Jump to content

Avete esperienze sul ricorso al giudice di pace?


Post consigliati

Mia moglie alcuni mesi fa fu multata,

sulla multa era scritto che doveva comunicare chi era alla guida e fornire i dati della patente,

lei dopo aver pagato la multa si era dimenticata di ottemperare a quanto scritto sulla multa

e così ora gli è sopraggiunta una ulteriore somma da pagare per la mancata comunicazione.

Lei vuole ricorrere al giudice di pace,

vi chiedo se avete esperienze in merito,

io trovo piuttosto difficile che possa essergli riconosciuta la ragione visto che c'era scritto sulla multa

ma lei è intenzionata a procedere col ricorso.

Link to post
Share on other sites

Mia moglie alcuni mesi fa fu multata,

sulla multa era scritto che doveva comunicare chi era alla guida e fornire i dati della patente,

lei dopo aver pagato la multa si era dimenticata di ottemperare a quanto scritto sulla multa

e così ora gli è sopraggiunta una ulteriore somma da pagare per la mancata comunicazione.

Lei vuole ricorrere al giudice di pace,

vi chiedo se avete esperienze in merito,

io trovo piuttosto difficile che possa essergli riconosciuta la ragione visto che c'era scritto sulla multa

ma lei è intenzionata a procedere col ricorso.

 

Io nn ho esperienze...però mi sa che ha torto...come i vigili hanno torto per vizio di forma quando sbagliano un particolare della multa

Link to post
Share on other sites

A me è capitata una cosa analoga, anni fa presi una multa in motocicletta, non avevo la patente dietro, quindi doppio verbale, velocità e mancanza di documento di guida, più l'obbligo di portare la patente entro (non mi ricordo quanti) tot giorni al commissariato, pagai la multa ma mi dimenticai di portare la patente, cosi qualche mese dopo mi arrivò, un secondo verbale decuplicato!!!!!! e di portare la patente, pena, stavolta l'accusa di guida senza patente, in aggiunta, tentai ricordo dal giudice, dicendo che le multe le avevo pagate, anche se mi ero dimenticato di portare la patente, se possibile sospendere la nuova multa, o almeno ridurla...Nisba, ho dovuto pagare e zitto!

 

Spero a te vada meglio, in bocca al lupo

Link to post
Share on other sites

Scarf, il tuo è un caso diverso: tu dovevi portare in esibizione il documento di guida che non avevi con te nel momento in cui fosti fermato.

La moglie dell'autore del post, invece, è stata verbalizzata ma non è stato identificato il conducente a cui dovrebbero essere sottratti i punti sulla patente.(solitamente avviene con gli autovelox o per quelle tipologie di divieto di sosta per cui è prevista la decurtazione dei punti).

Attualmente la legge prevede che se non si "ricorda" chi fosse alla guida al momento della violazione, e quindi non se ne comunicano gli estremi della patente di guida per la sottrazione dei punti sulla medesima, deve pagare una somma aggiuntiva di un paio di centinaia di euro.

Questo dice la legge quindi nel merito la signora ha torto.

Purtroppo non può neanche attaccarsi a un vizio di forma in quanto la cosa era giustamente indicata nella contestazione recapitata al domicilio dell'intestario del veicolo.

Ergo non c'è nulla da fare e deve pagare.

Su questi termini qualsiasi ricorso è perdente.

Link to post
Share on other sites

Vero che il caso è diverso, ma il problema, almeno credo di aver capito così, è che, vero come dici tu, che si può comunicare, la mancata conoscenza di chi quidava l'auto e pagare così la sanzione, ma la comunicazione va fatta comunque entro 60 giorni, sia che si porti ipropri dati, sia che si scriva una certificazione di mancata identificazione del conducente, se non si fa questo entro i suddetti giorni si ricorre ad una sanzione aggiuntiva, cioè la mancata esibizione dei dati, Quindi il problema di Karl, non è il discorso di comunicare chi guidava, ma l'aver dimenticato di comunicare di dati, suoi o dello sconosciuto!! e aver così peggiorato la situazione, in pratica quello che è capitato a me...se ho ben capito, in ogni coso nulla ci fai col giudice di pace, t'attacchi al tram e basta!

Link to post
Share on other sites

Anch'io la vedo dura, per due motivi:

  • l'errore e' di tua moglie;
  • quale motivazione presenterebbe al GdP?

Se ti puo' interessare puoi, comunque, dare un'occhiata qui' :(

Link to post
Share on other sites
Vero che il caso è diverso, ma il problema, almeno credo di aver capito così, è che, vero come dici tu, che si può comunicare, la mancata conoscenza di chi quidava l'auto e pagare così la sanzione, ma la comunicazione va fatta comunque entro 60 giorni, sia che si porti ipropri dati, sia che si scriva una certificazione di mancata identificazione del conducente, se non si fa questo entro i suddetti giorni si ricorre ad una sanzione aggiuntiva, cioè la mancata esibizione dei dati, Quindi il problema di Karl, non è il discorso di comunicare chi guidava, ma l'aver dimenticato di comunicare di dati, suoi o dello sconosciuto!! e aver così peggiorato la situazione, in pratica quello che è capitato a me...se ho ben capito, in ogni coso nulla ci fai col giudice di pace, t'attacchi al tram e basta!

 

No: se comunichi che non ricordi chi fosse alla guida paghi comunque la sanzione pecunaria aggiuntiva.

L'unica maniera per non pagarla è comunicare i dati di qualcuno a cui far sottrarre i punti dalla patente.

Link to post
Share on other sites

Oh, non riusciamo a capirci, hai ragione su tutto, solo il problema di sua moglie è che non ha comunicato entro il termine il conducente, che sia lei che sia uno sconosciuto, quindi si aggiunge la mancata esibizione dei dati, che è un ulteriore sanzione, da aggiungere alla precedente, tra l'altro molto più salata.

Link to post
Share on other sites

Fare ricorso è inutile...è un inadempimento della moglie...anche se nn l'ha fatto apposta (ovviamente nn l'ha fatto apposta) non c'è niente da fare...

Link to post
Share on other sites

Karl, tua moglie avrebbe i presupposti per fare ricorso solo se nel precedente verbale non fosse stato presente il modulo da rispedire al comando con i dati del conducente al momento della trasgressione (in giro c'è anche qualche sentenza in merito alla vicenda...), ma dal momento che si tratta di una svista di tua moglie, non deve far altro che pagare.

 

Sorry

Link to post
Share on other sites

Mia moglie alcuni mesi fa fu multata,

sulla multa era scritto che doveva comunicare chi era alla guida e fornire i dati della patente,

lei dopo aver pagato la multa si era dimenticata di ottemperare a quanto scritto sulla multa

e così ora gli è sopraggiunta una ulteriore somma da pagare per la mancata comunicazione.

Lei vuole ricorrere al giudice di pace,

vi chiedo se avete esperienze in merito,

io trovo piuttosto difficile che possa essergli riconosciuta la ragione visto che c'era scritto sulla multa

ma lei è intenzionata a procedere col ricorso.

 

 

L'unica cosa che può fare è controllare che il secondo verbale (quello delal somma aggiuntiva) le sia arrivato entro 150gg dalla scadenza del termine per dichiarare gli estremi di chi era alla guida e che cmq non siano passati 60gg dalla notifica. E' un pò incasinato ma spero si capisca.

In parole povere può ricorrere al secondo verbale se è arrivato dopo i 150gg e l'ha ricevuto da meno di 60.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...