Jump to content

Emissioni GPL: chiedo un aiuto per fare chiarezza


Post consigliati

Ciao a tutti.

 

In attesa della mia prossima ed attesa conversione a GPL, mi è capitato di trovare una discussione

 

http://www.blogeko.info/index.php/2006/02/...o_finanziamenti

 

in merito ad uno studio

http://www.arpat.toscana.it/news/2005/195.pdf

 

secondo il quale le trasformazioni delle auto portano ad un peggioramento delle emissioni inquinanti.

 

Trasecolando, perchè una delle principali spinte al mio cambiamento è un desiderio di maggior "pulizia nello scarico", ho pensato di sottoporre all'attenzione della vostra competenza questa vexata questio.

 

Grazie a tutti per il contributo che vorrete dare

 

daniele

Link to post
Share on other sites
  • Risposte 42
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

io non sono un esperto ma sono fresco di bollino blu, fatto questa mattina.

Ho visto con i miei occhi i risultati ed ho personalmente passato l'auto prima a benzina e poi a gas. I valori erano perfetti ed identici. Anche accelerando sotto i 3000 giri. Ho conservato anche le stampe

Però prima di recarmi al centro revisioni per il bollino blu ero stato dal gasaro per l'auto taratura a gas in quanto ultimamente avevo notato delle differenze sui consumi troppo rilevanti. Secondo me ci sono grosse differenze tra gpl; 3 giorni fa sono stato in slovenia e oltre ad aver imparato a fare gas da solo ho notato che quel gpl rendeva meno del carbone...

Ti riporto inoltre un'altra mia esperienza; due anni fa, appena installato l'impianto, l'auto andava bene sia come resa che come consumi però non teneva il minimo con il condizionatore acceso. Poco dopo alla motorizzazione fecero una giornata di "promozione della sicurezza" con bollino blu gratis. Beh me la bocciarono a gas!!!! Il Co era alle stelle; conservo ancora il risultato.

L'installatore per risolvere il problema minimo provò un pò di tutto e mi sostituì gli iniettori matrix con dei med. risultato resa migliorata e consumi leggermente peggiorati. Ma la macchina continuava a spegnersi.

Scoprii allora questo forum e lessi che una delle possibili cause poteva essere il corpo farfallato sporco. Dopo un'attenta pulizia eseguita personalmente, un reset centralina in centro autorizzato mercedes e una ricalibratura centralina gpl la macchina è perfetta. del bollino me ne ero sempre fregato fino a questa mattina......!!!

Tutto questo poema per dire che a mio avviso, senza entrare nel merito di veicoli nati e progettati per un tipo di carburante e poi adattati ad un altro, semplicemente influiscono moltissimo le corrette tarature di un buon installatore e il tipo di gpl. Tutto il resto secondo me è pane per veri esperti ed andrebbe analizzatto singolarmente per ogni tipo di veicolo.

Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti.

 

In attesa della mia prossima ed attesa conversione a GPL, mi è capitato di trovare una discussione

 

http://www.blogeko.info/index.php/2006/02/...o_finanziamenti

 

in merito ad uno studio

http://www.arpat.toscana.it/news/2005/195.pdf

 

secondo il quale le trasformazioni delle auto portano ad un peggioramento delle emissioni inquinanti.

 

Trasecolando, perchè una delle principali spinte al mio cambiamento è un desiderio di maggior "pulizia nello scarico", ho pensato di sottoporre all'attenzione della vostra competenza questa vexata questio.

 

Grazie a tutti per il contributo che vorrete dare

 

daniele

 

HO LETTO tutto con interesse... si dimostra in pratica che una macchina mal tarata inquina molto di piu' di una normale auto a benzina (e non e' detto che un' auto appena trasformata sia perfettamente tarata anzi....).

 

Aggiundo solo che se la carburazione dovesse essere starata (ma comunque dentro determinati limiti (spia cat spenta)) il catalizzatore deve fare il suo lavoro

 

che io sappia il catalizzatore pero' non abbatte le emissioni di CO / CO2

 

purtroppo il 90% delle auto trasformate a gpl/metano soffrono di questo problema (alla faccia di chi circola con la spia accesa e dice che non e' nulla di grave)

 

saluti!

Link to post
Share on other sites

bè che dire.....a mio avviso questo documento non è attendibile per vari motivi ed i carburanti gassosi sono intrinsecamente più puliti della benzina.

da qui a non inquinare ce ne passa ma la differenza dovrebbe esserci eccome.

intanto non si fa cenno al tipo di impianto e poi la presenza dello stesso (se iniettato) non influisce sul funzionamento a benzina (salvi problemi legati allo scostamento dell'autoadattatività) quindi ritengo impossibile il peggioramento delle emissioni a benzina.

la misura degli NOx ha poco senso effettuata al minimo o a regime accelerato, andrebbe fatta sotto carico.

Comunque, a sostegno di ciò, vedi la tabella in allegato, già apparsa su questo forum tempo fa.

 

ciao a tutti

 

il catalizzatore delle autovetture a benzina è attivo principalmente nei confronti di CO, HC e NOx (è il suo lavoro) ma per svolgere le sue funzioni con efficienza la carburazione deve alternare rapidamente da leggermente grasso a leggermente magro per favorire la presenza di un ambiente alternativamente ossidante ad uno riducente, cosa che avviene se l'impianto lavora correttamente.

La CO2 non viene considerato un inquinante (anche se è degna di attenzione eccome!!) e il modo per ridurla è consumare meno.

post-641-1172388868_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

Beh complimenti a chi ha riportato questi link.

 

Devo dire che il discorso andrà dicuramente approfondito ma non può che prestarsi attenzione al signore di Firenze che ha effettuato la ricerca... non fosse altro perchè si è firmato e si è dimostrato disponibile a confronti.

 

Bella discussione... davvero interessante... tornerò oiù avanti per lasciare qualche intervento ma a mio parere merita di essere spostata nella sezione principale.

Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti e grazie per le risposte e per l'interesse dimostrato.

 

Per completezza d'informazione cercherò di contattare l'autore dello studio, invitandolo a postare la discussione.

 

 

Buona giornata

nielik

Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti e grazie per le risposte e per l'interesse dimostrato.

 

Per completezza d'informazione cercherò di contattare l'autore dello studio, invitandolo a postare la discussione.

 

 

Buona giornata

nielik

 

 

Ho da poco invitato il dott. Grechi alla discussione: confido nella sua partecipazione.

Di seguito riporto il testo della mail d'invito:

Gentile dott. Grechi

 

la scrivo in merito al suo studio sulle trasformazioni post-market delle auto benzina in bi-fuel.

 

Ho avviato una discussione, riportando il link al suo studio, sul forum Omniauto specifico sull'alimentazione GPL.

 

Il forum in oggetto è frequentato da utenti ed installatori: vi potrà trovare competenza e moderazione.

 

Le riporto il link e la invito a postare le sue osservazioni e a sostenere le sue motivazioni.

 

http://www.omniauto.it/forum/index.php?sho...mp;#entry187064

 

 

Certo della sua collaborazione

 

cordialmente la saluto

 

dott. Daniele Crespi

rimini

Link to post
Share on other sites

Buongiorno a tutti e grazie per le risposte e per l'interesse dimostrato.

 

Per completezza d'informazione cercherò di contattare l'autore dello studio, invitandolo a postare la discussione.

 

 

Buona giornata

nielik

 

 

Ho da poco invitato il dott. Grechi alla discussione: confido nella sua partecipazione.

Di seguito riporto il testo della mail d'invito:

Gentile dott. Grechi

 

la scrivo in merito al suo studio sulle trasformazioni post-market delle auto benzina in bi-fuel.

 

Ho avviato una discussione, riportando il link al suo studio, sul forum Omniauto specifico sull'alimentazione GPL.

 

Il forum in oggetto è frequentato da utenti ed installatori: vi potrà trovare competenza e moderazione.

 

Le riporto il link e la invito a postare le sue osservazioni e a sostenere le sue motivazioni.

 

http://www.omniauto.it/forum/index.php?sho...mp;#entry187064

 

 

Certo della sua collaborazione

 

cordialmente la saluto

 

dott. Daniele Crespi

rimini

 

Risposta arrivata in meno di 12 ore... complimenti pr la serietà!

 

Di seguito il testo:

 

Egr. Dott. Crespi,

concordo con lei sulla competenza e moderazione degli interventi al forum.

Per parte mia , allego il testo di una nota sull'argomento che riassume

tutto quanto ho letto, rilevato e considerato sull'argomento.

Può farne l'uso che ritiene più opportuno. E' stata pubblicata in allegato

al III rapporto APAT sulla qualità dell'ambiente nelle aree urbane.

 

Cordiali saluti.

 

daniele grechi

 

L'allegato è un PDF di 38 pagine... c'è la possibilità di inserirlo in qualche modo??

In attesa della risposta di un veterano, mi rendo disponibile a inviarlo a chiunque me ne faccia richiesta

 

nielik

Link to post
Share on other sites

[

 

L'allegato è un PDF di 38 pagine... c'è la possibilità di inserirlo in qualche modo??

In attesa della risposta di un veterano, mi rendo disponibile a inviarlo a chiunque me ne faccia richiesta

 

nielik

 

ti ho mandato un messaggio con la mia mail, se puoi mandarlo ti ringrazio.

Link to post
Share on other sites

resto in attesa di poter leggere il rapporto (che dovresi poter allegare, c'è l'apposita riga in basso), ed inoltre provo a dire la mia.

 

Ho il sospetto che i test siano stati fatti su motori con impianti tradizionali dove il gas viene miscelata all'aria più o meno come si faceva con la benzina coi carburatori, e poi si mette un bell'emulatore che simula il comportamento di una lambda in perfetta efficenza anche in caso di carburazione errata.

Suppongo che con gli impianti iniettati, dove tutta la gestione del sistema antiinquinamento rimane invariata, cioè è la stessa centralina che gestisce le sonde e la carburazione andando a benzina che svolge la funzione andando a gas, le emissioni non possano essere in alcun caso peggiori di quanto ammissibile per la benzina.

Quindi tanto per cominciare toglierei l'omologazione degli aspirati dalla euro3 in avanti

Link to post
Share on other sites

resto in attesa di poter leggere il rapporto (che dovresi poter allegare, c'è l'apposita riga in basso), ed inoltre provo a dire la mia.

 

Ho il sospetto che i test siano stati fatti su motori con impianti tradizionali dove il gas viene miscelata all'aria più o meno come si faceva con la benzina coi carburatori, e poi si mette un bell'emulatore che simula il comportamento di una lambda in perfetta efficenza anche in caso di carburazione errata.

Suppongo che con gli impianti iniettati, dove tutta la gestione del sistema antiinquinamento rimane invariata, cioè è la stessa centralina che gestisce le sonde e la carburazione andando a benzina che svolge la funzione andando a gas, le emissioni non possano essere in alcun caso peggiori di quanto ammissibile per la benzina.

Quindi tanto per cominciare toglierei l'omologazione degli aspirati dalla euro3 in avanti

 

 

Detto fatto.. lo allego qui di seguito

17_Allegato_Conversione_a_gas_autoveicoli_a_benzina.pdf

Link to post
Share on other sites

L'articolo è interessante ma non mi convince.

Forse sono di parte, ma non mi convince.

Intanto tutta la pappardella sulle EURO 1 ed EURO 2 è assolutamente inutile, a mio avviso.

Infatti essa confronta un'auto EURO 1-2, alimentata a benzina, con la stessa auto alimentata a "carburatore + GPL". In tal caso è ovvio che le emissioni aumentino, visto che di fatto l'auto non è più una EURO 2 ad iniezione, ma è alimentata con una specie di carburatore elettronico (stile Cinquecento ED con motore 650 cc).

A riprova, si veda la tabella 2: alimentazione a GPL, fattore lambda al minimo = 0.903 = miscela ricchissima (eccesso di carburante dell'ordine del 10%). Tant'è vero che in corrispondenza c'è un'enorme emissione di idrocarburi incombusti (HC e CO). E non me ne stupisco! E' scarburata! Ma è colpa dell'impianto che come diceva Steu fa di tutto tranne che carburare la miscela (con largo uso di emulatori sulla sonda).

 

Per le EURO 3, di nuovo, non sono convinto.

Non si dice quali impianti si sono utilizzati.

Esempio... un installatore qua di Genova monta gli aspirati sulle Punto Euro 3 - 4 (lo so perchè ero andato a chiedere anche a lui, all'epoca di far l'impianto sulla mia auto).

Quindi mi aspetto che un'auto Euro 4 con un aspirato inquini nè più nè meno di quanto indicato in quelle tabelle. Poi bisognerebbe anche sapere quando sono state fatte queste prove: magari le hanno fatte 4 o 5 anni fa, quando gli aspirati o quelli ad iniezione continua erano molto più in voga.

Vorrei vedere i dati relativi ad un sequenziale. Allora se ne può discutere.

 

Qua sul forum, nessuno di noi ha fatto un bollino blu?

 

Aggiungo un'altra cosa.

Sono appena stato sul sito della Landi a controllare come funziona l'iniezione continua (che veniva montata ad esempio sulle EURO III fino all'arrivo dei sequenziali).

Ebbene... ad esempio dice che la mappa di iniezione del sistema è bidimensionale (giri + pressione assoluta).

Ok... ma non è una mappa sufficiente a garantire buone emissioni.

Ad esempio non tiene conto della temperatura dell'aria aspirata, parametro che fa tranquillamente variare la concentrazione di ossigeno di un buon +- 5%, passando da 0 gradi a +30 (variazione estate/inverno plausibile!).

Poi si tratta di una mappa privata della centralina a GPL...

quindi sfido l'installatore a fare una mappa precisa (soprattutto nella gestione dei transitori ed al variare della temperatura del motore).

Il risultato non può essere meglio di una EURO 1, dove almeno la mappa veniva stilata in fabbrica.

Tanto per dirne una, la vecchia UNO catalizzata ed mono iniezione Bosch, calcolava i tempi di iniezione in base a giri, posizione acceleratore (simile a MAP sensor ma meno preciso perchè indipendente dalla pressione atmosferica), temperatura motore e temperatura aria aspirata.

Non peggio di una iniezione continua!!!

Link to post
Share on other sites

io l'ho fatto il giorno stesso del primo post.

infatti ho risposto subito "non sono un esperto ma sono fresco fresco di bollino" (ero appena tornato a casa).

Nel mio caso (mercedes serie C 180 1994 landi omegas sequenziale fasato con iniettori med) le emissioni erano le stesse (differenze minime) sia al minimo che in accelerazione; mi sono fatto fotocopiare le stampe se a qualcuno possono interessare.

 

Antonio

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...