Jump to content

motore: schema 3 cilindri


Post consigliati

 

Ciao,

 

ma perchè un 3 o 5 cilindri dovrebbe essere meno affidabile di un 4 o 6 ???

 

Ci sono in giro motori con queste configurazioni decisamente longevi e affidabili... :D

 

Perchè un numero basso e per di più dispari di cilindri, porta ad un incremento delle vibrazioni, che nonostante l'inserimento di contralberi di bilanciamento, non è salutare sia per il comfort che per la salute del motore.

Ciò su un 3 cilindri è valido, già 5 cilindri sono abbastanza numerosi da far si che gli effetti negativi delle vibrazioni siano attenuati e che la rotondità di funzionamento non ne risenta molto.

Poi conta che se un motore è 5 cilindri, è sicuramente di medio-alta gamma, quindi più curato e sofisticato di un 3 cilindri, che va a equipaggiare utilitarie o citycar.

Esempio, i vari 5 cilindri benzina Volvo che sono motori pressochè eterni.

 

In sostanza un numero pari di cilindri è meglio di uno dispari: ovviamente ciò vale meno all'aumentare del numero di cilindri.

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 37
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Perchè un numero basso e per di più dispari di cilindri, porta ad un incremento delle vibrazioni, che nonostante l'inserimento di contralberi di bilanciamento, non è salutare sia per il comfort che per la salute del motore.

Ciò su un 3 cilindri è valido, già 5 cilindri sono abbastanza numerosi da far si che gli effetti negativi delle vibrazioni siano attenuati e che la rotondità di funzionamento non ne risenta molto.

Poi conta che se un motore è 5 cilindri, è sicuramente di medio-alta gamma, quindi più curato e sofisticato di un 3 cilindri, che va a equipaggiare utilitarie o citycar.

Esempio, i vari 5 cilindri benzina Volvo che sono motori pressochè eterni.

 

In sostanza un numero pari di cilindri è meglio di uno dispari: ovviamente ciò vale meno all'aumentare del numero di cilindri.

 

Ma se prendi in considerazione il motore Toyota "1.0 VVT-i" a 3 cilindri mi sembra tutto meno che poco curato o poco sofisticato... anzi !!!

 

C'è qualcosa che non mi torna... :D

Link to post
Share on other sites

 

Ciao,

 

ma perchè un 3 o 5 cilindri dovrebbe essere meno affidabile di un 4 o 6 ???

 

Ci sono in giro motori con queste configurazioni decisamente longevi e affidabili... :rolleyes:

 

Perchè un numero basso e per di più dispari di cilindri, porta ad un incremento delle vibrazioni, che nonostante l'inserimento di contralberi di bilanciamento, non è salutare sia per il comfort che per la salute del motore.

Ciò su un 3 cilindri è valido, già 5 cilindri sono abbastanza numerosi da far si che gli effetti negativi delle vibrazioni siano attenuati e che la rotondità di funzionamento non ne risenta molto.

Poi conta che se un motore è 5 cilindri, è sicuramente di medio-alta gamma, quindi più curato e sofisticato di un 3 cilindri, che va a equipaggiare utilitarie o citycar.

Esempio, i vari 5 cilindri benzina Volvo che sono motori pressochè eterni.

 

In sostanza un numero pari di cilindri è meglio di uno dispari: ovviamente ciò vale meno all'aumentare del numero di cilindri.

 

io sulla S60 ho un 5 cilindri turbodiesel del quale sono soddisfatto...sarà una mia defomrazione ma quando sentivo il rombo dei vecchi d6 6 cilidri volto o del mio patrol 6 cilindri e oggi quello della Tehsis mi sembra un violino....ma ripeto è una mia deformazione...per me è un'auto è tale se ha un motore almeno 1800 cc3 di cilindrata, almeno 150 cv, almeno 4,70 di lunghezza, e 1,70 di larghezza se ha un vano motore almeno lungo un metro e venti, se ha almeno 4 cilindri....se ha un muso imponente...ripeto queste saranno mie cosndierazioni controtendenza ma signori miei quando sento il rombo di un 6 cilindri mi si rizzano i peli, come quando vedo il muso della mia volvo 740....che goduria

Link to post
Share on other sites

Perchè un numero basso e per di più dispari di cilindri, porta ad un incremento delle vibrazioni, che nonostante l'inserimento di contralberi di bilanciamento, non è salutare sia per il comfort che per la salute del motore.

Ciò su un 3 cilindri è valido, già 5 cilindri sono abbastanza numerosi da far si che gli effetti negativi delle vibrazioni siano attenuati e che la rotondità di funzionamento non ne risenta molto.

Poi conta che se un motore è 5 cilindri, è sicuramente di medio-alta gamma, quindi più curato e sofisticato di un 3 cilindri, che va a equipaggiare utilitarie o citycar.

Esempio, i vari 5 cilindri benzina Volvo che sono motori pressochè eterni.

 

In sostanza un numero pari di cilindri è meglio di uno dispari: ovviamente ciò vale meno all'aumentare del numero di cilindri.

 

Ma se prendi in considerazione il motore Toyota "1.0 VVT-i" a 3 cilindri mi sembra tutto meno che poco curato o poco sofisticato... anzi !!!

 

C'è qualcosa che non mi torna... :rolleyes:

 

Mi son spiegato male :rolleyes:.

Rispetto ad un pari cilindrata sicuramente è uno dei migliori, ha ricevuto per un paio d'anni il premio International Engine of the Year nella categoria sotto i 1000cc.

Ma gli effetti che su di esso ha il fatto di avere un numero dispari di cilindri, sono maggiori di quello che accade su dei 5 cilindri.

Cioè prendi quel 3 cilindri e prendi un 5 cilindri Volvo: il primo sembrerà un trattore rispetto al secondo e mi ci gioco l'orologio (uno swatch in acciaio di 4 anni fa :rolleyes:) che durerà pure meno in termini di vita complessiva.

Ma è comunque un paragone che non sta in piedi, dato che il 3 cilindri è di un litro mentre un 5 cilindri va dai 2 litri in su anche turbocompresso magari.

 

Evidentemente in Toyota il gioco è valso la candela: hanno fatto un 3 cilindri risparmiando X (rispetto ad un convenzionale 4 in linea) e hanno speso Y per "agghindarlo" per bene (rispetto ad un 3 cilindri senza vvt-i).

Link to post
Share on other sites

io sulla S60 ho un 5 cilindri turbodiesel del quale sono soddisfatto...sarà una mia defomrazione ma quando sentivo il rombo dei vecchi d6 6 cilidri volto o del mio patrol 6 cilindri e oggi quello della Tehsis mi sembra un violino....ma ripeto è una mia deformazione...per me è un'auto è tale se ha un motore almeno 1800 cc3 di cilindrata, almeno 150 cv, almeno 4,70 di lunghezza, e 1,70 di larghezza se ha un vano motore almeno lungo un metro e venti, se ha almeno 4 cilindri....se ha un muso imponente...ripeto queste saranno mie cosndierazioni controtendenza ma signori miei quando sento il rombo di un 6 cilindri mi si rizzano i peli, come quando vedo il muso della mia volvo 740....che goduria

 

A me i peli si rizzano quando una bella gno... ehm, ehm... meglio tacere :rolleyes:

 

Mi son spiegato male :lol:.

Rispetto ad un pari cilindrata sicuramente è uno dei migliori, ha ricevuto per un paio d'anni il premio International Engine of the Year nella categoria sotto i 1000cc.

Ma gli effetti che su di esso ha il fatto di avere un numero dispari di cilindri, sono maggiori di quello che accade su dei 5 cilindri.

Cioè prendi quel 3 cilindri e prendi un 5 cilindri Volvo: il primo sembrerà un trattore rispetto al secondo e mi ci gioco l'orologio (uno swatch in acciaio di 4 anni fa :rolleyes:) che durerà pure meno in termini di vita complessiva.

Ma è comunque un paragone che non sta in piedi, dato che il 3 cilindri è di un litro mentre un 5 cilindri va dai 2 litri in su anche turbocompresso magari.

 

Evidentemente in Toyota il gioco è valso la candela: hanno fatto un 3 cilindri risparmiando X (rispetto ad un convenzionale 4 in linea) e hanno speso Y per "agghindarlo" per bene (rispetto ad un 3 cilindri senza vvt-i).

 

Accetto la scommessa, mi ci gioco i miei calzini da footing dell'anno scorso :rolleyes: :P

Link to post
Share on other sites

Cioè prendi quel 3 cilindri e prendi un 5 cilindri Volvo: il primo sembrerà un trattore rispetto al secondo

Ma questo discorso non c'entra niente con l'essere pari o dispari. Anche un 4cil è meno fluido di un 5cil, e mi ci gioco la casa.

 

La fluidità e il suono migliorano con l'aumentare dei cilindri.

 

4 meglio di 3

5 meglio di 4

6 meglio di 5

ecc...

 

 

L'equilibratura è un discorso a parte.

A questo problema si pone rimedio con gli alberi controrotanti.

 

Sta di fatto che è più conveniente sotto ogni aspetto fare un 1.0 3cil piuttosto che un 1.0 4cil.

L'unico compromesso sta nelle vibrazioni, ma con gli alberi controrotanti si ottengono ottimi risultati.

 

Lo stesso vale per un 2.0 in su. Meglio 5cil piuttosto che 4cil. Si ottiene una migliore fluidità di funzionamento, paragonabile a un 6cil ma con ingombri ridotti.

Per le eventuali vibrazioni basta un albero controrotante.

Link to post
Share on other sites

Cioè prendi quel 3 cilindri e prendi un 5 cilindri Volvo: il primo sembrerà un trattore rispetto al secondo

Ma questo discorso non c'entra niente con l'essere pari o dispari. Anche un 4cil è meno fluido di un 5cil, e mi ci gioco la casa.

 

La fluidità e il suono migliorano con l'aumentare dei cilindri.

 

4 meglio di 3

5 meglio di 4

6 meglio di 5

ecc...

 

 

L'equilibratura è un discorso a parte.

A questo problema si pone rimedio con gli alberi controrotanti.

 

Sta di fatto che è più conveniente sotto ogni aspetto fare un 1.0 3cil piuttosto che un 1.0 4cil.

L'unico compromesso sta nelle vibrazioni, ma con gli alberi controrotanti si ottengono ottimi risultati.

 

Lo stesso vale per un 2.0 in su. Meglio 5cil piuttosto che 4cil. Si ottiene una migliore fluidità di funzionamento, paragonabile a un 6cil ma con ingombri ridotti.

Per le eventuali vibrazioni basta un albero controrotante.

 

Era esattamente quello che volevo dire io..."trattore" l'ho usato solo per enfatizzare i problemi di rumorosità e vibrazioni di cui parlavamo prima.

Io comunque continuo a giocarmi il mio swatch, anche perchè attualmente la casa non è mia... :D

Link to post
Share on other sites

Gentleman,

 

mi sono studiato in maniera più approfondita la meccanica dei motori e ho capito meglio il funzionamento in base al numero dei cilindri :)

 

Ho potuto constatare che l'architettura a 3 cilindri ( come le altre del resto ) ha una lunga storia, e veniva usata per esempio negli anni '60 anche su moto come le Triumph.

 

Il 3 cilindri ( come anche voi avete sottolineato :D ) è per sua natura sbilanciato e deve essere corretto con l'adozione appropriata di alberi controrotanti ( o contralberi di bilanciamento ), per minimizzare o annullare la naturale vibrazione ( sbilanciamento ) che si produce.

Il fatto però è che adottando questo accorgimento, i costi di produzione tendono a salire, perchè la meccanica diventa più complessa e raffinata... "sembra" che questo quindi non lo renda in realtà più conveninete di un 4 cilindri. Ho notato inoltre, guardando i dati dichiarati dalle varie case, che questa configurazione tende a portare la coppia motore su regimi più alti, e questo sembrerebbe uno svantaggio...

 

ma...

 

... ma allora perchè molte case lo adottano da molto tempo per i motori di piccola cilindrata ( dove lo sfruttamento in basso della coppia sarebbe preferibile ), e la BMW stà realizzando motori 1.300cc turbocompressi con questo schema, e che li userà su ben 2 serie della sua produzione!!!???

 

FONTE AUTOBLOG... LEGGI!

 

Sembra che questo schema permetta per sua natura di ottimizzare il rapporto prestazione/consumi, in modo molto più ottimale rispetto al 4 cilindri, e che in realtà lo sfruttamento della coppia dipenda molto più dal tipo di ingegnerizzazione e progetto che dallo schema in se.

 

 

Che ne pensate? :D

Link to post
Share on other sites

Gentleman,

 

mi sono studiato in maniera più approfondita la meccanica dei motori e ho capito meglio il funzionamento in base al numero dei cilindri :D

 

Ho potuto constatare che l'architettura a 3 cilindri ( come le altre del resto ) ha una lunga storia, e veniva usata per esempio negli anni '60 anche su moto come le Triumph.

 

Il 3 cilindri ( come anche voi avete sottolineato ;) ) è per sua natura sbilanciato e deve essere corretto con l'adozione appropriata di alberi controrotanti ( o contralberi di bilanciamento ), per minimizzare o annullare la naturale vibrazione ( sbilanciamento ) che si produce.

Il fatto però è che adottando questo accorgimento, i costi di produzione tendono a salire, perchè la meccanica diventa più complessa e raffinata... "sembra" che questo quindi non lo renda in realtà più conveninete di un 4 cilindri. Ho notato inoltre, guardando i dati dichiarati dalle varie case, che questa configurazione tende a portare la coppia motore su regimi più alti, e questo sembrerebbe uno svantaggio...

 

ma...

 

... ma allora perchè molte case lo adottano da molto tempo per i motori di piccola cilindrata ( dove lo sfruttamento in basso della coppia sarebbe preferibile ), e la BMW stà realizzando motori 1.300cc turbocompressi con questo schema, e che li userà su ben 2 serie della sua produzione!!!???

 

FONTE AUTOBLOG... LEGGI!

 

Sembra che questo schema permetta per sua natura di ottimizzare il rapporto prestazione/consumi, in modo molto più ottimale rispetto al 4 cilindri, e che in realtà lo sfruttamento della coppia dipenda molto più dal tipo di ingegnerizzazione e progetto che dallo schema in se.

 

 

Che ne pensate? :D

 

Penso che il sig. BMW si rivolterà nella tomba... :)

Link to post
Share on other sites

Faccio un'ipotesi assurda... sarebbe possibile realizzare un motore 1.0 monocilindrico???

 

Come funzionerebbe?

 

:lol: ;) :D

 

 

secondo me molto male,andrebbe avanti stile locomotiva a vapore.... :D

Link to post
Share on other sites

Da quel (purtroppo) poco che ricordo dai miei ingegneristici studi, il motore in asoluto piu' bilanciato è il 6 cilindri a V (non ricordo a quanto gradi, immagino il 60°) perchè controbilancia da solo le spinte dei 3+3 cilindri smorzando le forze in gioco. Questo indipendemente dalla cilindrata.

 

Il mono e bililindrico corrisponde ad avere un martello pneumatico sotto al cofano.

 

Il 4 cilindri è un giusto copromesso per i costi di fabbricazione, il piu' sfruttabile per i motori europei dati i costi del carburante.

Il 3 cilindri... questo mi manca proprio. In teoria se fosse a V (ma a questo punto a 120°) dovrebbe bilanciarsi bene, ma non sarebbe fattibile. Si sfrutta quindi la compattezza dei cilindri in linea con costi di produzione ridotti e per questo messo su auto piccole.

8, 10, 12 cilindri... beh... un bel sogno da guidare!!!

 

Inoltre, non meno imprtante è che se un 4 cilindri gira a 4000 giri ad una certa velocità (a pari rapporti al cambio e balle varie) vuol dire che ogni cilindro gira a 1000 giri al minuto.

Per il 6 cilindri si parla di 666 giri/minuto.

Per l'8 cilindri di 500 giri/min.

Quindi piu' si sale di numero ci cilindri, meno sono sottoposti ad usura.

Ciao

Link to post
Share on other sites

...

Inoltre, non meno imprtante è che se un 4 cilindri gira a 4000 giri ad una certa velocità (a pari rapporti al cambio e balle varie) vuol dire che ogni cilindro gira a 1000 giri al minuto.

Per il 6 cilindri si parla di 666 giri/minuto.

Per l'8 cilindri di 500 giri/min.

Quindi piu' si sale di numero ci cilindri, meno sono sottoposti ad usura.

Ciao

 

 

Questo spiegherebbe il fatto che un motore di grossa cilindrata (che di conseguenza adotta più di 4 cilindri) arrivi stanco a chilometraggi astronomici ovvero dai 300 ai 500.000

Link to post
Share on other sites

Inoltre, non meno imprtante è che se un 4 cilindri gira a 4000 giri ad una certa velocità (a pari rapporti al cambio e balle varie) vuol dire che ogni cilindro gira a 1000 giri al minuto.

Per il 6 cilindri si parla di 666 giri/minuto.

Per l'8 cilindri di 500 giri/min.

Quindi piu' si sale di numero ci cilindri, meno sono sottoposti ad usura.

Ciao

 

Ehm... guarda che i pistoni si muovono insieme, se il regime del motore è 4000 giri TUTTI i pistoni fanno 4000 corse in un minuto ovvero 2000 scoppi al minuto essendo l'intero ciclo degli scoppi di un motore 4T pari a 720 gradi (ovvero due giri ovvero due "su" e due "giù") indipendentemente dal numero dei cilindri.

Link to post
Share on other sites

Inoltre, non meno imprtante è che se un 4 cilindri gira a 4000 giri ad una certa velocità (a pari rapporti al cambio e balle varie) vuol dire che ogni cilindro gira a 1000 giri al minuto.

Per il 6 cilindri si parla di 666 giri/minuto.

Per l'8 cilindri di 500 giri/min.

Quindi piu' si sale di numero ci cilindri, meno sono sottoposti ad usura.

Ciao

 

I cilindri non girano, i tuoi studi ingegneristici studi sono parecchio da rivedere... :lol:

Un motore più grosso si usura meno semplicemente perchè esprime elevati valori di coppia e potenza, e quindi gira mediamente più piano, viene sfruttato meno.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...