Jump to content

quale futuro per il gpl.....


Post consigliati

Considerando la continua evoluzione della tecnica motoristica e la sempre piu' massiccia presenza di motori ad iniezione diretta di benzina (in cui i risparmi a gpl si riducono ulteriormente) , per il motore a gpl siamo al canto del cigno ??

 

allego ultima evoluzione dei motori diesel con piu' coppia e minori consumi :

 

"La Fiat Powertrain sta per presentare l'atteso common rail "1.9 JTD" Twin Stage, ossia la versione con due turbine doppio stadio del diffuso diesel prodotto a Pratola Serra.

 

Più che per la potenza di punta, che nel caso di questo "1900" è di 180 CV, i doppio stadio si fanno apprezzare per una dote ancora più importante nella guida: una coppia molto elevata e ben distribuita in tutto l'arco di funzionamento del motore. Questo evita la sgradevole erogazione di potenza di molti turbodiesel spinti, fiacchi sotto i 2000-2500 giri per poi scatenarsi soltanto nell'arco di pochi giri.

 

Diesel con turbine doppio stadio sono già prodotti da BMW e Psa (Peugeot e Citroën). Il fatto che la novità sia presentata da Fiat Powertrain, responsabile della produzione e vendita di motori e cambi, indica che il "1900" Twin Stage potrà avere parecchie applicazioni, non soltanto in ambito di Fiat Auto. Pare certa, comunque, la sua futura applicazione sulle Alfa Romeo "159", "Brera" e "Spider"."

 

 

saluti

Link to post
Share on other sites

dato il continuo allarme polveri sottili ineliminabili dal motore diesel si dovrà giocoforza puntare in altre direzioni (metano, idrogeno, ibrido, elettrico) ma x ora il gpl è l'unica vera alternativa ai carburanti tradizionali x capillarità distributiva....

 

si stanno sviluppando nuovi motori diesel, nuovi benzina iniezione diretta e motori nati x il metano....certo, il gpl ci resta stritolato in mezzo...ma a medio termine sarà ancora una risorsa importante...nell'arco di 20 anni si dovrà invece percorrere giocoforza una strada diversa dai carburanti convenzionali :blink:

Link to post
Share on other sites

Considerando la continua evoluzione della tecnica motoristica e la sempre piu' massiccia presenza di motori ad iniezione diretta di benzina (in cui i risparmi a gpl si riducono ulteriormente) , per il motore a gpl siamo al canto del cigno ??

 

allego ultima evoluzione dei motori diesel con piu' coppia e minori consumi :

 

"La Fiat Powertrain sta per presentare l'atteso common rail "1.9 JTD" Twin Stage, ossia la versione con due turbine doppio stadio del diffuso diesel prodotto a Pratola Serra.

 

Più che per la potenza di punta, che nel caso di questo "1900" è di 180 CV, i doppio stadio si fanno apprezzare per una dote ancora più importante nella guida: una coppia molto elevata e ben distribuita in tutto l'arco di funzionamento del motore. Questo evita la sgradevole erogazione di potenza di molti turbodiesel spinti, fiacchi sotto i 2000-2500 giri per poi scatenarsi soltanto nell'arco di pochi giri.

 

Diesel con turbine doppio stadio sono già prodotti da BMW e Psa (Peugeot e Citroën). Il fatto che la novità sia presentata da Fiat Powertrain, responsabile della produzione e vendita di motori e cambi, indica che il "1900" Twin Stage potrà avere parecchie applicazioni, non soltanto in ambito di Fiat Auto. Pare certa, comunque, la sua futura applicazione sulle Alfa Romeo "159", "Brera" e "Spider"."

 

 

saluti

 

certo che, se invece di avere inutili 180 cv, usassero le nuove tecnologie per averne 100 e consumare la metà forse avremmo ancora una speranza....

 

roberto

Link to post
Share on other sites

fra vent'anni il petrolio e i suoi derivati saranno nella fase discendente d'estrazione. Sarà più economico utilizzare altre fonti d'energia monopolizzabili dalle grandi società vedi: energia nucleare/idrogeno

Link to post
Share on other sites

Considerando la continua evoluzione della tecnica motoristica e la sempre piu' massiccia presenza di motori ad iniezione diretta di benzina (in cui i risparmi a gpl si riducono ulteriormente) , per il motore a gpl siamo al canto del cigno ??

 

allego ultima evoluzione dei motori diesel con piu' coppia e minori consumi :

 

"La Fiat Powertrain sta per presentare l'atteso common rail "1.9 JTD" Twin Stage, ossia la versione con due turbine doppio stadio del diffuso diesel prodotto a Pratola Serra.

 

Più che per la potenza di punta, che nel caso di questo "1900" è di 180 CV, i doppio stadio si fanno apprezzare per una dote ancora più importante nella guida: una coppia molto elevata e ben distribuita in tutto l'arco di funzionamento del motore. Questo evita la sgradevole erogazione di potenza di molti turbodiesel spinti, fiacchi sotto i 2000-2500 giri per poi scatenarsi soltanto nell'arco di pochi giri.

 

Diesel con turbine doppio stadio sono già prodotti da BMW e Psa (Peugeot e Citroën). Il fatto che la novità sia presentata da Fiat Powertrain, responsabile della produzione e vendita di motori e cambi, indica che il "1900" Twin Stage potrà avere parecchie applicazioni, non soltanto in ambito di Fiat Auto. Pare certa, comunque, la sua futura applicazione sulle Alfa Romeo "159", "Brera" e "Spider"."

 

 

saluti

 

Secondo me, il problema nel futuro del GPL sta nella ricerca che costantemente INSEGUE la ricerca sui motori a benzina.

Si studia ancora su motori ad alimentazione tradizionale ignorando COMPLETAMENTE le alimentazioni alternative.

Prima si fa il motore benzina (strepitoso per carità), poi si arranca e si tribola per adattargli un'alimentazione a GPL!

Una vera BIFUEL dovrebbe essere "pensata" parallelamente per le 2 alimentazioni!

Il problema dei DIESEl, come già sottolineato da Monellaccio è che sono polverosi sottilmente :blink: e secondo me, i parametri euroXX potrà penalizzarli.

Verrà il giorno che i progettisti saranno COSTRETTI a pensare ad altro (e secondo me non è tanto lontano)!

Fossi, per esempio, la LANDIRENZO (a maggior ragione che ora si è quotata in borsa :blink: ), svilupperei un motore 1.6/1.8 16V da proporre ai costruttori di auto!

So di aver detto ca@@ate ma questa è la mia opinione e nel pieno rispetto dell'opinione altrui!

Fabio

Link to post
Share on other sites

Considerando la continua evoluzione della tecnica motoristica e la sempre piu' massiccia presenza di motori ad iniezione diretta di benzina (in cui i risparmi a gpl si riducono ulteriormente) , per il motore a gpl siamo al canto del cigno ??

 

allego ultima evoluzione dei motori diesel con piu' coppia e minori consumi :

 

"La Fiat Powertrain sta per presentare l'atteso common rail "1.9 JTD" Twin Stage, ossia la versione con due turbine doppio stadio del diffuso diesel prodotto a Pratola Serra.

 

Più che per la potenza di punta, che nel caso di questo "1900" è di 180 CV, i doppio stadio si fanno apprezzare per una dote ancora più importante nella guida: una coppia molto elevata e ben distribuita in tutto l'arco di funzionamento del motore. Questo evita la sgradevole erogazione di potenza di molti turbodiesel spinti, fiacchi sotto i 2000-2500 giri per poi scatenarsi soltanto nell'arco di pochi giri.

 

Diesel con turbine doppio stadio sono già prodotti da BMW e Psa (Peugeot e Citroën). Il fatto che la novità sia presentata da Fiat Powertrain, responsabile della produzione e vendita di motori e cambi, indica che il "1900" Twin Stage potrà avere parecchie applicazioni, non soltanto in ambito di Fiat Auto. Pare certa, comunque, la sua futura applicazione sulle Alfa Romeo "159", "Brera" e "Spider"."

 

 

saluti

 

Secondo me, il problema nel futuro del GPL sta nella ricerca che costantemente INSEGUE la ricerca sui motori a benzina.

Si studia ancora su motori ad alimentazione tradizionale ignorando COMPLETAMENTE le alimentazioni alternative.

Prima si fa il motore benzina (strepitoso per carità), poi si arranca e si tribola per adattargli un'alimentazione a GPL!

Una vera BIFUEL dovrebbe essere "pensata" parallelamente per le 2 alimentazioni!

Il problema dei DIESEl, come già sottolineato da Monellaccio è che sono polverosi sottilmente ;) e secondo me, i parametri euroXX potrà penalizzarli.

Verrà il giorno che i progettisti saranno COSTRETTI a pensare ad altro (e secondo me non è tanto lontano)!

Fossi, per esempio, la LANDIRENZO (a maggior ragione che ora si è quotata in borsa :) ), svilupperei un motore 1.6/1.8 16V da proporre ai costruttori di auto!

So di aver detto ca@@ate ma questa è la mia opinione e nel pieno rispetto dell'opinione altrui!

Fabio

secodo me il gpl potra avere futuro solo se la smetteranno di pensare solo a guadagni loschi e fregandosene del nostro benedetto clima invece di investire le ricerche per questo combustibile,cosa che e stata fatta minimamente nei ultimi anni con passi da gigante figuriamoci se si fossero impegnati veramente le cose sarebbero diverse ciao

Link to post
Share on other sites

Per il metano servono effettivamente motori ad hoc, il GPL è e sarà sempre un prodotto di scarto e quindi di nicchia la cui disponibilità sarà sempre limitata e vincolata a quella di greggio e gas naturale.

Ho inoltre letto che l'industria chimica ha cominciato ad usarlo in sostituzione della nafta per la produzione di certe materie plastiche.

Brutta cosa per noi, maggiore domanda, prezzo più alto

Link to post
Share on other sites

Il GPL come combustibile come dice steu non può essere di massa in quanto è un prodotto di scarto!

Avrà ancora vita .... ma breve! IL Diesel + GPL.... addio polveri sottili!

Motori alimentati a diesel con una minima quantità di gpl.... questa è la soluzione per le polveri sottili per l'immediato... ma nessuno la prende in considereazione.

Saluti

Link to post
Share on other sites

Spero che con l’avvento degli Euro 5 ed Euro 6 qualche costruttore più furbo degli altri ;) proporrà auto MONOVALENTI a GPL; potrebbero utilizzare un “vecchio” motore Euro4 e con 2 soldi trasformarlo a GPL. Credo che con un rapporto di compressione maggiorato, un buon impianto ed un normalissimo catalizzatore riuscirebbero a rispettare tutti i limiti di inquinamento; questo mentre i benzina saranno obbligatoriamente ad iniezione diretta ed i diesel avranno 5.640 catalizzatori.

Se poi dovessero mettere 2 serbatoi (uno al posto dei quello benzina + un toroidale ) per un totale di 70-80 litri, il gioco è fatto.....auto ecologica ed economica. ;) :)

 

Se il progetto è buono, il successo è assicurato; basti pensare che di un auto ecologica ed economica (con gli incentivi) come la Panda Natural Power (oltre 30km con 1 Euro) la Fiat ne venderà nel 2007 30.000 unità!!!!!!!!!

 

Ciao

Link to post
Share on other sites

 

Fossi, per esempio, la LANDIRENZO (a maggior ragione che ora si è quotata in borsa :rolleyes: ), svilupperei un motore 1.6/1.8 16V da proporre ai costruttori di auto!

So di aver detto ca@@ate ma questa è la mia opinione e nel pieno rispetto dell'opinione altrui!

Fabio

 

 

questa non è una ca***ta, è un'idea buona e x questo nessuno l'ha ancora presa in considerazione :D

Link to post
Share on other sites

dato il continuo allarme polveri sottili ineliminabili dal motore diesel si dovrà giocoforza puntare in altre direzioni (metano, idrogeno, ibrido, elettrico) ma x ora il gpl è l'unica vera alternativa ai carburanti tradizionali x capillarità distributiva....

 

si stanno sviluppando nuovi motori diesel, nuovi benzina iniezione diretta e motori nati x il metano....certo, il gpl ci resta stritolato in mezzo...ma a medio termine sarà ancora una risorsa importante...nell'arco di 20 anni si dovrà invece percorrere giocoforza una strada diversa dai carburanti convenzionali :ph34r:

leggete un po' questo articolo su la repubblica: le auto a gas triplicheranno in sei anni: il futuro è roseo per il gas un po' meno per i prezzi del gpl che aumenteranno pareccho.

 

http://www.repubblica.it/2007/06/motori/mo...l?ref=mothpstr9

 

Fabry

Link to post
Share on other sites
dato il continuo allarme polveri sottili ineliminabili dal motore diesel si dovrà giocoforza puntare in altre direzioni (metano, idrogeno, ibrido, elettrico) ma x ora il gpl è l'unica vera alternativa ai carburanti tradizionali x capillarità distributiva....

 

eh eh quando cominceranno a prendere in considerazione il PM2.5 penso che cominceranno a nascere ulteriori problemi per i diesel

 

 

Fossi, per esempio, la LANDIRENZO (a maggior ragione che ora si è quotata in borsa :ph34r: ), svilupperei un motore 1.6/1.8 16V da proporre ai costruttori di auto!

So di aver detto ca@@ate ma questa è la mia opinione e nel pieno rispetto dell'opinione altrui!

 

se io fossi la LANDI RENZO ti darei ascolto

 

 

Ho inoltre letto che l'industria chimica ha cominciato ad usarlo in sostituzione della nafta per la produzione di certe materie plastiche.

 

Brutto segnale per noi. Se da prodotto di scarto diventa invece prezioso sono guai.

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...