Jump to content

...Installatore consigliato... il migliore in zona....


Post consigliati

Premetto che scrivo solo per dovere di cronaca omettendo nomi e luoghi e qualche particolare non di rilevo per la storia, poichè proprio oggi dopo raccomandata privata e lettera di avvocato, ho dato avvio ad una causa civile citando in giudizio l'installatore del mio impianto Jtg che non vuole sentir parlare di risarcimento. Ho anche cambiato il mio nik-name registrandomi di nuovo oggi.

 

Come molti ho sondato il terreno, mi sono fatto consigliare un installatore,e mi sono recato con la mia macchinina quasi nuova 3 mesi/5000km a far visita all'officina, mi viene spiegato un po' tutto:caratteristiche dell'impianto, qualità... etc. etc. fino ad arrivare alla famigerata frase "è l'installatore che fa la differenza io smonto il collettore, questo è il punto cruciale dell'installazione, non come fa certa gente..." Mi sono convinto e ho preso appuntamento per la trasformazione.

Quando ho ritirato l'auto ho subito avuto problemi, al primo stop si è spenta, come a tutti i successivi, cosi che dopo 10 minuti ero gia li a lamentarmi. e cosi per alcuni mesi di vari tentativi e balle raccontate (dagli iniettori che devono adattarsi alla sonda lambda che deve pulirsi con i gas di scarico.... )il cui risultato è stato quello di far camminare la macchina con qualche singhiozzo random , strappi vari e spia sempre accesa con indicazione di miscela magra a gas e catalizzatore non efficente.

Anche a benzina la macchina iniziava ad avere problemi.

Dopo aver tentato di tutto l'installatore a cui io chiedevo un intervento della casa, inveiva contro icom, dicendo di essere abbandonato a se stesso, che gli dicevano una cosa o un altra, ma che erano tutte cose inutili, fino ad arrivare a dirmi che a fine anno non avrebbe piu montato il Jtg ma solo gassoso.

Poverino!, pensai, ci penso io alla icom, li chiamo e ne dico quattro!

Sorpresa lo sapete che la icom NON E' MAI STATA CONTATTATA!!!!

Non fidandomi più di lui ho fatto vedere la macchina ad altri:

1) il collettore non è stato smontato, anzi come da foto potete vedere che è stato danneggiatala testata nella parte interna con il trapano, tagliando con lo stesso anche la guarnizione del collettore sulla testata.

Sono stati rimontati male 2 iniettori della benzina che erano monodirezionali cosicche andava male anche a benzina, funzionando cosi male si sono danneggiati 4 valvole di aspirazione le sonde lambda non mi ricordo se 3 o 4 e il catalizzatore, che comportano una spesa preventivata di circa 5.600 euro. Tutto questo per negligenza dell'installatore.

 

Allo stesso chiederò in tribunale il rimborso dell'impianto, il costo della riparazione valvole /impianto di catalizzazione, i giorni persi di lavoro e il fermo macchina, le spese per il noleggio per 7 giorni di una sostitutiva quando non partiva più, oltre ai danni morali per avermi preso per quel posto.

 

Spero che questo sfogo non vi abbia annoiato, e vi consiglio di diffidare di chiunque vi potrebbe consigliare un installatore traendone profitto.

Luigi1970

Ps. quella che vedete sotto è la testata danneggiata.

mvc002x1gl0.jpg

mvc001xbs0.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 35
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Concordo su come hai deciso di proseguire.

 

Certe persone devono cambiare mestiere. :)

 

Meglio avere meno operatori sulla piazza ma che sanno il fatto loro che illusionisti.

 

Tieni aggiornata la discussione, servirà a qualcun'altro.

 

Molti non sanno come comportarsi in simili situazioni e mettono la testa sotto la sabbia.

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

Questa è l'ennesima dimostrazione che la vera causa della pessima fama del JTG e da attribuirsi quasi completamente alla incompetenza di ALCUNI installatori!!!

 

Lasciatelo dire da chi ha già percorso col JTG 15.000 km senza neanche l'ombra di un problema!!!

 

Vorrei che tutti gli utenti scontenti facessero causa proprio come te...in questo modo si riuscirebbe a stabilire (come in questo caso) di chi siano le responsabilità del malfunzionamento dell'impianto!!!!

 

Meditate gente...meditate!!!

Link to post
Share on other sites

Questa è l'ennesima dimostrazione che la vera causa della pessima fama del JTG e da attribuirsi quasi completamente alla incompetenza di ALCUNI installatori!!!

Lasciatelo dire da chi ha già percorso col JTG 15.000 km senza neanche l'ombra di un problema!!!

Vorrei che tutti gli utenti scontenti facessero causa proprio come te...in questo modo si riuscirebbe a stabilire (come in questo caso) di chi siano le responsabilità del malfunzionamento dell'impianto!!!!

Meditate gente...meditate!!!

Non sono mai intervenuto ne per elogiare ne per denigrare ICOM JTG, lasciami dire però che una parte di responsabilità è della ICOM stessa!

Al momento che un installatore gli diventa "problematico" dovrebbe essere la prima a revocargli la licenza di "installatore autorizzato" o obbligarlo a ripetere il corso di formazione!

Ne va del suo interesse e della sua immagine!

Purtroppo l'impianto a gas è un dispositivo che deve andare bene negli anni, non è un soprammobile che anche se fa schifo tanto deve stare li!

E' un peccato che un sistema così innovativo se lo possano permettere solo alcuni fortunati che hanno l'istallatore "muso" nelle vicinanze!

Sono impianti che vanno bene una volta installati come si deve?

Allora facciamo in modo che i tecnici siano in grado!

Con tutti i soldi che hanno speso per sradicare impianti, interventi in garanzia, cambio di pompe ecc. avrebbero potuto permettersi di aprire officine direttamente loro e metterci dentro dei tecnici specializzati!

Secondo me hanno investito poco nella formazione!

Fabio

Link to post
Share on other sites

Vi confermo che era reputato il migliore della zona e tra i migliori in tutta Italia, Icom stessa si è stupita di quello che è successo.

La cosa pazzesca è che gli impianti li sanno montare, quindi qui si ravvisa anche la frode: il costo dell'impianto prevede una serie di ore per smontare e forare il collettore, fatte pagare, ma il collettore non si è mai mosso dal cofano, non è stato montato il filtro in carica che invece doveva esserlo e anche peggio il fatto che lo schema elettrico dell'impianto preveda una protezione attrverso fusibili per evitare sovratensioni e cortocircuiti che non sono stati montati con gravi rischi per la sicurezza a bordo...

 

Sono stato consigliato da una persona che comunque ha avuto un ritorno economico su questo impianto e che probabilmente verrà citata a giudizio.

 

Comunque sarebbe bastato ai primi problemi (sapendo di averci provato) dirmi di lasciare un'altra settimana la macchina in officina per i dovuti controlli e rifare tutto da capo a mia insaputa, anziche addurre scuse e addossare colpe alla icom.

Da qui il tentativo di frode, che passa dal diritto civile al diritto penale, cioè da conseguenze sanzionatorie ,che hanno solo carattere pecuniario o obbligatorio e consistono in risarcimenti derivanti da responsabilità (contrattuale o extracontrattuale) a conseguenze di carattere privativo della libertà personale....

 

Per non parlare poi di quel pezzettino di carta che è cosi difficile ottenere, tanto che viene sempre proposto uno sconto piuttosto che rilasciarlo e che nonostante le mie richieste non è mai arrivato...

 

So per certo che gli interessati scrivono e frequentano il forum e spero che chi è oggetto di questa discussione capisca a cosa sta andando in contro, perchè rimborsare dei soldi anche se la cifra è ragguardevole è una cosa ma avere una condanna per frode/frode fiscale non è una passeggiata.

 

Vi terrò informati, comunque la citazione dovrebbe arrivargli tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre poi una volta iscritto agli atti il procedimento sarà a cura del tribunale....

Link to post
Share on other sites

Chi ha mai detto che la Icom non ha responsabilità in tutto ciò?

Sono daccordo con te quando parli di formazione e installatori,ma non sò perchè, quando sento gente (che parla a vanvera) sul fatto che l'impianto nn è affidabile e rompe pompe a ripetizione senza sapere di cosa sta parlando...bhe...allora li mi incazzo!!!

 

Questa mail lo dimostra a pieno con una prova fotografica del "fantastico" operato di questo installatore!!!!

E allora cosa volete????

 

Spero solo che un pò di gente su questo forum, dopo questa fantastica prova fornita da Luigi1970, prima di sparare a zero su questo impianto all'avanguardia nel campo del gpl, conti fino a 10!!!!

Link to post
Share on other sites

Chi ha mai detto che la Icom non ha responsabilità in tutto ciò?

Sono daccordo con te quando parli di formazione e installatori,ma non sò perchè, quando sento gente (che parla a vanvera) sul fatto che l'impianto nn è affidabile e rompe pompe a ripetizione senza sapere di cosa sta parlando...bhe...allora li mi incazzo!!!

Questa mail lo dimostra a pieno con una prova fotografica del "fantastico" operato di questo installatore!!!!

E allora cosa volete????

Spero solo che un pò di gente su questo forum, dopo questa fantastica prova fornita da Luigi1970, prima di sparare a zero su questo impianto all'avanguardia nel campo del gpl, conti fino a 10!!!!

E' quello che dico io!

Potrebbe essere (e sicuramente è) un impianto al vertice e non lo è per una politica sbagliata (politica non componentistica)!

Si mormora che il NODO sia la foratura dei collettori di aspirazione (unica cosa tra l'altro irrimediabile se sbagliata), perchè non se li fanno spedire e li forano loro (come faceva la Vialle?).

Dai, con i corrieri espressi in 3 giorni vanno e tornano, poi, penso che uno aspetti più che volentieri se sa che il suo bell'impianto andra bene!

Peccato!

Fabio

 

Vi confermo che erano reputato il migliore della zona e tra i migliori in tutta Italia, Icom stessa si è stupita di quello che è successo.

La cosa pazzesca è che gli impianti li sanno montare, quindi qui si ravvisa anche la frode: il costo dell'impianto prevede una serie di ore per smontare e forare il collettore, fatte pagare, ma il collettore non si è mai mosso dal cofano, non è stato montato il filtro in carica che invece doveva esserlo e anche peggio il fatto che lo schema elettrico dell'impianto preveda una protezione attrverso fusibili per evitare sovratensioni e cortocircuiti che non sono stati montati con gravi rischi per la sicurezza a bordo...

Sono stato consigliato da una persona che comunque ha avuto un ritorno economico su questo impianto e che probabilmente verrà citata a giudizio.

Comunque sarebbe bastato ai primi problemi (sapendo di averci provato) dirmi di lasciare un'altra settimana la macchina in officina per i dovuti controlli e rifare tutto da capo a mia insaputa, anziche addurre scuse e addossare colpe alla icom.

Da qui il tentativo di frode, che passa dal diritto civile al diritto penale, cioè da conseguenze sanzionatorie ,che hanno solo carattere pecuniario o obbligatorio e consistono in risarcimenti derivanti da responsabilità (contrattuale o extracontrattuale) a conseguenze di carattere privativo della libertà personale....

Per non parlare poi di quel pezzettino di carta che è cosi difficile ottenere, tanto che viene sempre proposto uno sconto piuttosto che rilasciarlo e che nonostante le mie richieste non è mai arrivato...

So per certo che gli interessati scrivono e frequentano il forum e spero che chi è oggetto di questa discussione capisca a cosa sta andando in contro, perchè rimborsare dei soldi anche se la cifra è ragguardevole è una cosa ma avere una condanna per frode/frode fiscale non è una passeggiata.

Vi terrò informati, comunque la citazione dovrebbe arrivargli tra la fine di settembre e l'inizio di ottobre poi una volta iscritto agli atti il procedimento sarà a cura del tribunale....

Secondo me stai percorrendo la strada giusta!

Fabio

Link to post
Share on other sites

Si io ho assistito personalmente al montaggio del JTG sul mio Voyager e vi assicuro che forare senza smontare con l'impianto Icom e' impossibile.

 

E' impossibile soprattutto perchè montare i tubetti di iniezione alle giuste distanze e ben direzionati non e' possibile se non si smonta!!!

 

FAI BENE AD ANDARE AVANTI PER VIE LEGALI!!!

 

E' ora di far pulizia dei cialtroni!

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Vi confermo che anche se un po' in ritardo sulla tabella di marcia, è stata notificata ieri 29.10.2007 la citazione in giudizio all'installatore che ha eseguito il lavoraccio sulla mia macchina. Attendiamo... Spero che capisca che conviene fare cio che non ha mai fatto fino ad ora, ossia alzare la cornetta e chiamare per vedere se si riesce a trovare una mediazione. Una cosa è certa, io non mi fermo! Male che vada attendiamo l'udienza dei primi di gennaio....

Alla prox Luigi

Link to post
Share on other sites

"Per non parlare poi di quel pezzettino di carta che è cosi difficile ottenere, tanto che viene sempre proposto uno sconto piuttosto che rilasciarlo e che nonostante le mie richieste non è mai arrivato..."

 

Se hai dato un assegno il signore in questione sarà anche inguaiato dal punto di vista fiscale, perché qualcuno l'avrà ben incassato...

 

Ciao e auguri.

Link to post
Share on other sites

Ciao,

per omologare l'impianto si deve andare in motorizzazione, pezzo di carta o no, la documentazione è depositata con la domanda, correggo, protocollata con tanto di timbro e data di installazione dell'officina.

Se si va in giudizio con queste parole, il giudice deve chiedere una visura da parte della GDF alla motorizzazione, come viene chiesto al committente, se non specificato prima (esempio, impianto pagato per intero con assegno n°), il modo di pagamento.

Ogni tanto quì sul forum si leggono proprio delle cose che lasciano l'amaro in bocca, hai tutta la mia solidarietà nel comportarti in detto modo.

In bocca al lupo, ciao

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...
  • 3 months later...

Eccomi qua, anche se quasi con un mese di ritardo....

Il giorno 12.02.08, l'udienza è stata rimandata a giugno, perchè l'installatore ha citato a giudizio Icom Italia, cercando di addossargli tutte/parte delle colpe dei malfuzionamenti dell'autoveicolo. Pensate un po' che nella citazione che hanno depositato dicono che "i frequenti spegnimenti sono dovuti all'imperizia e incapacità del guidatore nel modulare il rapporto frizione/acceleratore o all'usura dei cablaggi e delle candele" (di una impreza wrx 2.5 con 2.500 km!!!!!) che vergogna!

 

Comunque sto valutando di pubblicare il loro nome e indirizzo anche per evitare che altri incappino in problemi di questo tipo, anche prima dell'udienza.

 

Ps per Gabriele di Icom

mi sa che ci dobbiamo sentire per fare un po' il punto della situazione...

Link to post
Share on other sites

Eccomi qua, anche se quasi con un mese di ritardo....

Il giorno 12.02.08, l'udienza è stata rimandata a giugno, perchè l'installatore ha citato a giudizio Icom Italia, cercando di addossargli tutte/parte delle colpe dei malfuzionamenti dell'autoveicolo. Pensate un po' che nella citazione che hanno depositato dicono che "i frequenti spegnimenti sono dovuti all'imperizia e incapacità del guidatore nel modulare il rapporto frizione/acceleratore o all'usura dei cablaggi e delle candele" (di una impreza wrx 2.5 con 2.500 km!!!!!) che vergogna!

 

Comunque sto valutando di pubblicare il loro nome e indirizzo anche per evitare che altri incappino in problemi di questo tipo, anche prima dell'udienza.

 

Ps per Gabriele di Icom

mi sa che ci dobbiamo sentire per fare un po' il punto della situazione...

Osti cane che storia pazzesca! Auguri per la causa.

Puoi almeno dire la regione in cui si trova quest'installatore? A breve dovró fare il mio (sgrat sgrat)...

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...