Jump to content

Conferenza di pace in Afganistan


Post consigliati

Tema degli ultimi giorni di politica internazionale che si intreccia con la politica interna italiana, in un gioco delle parti degno della migliore tradizione della commedia dell'arte, recitata come al solito dai nostri rappresentanti di entrambi gli schieramenti.

Ma per restare solo sulla fattibilità dell'evento:

dubito che si possa fare, ma, se si farà, bisogna che al tavolo si trovino tutte le parti in guerra e quindi anche i talebani, non solo USA, alleati, governo Afgano e Stati confinanti. Le conferenze di pace si fanno con tutti i soggetti belligeranti, non escludendone una parte.

 

Ciao

 

Max

Link to post
Share on other sites

Tema degli ultimi giorni di politica internazionale che si intreccia con la politica interna italiana, in un gioco delle parti degno della migliore tradizione della commedia dell'arte, recitata come al solito dai nostri rappresentanti di entrambi gli schieramenti.

quoto! anche se, per esattezza, lo schieramento "attore principale" è quello al timone.....

Ma per restare solo sulla fattibilità dell'evento:

dubito che si possa fare, ma, se si farà, bisogna che al tavolo si trovino tutte le parti in guerra e quindi anche i talebani, non solo USA, alleati, governo Afgano e Stati confinanti. Le conferenze di pace si fanno con tutti i soggetti belligeranti, non escludendone una parte.

 

Ciao

 

Max

non posso che darti ragione. ma dubito che qualcuno voglia tutto questo, mi riferisco ad un piccolo stato mediorientale :blink:

Link to post
Share on other sites

L'idea è buona... se si deve provare una via pacifica per risolvere una situazione, non vedo come si possa escludere un soggetto belligerante, che non avrà poi nessuna intenzione di rispettare quanto deciso da altri.

 

Ovviamente, non è una via percorribile, come puntualizzato anche da gekko. ;)

Link to post
Share on other sites

Siamo realistici: partiamo dal principio. Gli USA. Volenti o nolenti loro dettano legge: dirigono il gioco perchè hanno interessi ben precisi e di lungo periodo in quella regione : in inglese 3 lettere inizia per o, finisce in l : OIL

 

Per portare a casa i loro interessi spendono miliardi (di $/€) in esercito, basi, missioni diplomatiche, ecc. oltre a molte,troppe vite umane. Però sono padroni di farlo, hanno mezzi, soldi , influenza ed esercito.

 

Quindi fare i conti senza di loro è come fare i conti senza l'oste: leggasi l'Italia può proporre, la comunità internazionale appoggiare con + o - distinguo. Gli USA, in barba alla comunità internazionale, modificano approvano o cazziano a seconda di come gli viene bene.

 

Delle due l'una:

 

- o rimaniamo neutrali in generale come la Svizzera (ormai scartata, è dagli anni '90 che mandiamo i ns contingenti).

- o se ci imbarchiamo conviene farlo a fianco degli USA e non pretendere di avere forze e capacità tali da distinguerci dagli US and A (a meno di non inviare più soldati, imporci militarmente, ed economicamente, il che è ridicolo).

 

Ormai ci siamo imbarcati, tornare indietro non è fattibile a meno di dire: me ne infischio, di quel che pensa la comunità internazionale. Visto che l'opzione rimanente è restare, tanto vale farlo bene.

 

A mio avviso tutto il resto sono chiacchiere di politicanti di bassa lega, che vedono solo i loro interessi di brevissimo periodo in termini di scranni disponibili in parlamento e favori ottenibili per i loro gruppi di consenso.

Link to post
Share on other sites

Siamo realistici: partiamo dal principio. Gli USA. Volenti o nolenti loro dettano legge: dirigono il gioco perchè hanno interessi ben precisi e di lungo periodo in quella regione : in inglese 3 lettere inizia per o, finisce in l : OIL

 

Per portare a casa i loro interessi spendono miliardi (di $/€) in esercito, basi, missioni diplomatiche, ecc. oltre a molte,troppe vite umane. Però sono padroni di farlo, hanno mezzi, soldi , influenza ed esercito.

 

Quindi fare i conti senza di loro è come fare i conti senza l'oste: leggasi l'Italia può proporre, la comunità internazionale appoggiare con + o - distinguo. Gli USA, in barba alla comunità internazionale, modificano approvano o cazziano a seconda di come gli viene bene.

 

Delle due l'una:

 

- o rimaniamo neutrali in generale come la Svizzera (ormai scartata, è dagli anni '90 che mandiamo i ns contingenti).

- o se ci imbarchiamo conviene farlo a fianco degli USA e non pretendere di avere forze e capacità tali da distinguerci dagli US and A (a meno di non inviare più soldati, imporci militarmente, ed economicamente, il che è ridicolo).

 

Ormai ci siamo imbarcati, tornare indietro non è fattibile a meno di dire: me ne infischio, di quel che pensa la comunità internazionale. Visto che l'opzione rimanente è restare, tanto vale farlo bene.

 

A mio avviso tutto il resto sono chiacchiere di politicanti di bassa lega, che vedono solo i loro interessi di brevissimo periodo in termini di scranni disponibili in parlamento e favori ottenibili per i loro gruppi di consenso.

Concordo pienamente con te!!! ciao ANTONIO S60

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...