Jump to content

autolimitare la velocità massima


Post consigliati

[

 

 

Ciao Puccio scusa che differenza c'è tra cambio automatico robotizzato o a convertitore?

e per quale motivo tu dici di voler scegliere il tipo a convertitore?

 

grazie ste

 

 

il cambio automatico a convertitore è l'automatico "classico", dove non c'è la frizione e la trasmissione del moto dal motore al differenziale è assicurata da un convertitore di coppia, in funzione del rapporto inserito. Il classico slittamento avvertibile per lo più sugli automatici più vecchi è proprio lo slittamento del convertitore stesso, ultimamente c'è una modalità di funzionamento che in certe condizioni blocca il convertitore e rende più immediata la trasmissione del moto (e riduce i consumi)

 

il robotizzato è a tutti gli effetti un cambio meccanico con frizione in cui l'attacco/stacco della frizione ed il movimento fra una marcia e l'altra è comandata da servomotori.

il funzionamento è più brusco e attualmente l'affidabilità di questi sistemi non è al top.

 

esempi di robotizzato: Selespeed (alfa romeo) SMG (bmw) DSG (Vw-Audi, questo ha 2 frizioni, in questo modo si riescono a tenere innestate due marce - ma non in scalata - il che rende il cambio marcia più veloce)

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 38
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

GRAZIE MILLE PUCCIO DELLA SPIEGA! :D

 

quindi se ho ben capito e tantio per rimanere in ambito alfa che mi è caro, il robotizzato è il selespeed mentre quello a convertitore è il q tronic?

corretto?

 

ciao ste

 

 

 

 

[

 

 

Ciao Puccio scusa che differenza c'è tra cambio automatico robotizzato o a convertitore?

e per quale motivo tu dici di voler scegliere il tipo a convertitore?

 

grazie ste

 

 

il cambio automatico a convertitore è l'automatico "classico", dove non c'è la frizione e la trasmissione del moto dal motore al differenziale è assicurata da un convertitore di coppia, in funzione del rapporto inserito. Il classico slittamento avvertibile per lo più sugli automatici più vecchi è proprio lo slittamento del convertitore stesso, ultimamente c'è una modalità di funzionamento che in certe condizioni blocca il convertitore e rende più immediata la trasmissione del moto (e riduce i consumi)

 

il robotizzato è a tutti gli effetti un cambio meccanico con frizione in cui l'attacco/stacco della frizione ed il movimento fra una marcia e l'altra è comandata da servomotori.

il funzionamento è più brusco e attualmente l'affidabilità di questi sistemi non è al top.

 

esempi di robotizzato: Selespeed (alfa romeo) SMG (bmw) DSG (Vw-Audi, questo ha 2 frizioni, in questo modo si riescono a tenere innestate due marce - ma non in scalata - il che rende il cambio marcia più veloce)

post-17258-1193960027_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Secondo me gli incidenti in Italia non sono causati SOLO dalla eccessiva velocità!!!

In Italia siamo INDISCIPLINATI e non rispettiamo segnaletiche e precedenze e poniamo noi stessi e gli altri in situazioni di pericolo sono per guadagnare qualche metro in più!!!!

 

Questa è solo una proposta di legge che limita ulteriormente la libertà degli automibilisti...come ha già scritto qualcuno gli incidenti mortali possono verificarsi anche a 50km/h...ragazzi basta fare un frontale a questa velocità e si è spacciati!

Inoltre molti incidenti accadono proprio in città!

 

Precedenze, rispetto della segnaletica, alcool e velocità massima!

Queste sono le cause, ma io nn sono daccordo sulla proposta di legge...senza sconvolgere il mercato automobilistico si dovrebbe solo mettere più Polizia per le strade...è il loro lavoro e lo DEVONO fare!

 

Ciao

Link to post
Share on other sites
In Italia siamo INDISCIPLINATI e non rispettiamo segnaletiche e precedenze e poniamo noi stessi e gli altri in situazioni di pericolo sono per guadagnare qualche metro in più!!!!

 

Questa è solo una proposta di legge che limita ulteriormente la libertà degli automibilisti...come ha già scritto qualcuno gli incidenti mortali possono verificarsi anche a 50km/h...ragazzi basta fare un frontale a questa velocità e si è spacciati!

Inoltre molti incidenti accadono proprio in città!

 

Precedenze, rispetto della segnaletica, alcool e velocità massima!

Queste sono le cause, ma io nn sono daccordo sulla proposta di legge...senza sconvolgere il mercato automobilistico si dovrebbe solo mettere più Polizia per le strade...è il loro lavoro e lo DEVONO fare!

 

Sono d'accordo con te. Prima viaggiavo più su strade extra urbane ora purtroppo più in città e ne vedo di tutti i colori. Prepotenza, maleducazione, senza più distinzioni di sesso, età o censo. Sprezzo dei diritti ed incolumità altrui. La ricerca sta facendo molto per la sicurezza attiva e passiva degli automobilisti e dei pedoni, ma il miglior mezzo per non provocare incidenti e vittime è rispettare con buon senso il codice della strada.Perciò la proposta di autolimitare la velocità massima a 200 km/h per me è assolutamente inconcludente, fa solo scena.

Proporrei invece di imporre alle case automobilistiche per le nuove auto al fine di tutelare meglio i pedoni di non adottare musi troppo aggressivi, vedi quelli della maggior parte dei SUV, di alcune auto di stile USA tipo Dodge, di vietare l'uso di rostri e tubi vari, che fanno molto Yankee ma sono molto pericolosi in caso di impatto con un pedone. Airbag non solo frontali, ESP di serie ed obbligatorio assieme all'abs.

Sicuramente più controllo e presenza sulle strade delle forze dell'ordine e non solo per fini repressivi e di incasso per molte amministrazioni comunali spregiudicate in combutta con società al limite del criminale che affittano autovelox e similia, migliore manutenzione delle strade stesse. Fondamentale sarebbe poi anche il ripristino nelle scuole dell'educazione civica nella quale dovrebbe essere inserita quella stradale, con pari importanza e dignità rispetto alle altre materie.

:)

Ciao

 

Max

Link to post
Share on other sites

GRAZIE MILLE PUCCIO DELLA SPIEGA! :)

 

quindi se ho ben capito e tantio per rimanere in ambito alfa che mi è caro, il robotizzato è il selespeed mentre quello a convertitore è il q tronic?

corretto?

 

ciao ste

 

 

 

 

 

 

Esatto!

 

Secondo me gli incidenti in Italia non sono causati SOLO dalla eccessiva velocità!!!

In Italia siamo INDISCIPLINATI e non rispettiamo segnaletiche e precedenze e poniamo noi stessi e gli altri in situazioni di pericolo sono per guadagnare qualche metro in più!!!!

 

Questa è solo una proposta di legge che limita ulteriormente la libertà degli automibilisti...come ha già scritto qualcuno gli incidenti mortali possono verificarsi anche a 50km/h...ragazzi basta fare un frontale a questa velocità e si è spacciati!

Inoltre molti incidenti accadono proprio in città!

 

Precedenze, rispetto della segnaletica, alcool e velocità massima!

Queste sono le cause, ma io nn sono daccordo sulla proposta di legge...senza sconvolgere il mercato automobilistico si dovrebbe solo mettere più Polizia per le strade...è il loro lavoro e lo DEVONO fare!

 

Ciao

 

sono in parte d'accordo, ma il punto è anche che l'esame per la patente non è serio, è una vaccata paurosa.

e c'è pure gente che viene bocciata, tanto per capirci.

Link to post
Share on other sites

Da Repubblica

Qualcosa si muove: il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi è il primo ad uscire allo scoperto e a dichiararsi favorevole a limitare elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Come avevamo anticipato nei giorni scorsi infatti, c'è grande fermento sul tema e proprio la Ue sembra stia spingendo non poco per mandare in porto questo rivoluzionario progetto che bloccherebbe automaticamente la velocità massima delle auto.

 

"Basta volerlo", ha affermato infatti Bianchi, riconoscendo che "non è una cosa facile da far passare" ma rilevando che "molte auto hanno già la programmazione del limite di velocità. Perchè produrre macchine che vanno a 250 all'ora, se poi c'è un limite di velocità inferiore?".

 

Il ministro ha inoltre annunciato che nel pacchetto di strumenti previsti in Finanziaria per arginare gli incidenti stradali provocati dalla guida pericolosa "sono previsti anche 800 etilometri per fare controlli specifici. Ottocento pattuglie andranno in giro di notte con a disposizione l'etilometro".

 

Ma torniamo all'autolimitazione: tutto nasce dal fatto che ormai (e proprio grazie a noi italiani inventori del Tutor) si è riusciti a dimostrare che dove la velocità media scende, diminuiscono drasticamente incidenti, morti e feriti. Un solo dato: il tasso di mortalità dove è montato il Tutor è diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale. In più, visto anche che la linea dura sulla repressione delle infrazioni sta ottenendo altri risultati clamorosi, si avvicina a passi da gigante la possibile rivoluzione che bloccherà elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Fra l'altro, se in un primo momento si parlava di bloccare la velocità a un limite piuttosto alto (200 orari), ora la tendenza sembra quella di puntare a 160/170 Km/h. E non è casuale: nessun governo europeo (a parte forse quello francese) riuscirà a rientrare nell'obiettivo prefissato di dimezzare il numero di morti per incidenti stradali entro il 2010. Da qui una ricerca forsennata di soluzioni drastiche.

 

E c'è di più: su questo fronte nessun costruttore automobilistico (per ovvie ragioni) fin qui ha preso una netta posizione, mentre è forte la pressione dal mondo degli ambientalisti: è dimostrato infatti che quando un motore viaggia spremuto al massimo, sia i consumi che i livelli di emissioni inquinanti vanno alle stelle. Così com'é forte la pressione delle associazioni di consumatori, di quelle delle vittime della strada, e delle varie Polizie Stradali.

 

"Siamo favorevoli - spiega infatti Carmelo Lentino, portavoce della campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera BastaUnAttimo - alla limitazione della velocità delle auto. Le parole del Ministro Bianchi sono un buon auspicio perché si adottino provvedimenti immediati. Bene se si arriva addirittura ad una limitazione di 160 km/h. Penso che una legge che limiti la velocità massima degli autoveicoli, e la possibilità dunque di salvare moltissime vite umane, debba trovare il massimo consenso in parlamento".

 

La partita, insomma, è iniziata. Il ministro ha spiegato che "Non è una legge facile da far passare". Ma forse, lo è meno di quanto lui pensi. Vedremo...

(4 novembre 2007)

mmmmm

Continuo ad essere dubbioso.

Link to post
Share on other sites

Ciao

io credo che non potranno mai farlo di limitare le velocità in modo cosi drastico, cioè non avrebbe piu senso produrre e commercializzare marchi tipo ferrari, porsche, mercedes, alfa romeo e chi piu ne ha piu ne metta.

Si produrrebbero solo panda (senza offesa a chi ha la panda) e poche altre auto.

La velocità è intrinseca nell'automobile e lo è sempre stata bisogna agire sull'intelligenza di chi usa la velocità e dare incentivi alle case affinchè investano nella ricerca sulla sicurezza stradale piu soldi.

E ci sono almeno mille cose che si possono fare prima di porre dei limiti che vanno contro le leggi del mercato.

Chiedo scusa a chi non piacerà la mia opinione e avrà i suoi motivi per pensarla diversamnete,

con simpatia

 

stefano

 

 

Da Repubblica

Qualcosa si muove: il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi è il primo ad uscire allo scoperto e a dichiararsi favorevole a limitare elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Come avevamo anticipato nei giorni scorsi infatti, c'è grande fermento sul tema e proprio la Ue sembra stia spingendo non poco per mandare in porto questo rivoluzionario progetto che bloccherebbe automaticamente la velocità massima delle auto.

 

"Basta volerlo", ha affermato infatti Bianchi, riconoscendo che "non è una cosa facile da far passare" ma rilevando che "molte auto hanno già la programmazione del limite di velocità. Perchè produrre macchine che vanno a 250 all'ora, se poi c'è un limite di velocità inferiore?".

 

Il ministro ha inoltre annunciato che nel pacchetto di strumenti previsti in Finanziaria per arginare gli incidenti stradali provocati dalla guida pericolosa "sono previsti anche 800 etilometri per fare controlli specifici. Ottocento pattuglie andranno in giro di notte con a disposizione l'etilometro".

 

Ma torniamo all'autolimitazione: tutto nasce dal fatto che ormai (e proprio grazie a noi italiani inventori del Tutor) si è riusciti a dimostrare che dove la velocità media scende, diminuiscono drasticamente incidenti, morti e feriti. Un solo dato: il tasso di mortalità dove è montato il Tutor è diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale. In più, visto anche che la linea dura sulla repressione delle infrazioni sta ottenendo altri risultati clamorosi, si avvicina a passi da gigante la possibile rivoluzione che bloccherà elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Fra l'altro, se in un primo momento si parlava di bloccare la velocità a un limite piuttosto alto (200 orari), ora la tendenza sembra quella di puntare a 160/170 Km/h. E non è casuale: nessun governo europeo (a parte forse quello francese) riuscirà a rientrare nell'obiettivo prefissato di dimezzare il numero di morti per incidenti stradali entro il 2010. Da qui una ricerca forsennata di soluzioni drastiche.

 

E c'è di più: su questo fronte nessun costruttore automobilistico (per ovvie ragioni) fin qui ha preso una netta posizione, mentre è forte la pressione dal mondo degli ambientalisti: è dimostrato infatti che quando un motore viaggia spremuto al massimo, sia i consumi che i livelli di emissioni inquinanti vanno alle stelle. Così com'é forte la pressione delle associazioni di consumatori, di quelle delle vittime della strada, e delle varie Polizie Stradali.

 

"Siamo favorevoli - spiega infatti Carmelo Lentino, portavoce della campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera BastaUnAttimo - alla limitazione della velocità delle auto. Le parole del Ministro Bianchi sono un buon auspicio perché si adottino provvedimenti immediati. Bene se si arriva addirittura ad una limitazione di 160 km/h. Penso che una legge che limiti la velocità massima degli autoveicoli, e la possibilità dunque di salvare moltissime vite umane, debba trovare il massimo consenso in parlamento".

 

La partita, insomma, è iniziata. Il ministro ha spiegato che "Non è una legge facile da far passare". Ma forse, lo è meno di quanto lui pensi. Vedremo...

(4 novembre 2007)

mmmmm

Continuo ad essere dubbioso.

Link to post
Share on other sites

...

Ma torniamo all'autolimitazione: tutto nasce dal fatto che ormai (e proprio grazie a noi italiani inventori del Tutor) si è riusciti a dimostrare che dove la velocità media scende, diminuiscono drasticamente incidenti, morti e feriti. Un solo dato: il tasso di mortalità dove è montato il Tutor è diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale. In più, visto anche che la linea dura sulla repressione delle infrazioni sta ottenendo altri risultati clamorosi, si avvicina a passi da gigante la possibile rivoluzione che bloccherà elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Fra l'altro, se in un primo momento si parlava di bloccare la velocità a un limite piuttosto alto (200 orari), ora la tendenza sembra quella di puntare a 160/170 Km/h. E non è casuale: nessun governo europeo (a parte forse quello francese) riuscirà a rientrare nell'obiettivo prefissato di dimezzare il numero di morti per incidenti stradali entro il 2010. Da qui una ricerca forsennata di soluzioni drastiche.

...

 

Vorrei conoscere le strade dove la velocità media è superiore ai 160km/h proposti per la limitazione, ossia dove la velocità diminuirebbe davvero.

Link to post
Share on other sites

Da Repubblica

Qualcosa si muove: il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi è il primo ad uscire allo scoperto e a dichiararsi favorevole a limitare elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Come avevamo anticipato nei giorni scorsi infatti, c'è grande fermento sul tema e proprio la Ue sembra stia spingendo non poco per mandare in porto questo rivoluzionario progetto che bloccherebbe automaticamente la velocità massima delle auto.

 

"Basta volerlo", ha affermato infatti Bianchi, riconoscendo che "non è una cosa facile da far passare" ma rilevando che "molte auto hanno già la programmazione del limite di velocità. Perchè produrre macchine che vanno a 250 all'ora, se poi c'è un limite di velocità inferiore?".

 

Il ministro ha inoltre annunciato che nel pacchetto di strumenti previsti in Finanziaria per arginare gli incidenti stradali provocati dalla guida pericolosa "sono previsti anche 800 etilometri per fare controlli specifici. Ottocento pattuglie andranno in giro di notte con a disposizione l'etilometro".

 

Ma torniamo all'autolimitazione: tutto nasce dal fatto che ormai (e proprio grazie a noi italiani inventori del Tutor) si è riusciti a dimostrare che dove la velocità media scende, diminuiscono drasticamente incidenti, morti e feriti. Un solo dato: il tasso di mortalità dove è montato il Tutor è diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale. In più, visto anche che la linea dura sulla repressione delle infrazioni sta ottenendo altri risultati clamorosi, si avvicina a passi da gigante la possibile rivoluzione che bloccherà elettronicamente la velocità massima delle auto.

 

Fra l'altro, se in un primo momento si parlava di bloccare la velocità a un limite piuttosto alto (200 orari), ora la tendenza sembra quella di puntare a 160/170 Km/h. E non è casuale: nessun governo europeo (a parte forse quello francese) riuscirà a rientrare nell'obiettivo prefissato di dimezzare il numero di morti per incidenti stradali entro il 2010. Da qui una ricerca forsennata di soluzioni drastiche.

 

E c'è di più: su questo fronte nessun costruttore automobilistico (per ovvie ragioni) fin qui ha preso una netta posizione, mentre è forte la pressione dal mondo degli ambientalisti: è dimostrato infatti che quando un motore viaggia spremuto al massimo, sia i consumi che i livelli di emissioni inquinanti vanno alle stelle. Così com'é forte la pressione delle associazioni di consumatori, di quelle delle vittime della strada, e delle varie Polizie Stradali.

 

"Siamo favorevoli - spiega infatti Carmelo Lentino, portavoce della campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera BastaUnAttimo - alla limitazione della velocità delle auto. Le parole del Ministro Bianchi sono un buon auspicio perché si adottino provvedimenti immediati. Bene se si arriva addirittura ad una limitazione di 160 km/h. Penso che una legge che limiti la velocità massima degli autoveicoli, e la possibilità dunque di salvare moltissime vite umane, debba trovare il massimo consenso in parlamento".

 

La partita, insomma, è iniziata. Il ministro ha spiegato che "Non è una legge facile da far passare". Ma forse, lo è meno di quanto lui pensi. Vedremo...

(4 novembre 2007)

 

LETTERA APERTA AL MINISTRO BIANCHI

 

Egregio Signor Ministro

 

vorrei farLe notare che questi probabili futuri provvedimenti, non incideranno per nulla sulla diminuzione delle vittime della strada, a mio modesto parere il problema sussiste nella natura degli italiani a non rispettare le più elementari norme del Codice della Strada, ad esempio non far passare i pedoni sulle strisce pedonali, non rispettare il segnale di precedenza e il segnale di stop o il semaforo rosso; il sorpassare con gli scooter le auto in file ai semafori, a svoltare a sinistra negli incroci dove è vietato, a non dare la precedenza nelle rotatorie e potrei continuare all'infinito...

perché non inasprisce le sanzioni su queste infrazioni per iniziare?

vediamo statisticamente una volta per tutte le cause degli incidenti da cosa dipendono effettivamente...

Con osservanza

Link to post
Share on other sites

 

LETTERA APERTA AL MINISTRO BIANCHI

 

Egregio Signor Ministro

 

vorrei farLe notare che questi probabili futuri provvedimenti, non incideranno per nulla sulla diminuzione delle vittime della strada, a mio modesto parere il problema sussiste nella natura degli italiani a non rispettare le più elementari norme del Codice della Strada, ad esempio non far passare i pedoni sulle strisce pedonali, non rispettare il segnale di precedenza e il segnale di stop o il semaforo rosso; il sorpassare con gli scooter le auto in file ai semafori, a svoltare a sinistra negli incroci dove è vietato, a non dare la precedenza nelle rotatorie e potrei continuare all'infinito...

perché non inasprisce le sanzioni su queste infrazioni per iniziare?

vediamo statisticamente una volta per tutte le cause degli incidenti da cosa dipendono effettivamente...

Con osservanza

 

Sono daccordo con la tua visione del problema, ma credo che più che inasprire le sanzioni basterebbe applicare quelle che già abbiamo. Sono convinto che un buon 90-95% degli incidenti siano causati da un 5-10% di sciagurati, che purtroppo in quasi tutti i casi la fanno franca.

Link to post
Share on other sites

 

LETTERA APERTA AL MINISTRO BIANCHI

 

Egregio Signor Ministro

 

vorrei farLe notare che questi probabili futuri provvedimenti, non incideranno per nulla sulla diminuzione delle vittime della strada, a mio modesto parere il problema sussiste nella natura degli italiani a non rispettare le più elementari norme del Codice della Strada, ad esempio non far passare i pedoni sulle strisce pedonali, non rispettare il segnale di precedenza e il segnale di stop o il semaforo rosso; il sorpassare con gli scooter le auto in file ai semafori, a svoltare a sinistra negli incroci dove è vietato, a non dare la precedenza nelle rotatorie e potrei continuare all'infinito...

perché non inasprisce le sanzioni su queste infrazioni per iniziare?

vediamo statisticamente una volta per tutte le cause degli incidenti da cosa dipendono effettivamente...

Con osservanza

 

Sono daccordo con la tua visione del problema, ma credo che più che inasprire le sanzioni basterebbe applicare quelle che già abbiamo. Sono convinto che un buon 90-95% degli incidenti siano causati da un 5-10% di sciagurati, che purtroppo in quasi tutti i casi la fanno franca.

beh... se venisssero applicate delle sanzioni vere e toste molte persone la smetterebbero di fare i furbi, quelle di adesso danno sempre l'idea di una sanzione lieve per queste infrazioni, ovvero molti possono continuare a guidare... iniziamo a prospettargli il non uso dell'auto per molti mesi o per sempre nei casi gravi e vedi come finiscono...

però c'è sempre il problema di mancanza di controlli, così finisce a tarallucci e vino

Link to post
Share on other sites

...ci sarebbero sempre i denigratori pronti a vederne il "lato oscuro": "serve solo per fare cassa...è una scusa per spillare soldi...tanto loro hanno l'autista..."

Tecnicamente la vedo una soluzione poco proficua per la statistica (ci si ammazza pure in città a 50 km/h), però non vedo come ci si possa arrampicare sugli specchi per dire che sia inutile o addirittura deleteria: se si afferma di non superare quelle velocità non vedo come quella limitazione possa dar fastidio.

In altri forums ho letto di gente che paventava le motivazioni più ridicole:

"ma se devo fare un sorpasso e non mi da strada? (allora vuol dire che state già andando oltre la velocità codice...)....e se devo correre in ospedale? (imboccando l'autostrada? :D )...io mi addormento a 130! (###### tuoi! ti riempi di caffè invece di fare l'asino!) "

 

La verità è che tutti vorrebbero che i limiti valessero solo per gli altri...

Link to post
Share on other sites

Per far rispettare le regole ci vuole più controllo, ma le forze di polizia, carabinieri ecc non hanno i mezzi e più cultura ed educazione, ma in televisione si vede ben altro.

 

Ciao

 

Max

Link to post
Share on other sites

...ci sarebbero sempre i denigratori pronti a vederne il "lato oscuro": "serve solo per fare cassa...è una scusa per spillare soldi...tanto loro hanno l'autista..."

Tecnicamente la vedo una soluzione poco proficua per la statistica (ci si ammazza pure in città a 50 km/h), però non vedo come ci si possa arrampicare sugli specchi per dire che sia inutile o addirittura deleteria: se si afferma di non superare quelle velocità non vedo come quella limitazione possa dar fastidio.

In altri forums ho letto di gente che paventava le motivazioni più ridicole:

"ma se devo fare un sorpasso e non mi da strada? (allora vuol dire che state già andando oltre la velocità codice...)....e se devo correre in ospedale? (imboccando l'autostrada? :( )...io mi addormento a 130! (###### tuoi! ti riempi di caffè invece di fare l'asino!) "

 

La verità è che tutti vorrebbero che i limiti valessero solo per gli altri...

dico che è facile applicare i limiti dato che si controllano meglio e si ottiene anche il risvolto economico che non è poi male per le casse disastrate dei comuni e dello stato, poi come dici tu ci si ammazza anche a 50 all'ora quindi il problema risiede anche altrove, in altre regole che non vengono rispettate come quelle che ho descritto ( ah dimenticavo anche quelli che vanno contromano in autostrada :D )

 

diciamo che se fossimo come i tedeschi che pur andando molto veloci, riescono a non avere un numero di morti ed incidenti catastrofici, proprio perché rispettano le regole di base, ad esempio quando uno gli arriva di dietro lo fanno passare e non ingaggiano con lui dei duelli e non pensano di essere dei frustrati, mettono la freccia e danno la precedenza quando rientrano dai sorpassi, aspettano che quello che stanno per sorpassare anche se arrivano più veloci finisca il sorpasso, non tagliano la strada e rispettano la distanza di sicurezza, tutte regole che in Italia non esistono, è questo il problema, poi anche da loro ci sono gli imbecilli ma non sono così numerosi come da noi...

 

se venissero rispettate queste semplici regole, la velocità non sarebbe un problema ma è chiedere troppo ad un popolo come il nostro :D

 

forse alla fine occorre proprio il bastone menato a più non posso, se la gente non capisce che con un minimo di civiltà si otterrebbe di più;poi ognuno rimane della sua idea e tutti nella propria virtù ;)

Link to post
Share on other sites

...ci sarebbero sempre i denigratori pronti a vederne il "lato oscuro": "serve solo per fare cassa...è una scusa per spillare soldi...tanto loro hanno l'autista..."

Tecnicamente la vedo una soluzione poco proficua per la statistica (ci si ammazza pure in città a 50 km/h), però non vedo come ci si possa arrampicare sugli specchi per dire che sia inutile o addirittura deleteria: se si afferma di non superare quelle velocità non vedo come quella limitazione possa dar fastidio.

In altri forums ho letto di gente che paventava le motivazioni più ridicole:

"ma se devo fare un sorpasso e non mi da strada? (allora vuol dire che state già andando oltre la velocità codice...)....e se devo correre in ospedale? (imboccando l'autostrada? <_< )...io mi addormento a 130! (###### tuoi! ti riempi di caffè invece di fare l'asino!) "

 

La verità è che tutti vorrebbero che i limiti valessero solo per gli altri...

 

 

Sono daccordo in linea di massima con te!!!

Sinceramente io ma ne vado sempre abbastanza traquillo per strada...nn supero MAI i 90 km/h per paura degli autovelox ma sopratutto perchè nn amo regalare soldi ai petrolieri!!!

Nonostante tutto, anche se nn sfrutto la velocità max che la mia auto potrebbe dami, mi darebbe fastidio la limitazione della velocità massima!!!

Ed in ogni caso 160 km/h è cmq una velocità elevata!!!

 

Secondo me bisognerebbe, come ha già scritto qualcuno, riformare il mercato della Scuola Guida e fare dei corsi seri, che disciplinano le persone a rispettare le segnaletiche orizzontali e verticali!!!

Il nostro nn è un problema di velocità legato alle caratteristiche dell'auto ma è un problema di testa delle persone!!!

Chi ti fa l'incidente ora che nn ci sono limiti, te li farà anche se verrà approvata una simile stupidaggine tipica italiana!

 

Senza contare i danni che avrebbero i marchi più illustri che fanno della sportività il loro punto di forza!

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...