Jump to content

Azienda vieta accesso parcheggio seminterrato auto a gpl


Post consigliati

  • Risposte 45
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Siete sicuri di questa cosa???

Cioè ad esempio se io (ad esempio) domani mi sveglio e decido che il mio vicino mi sta sul cu.o posso mettermi daccordo con altri condomini e decidere che la sua fiat seicento non può parcheggiare nel suo box in quanto fiat rossa?

Mi sembra una stron.ata megagalattica... a me un amministratore di condominio ha assicurato che eventuali regole condiminiali contrarie alla legge sono da considerarsi carta straccia, ha vinto diverse cause in base a questo principio.

Link to post
Share on other sites

Siete sicuri di questa cosa???

Cioè ad esempio se io (ad esempio) domani mi sveglio e decido che il mio vicino mi sta sul cu.o posso mettermi daccordo con altri condomini e decidere che la sua fiat seicento non può parcheggiare nel suo box in quanto fiat rossa?

Mi sembra una stron.ata megagalattica... a me un amministratore di condominio ha assicurato che eventuali regole condiminiali contrarie alla legge sono da considerarsi carta straccia, ha vinto diverse cause in base a questo principio.

Sicurissimi. Il problema è che non vai "contro la legge", ma semplicemente imponi un regolamento più restrittivo. Diciamo che prima per legge non si poteva parcheggiare ai piani interrati, quindi ovunque era vietato. Ora la legge stabilisce che, grazie ai nuovi impianti che soddisfano determinati parametri di sicurezza, è possibile parcheggiare le auto a gpl fino al primo piano interrato. Ma questo vuol dire che la legge "da la possibilità di parcheggiare", non "impone" che la auto a gpl devono poter parcheggiare obbligatoriamente fino al primo piano interrato. Ecco perchè è possibile avere un regolamento restrittivo, ma non il contrario, perchè se un parcheggio dovesse dare la disponibilità di parcheggio ai piani inferiori al primo alle auto a gpl allora in questo caso andrebbe contro la legge.

 

ps. il tuo discorso dell'auto rossa ovviamente era provocatorio, non ha basi su cui discutere, ma chiaro che se vengono messe in gioco regole riguardo la sicurezza dell'avere un impianto a gpl nel parcheggio con magari un box che non ha aperture di sfiato allora potrebbe essere possibile fare questo sgarro al tuo vicino..

Link to post
Share on other sites

Grazie della spiegazione, ma non sono convinto al 100%... nel caso un box sia adeguato (piano int. non superiore al primo e adeguata aerazione) ad ospitare un'auto a gpl equipaggiata con un impianto recente (quindi con tanto di indicazione sul libretto) quale legge vieta il parcheggio?

In base a quale principio il condominio può applicare regolamenti più restrittivi?

Lo chiedo perchè un amico ha recentemente vinto una causa perchè nel suo condominio avevano bandito gli animali e lui aveva un cane. Da quello che mi ha raccontato, ha vinto la causa ed ha potuto tenere il cane perchè esso non abbaiava e non infastidiva in alcun modo i condomini e quindi non c'era alcun valido motivo per il suo allontanamento... volevo capire se è stato solo fortunato o se l' avvocato sapeva il fatto suo come si dice.

 

PS: si il mio discorso era solo provocatorio, non vivo neppure in condominio...

Link to post
Share on other sites

Credo civas che dovremmo fare due differenziazioni: un regolamento prestabilito già esistente e la possibile "infrazione" successiva da parte del condomino e un regolamento modificato successivamente su cui penso sia possibile discutere se qualcuno non è d'accordo e appellarsi a varie argomentazioni.

Se il regolamento c'era fin da prima credo sia un pò tipo "silenzio assenso", cioè se il regolamento di condominio stabiliva cosi sei tu condomino non informato che sei andato contro la legge condominiale, se invece viene fatta successivamente (tantopiù per ripicca per dire) entrano in gioco diversi fattori. Ci vorrebbe un avvocato ferrato nell'argomento per illuminarci :)

Link to post
Share on other sites

E' possibile vietare l'accesso alle parti condominiali sia ad un'auto a gpl (cortile-accesso ai garage) sia ad un cane (scale-corridoi), ma per far questo occorre l'unanimità: TUTTI i condomini devono accettarla.

Se questi divieti sono riportati nel regolamento di condominio, acquistando casa, accetti anche il regolamento, quindi serve nuovamente l'unanimità per rimuovere il divieto.

Infrangendo il divieto, ci si assume le conseguense nel remoto e malaugurato caso accadesse qualcosa di catastrofico.

Link to post
Share on other sites

E' possibile vietare l'accesso alle parti condominiali sia ad un'auto a gpl (cortile-accesso ai garage) sia ad un cane (scale-corridoi), ma per far questo occorre l'unanimità: TUTTI i condomini devono accettarla.

Se questi divieti sono riportati nel regolamento di condominio, acquistando casa, accetti anche il regolamento, quindi serve nuovamente l'unanimità per rimuovere il divieto.

Infrangendo il divieto, ci si assume le conseguense nel remoto e malaugurato caso accadesse qualcosa di catastrofico.

 

Ecco, questo chiarisce molto.

Quindi se (ipoteticamente) io già vivo in un condominio, non possono inibirmi l'accesso al box senza che io stesso sia daccordo.

Link to post
Share on other sites

Ecco, questo chiarisce molto.

Quindi se (ipoteticamente) io già vivo in un condominio, non possono inibirmi l'accesso al box senza che io stesso sia daccordo.

Se anche ci vuole un voto in più basta corrompere un vicino :lol:

 

Non capisco, tascapane diceva che ci vuole l'unanimità... :lol:

Link to post
Share on other sites

Infatti, se cosi' fosse e tascapane avesse ragione nessuno può impedire ad una persona che vive in un condominio di parcheggiare in box la fiammante bi-fuel appena acquistata... a meno che il divieto fosse già stato accettato da tutti in precedenza (ma in questo caso se io fossi un condomino eviterei direttamente l'acquisto di un'auto simile).

Link to post
Share on other sites

E' possibile vietare l'accesso alle parti condominiali sia ad un'auto a gpl (cortile-accesso ai garage) sia ad un cane (scale-corridoi), ma per far questo occorre l'unanimità: TUTTI i condomini devono accettarla.

Se questi divieti sono riportati nel regolamento di condominio, acquistando casa, accetti anche il regolamento, quindi serve nuovamente l'unanimità per rimuovere il divieto.

Infrangendo il divieto, ci si assume le conseguense nel remoto e malaugurato caso accadesse qualcosa di catastrofico.

 

Ecco, questo chiarisce molto.

Quindi se (ipoteticamente) io già vivo in un condominio, non possono inibirmi l'accesso al box senza che io stesso sia daccordo.

Esatto, non possono applicare un divieto se non siete tutti daccordo.

Il problema sussiste se magari 20 o 30 anni fa, è stata fatta una riunione, e TUTTI hanno deliberato che non vogliono auto a gpl nelle parti condominiali.

Per rimuovere un divieto già esistente, magari di una delibera condominiale del 1960, occorre che siate di nuovo tutti d'accordo.

 

Infatti, se cosi' fosse e tascapane avesse ragione nessuno può impedire ad una persona che vive in un condominio di parcheggiare in box la fiammante bi-fuel appena acquistata... a meno che il divieto fosse già stato accettato da tutti in precedenza (ma in questo caso se io fossi un condomino eviterei direttamente l'acquisto di un'auto simile).

esatto, è questo che intendevo.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

A parte il singolo caso del condominio, la vera vergogna è che se guardate attentamente sui cartelli all' ingresso dei parcheggi interrati dei supermercati o dei centri-commerciali, vedrete che il divieto c'è nel 99,9% dei casi!

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...