Jump to content

Post consigliati

che libri state leggendo?

io ora sto leggendo "le mille balle blu",libro a dir poco divertentissimo.

ieri ho finito di leggere gomorra,e,finito "le mille balle blu" mi appresterò a leggere "la casta".

qualcuno di voi ha gia letto questi libri?qualche impressione?

inoltre,qualcuno ha mai letto il libro di gian antonio stella,intitolato "schei"?se si,come vi è sembrato?

Link to post
Share on other sites

che libri state leggendo?

io ora sto leggendo "le mille balle blu",libro a dir poco divertentissimo.

ieri ho finito di leggere gomorra,e,finito "le mille balle blu" mi appresterò a leggere "la casta".

qualcuno di voi ha gia letto questi libri?qualche impressione?

inoltre,qualcuno ha mai letto il libro di gian antonio stella,intitolato "schei"?se si,come vi è sembrato?

 

non ho mai letto i libri da te' citati, quindi non posso commentarli. Io, personalmente, leggo Ken Follet, Dean R. Koontz, e Valerio M. Manfredi.

Link to post
Share on other sites

bhè dai,almeno uno che ha risposto.

ken follet mi sa tanto di letteratura da treno,mentre gli altri 2 proprio non li ho mai sentiti nominare.

comunque,1 giorno e mezzo che ho scritto il messaggio,ed ha risposto solo una persona....

Link to post
Share on other sites

bhè dai,almeno uno che ha risposto.

ken follet mi sa tanto di letteratura da treno,mentre gli altri 2 proprio non li ho mai sentiti nominare.

comunque,1 giorno e mezzo che ho scritto il messaggio,ed ha risposto solo una persona....

 

Ken Follet da treno? puo' darsi, comunque tieni conto che ha scritto parecchi libri molto diversi tra di loro, alcuni dei quali effetivamente da treno. Io consiglio sempre questi titoli:

 

- I pilastri della terra;

 

- Un luogo chiamato liberta';

 

- Una fortuna pericolosa;

 

- La cruna dell'ago.

 

Valerio M. manfredi e' famoso in tutto il mondo per aver scritto la trilogia su Alessandro, il condottiero macedone. E' uno scrittore molto bravo nel trattare romanzi storici. Di lui propongo:

 

- Il tiranno;

 

- Aléxandros : La trilogia : Il figlio del sogno ; Le sabbie di Amon ; Il confine del mondo;

 

- L'ultima legione;

 

 

Dean R. Koontz tratta tutt'altro genere (horror-misteriooso-paranormale): tra tutti e tre e' il piu' bravo, a mio parere, ma il tema trattato deve piacere.

Link to post
Share on other sites

bhè dai,almeno uno che ha risposto.

ken follet mi sa tanto di letteratura da treno,mentre gli altri 2 proprio non li ho mai sentiti nominare.

comunque,1 giorno e mezzo che ho scritto il messaggio,ed ha risposto solo una persona....

 

Ken Follet da treno? puo' darsi, comunque tieni conto che ha scritto parecchi libri molto diversi tra di loro, alcuni dei quali effetivamente da treno. Io consiglio sempre questi titoli:

 

- I pilastri della terra;

 

- Un luogo chiamato liberta';

 

- Una fortuna pericolosa;

 

- La cruna dell'ago.

 

Valerio M. manfredi e' famoso in tutto il mondo per aver scritto la trilogia su Alessandro, il condottiero macedone. E' uno scrittore molto bravo nel trattare romanzi storici. Di lui propongo:

 

- Il tiranno;

 

- Aléxandros : La trilogia : Il figlio del sogno ; Le sabbie di Amon ; Il confine del mondo;

 

- L'ultima legione;

 

 

Dean R. Koontz tratta tutt'altro genere (horror-misteriooso-paranormale): tra tutti e tre e' il piu' bravo, a mio parere, ma il tema trattato deve piacere.

 

la cruna dell'ago dovrebbe essere il più noto libro di follet se non sbaglio.

romanzi storici e "mattoni" culturali non mi sono mai piaciuti molto,quando leggo do spazio prima di tutto all'informazione.

come horror vado sul classico,stephen king,sto cercando (me lo ero ripromesso da anni,alla fine ci sto riuscendo) di leggere IT,sono arrivato ad appena 140 pagine,però,se devo essere sincero,son parecchio deluso.non so,sarà perchè il film per me è un capolavoro,quindi parto gia prevenuto,ma il libro proprio non mi convince,infatti sto meditanto se mi conviene abbandonare IT per cominciare "misery".

nel frattempo,stamane,alle 5,ho finito le mille balle blu,ed ora ho cominciato a leggere la casta.

ecco,preferisco di questi libri,libri non intellettuali,ma ricchi di informazioni.

Link to post
Share on other sites

Non mi sono azzardato a intervenire solo perchè da qualche tempo, essendomi venuta la pazza idea di reiscrivermi all'università per vedere di terminare una volta per tutte, ho abbandonato K.Follett &C. a favore di testi di Algebra lineare e geometria differenziale, teoria dei campi e teoria dei segnali: roba che studiai quasi venti anni fa e di cui non ricordo una mazza.

Link to post
Share on other sites

 

la cruna dell'ago dovrebbe essere il più noto libro di follet se non sbaglio.

romanzi storici e "mattoni" culturali non mi sono mai piaciuti molto,quando leggo do spazio prima di tutto all'informazione.

come horror vado sul classico,stephen king,sto cercando (me lo ero ripromesso da anni,alla fine ci sto riuscendo) di leggere IT,sono arrivato ad appena 140 pagine,però,se devo essere sincero,son parecchio deluso.non so,sarà perchè il film per me è un capolavoro,quindi parto gia prevenuto,ma il libro proprio non mi convince,infatti sto meditanto se mi conviene abbandonare IT per cominciare "misery".

nel frattempo,stamane,alle 5,ho finito le mille balle blu,ed ora ho cominciato a leggere la casta.

ecco,preferisco di questi libri,libri non intellettuali,ma ricchi di informazioni.

 

 

Ti dico una cosa: in vita mia ho sempre odiato la storia, perche' la vedevo come un'infinita serie di abbinamenti evento-data. Da quando ho letto Manfredi, ho scoperto che se c'e' un modo per "amarla" e' proprio leggere romanzi storici. E ti assicuro che non sono affatto mattoni. Ti invito a leggere "Il tiranno" , poi mi dirai.

 

Stephen King? lasciamo perdere... in America e' stato surclassato da Konntz.

Link to post
Share on other sites

 

la cruna dell'ago dovrebbe essere il più noto libro di follet se non sbaglio.

romanzi storici e "mattoni" culturali non mi sono mai piaciuti molto,quando leggo do spazio prima di tutto all'informazione.

come horror vado sul classico,stephen king,sto cercando (me lo ero ripromesso da anni,alla fine ci sto riuscendo) di leggere IT,sono arrivato ad appena 140 pagine,però,se devo essere sincero,son parecchio deluso.non so,sarà perchè il film per me è un capolavoro,quindi parto gia prevenuto,ma il libro proprio non mi convince,infatti sto meditanto se mi conviene abbandonare IT per cominciare "misery".

nel frattempo,stamane,alle 5,ho finito le mille balle blu,ed ora ho cominciato a leggere la casta.

ecco,preferisco di questi libri,libri non intellettuali,ma ricchi di informazioni.

 

 

Ti dico una cosa: in vita mia ho sempre odiato la storia, perche' la vedevo come un'infinita serie di abbinamenti evento-data. Da quando ho letto Manfredi, ho scoperto che se c'e' un modo per "amarla" e' proprio leggere romanzi storici. E ti assicuro che non sono affatto mattoni. Ti invito a leggere "Il tiranno" , poi mi dirai.

 

Stephen King? lasciamo perdere... in America e' stato surclassato da Konntz.

 

quando andrò in libreria ci darò un'occhiata.

Link to post
Share on other sites

Io ho appena l'ultimo libro di Faletti: niente di eccezionale, ma piacevole.

Adesso sono a metà di un libro "da treno" (cit. Vicdani) di Wilbur Smith.

IT l'ho letto parecchi hann fa, l'ho trovato molto superiore al film, un capolavoro!

Ho letto qualcosa di Koontz, non male...

Link to post
Share on other sites

ciao a tutti,

visto che avete creato un topic che mi stuzzica ho deciso di farmi avanti...

stella è sicuramente il giornalista-scrittore che preferisco, sia per la prosa, sia per i temi affrontati; mi piace soprattutto il suo stile così colloquiale. Dei suoi libri ho letto:

la casta, e dopo la lettura credo che otterei le attenuanti in tribunale in caso di parlamenticidio...

l'orda, quando gli albanesi eravamo noi.

odissee

tribù

tribù s.p.a.

chic

il romanzo:"il maestro magro"

 

Ora ho ordinato in libreria schei.

Di manfredi ho letto la trilogia di alessandro, il tiranno, le paludi di hesperia, l'ultima legione, la legione del drago.

 

di follett consiglio solo i pilastri della terra, gli altri non mi hanno convinto, sono poveri di contenuti e con una trama abbastanza risibile.

 

ho letto gomorra, ed essendo di origini napoletane, mi è quasi venuta voglia di piangere...

 

It mi ha appassionato parecchio, anche se alcuni passaggi l'ho travato un po' ridicolo...

Link to post
Share on other sites

sto leggendo "lo scheletro che balla" di Deaver.

 

ho appena finito "Una passeggiata nei boschi" di Byron..se vi piace la natura e volete conoscere un pò di geografia descrittiva degli stati uniti ci piacerà senz'altro, a me è molto piaciuto.

 

ho letto quasi tutti i libri di stephan king, e molti altri autori di cui faccio anche fatica a tenere memoria

Link to post
Share on other sites

ciao a tutti,

visto che avete creato un topic che mi stuzzica ho deciso di farmi avanti...

stella è sicuramente il giornalista-scrittore che preferisco, sia per la prosa, sia per i temi affrontati; mi piace soprattutto il suo stile così colloquiale. Dei suoi libri ho letto:

la casta, e dopo la lettura credo che otterei le attenuanti in tribunale in caso di parlamenticidio...

l'orda, quando gli albanesi eravamo noi.

odissee

tribù

tribù s.p.a.

chic

il romanzo:"il maestro magro"

 

Ora ho ordinato in libreria schei.

Di manfredi ho letto la trilogia di alessandro, il tiranno, le paludi di hesperia, l'ultima legione, la legione del drago.

 

di follett consiglio solo i pilastri della terra, gli altri non mi hanno convinto, sono poveri di contenuti e con una trama abbastanza risibile.

 

ho letto gomorra, ed essendo di origini napoletane, mi è quasi venuta voglia di piangere...

 

It mi ha appassionato parecchio, anche se alcuni passaggi l'ho travato un po' ridicolo...

 

chic l'ho letto.mi è piaciuto il capitolo dove si parlava dei titoli

Link to post
Share on other sites

Conoscendo uno dei nipoti dei ripa di meana, mi ha fatto impazzire il capitolo sui titoli nobiliari...

mi sono venuti in mente alcuni episodi che mi ha raccontato; per esempio, quando marina ripa di meana si spogliò per protestare contro la caccia, la nonna, cresciuta come una dama e come tale pensante, le ha tolto il saluto, ed ora, ad ogni riunione di famiglia, pretende che siano messe in tavoli separati e che la suddetta non le rivolga la perola, pena un incazzatura colossale... :angry:

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...