Jump to content

Azienda vieta accesso parcheggio seminterrato auto a gpl


Post consigliati

A parte il singolo caso del condominio, la vera vergogna è che se guardate attentamente sui cartelli all' ingresso dei parcheggi interrati dei supermercati o dei centri-commerciali, vedrete che il divieto c'è nel 99,9% dei casi!

 

 

ma in quel caso quelli con le nuove bombole possono parcheggiare?

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 45
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

A parte il singolo caso del condominio, la vera vergogna è che se guardate attentamente sui cartelli all' ingresso dei parcheggi interrati dei supermercati o dei centri-commerciali, vedrete che il divieto c'è nel 99,9% dei casi!

 

 

ma in quel caso quelli con le nuove bombole possono parcheggiare?

 

 

ora non ho a portata di mano il riferimento normativo (forse qualche messaggio più su era stato già postato), comunque al primo piano interrato SI PUO' PARCHEGGIARE. con nuovi impianti (mi sembra CE 67/1)

l'altra settimana (ero a piedi) vado dal direttore di un supermercato/centro commerc che ha il divieto per il GPL e gli faccio:"senta, per il divieto del GPL, OVVIAMENTE (evidenziando l'ovviamente) il divieto è solo per il secondo piano interrato, OVVIAMENTE, giusto?"

mi risponde che certo, al primo piano si può parcheggiare...

gli volevo dire MA PERCHE' NON LO SCRIVI? te lo devo chiedere io?

perciò... rompete i c...oni, forse qualcosa la risolvete

cià

Link to post
Share on other sites

 

l'altra settimana (ero a piedi) vado dal direttore di un supermercato/centro commerc che ha il divieto per il GPL e gli faccio:"senta, per il divieto del GPL, OVVIAMENTE (evidenziando l'ovviamente) il divieto è solo per il secondo piano interrato, OVVIAMENTE, giusto?"

mi risponde che certo, al primo piano si può parcheggiare...

gli volevo dire MA PERCHE' NON LO SCRIVI? te lo devo chiedere io?

perciò... rompete i c...oni, forse qualcosa la risolvete

cià

 

Straquoto Viciè.

 

Nel caso dei centri commerciali se non avete voglia di perdere tempi di persona scrivetegli che se non tolgono il divieto voi ed i vostri amici sarete costretti vostro malgrado a fare shopping altrove...

Link to post
Share on other sites

Siete sicuri di questa cosa???

Cioè ad esempio se io (ad esempio) domani mi sveglio e decido che il mio vicino mi sta sul cu.o posso mettermi daccordo con altri condomini e decidere che la sua fiat seicento non può parcheggiare nel suo box in quanto fiat rossa?

Mi sembra una stron.ata megagalattica... a me un amministratore di condominio ha assicurato che eventuali regole condiminiali contrarie alla legge sono da considerarsi carta straccia, ha vinto diverse cause in base a questo principio.

ti serve l' unianimita' per fare questa cosa non basta la maggioranza

Link to post
Share on other sites

A parte il singolo caso del condominio, la vera vergogna è che se guardate attentamente sui cartelli all' ingresso dei parcheggi interrati dei supermercati o dei centri-commerciali, vedrete che il divieto c'è nel 99,9% dei casi!

 

 

e il 99,9% dei casi il divieto è indistintamente per gpl e metano...ridicolo.

 

finora l'unico che ho visto fare distinzione con criterio è il carrefour di assago (milano), che ha 1 bel cartello con divieto gpl, ma sotto la scritta gpl compare anche: non omologati al decreto del 2001.

dunque finora l'unico che faccia 1 giusta distinzione.

Link to post
Share on other sites

e il 99,9% dei casi il divieto è indistintamente per gpl e metano...ridicolo.

 

finora l'unico che ho visto fare distinzione con criterio è il carrefour di assago (milano), che ha 1 bel cartello con divieto gpl, ma sotto la scritta gpl compare anche: non omologati al decreto del 2001.

dunque finora l'unico che faccia 1 giusta distinzione.

 

 

la cosa che a me fà inca**are è che da molti anni le nuove costruzioni devono essere a norma consentire il parcheggio di auto a gpl fino al primo piano interrato...quindi i casi son 2...o non avete rispettato la norma o siete dei ca**oni :rolleyes:

Link to post
Share on other sites

 

 

il carrefour di assago (milano)

 

A Roma ce l'ha il Centro Commerciale Anagnina, vicino a Ikea, quel cartello.

Link to post
Share on other sites

la cosa che a me fà inca**are è che da molti anni le nuove costruzioni devono essere a norma consentire il parcheggio di auto a gpl fino al primo piano interrato...quindi i casi son 2...o non avete rispettato la norma o siete dei ca**oni :)

 

a proposito, in che anno spariranno le bombole vecchie?

 

Certo che tutte ste fisime per metano e GPL e poi vorrebbero usare l'iderogeno, che è 1000 volte peggio

Link to post
Share on other sites

per i traghetti basta teoricamente avvisare prima di salire, così ti mettono sul ponte.

inoltre bisogna commutare a benzina, o meglio ancora salire con la bombola vuota.

 

 

per quanto riguarda i centri commerciali, ho scritto 1 email ad 1 centro commerciale dietro casa, facendo notare i loro cartelli di divieti assurdi e la normativa italiana ed europea....secondo voi si sono degnati di rispondere?

Link to post
Share on other sites

la cosa che a me fà inca**are è che da molti anni le nuove costruzioni devono essere a norma consentire il parcheggio di auto a gpl fino al primo piano interrato...quindi i casi son 2...o non avete rispettato la norma o siete dei ca**oni :huh:

 

a proposito, in che anno spariranno le bombole vecchie?

 

Certo che tutte ste fisime per metano e GPL e poi vorrebbero usare l'iderogeno, che è 1000 volte peggio

 

 

teoricamente nel 2011 :(

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

 

per quanto riguarda i centri commerciali, ho scritto 1 email ad 1 centro commerciale dietro casa, facendo notare i loro cartelli di divieti assurdi e la normativa italiana ed europea....secondo voi si sono degnati di rispondere?

 

è passato più di 1 mese e ovviamente nessuno mi ha risposto...e il cartello è ancora lì: no gas, no gpl! :blink:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Non sono un'avvocato ma la sola presenza di un cartello non vieta la passibilità di parcheggiare ad una vettura in "regola". E' la leggwe nazionale che vieta o permette. CIAO

Link to post
Share on other sites

Riporto quanto ho scritto nel post "parcamento", magari può essere di aiuto:

 

" Vedo che è da un pò che non si scrive sull'argomento, cercherò nel limite del possibile, di dare anch'io un contributo, riallacciandomi all'ultimo post sopra.

Il "verbo" utilizzato dal legislatore nel caso di specie non è "potere", poichè è scritto "è consentito" e non invece "può essere consentito". Infatti la norma dell'art. 1 comma 1° del DM 22/11/2002 n. 25483 stabilisce testualmente: " Il parcamento degli autoveicoli alimentati a gas di petrolio liquefatto con impianto dotato di sistema di sicurezza conforme al regolamento ECE/ONU 67-01 è consentito nei piani fuori terra ed al primo piano interrato delle autorimesse, anche se organizzate su più piani interrati."

Quindi non dicendo "PUO' ESSERE CONSENTITO", il legislatore potrebbe, uso il condizionale poichè in giurisprudenza è tutto, o quasi, opinabile, aver inteso non dare libera scelta ai privati nell'introdurre un divieto laddove lui lo ha escluso, leggasi al primo piano interrato.

Il problema purtroppo non è di semplice soluzione, poichè si tratta di stabilire se una determinata norma sia dispositiva od imperativa, poichè se fosse chiaramente dispositiva (ad esempio se fosse scritto "può essere consentito") i privati potrebbero liberamente derogare ad essa e quindi disporre diversamente ad esempio vietando il parcamento dei veicoli a GPL anche al primo piano interrato (poichè è ovvio mai potrebbero consentirlo diversamente a piani inferiori al primo), mentre se fosse chiaramente imperativa (ad esempio se fosse scritto "deve essere consentito") i privati non potrebbero assolutamente derogare ad essa.

Le cose però non stanno mai, o quasi, come le ho descritte sopra, bianco o nero, poichè vi è tutta una serie di norme che non è facile stabilire, almeno con assoluta certezza, se siano dispositive o imperative, come per l'appunto la norma in questione che dice "E' CONSENTITO", che non usa nè il verbo potere nè il verbo dovere.

La cosa è di fondamentale importanza perchè qualunque divieto imposto anche su accordo delle parti, non può essere assolutamente contrario a norme imperative, vedi art. 1343 c.c. "La causa è illecita quando è contraria a norme imperative, all'ordine pubblico o al buon costume".

Pertanto a questo punto si può cercare solo di fare un'interpretazione della suddetta norma, ma che non può che essere soggettiva ed in quanto tale opinabile, con l'auspicio che trovi conforto eventualmente in qualche decisione giurispudenziale.

Io personalmente propenderei per la natura imperativa della citata norma, poichè a mio avviso, ripeto è comunque la mia opinione, ma altri potrebbero pensarla diversamente, il verbo usato dalla suddetta norma "E' CONSENTITO" attribuisce un diritto ai cittadini e un Decreto ministeriale non può essere derogato da un accordo tra privati, di natura negoziale, od addirittura da un semplice divieto stabilito unilateralmente dalla direzione di un supermercato.

In definitiva secondo tale ragionamento un divieto di parcamento della auto a GPL nel 1° piano interrato, alla luce dell'art. 1 comma 1 del D.M. 22/11/2002 n. 25483, sarebbe illegittimo per contrarietà a tale norma imperativa, che invece tale parcamento lo consente espressamente.

Scusate la lunghezza del testo."

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...