Jump to content

autolimitare la velocità massima


Post consigliati

Da Repubblica

 

Ma davvero è tutta colpa della velocità? In estrema sintesi si. Il mondo dell'auto si divide, ci sono lettori che protestano ed altri che invece plaudono alle tante iniziative della polizia stradale. Ma c'è di più. In ambienti ministeriali si comincia a parlare con una certa insistenza di un progetto di legge per l'autolimitazione della velocità massima delle auto: si parte dal fatto che molte auto sono già bloccate a 250 orari e si tenderebbe a portare questo limite massimo a 200. Con una certezza: nessuno costruttore o associazione di automobilisti oserà mai protestare perché la velocità massima è bloccata a "miserabili" 200 orari...

 

La spinta verso questa nuova normativa non arriva fra l'altro solo da chi si occupa di sicurezza stradale, ma anche dal mondo degli ambientalisti. E non solo perché ovviamente viaggiare a forte velocità porta alle stelle le emissioni inquinanti: il problema è legato alla progettazione di auto così veloci. Pneumatici, sospensioni, aerodinamica: tutto potrebbe essere sottodimensionato se la vettura fosse bloccata a "soli" 200 orari. I costi si abbasserebbero, ma anche i consumi perché ovviamente dopo aver assicurato una buona accelerazione e una ripresa brillante, il discorso prestazioni per una vettura sarebbe finito lì. Diventerebbe perfino inutile la scalata alla potenza che oggi tutte le auto, dalle utilitarie alle berline, stanno vivendo.

 

"C'è un paradosso - spiega Carmelo Lentino, poortavoce della campagna "Basta un Attimo" contro le stragi del sabato sera e per la sicurezza stradale - legato al fatto che a fronte di limiti molto severi, di 130, ci sono auto che possono arrivare a 230 e oltre orari. A nostro avviso è anche 200 è troppo, ma va bene iniziare a parlare di autolimitazioni delle auto".

 

"Noi siamo favorevoli alla limitazione, l'importante è iniziare a discutere di questi temi. Già il fatto di mettere un limite tecnico è un fatto positivo, soprattutto in un Paese dove i limiti non esistono e le vetture possono andare (teoricamente) a qualsiasi velocità".

 

Certo, bloccare la velocità massima ha il sapore della provocazione, ma una cosa è certa: il tema porta di nuovo alla ribalta il problema velocità.

 

"Ari Vatanen, ex campione di rally ed europarlamentare finlamdese - spiega Giordano Biserni, presidente dell'Asaps, associazione amici polizia stradale - ci ha raccontato che se i limiti fosssero rispettati il numero delle vittime di incidenti sttradali sarebbero dimezzati. E noi dell'Asaps siamo più che d'accordo sul fatto di bloccare la velocità massima elettronicamente: i camion sono già autolimitati. Ed è assurdo avere in Italia l'86% delle macchine in vendita che possono superare i 200 orari".

 

Plauso anche dall'associazione nazionale vittime della strada: "Siamo perfettamente d'accordo - spiega Antonio Lerario - perché in una situazione di scarsi controlli impone di iniziare a parlare di velocità autolimitata. Ma c'è di più, occorre controllare sempre che velocità raggiunge l'auto, come avviene nel mondo dei trasporti pesanti".

 

D'altra parte i numeri sugli incidenti, come abbiamo visto nella recente inchiesta sui Tutor non danno scampo a diverse interpretazioni: la velocità è la prima causa della mortalità su strada perché dove è montato il sistema di rilevazione automatica della velocità media in autostrada da un anno all'altro il tasso di mortalità diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale.

 

Eppure sono in tanti a sostenere il contrario. E se gli automobilisti sono ancora incerti sui pericoli e, soprattutto, sulle conseguenze della velocità, i governi europei sembrano invece avere le idee molto chiare. In Italia il Tutor sarà infatti esteso a macchia d'olio, in Austria hanno appena bocciato la proposta che voleva innalzare i limiti di velocità su molte strade, è di pochi giorni fa la notizia che in Francia hanno appena abbassato da 70 a 50 Km/h il limite massimo di velocità sui boulevard di Parigi.

 

La rotta sembra ormai tracciata. Aspettiamo a questo punto solo le prossime mosse in quella che ormai sembra una battaglia senza quartiere fra la lobby delle case automobilistiche e l'associazione amici polizia stradale, quella delle vittime della strada e tante altre.

(29 ottobre 2007)

 

Ma! sono d'accordo che la velocità è in generale la prima causa di incidenti assieme alla non osservazione della distanza minima di sicurezza, però o si auto limita drasticamente oppure tra 200 o 250 non vedo molta differenza quando i limiti sono al massimo di 130 sulle nostre autostrade.

Io autolimiterei sicuramente, ma senza poter sbloccare in nessuna maniera il dispositivo i Tir. 90 km/h con o senza rimorchio.

 

 

Ciao

Max

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 38
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

sai quante volte un sorpasso anche ad andature ben oltre il codice mi ha salvato da situazioni molto molto spiacevoli?

 

 

e poi non avrebbe senso.

ok, limitiamo le auto a 130 km/h.

 

ah perchè, andare a "massimo" 130 km/h in una strada provinciale o strada urbana quindi non è pericoloso?

 

 

ragazzi, qualunque velocità può essere pericolosa in rapporto alla situazione in cui ci si trova.

a volte anche 50 km/h possono essere mortali.

Link to post
Share on other sites

In un futuro non troppo lontano, probabilmente le auto avranno limiti di velocità gestiti dall'elettronica congiunta al sistema gps. Sei in un centro abitato? La tua auto non supera i 50 km/h nemmeno se metti l'acceleratore a tavoletta. E se qualche furbo manomette tale sistema (perchè in Italia siamo tutti furbi), carcere assicurato. Solo così si risolverebbe il problema.

Link to post
Share on other sites

Trovo ridicolo ed inutile limitare la velocità massima raggiungibile dalle auto a 200km/h. :huh: :ph34r:

 

Secondo me se qualcuno è davvero convinto che questa misura sia utile al fine di ridurre gli incidenti in misura rilevante è davvero disinformato in campo automobilistico! :D

Penso si tratti di una semplice provocazione, ma anche così mi pare fuori luogo.

Link to post
Share on other sites

In un futuro non troppo lontano, probabilmente le auto avranno limiti di velocità gestiti dall'elettronica congiunta al sistema gps. Sei in un centro abitato? La tua auto non supera i 50 km/h nemmeno se metti l'acceleratore a tavoletta. E se qualche furbo manomette tale sistema (perchè in Italia siamo tutti furbi), carcere assicurato. Solo così si risolverebbe il problema.

eh già :D

http://www.omniauto.it/forum/index.php?sho...mp;#entry219279

Link to post
Share on other sites

In un futuro non troppo lontano, probabilmente le auto avranno limiti di velocità gestiti dall'elettronica congiunta al sistema gps. Sei in un centro abitato? La tua auto non supera i 50 km/h nemmeno se metti l'acceleratore a tavoletta. E se qualche furbo manomette tale sistema (perchè in Italia siamo tutti furbi), carcere assicurato. Solo così si risolverebbe il problema.

 

sarà pericoloso limitare la velocità. Come l'esempio di PuccioE39, a volte serve un'accelerazione, per evitare l'incidente.

Con i limiti di velocità che ci sono in Italia, molto spesso messi a caso (posso fare tanti esempi), un sistema del genere aumenterà gli incidenti.

Link to post
Share on other sites

Probabilmente il futuro sarà così, volenti o nolenti. Riguardo ai precedenti post, volevo far notare che si parlava di uno stato in cui è permesso legalmente superare i limiti e che le strade lo consentono. QUI IN ITALIA CI SONO LIMITI IMPOSTI PER LEGGE E LE STRADE NON CONSENTONO DI VIAGGIARE A VELOCITA' SUPERIORI AI LIMITI.

Chiudo qui perchè se no si finisce sempre per litigare. Io non ho mai ricevuto contravvenzioni per superamento dei limiti di velocità, nè qui nè in Germania. Se ci sono è giusto e doveroso rispettarli. Punto.

Link to post
Share on other sites

Probabilmente il futuro sarà così, volenti o nolenti. Riguardo ai precedenti post, volevo far notare che si parlava di uno stato in cui è permesso legalmente superare i limiti e che le strade lo consentono. QUI IN ITALIA CI SONO LIMITI IMPOSTI PER LEGGE E LE STRADE NON CONSENTONO DI VIAGGIARE A VELOCITA' SUPERIORI AI LIMITI.

Chiudo qui perchè se no si finisce sempre per litigare. Io non ho mai ricevuto contravvenzioni per superamento dei limiti di velocità, nè qui nè in Germania. Se ci sono è giusto e doveroso rispettarli. Punto.

 

Il problema delle strade italiane è proprio quella, che i limi sono imposti per legge, e non per le condizioni della strada. Esempio: se è una rampa, si deve andare 40 km/h, e poi... se la rampa è lunga 1 km, e larga 1,5 corsia (ti posso mandare una foto di quella strada), comunque mettono il limite 40, perchè così dice la legge. Secondo te chi andrà su quel tratto con una velocità 40 km/h? I limiti vanno imposti strada per strada, e non dire che è la legge che impone i limiti di velocità. La legge va applicata utilizzando il cervello.

Link to post
Share on other sites

Probabilmente il futuro sarà così, volenti o nolenti. Riguardo ai precedenti post, volevo far notare che si parlava di uno stato in cui è permesso legalmente superare i limiti e che le strade lo consentono

ma se si va a 200 o poco meno il pericolo esiste sempre, anche su strade larghe e sicure, certo poi tutti si sentono Schumi :lol: :D

 

. QUI IN ITALIA CI SONO LIMITI IMPOSTI PER LEGGE E LE STRADE NON CONSENTONO DI VIAGGIARE A VELOCITA' SUPERIORI AI LIMITI.

in Italia ci sono strade dovi si può andare anche oltre il limite del codice ma la legge cmq non te lo consente, ma con questo non dico di arrivare a 180/190 ma benissimo a 150/160

 

 

sarà pericoloso limitare la velocità. Come l'esempio di PuccioE39, a volte serve un'accelerazione, per evitare l'incidente.

Con i limiti di velocità che ci sono in Italia, molto spesso messi a caso (posso fare tanti esempi), un sistema del genere aumenterà gli incidenti.

quoto

Link to post
Share on other sites

In un futuro non troppo lontano, probabilmente le auto avranno limiti di velocità gestiti dall'elettronica congiunta al sistema gps. Sei in un centro abitato? La tua auto non supera i 50 km/h nemmeno se metti l'acceleratore a tavoletta. E se qualche furbo manomette tale sistema (perchè in Italia siamo tutti furbi), carcere assicurato. Solo così si risolverebbe il problema.

 

" e le marmotte confezionavano la cioccolata "

Link to post
Share on other sites

In un futuro non troppo lontano, probabilmente le auto avranno limiti di velocità gestiti dall'elettronica congiunta al sistema gps. Sei in un centro abitato? La tua auto non supera i 50 km/h nemmeno se metti l'acceleratore a tavoletta. E se qualche furbo manomette tale sistema (perchè in Italia siamo tutti furbi), carcere assicurato. Solo così si risolverebbe il problema.

 

" e le marmotte confezionavano la cioccolata "

 

Simpatico e intelligente. Bravo.

 

Se leggete questo articolo: http://findarticles.com/p/articles/mi_zdpc...07/ai_ziff43555

si parla addirittura di self-driving car.

E in questo: http://www.engadget.com/2005/08/27/gm-will...ng-car-in-2008/

che esiste già pronta un'auto self-driving.

 

Questo è il futuro e non sono certo marmotte.

Ciao Ciao.

Link to post
Share on other sites

 

 

Simpatico e intelligente. Bravo.

 

Se leggete questo articolo: http://findarticles.com/p/articles/mi_zdpc...07/ai_ziff43555

si parla addirittura di self-driving car.

E in questo: http://www.engadget.com/2005/08/27/gm-will...ng-car-in-2008/

che esiste già pronta un'auto self-driving.

 

Questo è il futuro e non sono certo marmotte.

Ciao Ciao.

 

vai a vedere 20 anni fa cosa si studiava per il futuro e cosa si scriveva begli articoli che parlavano del futuro e guarda di quelle cose quanto è stato fatto.

 

"il futuro sono le auto elettriche"

"il futuro è l'auto che vola"

 

eh sì, ne vedo molte in giro.

 

sono cose che, oltre a dover essere tecnicamente realizzabili ed accessibili a tutti, devono anche essere accetatte dalla società.

ma dato che una buona percentuale di persone è appassionata di guida, di auto e di motori, il passo non sarà così facile.

Link to post
Share on other sites

Verissimo, ma si parla di industrie dell'automobile che stanno investendo ingenti capitali nella ricerca. Non spendono soldi solo per pubblicità. Università fanno ricerche in proposito, industrie dell'auto finanziano le ricerche. Se poi vogliamo pensare al quando, beh qui si possono fare tutte le speculazioni possibili. Voglio fare un esempio più semplice. Il cambio automatico negli States è la normalità. E' affidabile, assicura ottime prestazioni. In Italia all'inizio era pensato come un qualcosa che andava a deturpare l'auto e l'idea che noi italiani abbiamo dell'auto. Adesso invece si sta imponendo anche in Italia, grazie ai cambi robotizzati. E' solo questione di tempo perchè un'idea vincente si imponga. Magari non nel 2008 con la opel, magari non nei prossimi anni, ma il futuro è abbastanza chiaro.

Link to post
Share on other sites

Verissimo, ma si parla di industrie dell'automobile che stanno investendo ingenti capitali nella ricerca. Non spendono soldi solo per pubblicità. Università fanno ricerche in proposito, industrie dell'auto finanziano le ricerche. Se poi vogliamo pensare al quando, beh qui si possono fare tutte le speculazioni possibili. Voglio fare un esempio più semplice. Il cambio automatico negli States è la normalità. E' affidabile, assicura ottime prestazioni. In Italia all'inizio era pensato come un qualcosa che andava a deturpare l'auto e l'idea che noi italiani abbiamo dell'auto. Adesso invece si sta imponendo anche in Italia, grazie ai cambi robotizzati. E' solo questione di tempo perchè un'idea vincente si imponga. Magari non nel 2008 con la opel, magari non nei prossimi anni, ma il futuro è abbastanza chiaro.

 

guarda, ci siamo letti nel pensiero perchè volevoportarti proprio questo esempio nel post precedente!

 

vero, grandi passi avanti con l'automatico. ma il manuale non verrà mai soppiantato.

e te lo dice uno che alla prossima auto vuole un automatico (no robotizzato, ma a convertitore)

Link to post
Share on other sites

Verissimo, ma si parla di industrie dell'automobile che stanno investendo ingenti capitali nella ricerca. Non spendono soldi solo per pubblicità. Università fanno ricerche in proposito, industrie dell'auto finanziano le ricerche. Se poi vogliamo pensare al quando, beh qui si possono fare tutte le speculazioni possibili. Voglio fare un esempio più semplice. Il cambio automatico negli States è la normalità. E' affidabile, assicura ottime prestazioni. In Italia all'inizio era pensato come un qualcosa che andava a deturpare l'auto e l'idea che noi italiani abbiamo dell'auto. Adesso invece si sta imponendo anche in Italia, grazie ai cambi robotizzati. E' solo questione di tempo perchè un'idea vincente si imponga. Magari non nel 2008 con la opel, magari non nei prossimi anni, ma il futuro è abbastanza chiaro.

 

guarda, ci siamo letti nel pensiero perchè volevoportarti proprio questo esempio nel post precedente!

 

vero, grandi passi avanti con l'automatico. ma il manuale non verrà mai soppiantato.

e te lo dice uno che alla prossima auto vuole un automatico (no robotizzato, ma a convertitore)

 

quote]

 

 

Ciao Puccio scusa che differenza c'è tra cambio automatico robotizzato o a convertitore?

e per quale motivo tu dici di voler scegliere il tipo a convertitore?

 

grazie ste

post-17258-1193929808_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...