50000 km".

questi ci vogliono far cambiare la macchina ogni due anni come microsoft i sistemi operativi .

 

ciao e grazie. :)

Link to post
Share on other sites

 

2) mettere in folle e tenere il pedale frizione sempre abbassato;

 

7) sempre ma soprauttto dopo aver tirato l'auto specie se turbo occorre attendere almeno 30 secondi prima di spegnere l'auto a meno che nn si tratti di uan sosta di pocchissimi minuti

vdgcs, due piccoli appunti per migliorare il tuo decalogo.

punto 2) credo che tu intendessi alzato... non premuto insomma

punto 7) il problema principale della turbina è che continua a girare per alcuni secondi dopo il suo utilizzo. se viene spento subito il motore non arriva lubrificazione e quindi girando la turbina senza olio grippa.

quindi secondo me se spegni il motore subito dopo una tirata la turbina continua a girare per diversi secondi. è indifferente dopo quanto tempo riaccendi il motore. molte turbine si danneggiano proprio quando si va a far gasolio in autostrada.

Link to post
Share on other sites

 

punto 2) credo che tu intendessi alzato... non premuto insomma

punto 7) il problema principale della turbina è che continua a girare per alcuni secondi dopo il suo utilizzo...

 

Per il punto 7 hai ragione, la turbina continua a girare per diversi secondi ed ha una temperatura molto elevata, per cui spegnendo subito non solo rimane senza lubrificazione ma non riesce a scambiare/cedere calore all'olio per cui subisce uno " choc" termico. Vi ricordo che una turbina gira a decine di migliaia di giri al minuto...

 

Per il punto 2: credo che intendesse prorpio di tenere il pedale della frizione abbassato. A me hanno sempre detto di tenerlo abbassato e con il cambio a folle, in questo modo il motorino d'avviamento non deve trascinare gli ingranaggi del cambio e parti della frizione. Almeno così sò io, poi se qualcuno più esperto ci può illuminare :P

Link to post
Share on other sites

mah anche io penso che sia una buona regola avviare specie d'inverno con la frizione abbassata, il motorino ha meno carico e specie la batteria ringrazia.

anche spegnere dopo una tirata puo danneggiare un motore, non solo nel caso del turbo che può alla lunga gripparsi (olio caldo che non circola piu ed evapora lasicando depositi nei condotti d'adduzione, tappandoli ed impedendo la lubrificazione). Ma anche un tranquillo benzina può subire un colpo di calore,...dopo una bella tirata si spegne il motore magari mentre c'è la ventola accesa (segno che la temperatura è molto alta) così si interrompe la circolazione di acqua e quella presente nella testa sale ancora di piu di temperatura. personalmente se sento che la ventola è accesa quando mi fermo, aspetto quei 30 secondi 1 minuto accelerando leggermente per facilitare la circolazione del refrigerante e spengo quando si stacca la ventola

Link to post
Share on other sites

mah anche io penso che sia una buona regola avviare specie d'inverno con la frizione abbassata, il motorino ha meno carico e specie la batteria ringrazia.

anche spegnere dopo una tirata puo danneggiare un motore, non solo nel caso del turbo che può alla lunga gripparsi (olio caldo che non circola piu ed evapora lasicando depositi nei condotti d'adduzione, tappandoli ed impedendo la lubrificazione). Ma anche un tranquillo benzina può subire un colpo di calore,...dopo una bella tirata si spegne il motore magari mentre c'è la ventola accesa (segno che la temperatura è molto alta) così si interrompe la circolazione di acqua e quella presente nella testa sale ancora di piu di temperatura. personalmente se sento che la ventola è accesa quando mi fermo, aspetto quei 30 secondi 1 minuto accelerando leggermente per facilitare la circolazione del refrigerante e spengo quando si stacca la ventola

si si intendevo proprio con il pedale abbassato o premuto che dir si voglia proprio perchè così si interrompe parte della trasmissione meccanica...il motorino gira più liberametne e per le auto con doppio volano o volano bi massa che dir si voglia ci sono meno vibrazioni che alla lunga visto la fragilità progettuale di questo sistema possono pregiudicarne laffidabilità stessa.

 

Per quanto riguarda il punto 7 sono daccordissimo...c'è da dire però che a meno che uno non esca dalla rampa autostradale e spenga il motore uno dopo la tirata in genere fa qualche km a regimi "umani" o almeno si spera che non tiri.....quindi se io posteggio un auto non di certo nel parcheggio arrivo a 4000 giri quindi il più delle volte i regimi di rotazione della turbina sono bassissimi almeno negli ultimi minuti che precedono lo spegnimento.....io penso che sia assolutametne da evitare di dare accelerate da fermo quasi a fondo scala e spengenre immediatamente il motore nel caso uno uscisse pazzo e decide di fare come 30 anni fa l'accelerata prima di spegnere....!cmq ben venga di attendere sempre a minimo prima di spegnere...io in genre quei 20/30 secondi lo faccio semrpe anche se non ho "tirato".

Link to post
Share on other sites

mah anche io penso che sia una buona regola avviare specie d'inverno con la frizione abbassata, il motorino ha meno carico e specie la batteria ringrazia.

anche spegnere dopo una tirata puo danneggiare un motore, non solo nel caso del turbo che può alla lunga gripparsi (olio caldo che non circola piu ed evapora lasicando depositi nei condotti d'adduzione, tappandoli ed impedendo la lubrificazione). Ma anche un tranquillo benzina può subire un colpo di calore,...dopo una bella tirata si spegne il motore magari mentre c'è la ventola accesa (segno che la temperatura è molto alta) così si interrompe la circolazione di acqua e quella presente nella testa sale ancora di piu di temperatura. personalmente se sento che la ventola è accesa quando mi fermo, aspetto quei 30 secondi 1 minuto accelerando leggermente per facilitare la circolazione del refrigerante e spengo quando si stacca la ventola

si si intendevo proprio con il pedale abbassato o premuto che dir si voglia proprio perchè così si interrompe parte della trasmissione meccanica...il motorino gira più liberametne e per le auto con doppio volano o volano bi massa che dir si voglia ci sono meno vibrazioni che alla lunga visto la fragilità progettuale di questo sistema possono pregiudicarne laffidabilità stessa.

beh allora specifica che stai parlando dell'avviamento, io invece pensavo a quando si sta al minimo al semaforo, dove invece è opportuno mettere a folle ed alzare la frizione

Per quanto riguarda il punto 7 sono daccordissimo...c'è da dire però che a meno che uno non esca dalla rampa autostradale e spenga il motore uno dopo la tirata in genere fa qualche km a regimi "umani" o almeno si spera che non tiri.....

è proprio quello che fanno in molti quando si fermano a fare rifornimento in autostrada. da evitare come la peste!

 

Dai, riedita il decalogo con le dovute correzioni .

Ciao

Link to post
Share on other sites

si al semaforo meglio mettere in folle ad ALZARE il pedale INVECE di tenerlo premuto. Effettivamente non ho mai fatto caso a gente che esce dalle rampe autostradali a tutta velocita si ferma e gira la chiave e scende...sarà che da noi anche in autostrada devi andare piano visto che fa schifo....quindi esci dalal rampa davvero a 40 km/h non per qualcosa...potresti trovare un cantiere ed ammazzare qualcuno o trovare un fosso e fracomare la macchina....!

Link to post
Share on other sites

io ho fatto secchi nell'ordine tre tubi flessibili della turbina e quindi la turbina con 300 km a 160-180 km/h e caffè in autogrill. ;)

 

Altro dubbio amletico che penso possa essere sciolto dagli esperti del forum:

 

[motore diesel] in autostrada, diciamo libera e dritta, ai fini del consumo carburante, è meglio tenere l'acceleratore in posizione fissa o rilasciare periodicamente l'acceleratore in modo da "smagrire" la miscela nei cilindri ? (tenendo la stessa velocità media nei due casi)

 

grazie :rolleyes:

Link to post
Share on other sites

A titolo di cronaca visto che non so nulla di più di tale auto:

 

Fiat brava 1.4 arrivata a 900.000 Km, incredibile! Non chiedetemi di più perchè non so nulla se non che veniva usata per lavoro da un antennista

Link to post
Share on other sites

[motore diesel] in autostrada, diciamo libera e dritta, ai fini del consumo carburante, è meglio tenere l'acceleratore in posizione fissa o rilasciare periodicamente l'acceleratore in modo da "smagrire" la miscela nei cilindri ? (tenendo la stessa velocità media nei due casi)

Per tutti i motori vale la regola della "velocità costante", poco importa la posizione dell'acceleratore.

 

Ciao :rolleyes:

Link to post
Share on other sites

Per tutti i motori vale la regola della "velocità costante", poco importa la posizione dell'acceleratore.

Ciao :rolleyes:

 

forse non mi sono spiegato: :)

 

autostrada dritta e libera, tre di notte, tre corsie, zero rompicoglioni, sesta marcia fissa: quindi posizione acceleratore = velocità; diciamo 150 km/h di velocità MEDIA.

 

domanda: ai fini del consumo di carburante:

è meglio tenere la posizione dell'acceleratore fissa e quindi una velocità istantanea fissa (pari a quella media di 150 km/h)

OPPURE

rilasciare periodicamente l'acceleratore per fare "respirare" il motore ? (in questo caso la velocità istantanea oscillerà leggermente intorno ai 150 km/h di velocità media).

 

grazie ;)

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...