Jump to content

Mondeo1.8JTG problemi ai bassi regimi


Post consigliati

Per danystrauss, se si legge attentamente quanto scritto in questo link, veramente istruttivo e tutto in italiano, forse ho capito quello che vuole dire faraonix.

 

http://www.torquemaster.it/regolapressione.html

 

Alla lettera E della fotografia ci deve essere una connessione alla centralina motore che rileva (meglio MISURA) la pressione della benzina iniettata.

Infatti più sotto dove c'è l'immagine relativa a "Indicatore/Misuratore Elettronico della Pressione Benzina sugli iniettori", il guidatore visualizza la pressione mediante un semplice VDO (manometro). Uno simile l'ho montato nel mio furgone tdi che mi permette di controllare la reale pressione del turbo nel collettore di aspirazione.

 

Probabilmente negli impianti sequenziali ad iniezione gassosa, nel momento che l'impianto funziona a gpl - nel regolatore di pressione non c'è pressione di benzina - e quindi in questi impianti oltre ad intercettare il segnale inviato agli iniettori benzina commutandoli agli iniettori gas esiste un intercettazione anche di questo segnale di pressione, che all'origine è pneumatico, in modo da evitare anomalie di funzionamento.

 

Nella mia centralina TDI entra addirittura un tubicino aria direttamente nella centralina quindi il sensore è all'interno della centralina, nella versione di motore successiva (EURO 3) esiste un connettore di tipo elettrico e la centralina riceve un segnale complesso (penso temperatura e pressione del collettore di aspirazione) comunque il principio è lo stesso.

 

In pratica quello che vuol dire Faraonix è che se la vettura è fornita di questo tipo di controllo, l'impianto ICOM non prevede alcun aggiramento per questo come gli impianti ad iniezione sequenziale gassosa.

 

La lettura del link è veramente utile per capire ancora di più sulla gestione del rapporto stechiometrico, funzionamento open loop e tutto il resto.

 

Ciao, Luca.

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 100
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

devo dire, caro Luczan, che tu sei veramente una manna per questo forum,

e se adesso ci si mette anche Faraoni... :rolleyes:

 

per Seicorde:

carissimo, apprezzo moltissimo i tuoi post (semplici e precisi), nei quali c'è sempre molto da imparare;

bellissima anche la sintesi sui diversi tipi di iniezione;

spero che tu trovi al più presto un modo per farci condividere il tuo materiale (a me interessa molto)

 

CIAO A TUTTI

Link to post
Share on other sites

FERMI TUTTI!!!!!!!!!!!!!

 

NON VOGLIO NELLA MANIERA PIU' ASSOLUTA FAR CAPIRE FISHI PER FIASCHI.

 

RITORNIAMO AL PROBLEMA INIZIALE.

 

QUANDO O DETTO CHE LA PRESSIONE DEL GPL NON E' ADEGUATA AGLI ANTICIPI E AL CARICO MOTORE NON O FATTO TRASPARIRE CHE SI PUO' RIMEDIARE CON UN MARCHINGEGNO PER VARIARE IL RAPPORTO STECHIOMETRICO PERCHE' E' ASSURDO PENSARE CHE SI POSSA ADEGUARE UNA PRESSIONE IN MANIERA MANUALE QUANDO ABBIAMO A CHE FARE CON LA MAPPATURA TRIDIMENZIONALE DI UNA QUALSIASI CENTRALINA DI INIEZIONE A BENZINA DALLA QUALE ESCONO SEGNALI ELABORATI E CONVERGENTI SU UN SOLO COMPONENTE IL QUALE TRAMITE QUESTO GESTISCE IL RAPPORTO STECHIOMETRICO(ELETTROINIETTORE).

QUESTO TIPO DI IMPIANTO PURTROPPO LA PRESSIONE DEL GPL STESSO E'

GESTITA MANUALMENTE E' IMPENSABILE CHE QUESTO FUNZIONI CON UN RAPPORTO STECHIOMETRICO IDEALE SE SI CONSIDERA LE VARIAZIONI DI PRESSIONE CHE CI SONO A PARTIRE DALLE TUBAZIONI PER RIFINIRE AL SERBATOIO DE GPL SENZA CONTARE CHE IN UN SERBATOIO LE VARIAZIONI SONO INCALCOLABILI. CONSIDERIAMO:MANOMETRO SU SERBATOIO VETTURA FERMA, LA MATTINA SI RILEVA UNA PRESSIONE x A META' GIORNATA UNA PRESSIONE Y LA SERA UNA PRESSIONE Z .

FACCIAMO VIAGGIARE LA VETTURA IL RITORNO NEL SERBATOIO DEL GPL ALLO STATO LIQUIDO RISCALDA QUELLO GIA' PRESENTE CON ULTERIORI VARIAZIONI DI PRESSIONI CHE NON POSSO CERTO ELENCARE ANCHE SE AVESSI LA POSSIBILITA' CERTO NON LE POSSO GESTIRE.

UN'ALTRA CONSIDERAZIONE DA FARE PER POTER CAPIRE QUANTO SONO COMPLICATE OGGI LE VETTURE CHE ADOPRIAMO TRANQUILLAMENTE E QUESTA PUO' AIUTARE PER CAPIRE CHE NON BISOGNA ALTERARE CERTI EQUILIBRI CHE IL COSTRUTTORE DELLA VETTURA DEVE RISPETTARE " L'INQUINAMENTO ".

TUTTO E' BASATO SLL'INQUINAMENTO NON SI DEVE INQUINARE QUINDI TUTTO CIO' CHE INQUINA DEVE PASSARE DAL CATALIZZATORE COME PER ESEMPIO I VAPORI DELLA BENZINA DEL SERBATOIO QUESTI VENGONO RICICLATI DAL MOTORE COMBUSTI SENSA ALTERARE IL RAPPORTO STECHIOMETRICO.

PER CONCLUDERE QUANDO O DETTO CHE ERA DIFFICILE RISPONDERE A QUESTA DOMANDA NON L'O DETTO A CASO MA ERO CONSAPEVOLE CHE PER IL BUON FUNZIONAMENTO DI UN IMPIANTO A GPL OCCORRE UN IMPIANTO CHE RISPECCHI L'IMPIANTO DELLA BENZINA CON TUTTE LE VARIAZIONI CHE ESSO NECESSITA E QUESTE VARIAZIONI DEVONO AVVENIRE IN TEMPO REALE PERCHE' LA SONDA LAMBDA CHE GESTISCE LA CONSEGUENZA DEL RAPPORTO STECHIOMETRICO DEVE AGIRE APPENA AVVERTE CHE QUESTO RAPPORTO SI E' ALTERATO E LO DEVE CORREGGERE SUBITO (STO' PARLANDO CHE IN UN CICLO MOTORE DEVE RILEVERE E CORREGGERE PER IL CICLO SUCCESSIVO) . QUESTO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO E' NEL SISTEMA EURO 3 NON STO' A PARLARE DELL'EURO 4 ALTRIMENTI VI ANNOIO DICO SOLTANTO CHE PER L'EURO 4 IL SISTEMA DI CONTROLLO DEVE ANTICIPARE IL PRESUNTO INQUINAMENTO TANTO E' VERO CHE SONO NATI I COSIDDETTI SISTEMI A INIEZIONE A INCREMENTO DI POTENZA.

SPERO DI NON AVER ROTTO I COSIDDETTI A NESSUNO.

SONO A DISPOSIZIONE PER ULTERIORI CHIARIMENTI.

UN GIPPIELLISTA CONTENTO CREA UN GIPPIELLISTA

UN GIPPIELLISTA SCONTENTO FA PERDERE 60 GIPPIELLISTI ALLA CATEGORIA

 

FARAONIX

Link to post
Share on other sites

Per Faraonix, io ho solo cercato di interpretare la tua frase "......... A GPL TI MANCA UN PARAMETRO CHE E' QUELLO DELLA VARIAZIONE DELLA PRESSIONE DELLA BENZINA CHE QUEL SISTEMA (riferendoti al sistema ICOM) NON GESTESCE........."

 

Il link mi è servito solo per vedere come è fatto e come lavora un regolatore di pressione, certo non sto dicendo che uno debba installarsi questi dispositivi da tuning per uso competizione....... su una macchina a gpl.......

 

Ritengo tu sia un installatore professionista, in questo forum molti, fra cui il sottoscritto, sono qui per imparare............

 

Anzi le tue osservazioni mi sembrano veramente valide. Credimi.

 

Ciao. Luca

Link to post
Share on other sites

Per faraoni: la mia auto è un euro 1, è: ford mondeo 1.8 16v sw febbraio 1995 della serie prodotta dal 92 al 95, motore RKA, forse non mi sono spiegato bene ma abbiamo verificato con l'apparecchiatura per l'analisi dei gas di scarico che la carburazione fosse magra, non era solo una mia impressione, provato al minimo, a 1500 giri, a 2500 giri, ora con i getti più grandi va molto meglio ma non ho ancora rifatto la prova dei gas di scarico, anche perchè sto aspettando i getti ancora più grandi che dovrebbero arrivare domani.

Per Luca: hai idea di cosa costino quegli affari?

Ciaoooo Alberto

Link to post
Share on other sites

Ciao MondeoSw,

volevo risponderti riguardo i getti. Anch'io ho installato il Jtg sulla mia 147 1.6 120cv, il tecnico ha messo da subito i getti più grandi, quelli da 118 e ti assicuro che la macchina va benissimo(tocchiamo ferro...). Sono maggiorati rispetto quelli benzina, io inizialmente credevo ci volessero un 15% più piccoli ma il mio installatore è convinto del contrario e a quanto pare devo dargli ragione.

 

Facci sapere.

ciao

Link to post
Share on other sites

E se la icom facesse un'iniettore come quello della benzina??????In fondo e' la centralina originale a gestire l'impianto a gas , pensateci un'iniettore che puo' variare i tempi d'iniezione come l'originale niente piu' maledetti calibratori, o dico un ca..........ta

Link to post
Share on other sites

Per MondeoSw, penso che quei dispositivi costino abbastanza...... sono per usi molto particolari.

Certo una cosa è la regolazione ed un'altra è avere una lettura costante di parametri, utile per la diagnostica del motore.

 

Nel mio furgone tdi ho installato due strumenti che normalmente non si trovano nelle strumentazioni di serie:

- la pressione realtime del turbo

- la temperatura dell'olio motore, mediante un bulbo posizionato vicino alla cartuccia olio.

 

A me servono per controllare non vi siano anomalie e per risparmiare il motore quando gli si tira il collo..................

 

Certo nei motori benzina, farebbe comodo avere:

- l'attuale rapporto stechiometrico in modo da vedere se la miscela è magra o grassa o se ci sono problemi al filtro dell'aria che limita l'afflusso d'aria;

- il posizionatore della valvola a farfalla;

- il timing degli iniettori.

 

Io utilizzo anche questo software, installabile su un normale portatile, che mi permette di interrogare la mia centraline per gli errori, visualizzare tutti i parametri e anche settare qualche parametro (non tuning !): minimo, EGR, taratura dinamica dell' anticipo della pompa iniezione quando cambio le cinghie di distribuzione, ecc. ......................

 

http://www.vag-com-italiano.com/

 

Ha le stesse prestazioni del VAG1551 che usano nelle officine autorizzate AUDI-VW

e costa qualche centinaio di euro.

 

Ciao. Luca

Link to post
Share on other sites

PER LUCZAN E FORD MONDEO CHIEDO SCUSA DELLA MIA IRRUENZA.

DA QUANDO MI SONO ISCRITTO A QUESTO FORUM LEGGO DELLE COSE CHE MI FANNO RABBRIVIDIRE.

CAPISCO CHE CI SONO PERSONE NELLA DISCUSSIONE CHE NON SONO DEL MESTIERE MA QUANDO LEGGO CHE UN TECNICO PROVA A FARE EBBENE RAGAZZI IO MI INCAZZO!!!!!!!!!

LE PROVE NON SI FANNO SULLA PELLE DEGLI UTENTI FINALI.

LE PROVE SI FANNO IN FABBRICA.

SI. SONO UN ISTALLATORE DI IMPIANTI A GPL PRIMA SONO STATO C.O. IN UNA CONCESSIONARIA PER 20 ANNI ORA SONO TITOLARE DI UNA OFFICINA A.R. E VI POSSO CONFESSARE CHE NE O VISTE DI COTTE E DI CRUDE IN MATERIA DI GPL E DI METANO.

SE MI SONO DEDICATO ALL'ISTALLAZIONE DI IMPIANTI A GPL IL MOTIVO E' MOLTO SEMPLICE NON POTEVO CERTAMENTE FARE DELLE SCELTE SBAGLIATE NEI CONFRONTI DEI MIEI CLIENTI CHE FINO AD OGGI ANNO AVUTO FIDUCIA DEI MIEI CONSIGLI.

LE MIE SCELTE DA 10 ANNI AD OGGI SONO STATE VIALLE E AG.

IL VIALLE E' UN IMPIANTO MOLTO COSTOSO MA A DEI PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO IDEALI PER IL BUON FUNZIONAMENTO ANCHE DI UN EURO 4.

A G E A LE SOLITE PREROGATIVE DEL VIALLE NON E' UN IMPIANTO ALLO STATO LIQUIDO MA GASSOSO E RISPETTA LE NORMATIVE EURO 4.

PRINCIPALMENTE INSTALLO A G CONSIDERATO I COSTI DEL VIALLE E NON E' PRESUNZIONE MA PURA REALTA' CHE NON C'E' BISOGNO DEL TECNICO CHE VIENE A PROVARE E A FARE ESPERIMENTI SULLE VETTURE CHE TRASFORMO IL CLIENTE SI DIMENTICA DI AVERE INSTALLATO L'IMPIANTO .

E' VERO ANCHE CHE QUESTO IMPIANTO COSTA QUALCHE EURO IN PIU' MA CONFRONTIAMO LA TECNOLOGIA: AG A DEI VERI ELETTROINIETTORI MONTATI SU SINGOLO CONDOTTO DI ASPIRAZIONE NON DELLE ELETTROVALVOLE.

A G A UN'ELETTRONICA PIU' EVOLUTA CHE LAVORA IN PIENA SIMBIOSI CON QUALSIASI CENTRALINA SEQUENZIALE FASATA.

NON CONOSCO LA VOSTRA PROFESSIONE SE C'E' BISOGNO DI ULTERIORI SPIAGAZIONI SCRIVETE. TENGO A PRECISARE CHE NON SONO UN FAZIOSO.

CHIEDO SCUSA DI NUOVO

 

SALUTI FARAONIX

Link to post
Share on other sites

Ciao faraonix. Se tutti i parametri elencati da te sono gestiti a benzina, e se la centralina gestisce l'impianto icom perche' calibrare i getti, perche' non fare un' iniettore che lavora come quello benzina?

Link to post
Share on other sites

Grazie Faraonix, dalle tue parole avevo intuito che eri un installatore professionista.

 

Io faccio tutt'altro lavoro, i motori sono solo una mia personale passione.

 

Ho solo un paio di domande sul sistema Vialle LPI.

 

E' vero come ho letto che possono essere montati solo su quelle vetture per le quali la casa ha sviluppato apposita centralina per modello e motore ?

 

E' ancora distribuito in Italia e come mai l'azienda che li distribuiva è fallita ?

 

Ti ringrazio. Luca.

Link to post
Share on other sites
Grazie Faraonix, dalle tue parole avevo intuito che eri un installatore professionista.

 

Io faccio tutt'altro lavoro, i motori sono solo una mia personale passione.

 

Ho solo un paio di domande sul sistema Vialle LPI.

 

E' vero come ho letto che possono essere montati solo su quelle vetture per le quali la casa ha sviluppato apposita centralina per modello e motore ?

 

E' ancora distribuito in Italia e come mai l'azienda che li distribuiva è fallita ?

 

Ti ringrazio. Luca.

io li ho contattati a settembre per info e' mi hanno dato il numero di uno di peschiera borromeo ma mi ha detto che l'impianto esisteva solo x i 4 cilindri niente v6

Link to post
Share on other sites

Sempre per Faraonix, nell'ultimo post dici che

 

".......... AG HA DEI VERI ELETTROINIETTORI MONTATI SU SINGOLO CONDOTTO DI ASPIRAZIONE NON DELLE ELETTROVALVOLE."

 

Qual'è la differenza fra ELETTROINIETTORE e ELETTROVALVOLA e in che cosa il primo migliora il rendimento dell'impianto gpl ?

 

 

Ciao. Luca.

 

P.S.: piccolo galateo di internet: scrivere tutto maiuscolo equivale a gridare. E' da evitare.

Link to post
Share on other sites
Ciao faraonix. Se tutti i parametri elencati da te sono gestiti a benzina, e se la centralina gestisce l'impianto icom perche' calibrare i getti, perche' non fare un' iniettore che lavora come quello benzina?

Grazie bdrt, riguardo alla tua domanda penso semplicemente che per farlo ICOM dovrebbe svilupparsi da zero una centralina dedicata............... (aumentano anche i costi dell'impianto): ed anche l'investimento per l'azienda non è da poco...........

 

E' anche vero che allo stato attuale l'impianto è più semplice........

 

Sul punto fai pure le tue riflessioni...........

 

Ciao.

Luca

Link to post
Share on other sites

Per Luca: per il portatile e il software ok, ma che cablaggio usi per collegarti alla centralina? Basta un seriale?

Per Faraonix: avevo già capito anch'io che sei un installatore, comunque credevo che la vialle fosse fallita, è comunque molto poco diffusa, io non ho trovato installatori vialle nella mia zona(TV), ho installato icom da un mio amico che monta BRC consapevole dei problemi a cui potevo andare incontro, lui non ne aveva mai montati ma gli piace la semplicità dell'impianto e le potenzialità dell'iniezione liquida, sono appassionato di meccanica e mi piace fare prove, da quello che ho imparato sul forum + l'esperienza motoristica del mio amico ho ottenuto già ottimi risultati, i problemi nel mio caso sono dovuti dalla vecchiaia dell'auto, come dovresti ben sapere l'auto deve essere ben a punto per andare bene con qualsiasi impianto iniettato sequenziale liquido o gassoso, poi trovare i getti giusti fa parte della messa a punto dell'impianto che quando è a punto ok!!!!!!!!!!!!!!!!

Personalmente credo in questo impianto icom e sono abbastanza soddisfatto del funzionamento anche se vorrei farci delle modifiche tipo ridurre o azzerare il tempo di 55 secondi, perchè non mi va di consumare benzina e poi a motore caldo non ha senso aspettare 55 secondi!!!!

Grazie comunque dell'interessamento.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...