Jump to content

BRC Sequent su Delta - richiesta info da esperti


Post consigliati

Nella mia città c'è un'officina BRC Gas Service quindi ho pensato ad un impianto gpl BRC Sequent.

 

Tra le varie versioni, qual è quella più completa? Sequent Fast?

Avete consigli da darmi riguardo ad iniettori ecc...? Per esempio sul sito BRC indica come iniettori dedicati i BRC. Come si comportano? Ci sono alternative?

Altri consigli specifici per questo impianto?

Raccomandazioni all'installatore?

 

Secondo voi è installabile sulla mia Delta del '92?

Motore turbo, non catalitico e non ha sonda lambda. Iniezione multi-point.

 

Fatemi sapere.

Ci sono tanti esperti del BRC, tipo Roberto Missaggia, datemi una mano :)

 

Saluti. Enzo

 

P.S. Per quanto riguarda software cavetti ecc... dite che potrei utilizzarli personalmente? O sono come per il Polaris che è tutto super protetto?

 

Grazie mille a tutti :)

 

Per intenderci, il modello è questo:

hfturbofb6.jpg

Link to post
Share on other sites

Attendo consigli, mentre vi spiego la situazione per la quale non avrei voluto andare dall'installatore che mi ha messo il Polaris sulla K:

l'impianto è sempre andato bene, è stato installato in maniera adeguata e non mi ha mai dato problemi da quando ho ritirato la macchina. Qualche mese dopo avrela ritirata mi sono recato dall'installatore per farmi diminuire la temperatura di commutazione in modo da commutare più velocemente a gas.

Arrivo, lui non fa obiezioni e molto gentilmente accende il PC lo connette al connettore della centralina Stargas e imposta la temperatura da 35°C a 20°C.

Preme OK, stacca il cavetto e mi chiede 10 euro :D ;) :P che subito contesto ma noto che la gentilezza inizialmente mostratami è di colpo sparita. Non vuole sentire storie, così molto educatamente metto la mano in tasca e gli dò 10 euro.

Vi sembra normale il suo comportamento?

Dopo un po' di tempo scopro anche che il bocchettone di rifornimento che mi ha messo nello sportellino ha la superficie completamente arrugginita. Ma non si dovrebbero adottare componenti inossidabili tipo il materiale della multivalvola?

Quindi sono rimasto scontento per questi particolari.

Comunque in questi giorni mi ci reco e vediamo un po'.

 

Saluti. Enzo

Link to post
Share on other sites

Lele, nella tua 75 c'è la sonda lambda?

la sonda lambda non e' necessario collegarla sugli impianti sequenziali gassosi

ha solo la funzione di visualizzare l' andamento della carburazione tramite software, ma non interviene in nessun modo sul funzionamento dell' impianto

 

ciao

Link to post
Share on other sites

ALFONE, con tutta la mia modestia, a me vieni a dire queste cose??? :lol:

 

Il problema è che la BRC mi ha motivato l'impossibilità di installare il Sequent sulla Delta perchè non è catalitica :lol:

Come interpreti questa cosa?

 

Jonny, tu?

Link to post
Share on other sites

neic sequenziali la sonda lambda non serve a nulla? il mio istallatore mi ha detto che se si rompe la macchia si comporta in maniera strana...

Link to post
Share on other sites

Gli impianti sequenziali non sono collegati alla sonda lambda. Sono collegati agli iniettori benzina che vengono gestiti dalla centralina della macchina. La centralina della macchina per funzionare ha bisogno della sonda lambda. Ecco spiegato tutto.

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

ALFONE, con tutta la mia modestia, a me vieni a dire queste cose??? :lol:

 

Il problema è che la BRC mi ha motivato l'impossibilità di installare il Sequent sulla Delta perchè non è catalitica :)

Come interpreti questa cosa?

 

Jonny, tu?

 

secondo me' limportante e' che sia iniezione sequenziale e se tu sei sicuro di questo .....

comunque ne hanno trasformate di auto come la tua (a metano piu' che altro) prova a fare una ricerca su gogle

Link to post
Share on other sites

Gli impianti sequenziali non sono collegati alla sonda lambda. Sono collegati agli iniettori benzina che vengono gestiti dalla centralina della macchina. La centralina della macchina per funzionare ha bisogno della sonda lambda. Ecco spiegato tutto.

 

Ciao

Per la tua delta il problema non è la sonda , ma il fatto che è un tipo di iniezione full group, per cui avremo 4 iniettori che spruzzeranno carburante con un unico segnale, la cosa teoricamente non sembrerebbe un problema tanto la centralina del gas fa quello che comanda l'ecu benzina ma non è così.

I tempi di apertura iniettori di un sistema full group sono molto corti al minimo ed è lì che nasce il primo problema, poi essendo turbo in pieno carico deve avere una portata di gas molto importante.

Per risolvere non basta mettere iniettori piccoli , che risolvi al minimo ma in alto saresti magro.

Il mio sistema è molto semplice ; si può fare con un brc fast , usando iniettori adeguati, con una variante sul riduttore cioè usando un riduttore HS con pressione variabile (0,6 al minimo per alzarsi fino a2,5 in marcia).

La mappatura va fatta tutta manualmente, deve essere fatta da un installatore con esperienza e non è cosa facile, questo è il vero motivo della risposta negativa da parte della brc , per una richiesta sicuramente unica non impegnano energie , trovati un installatore che sa quello che fà e vedrai che risolvi.

Boun anno

Link to post
Share on other sites

Gli impianti sequenziali non sono collegati alla sonda lambda. Sono collegati agli iniettori benzina che vengono gestiti dalla centralina della macchina. La centralina della macchina per funzionare ha bisogno della sonda lambda. Ecco spiegato tutto.

 

Ciao

Per la tua delta il problema non è la sonda , ma il fatto che è un tipo di iniezione full group, per cui avremo 4 iniettori che spruzzeranno carburante con un unico segnale, la cosa teoricamente non sembrerebbe un problema tanto la centralina del gas fa quello che comanda l'ecu benzina ma non è così.

I tempi di apertura iniettori di un sistema full group sono molto corti al minimo ed è lì che nasce il primo problema, poi essendo turbo in pieno carico deve avere una portata di gas molto importante.

Per risolvere non basta mettere iniettori piccoli , che risolvi al minimo ma in alto saresti magro.

Il mio sistema è molto semplice ; si può fare con un brc fast , usando iniettori adeguati, con una variante sul riduttore cioè usando un riduttore HS con pressione variabile (0,6 al minimo per alzarsi fino a2,5 in marcia).

La mappatura va fatta tutta manualmente, deve essere fatta da un installatore con esperienza e non è cosa facile, questo è il vero motivo della risposta negativa da parte della brc , per una richiesta sicuramente unica non impegnano energie , trovati un installatore che sa quello che fà e vedrai che risolvi.

Boun anno

non finisci mai di stupirci....

Link to post
Share on other sites

la tua Delta e ful grup vieni a Cardito NA la facciamo andare noi gpl con un impianto Omegas Landi

effettuando una mappatura manuale certo non sara il top ma una vettura accettabile

 

Giovanni56

 

la tua Delta e full group vieni a Cardito NA la facciamo andare noi gpl con un impianto Omegas Landi

effettuando una mappatura manuale certo non sara il top ma una vettura accettabile

 

Giovanni56

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...