Jump to content

strage A4 cosa fare? cosa cambiare?


Post consigliati

l'idea della discussione mi è venuta guardando la nostra prima pagina...e siccome sono polemico mi va di approfondire bene la tematica. Secondo voi come sono messe le nostre strada? davvero credete che un guard rail più alto avrebbe protetto? io non credo anche eprchè se così fosse dato che si tratta dello stesso tipo montato alla destra del guidatore potrebbe trovarsi nei pressi di un viadotto su uno strapiombo con conseguenze ben più gravi...e fino a che punto la responsabilità è solo del conducente o dell autosita di autobus o mezzo pesante? Vero alta velocità ed alcool fanno la loro parte, ma secondo me meno del 20% qui c'entra un sistema tutto italiano di turno per gli autotrascortatori, non controllato da nessuno...se invece hai il cronotachigrfo elettronico non manomissibile nel quale l'autista inserisce il proprio pin, magari corredato da impronta digitale per evitare che se lo scambi con qualcuno, se passate le 9 ore di viaggio non ti riposi parte subito un segnale gsm che avverte della posizione del veicolo e del numero di targa le forze dell'ordine che eleveranno due contravvenzioni: la prima all'autista e la seconda di pari entità al titolare degli autotrasporti....così si risolverebbe il problema...poi darei potere alla Polizia stradale non solo di controlalre e sanzionare gli automobilisti ma di rapportare al ministero o a chi di conseguenza sulle strade, il loro stato, sui cartelli, sulal segnaletica orizzontale e verticale, le segnalazioni arrivano ad un ufficio appostio magari corredate da fotografia e lo stesso ufficio interviene sanzionando il concessionario della strada......qualche guard rail migliore lo metterei ma ripeto solo per una questione di immagine di sicurezza. Installazione di più pannelli luminosi che ti avvertono a che velocità sei, ti avvertono preventivamente di traffico e situazioni particolari e sorpautto quando non svolgono la funzione di informazione fanno passare messaggi informativi che richiamano l'attenzione sull uso delle cinture o il telefonino durante la guida o peggio alcool e stupefacenti. Andrei nelle scuole dove andrebbero riformati i programmi, ridurrei un pò di latino che non serve a niente, magari riducendolo al solo studio degli autori, e instituirei una materia specifica dai 14 anni in poi che insegna elementi di ps, tossicologia degli elementi, fisica applicata, segnaletica stradale, comportamento su strada, pratica automobilistica. in pratica farei un autoscuola dentro la scuola con il conseguimento della patente in automatico al conseguimento dei 18 anni....ma certo per fare alcune cose ci vuole il coraggio...quello di alscaire che qualcuno controlli e che rapporti, quello di scoperchiare il pentolone di autosti stressati da turni e lavoro pesante perchè così verrebeb a galla che l'autista deve fare così altrimenti non potrebeb nemmeno mangiare a fine mese, verrebbe fuori che precchi trtti autostradali non sono nemmeno statia collaudati am sono figli di sanatorie di prefetti ed enti locali, verrerbbero fuori lavori pagati X ma che valgono X- infinito! per le scuoel si dovrebebro ridurre le cattedre ai latinisti e far chiudere le autoscuole con l'assorbimento di parte del personale nelle scuole stesse..... insomma una rivoluzione radicale .

Link to post
Share on other sites

l'idea della discussione mi è venuta guardando la nostra prima pagina...e siccome sono polemico mi va di approfondire bene la tematica.

 

 

 

 

Quello è un caso (limite) in cui nessuna barriera fisica avrebbe evitato l'incidente, magari sarebbe stato forse meno drammatico ma si sarebbe comunque verificato qualcosa. Il tamponamento a catena sarebbe stato meglio?......L'errore, la stanchezza, la distrazione, il guasto, l'ebbrezza.....la follìa, chi lo sa?

Serviva la protezione "no-damage" della..... play-station. Già, in fondo abbiamo un sacco di tecnologìa pronta solo che la usiamo sui listini come optional.......

Se applicassimo i nostri giocattolini su tutti i mezzi e contemporanemente sulla rete stradale sono convinto che eviteremmo un bel 70% di incidenti. La stessa percentuale che "gli esperti" hanno addebitato alle manovre da stanchezza o distrazione. Poi certo, le astronavi ci sono già ma ....."volano" su mulattiera ma qui entriamo in zona mafio-politica.....e nessuna tecnologìa servirebbe.

Link to post
Share on other sites

La cosa più importante da fare sarebbe somministrare al sistema massicce dosi di razionalità, senso della misura, oggettività, riducendo contemporaneamente i sempre più pesanti dosaggi di isteria collettiva ed autoalimentante che da un po' di anni costituiscono la "terapia" quotidiana. A cominciare, ovviamente, proprio dal modo in cui vengono continuamente introdotti nuovi obblighi e divieti, via via più assurdi e lontani dalla realtà, peraltro accomunati regolarmente da lampanti effetti di carattere monetario.

 

Dal punto di vista delle persone, i veri e soli pericoli della strada (e non solo) NON sono, come la moda sembra insegnare, i "guidatori di un certo tipo di veicolo", MA piuttosto le persone incoscienti, maleducate, afflitte da una qualsivoglia forma di integralismo.

 

Dal punto di vista dei veicoli, ovviamente, il pericolo cresce con le dimensioni. Un autoarticolato guidato da una persona irresponsabile è in grado di provocare situazioni mooolto più gravi di un camioncino guidato dalla stessa persona, che a sua volta è potenzialmente più pericoloso, sempre a parità di guidatore, di un furgone e così via, fino ad arrivare al pedone.

 

Inoltre va considerato il fatto che una persona, per quanto assennata, può essere sempre colpita da un malore, le cui conseguenze diventano tanto più potenzialmente disastrose quanto più grande e pesante è il mezzo guidato. Inoltre si può sempre verificare, anche con il più saggio dei guidatori, un guasto meccanico, anch'esso tanto più deleterio quanto più grande è il veicolo. Tanto più numerosi, sulle strade, i mezzi grandi e pesanti, tanto più elevati i pericoli potenziali. Se poi le strade sono smodatamente popolate da mezzi smodatamente grandi e pesanti, i pericoli sono SEMPRE smodatamente elevati.

 

Basta guardare qualche volta di seguito il filmato "crudo" (muto e privo di regia/commenti/interpretazioni giornalistiche di sorta, una vera rarità) dell'incidente autostradale di venerdì scorso sulla A4. Basta guardarlo in silenzio, da soli, concentrandosi un po', lasciando da parte slogan, simpatie e propagande di categoria e immaginando di essere a bordo di una di quelle macchinine che prima ci sono e un attimo dopo svaniscono. Basta fare questo piccolo esercizio per dare immediatamente il giusto peso alle polemiche ed ai cosiddetti "rimedi" che in questi giorni hanno tenuto banco.

 

Se ci fosse stata la terza corsia? Il camion avrebbe tagliato DUE corsie anziché una sola prima di invadere la carreggiata opposta; capirai che differenza...

 

Se ci fosse stato un muro di Berlino a separare le due carreggiate? Il camion sarebbe rimbalzato di qua, mettendosi di traverso sulla sua stessa carreggiata e rotolandovi a mo' di salsicciotto, con il risultato di un bel maxi tamponamento a catena; meno grave, forse, ma capirai che differenza...

 

A quanto pare, l'andazzo generale consiste nel fingere di non vedere che il problema centrale sta nella quantità abnorme, smodata, grottesca di veicoli pesanti che circolano nelle nostre scassate (in buona misura a causa di tali veicoli) e strette strade.

 

Pensare di "risolvere" i problemi aggiungendo nuove corsie o creando addirittura delle strade ad uso esclusivo dei camion (tutti "rimedi" che, guarda caso, comportano la movimentazione di colossali quantitativi di denaro...) mi sembra davvero assurdo e spudoratamente ipocrita, un po' come pensare di combattere gli spifferi aprendo le finestre.

Link to post
Share on other sites
problema centrale sta nella quantità abnorme, smodata, grottesca di veicoli pesanti che circolano nelle nostre scassate (in buona misura a causa di tali veicoli) e strette strade.

 

oltre a questo io aggiungerei anche il numero esiguo di controlli che vengono effettuati, la poca rigorosita' con la quale gli stessi vengono effettuati, e i turni massacranti a cui vengono sottoposti certi camionisti. Leggevo che ci sono autisti di mezzi pesanti che guidano per 20 ore di fila, si fermano per scaricare (loro stessi!!!) la merce' per poi riprendere il viaggio. Chiaro che in questo mix di condizioni ci ritroviamo alla merce' di bestioni che, in caso di colpo di sonno o distrazione o eccessiva velocita' per stare entro i tempi di consegna, diventato indomabili e finiscono per fare le stragi che tutti conosciamo. Chiaro che lo stesso discorso vale anche per gli automobilisti che, per quanto avendo sotto il sedere un mezzo di soli 1200kg, sono si' meno spettacolari da vedere in un Tg rispetto ad un TIR che si intraversa invadendo la corsia opposta con seguente esplosione, ma i danni e le morti le causano anche questi

Link to post
Share on other sites
secondo me non si è addormentato..si sarà rotto qualcosa..impossibile che una bestia così sterzi così velocemente..
Quoto
Link to post
Share on other sites

ma non si è più saputo nulla sulle cause?

;)

 

 

Da quello che il perito ha appurato si è trattato di rottura della ralla (lo snodo che congiunge trattore a rimorchio) la rottura ha provocato lo sbandamento improvviso del trattore e ha provocato l'incidente.

Link to post
Share on other sites

ma non si è più saputo nulla sulle cause?

;)

 

 

Da quello che il perito ha appurato si è trattato di rottura della ralla (lo snodo che congiunge trattore a rimorchio) la rottura ha provocato lo sbandamento improvviso del trattore e ha provocato l'incidente.

 

 

grazie tisian :(

Link to post
Share on other sites

cmq qui in italia danno patenti a cani e porci e il numero di incidenti è elevato sopratutto per questo!

 

....

 

completamente d'accordo!! oggi per prendere la patente si studiano un pò di regolette stupide, si imparano a memoria le risposte alle domande perchè si sa che le domande sono sempre quelle e con poche lezioni di guida ti mettono in mezza alla strada libero di pr4ovocare danni!!

io ho la patente da due anni ormai, ma se devo essere sincero sono schifato dal modo in cui è possibile prendere la patente! ma lo sapete in cosa consiste la prova pratica?? una manovra di parcheggio, uno stop, una precedenza e al max una partenza in salita per vedere quanto sei "bravo" a guidare!!

per me la pratica deve essere molto più severa, magari da fare con dei simulatori virtuali come fanno i piloti aeronautici, che mentre stai camminando per strada ti capita un qualsiasi ostacolo e devi essere bravo ad evitarlo, ecc..

solo così "scenderanno in strada" persone con un minimo di praticità..

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...