Jump to content

Landi Renzo su Alfa GTV “ Il TOP :)


Post consigliati

Sono veramente soddisfattissimo :unsure: Il minimo è più “stabile” che a benzina anche a freddo, alimentazione “senza buchi” per tutti i 7.000 giri. Passaggio Gas/benzina inavvertibile. Non sono riuscito a trovare una pecca o un difetto all’impianto. L’impressione che ho avuto è di andare a benzina, quasi non c’è differenza di prestazioni fra GPL e Benzina, nel senso che non ho avuto un calo ma piuttosto mi si è modificata la curva di coppia del motore. A Gas il motore sembra più pieno “in basso” ma sale con “meno rabbia”. Ma la cosa per me incredibile, da ex possessore di un’auto con vecchio impianto a polmone, è che a GPL ho gli stessi consumi di quando vado a benzina. A gas la mia GTV ha fatto 9 Km/litro, vale a dire lo stesso che a benzina. L’avere più coppia in basso mi permette ancor più di prima di utilizzare marce alte anche a velocità basse con pochissimo gas. Poi forse grazie all’ottima in sonorizzazione sulla GTV gli iniettori non sono avvertibili nemmeno ad auto ferma e in assoluto silenzio dall’esterno. Concludendo posso tranquillamente affermare che il Landi Omegas con gli iniettori Med se * saputo installare* è il TOP che oggi il mercato può offrire, e sicuramente quello con in assoluto il miglior rapporto qualità/prezzo. Alla fine ho pagato 1.480 euro. Nel primo preventivo non era compreso il collaudo. E comunque mi hanno regalato 150 euro di buoni gas.

 

Ciao a Tutti

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 48
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Hai fatto un grande servizio per gli utenti di questo forum ho capito che qui c'e un sacco di gente che vuol spingere il proprio marchio per il quale lavora cosa scorrettissima questo non è un buon servizio per i futuri gasisti.Tu invece hai provato il landi sulla tua macchina e puoi essere obbiettivo, Inoltre per onore della verita devo dire che anche i brc hanno dimostrato che i loro impianti sulle auto (soppratutto le alfa) vanno bene ,questi sono le informazioni che ci servono.

Link to post
Share on other sites
Sono veramente soddisfattissimo :D Il minimo è più “stabile” che a benzina anche a freddo, alimentazione “senza buchi” per tutti i 7.000 giri. Passaggio Gas/benzina inavvertibile. Non sono riuscito a trovare una pecca o un difetto all’impianto. L’impressione che ho avuto è di andare a benzina, quasi non c’è differenza di prestazioni fra GPL e Benzina, nel senso che non ho avuto un calo ma piuttosto mi si è modificata la curva di coppia del motore. A Gas il motore sembra più pieno “in basso” ma sale con “meno rabbia”. Ma la cosa per me incredibile, da ex possessore di un’auto con vecchio impianto a polmone, è che a GPL ho gli stessi consumi di quando vado a benzina. A gas la mia GTV ha fatto 9 Km/litro, vale a dire lo stesso che a benzina. L’avere più coppia in basso mi permette ancor più di prima di utilizzare marce alte anche a velocità basse con pochissimo gas. Poi forse grazie all’ottima in sonorizzazione sulla GTV gli iniettori non sono avvertibili nemmeno ad auto ferma e in assoluto silenzio dall’esterno. Concludendo posso tranquillamente affermare che il Landi Omegas con gli iniettori Med se * saputo installare* è il TOP che oggi il mercato può offrire, e sicuramente quello con in assoluto il miglior rapporto qualità/prezzo. Alla fine ho pagato 1.480 euro. Nel primo preventivo non era compreso il collaudo. E comunque mi hanno regalato 150 euro di buoni gas.

 

Ciao a Tutti

Sono contento in primis per te, e in seconda istanza per me, dato che qualcuno conferma la validita' dei miei consigli. Qualcuno pensava che fossi un rappresentante volontario e non pagato della landirenzo spa!!

 

Allora chiedevo lo stipendio!!!!!!!! :lol:

 

Ho notato che gli iniettori te li hanno ficcati dentro davvero all'impossibile, e questo non fa altro che testimoniare che non c'entra una cippa che gli iniettori siano raggruppati o separati; conta che vengano installati il piu' vivino possibile in modo che i tubi siano il piu corti possibile, non come certe foto che si vedono in giro con dei magnifici tubazzi lunghi kilometri ed iniettori in penzoloni da qualche parte con ugelli rivolto verso l'alto...

 

Con la configurazione che ti hanno fatto, zagor, oltretutto gli iniettori stanno belli al caldo e rivolti verso il basso, quindi anche se qualche impurita' superasse il filtro peraltro presente, verrebbe piu' facilmente smaltita (cosa che non accade con iniettori tenuti al freddo e cogli ugelli rivolti verso l'alto.....)

 

Se proprio hai il Quore sportivo.... :lol: prova ad entrare nell'albo d'oro e installa un bel variatore di anticipo e le candele all'iridio.

Le tue prestazioni attuali gia' appaganti prenderanno letteralmente il volo!....

 

ciao

Link to post
Share on other sites
Io non vorrei dire una "patacata" ma nel TwinSpark a partire dal 1.6 120cv il variatore è già montato (anche se si rompe spesso!!!)

Il variatore cui si riferisce mystr è il variatore d'anticipo.

 

Quello che ricordi tu è il variatore di fase delle valvole.

 

E poi c'è anche il collettore a fasatura variabile che io avevo confuso col precedente ma non c'entra nulla, è un'altra cosa ancora.

 

I tempi "variano" e le cose si fanno sempre più complicate :angry: :D

Link to post
Share on other sites

Ci provo, cercando di usare parole semplici, quindi perdonate le inesattezze.

 

La miscela aria-comburente entra nel cilindro per aspirazione, in quanto il pistone va giù (a mo di siringa), e risucchia la miscela da una valvola che rimane aperta.

Successivamente tale valvola (comandata dall'albero a camme) si chiude e il pistone torna su comprimendo la miscela fino a raggiungere una pressione alla quale la miscela esplode, se accesa con la scintilla della candela. L'esplosione spinge il pistone giù e questo da l'energia cinetica (forza motrice).

Per migliorare l'efficienza si è scoperto che occorre fare scoccare la scintilla non esattamente quando è del tutto compressa, ma un attimo prima. Regolando questo anticipo riusciamo ad ottimizzare la combustione.

Il gas ha caratteristiche leggermente diverse dalla benzina, quindi ha bisogno di un anticipo leggermente maggiore per ottenere la massima efficienza, da cui il consiglio di mystr di aggiungere un variatore d'anticipo.

C'è da dire però che mystr ha l'auto gasata a metano, e i benefici di un variatore sono decisamente maggiori a metano che a GPL. Aggiungiamo pure che non credo che tale variatore sia disattivabile quando si va a benzina, per cui visto che la differenza tra benzina e GPL è minima, io non lo metterei.

 

Il variatore di fase è un sistema che permette di variare l'inclinazione delle valvole di aspirazione e/o di scarico e l'istante di apertura, in modo da migliorare la resa del motore in particolari condizioni. Ad esempio il motore alfa 1.6 120cv ha una fase A fino a 3.000 giri, poi una fase B fino a 4.500 e poi di nuovo una fase A fino a 7.000 giri. Questo consente di migliorare la coppia a basso numero di giri, dopodiché tale "fase" perde di efficienza e si ritorna alla situazione normale (quella del 105cv per intenderci). La fase A diventa di nuovo effciente ad alto numero di giri e consente di tenere in coppia il motore fino quasi al numero massimo di giri, che in questo caso è 7.000 giri. Il difetto di questo variatore è che soffre i primi istanti dopo la messa in moto, quando l'olio lubrificante non è ancora entrato in circolo. Delle volte funziona, delle volte fa solo un rumore tipo diesel all'avvio, delle volte si rompe dopo poco più di un anno. Sembrerebbe un difetto di progettazione, inutile cambiarlo fin quando non si rompe.

La BMW ha sviluppato invece un sistema di valvole a fasatura variabile in modo continuo, ossia non si è limitata a 2 fasi come l'Alfa, ma ne ha molte di più che vengono gestite dall'elettronica in funzione non solo del numero di giri ma di tante altre variabili.

 

Il collettore di aspirazione infine ha delle alette che servono a creare delle turbolenze nell'aria aspirata, così da migliorare la miscelazione della benzina prima e dopo l'ingresso nel cilindro. Tali alette devono avere una posizione variabile in base al numero di giri del motore, in quanto la velocità dell'aria aspirata cambia di conseguenza.

 

Sono stato spiegato? :D

Link to post
Share on other sites
Hai fatto un grande servizio per gli utenti di questo forum ho capito che qui c'e un sacco di gente che vuol spingere il proprio marchio per il quale lavora cosa scorrettissima questo non è un buon servizio per i futuri gasisti.Tu invece hai provato il landi sulla tua macchina e puoi essere obbiettivo, Inoltre per onore della verita devo dire che anche i brc hanno dimostrato che i loro impianti sulle auto (soppratutto le alfa) vanno bene ,questi sono le informazioni che ci servono.

Infatti, anch'io avevo notato........Penso che ormai gli impianti sono molto complessi a livello elettronica e mappature e se non installati da gente competente sono guai.........Nel 90% dei casi i problemi sono imputabili a "qualche particolare" non curato dall'installatore. Quindi continuo a pensare che la prima regola da seguire per essere *gasati e felici* è scegliere un installatore competente che sappia aggirare i problemi che normalmente si presentano nell'adattare un impianto alle decine di modelli e marche di automobili. Naturalmente la base di partenza deve essere valida ma ormai marchi come Landi o BRC ecc.. hanno prodotti collaudatissimi e presenti sul mercato da molto tempo e ormai i problemi di "gioventù" sono stati superati. Poi considerando che il 50% degli installatori da cui sono andato mi ha proposto Landi mi sembra impossibile che vengano montati centinaia di impianti al mese in tutta italia con problemi di progettazione. Nella quasi totalità dei casi i casini li crea l'installatore. Quelli che si accaniscono verso un determinato marchio fanno sospettare anche me.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites
Il difetto di questo variatore è che soffre i primi istanti dopo la messa in moto, quando l'olio lubrificante non è ancora entrato in circolo. Delle volte funziona, delle volte fa solo un rumore tipo diesel all'avvio, delle volte si rompe dopo poco più di un anno. Sembrerebbe un difetto di progettazione, inutile cambiarlo fin quando non si rompe.

Quindi fin quando non si rompe non conviene cambiarlo. Non crea altri problemi a lungo andare. E in caso di guasto sai a quanto ammonta il danno? La mia fà questo rumore "tipo diesel" a volte la mattina. Il meccanico mi ha detto che a volte l'olio non arriva a lubrificare e da qui il rumore, ma non crea problemi. Dato che anche tu hai un'alfa volevo chiederti a che temperature lavora la tua auto. La mia su strada a basse velocità scende a 50° mentre nel traffico oscilla sempre fra 100° e 90° (ed è questo che mi preoccupa) ma mi ha detto che è normale per la mia auto e che sicuramente il termostato è stato modificato per tenere l'auto più fresca e che in estate è meglio lasciarlo "aperto". Che ne pensi?

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

 

Ho notato che gli iniettori te li hanno ficcati dentro davvero all'impossibile, e questo non fa altro che testimoniare che non c'entra una cippa che gli iniettori siano raggruppati o separati; conta che vengano installati il piu' vivino possibile in modo che i tubi siano il piu corti possibile, non come certe foto che si vedono in giro con dei magnifici tubazzi lunghi kilometri ed iniettori in penzoloni da qualche parte con ugelli rivolto verso l'alto...

 

 

Se proprio hai il Quore sportivo.... :D prova ad entrare nell'albo d'oro e installa un bel variatore di anticipo e le candele all'iridio.

Le tue prestazioni attuali gia' appaganti prenderanno letteralmente il volo!....

 

Infatti ha fatto davvero un buon lavoro, gli iniettori sono veramente in un ottima posizione al caldo e "insonorizzati" anche dal coprimotore. Per le prestazioni non mi posso lamentare ho cavalli in abbondanza :angry: -_- E penso di potermi "accontentare" anche senza il variatore di fase. Per quando riguarda le candele no so quali monta la mia alfa ma mi hanno detto che vanno sostituiti ogni 100.000 km e dovrò spendere 100 euro quindi penso a giudicare dal costo dovrebbero essere molto performanti.

Grazie per i consigli.

Ciao

Link to post
Share on other sites
Il difetto di questo variatore è che soffre i primi istanti dopo la messa in moto, quando l'olio lubrificante non è ancora entrato in circolo. Delle volte funziona, delle volte fa solo un rumore tipo diesel all'avvio, delle volte si rompe dopo poco più di un anno. Sembrerebbe un difetto di progettazione, inutile cambiarlo fin quando non si rompe.

Quindi fin quando non si rompe non conviene cambiarlo. Non crea altri problemi a lungo andare. E in caso di guasto sai a quanto ammonta il danno? La mia fà questo rumore "tipo diesel" a volte la mattina. Il meccanico mi ha detto che a volte l'olio non arriva a lubrificare e da qui il rumore, ma non crea problemi. Dato che anche tu hai un'alfa volevo chiederti a che temperature lavora la tua auto. La mia su strada a basse velocità scende a 50° mentre nel traffico oscilla sempre fra 100° e 90° (ed è questo che mi preoccupa) ma mi ha detto che è normale per la mia auto e che sicuramente il termostato è stato modificato per tenere l'auto più fresca e che in estate è meglio lasciarlo "aperto". Che ne pensi?

 

Ciao

Assolutamente non conviene cambiarlo, anche perché spesso ti ritrovi con un variatore "rigenerato", ossia uno già cambiato da un'altra auto e risistemato.

Ti accorgi che è rotto quando perdi potenza e consumi in modo improvviso ed evidente, da un giorno all'altro. Questo perché il variatore si blocca in una certa posizione, o in fase A o in fase B, per riprendere il mio esempio di prima.

Il tuo meccanico ha ragione: non toccare fin quando non è necessario. Piuttosto controlla che l'olio sia sempre nei pressi del livello massimo, senza superarlo (ovviamente controllando a freddo). Questo abbrevia il tempo che l'olio impiega per arrivare al variatore e quindi diminuisce la possibilità di rottura dello stesso e pure il rumore.

 

Per quanto riguarda le temperature, non ho un indicatore della temperatura dell'olio. L'acqua invece si alza fino a 90°, poi rimane ferma lì. Le uniche oscillazioni le ho d'inverno. All'inizio l'acqua viene fatta girare solo all'interno del motore, fin quando non si riscalda, per abbreviare il tempo di entrata in temperatura. Una volta raggiunti i 90° si apre la termovalvola che fa arrivare l'acqua da e per il radiatore, e quando fa molto freddo questa arriva gelata e fa abbassare la lancetta della temperatura un tantino.

Se invece hai la lancetta che balla un po' a caso, allora potresti avere il sensore di temperatura difettoso, ed è importante ed urgente sostituirlo per evitare che a temperature elevate non venga azionata la ventola del radiatore.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...