Jump to content

Alfa 147 1.6 Jtg Icom


Post consigliati

Ciao,

la sera preferisco spegnerla a benzina, un chilometro prima di arrivare a casa premo il commutatore ed una volta nel box la spengo così. L'installatore mi ha detto che non è necessario ma così mi sento più tranquillo.

Inoltre in questo modo quando la riaccendo al mattino parte a benzina e ci rimane per almeno 5 minuti fino a quando non premo di nuovo il commutatore. Così il motore ha tempo di scaldarsi un pò(e di lubrificarsi). Le mie saranno solo fisime ma con questo freddo sento che è la cosa migiore da fare.

 

Ciao a tutti.

 

:)

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 72
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

In realtà credo che si dovrebbe fare esattamente il contrario!

E' vero che quando spengo a benzina, alla ripartenza potrebbe sentirsi l'odore di qualche residuo di gas, però è anche vero che il gas è più pulito della benzina, quindi lasciare del gas nei cilindri è meglio che lasciare benzina.

Link to post
Share on other sites

Allora vi dico come faccio io.....

con JTG su Corolla.....

la mattina a macchina completamente fredda

parto a benzina e faccio almeno 2km poi commuto a GPL (che avviene dopo 55sec)

in questa maniera non ho problemi...

fra poco appronto la modifica con bulbo a 42°C

che per me e' meglio lasciando sempre i 55sec

Ciaooooooooo Daniele

Link to post
Share on other sites
Allora vi dico come faccio io.....

con JTG su Corolla.....

la mattina a macchina completamente fredda

parto a benzina e faccio almeno 2km poi commuto a GPL (che avviene dopo 55sec)

in questa maniera non ho problemi...

fra poco appronto la modifica con bulbo a 42°C

che per me e' meglio lasciando sempre i 55sec

Ciaooooooooo Daniele

Se è x questo, il mio BRC fa tutto da solo.

Con auto a freddo devono sussistere entrambe le seguenti condizioni:

- temperatura dell'acqua >= 25 gradi

- tempo dall'accensione >= 60 secondi.

 

Non so xché, ma la temperatura dell'acqua segnata nel cruscotto è superiore a quella prelevata dalla centralina: il passaggio in pratica lo fa quando la lancetta si stacca dal fondo scala di 50 gradi. boh!

 

Con auto a caldo (immaginate di fare un bel viaggetto, spegnere l'auto x 10 minuti, ad esempio dal benzinaio, e ripartire) le condizioni sono:

- temperatura dell'acqua >= 45 gradi

- tempo dall'accensione >= 5 secondi

Link to post
Share on other sites

Dipende sempre dall'auto.

Sui motori FIAT non c'è molto da lubrificare xché non hanno grossi problemi di usura delle sedi valvole.

Sui motori che hanno usura accentuata, chiaramente è meglio far girare di più il motore a benzina.

Per il JTG non so, magari in questo caso l'usura delle sedi valvole è inferiore già di suo...

Link to post
Share on other sites

l'usura valvole di per certo per un concetto fisico e' minore su Icom o Vialle

o Borel o liquida che sia

ma il fatto che icom abbia scelto solo la tecnica dei 55 sec

per me e' sbagliato...........

molto meglio la tecnica a temperatura come quella di tutti gli altri impianti sequenziali gassosi

pur lasciando i fatidici 55sec impostati da icom necessari per il riempimento dell'impianto e per evitare il formarsi di bolle.............

 

Ciao Daniele

Link to post
Share on other sites

Perchè dici che è meglio il metodo 'a temperatura'? per quanto ne so io, gli impianti gassosi iniziano a funzionare a gas a motore caldo per due motivi:

1) serve acqua calda per far evaporare il gpl nel riduttore di pressione (altrimenti non c'è verso, il riduttore si ghiaccia subito);

2) non usando la centralina originale ma un'emulazione per regolare l'iniezione, non dovendo gestire il motore freddo si evitano un tot di problemi, dato che a motore freddo la centralina originale tiene il minimo alto e la miscela molto grassa, per evitare irregolarità.

 

Jtg non ha bisogno di far evaporare il gpl (lo inietta liquido) ed usa direttamente la centralina originale per comandare i proprio iniettori, quindi non sembra ci siano motivi per aspettare a commutare a gpl.

Sia chiaro, chiedo per curiosità, ai forum si partecipa per imparare....

 

Forse un altro motivo per aspettare di avere il motore caldo potrebbe esserci: a motore freddo, le tolleranze di accoppiamento pistoni-cilindri sono un pò elevate, per cui qualcosa trafila nel basamento... però il gpl a pressione ambiente è gassoso, se anche ne trafila un pò evapora subito e non va a mischiarsi all'olio, da questo punto è anche meglio della benzina...

boh, magari sbaglio, ma di motivi per andare a benzina a freddo non ne vedo. Forse giusto la necessità di 'lubrificare' un pò le sedi valvole con la benzina, ma questo vale a caldo ancora più che a freddo.

Link to post
Share on other sites

Top, sono alle prime armi anch'io, ma ho letto che una protratta inattività degli iniettori benzina provoca una loro incrostazione ed un cattivo funzionamento nell'uso a benzina e quindi un uso a benzina è necessario almeno per questo scopo.

 

Ciò spiega anche indirettamente che per ora non esiste la possibilità di fare un impianto gpl in un motore benzina ad iniezione diretta.

 

Infatti in questi motori gli iniettori non sono posizionati nel condotto di aspirazione ma direttamente iniettano nella camera di combustione, l'eventuale combustione di solo gpl danneggerebbe gli iniettori di benzina irrimediabilmente, non essendo più questi raffreddati e lubrificati dai normali cicli di iniezione della benzina.

 

Ciao. Luca

Link to post
Share on other sites

Per danystraus, la modifica dei 42 gradi è già prevista come optionale almeno dalla casa ab origine o è una personalizzazione su tua richiesta del tuo installatore ?

 

In pratica, se ho capito bene, per tua sicurezza vuoi che il motore raggiunga comunque i 42 gradi per avere il consenso di iniziare il ciclo di alimentazione a gpl.

 

Come ho scritto su un altro post i sistema Vialle prevedono sia necessario un minimo di temperatura motore (almeno l'ho letto su forum di utenti tedeschi).

 

Saluti. Luca

Link to post
Share on other sites

Grazie luczan, in effetti trascuravo il pericolo di incriccamento degli iniettori. Resta comunque il fatto che la necessità (o il desiderio) di andare un pò di più a benzina è del tutto slegato dalla temperatura del motore.

Link to post
Share on other sites

Caro Top

ti spiego una cosa,

io non sono ne un fisico ne un chimico ne tantomeno un'installatore GPL

Sono un elettronico

Ho installato questo sistema Icom da un bel po ed ho anche fatto tante osservazioni

sulla mia macchina.

Ho inserito un sistema di diagnosi per alcune mattine a macchina fredda temperatura ambiente 1÷2 °C

mettendo in moto l'auto normalmente e aspettando i normali 55sec l'auto non supera i 25-30°C letti sullo strumento di diagnosi, al passaggio a GPL l'auto a qualche incertezza e qualche strattone fino a quando l'auto non raggiunge i 40°C

Invece partendo con commutatore a benzina e aspettando i 40°C si commuta a gpl, si aspettano i 55 sec l'auto ha un passaggio che non si avverte, nessuno strattone nessuna incertezza.

Morale della favola siccome a me piace che tutto deve essere molto lineare

ed ho notato quello di cui sopra ho scritto,

mi faro' da solo questa modifica, non la fara' l'installatore!!

Ciaoooooooo Daniele

 

PS non e' una modifica della Icom

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...