Jump to content

Emulatore sonda lambda 2


Post consigliati

Facendo delle chiacchiere in giro ho sentito dire che alcune vetture fanno fatica a tenere spenta la OBD a gas perchè la seconda lambda(quella per intenderci dopo il catalizzatore) tende a dare valori bassi a gas.

Per cui succede questo: andamento a gas-> seconda lambda che genera valori più bassi -> sistema che interpreta questo dato come miscela povera -> dopo un po' accende la spia OBD con l'errore P0171 ovvero miscela troppo magra bancata 1.

Questo nonostante i correttori siano sempre prossimi allo 0%.

Ovviamente a benzina questo non succede.

Interpellati un po' di installatori(a dir la verità non sempre preparati, ma al momento avevo sottomano solo quelli) mi hanno detto in ordine sparso : 1- che questa teoria è una stupidaggine, 2- che questa teoria è giusta ma non esiste in commercio un emulatore per la seconda lambda.

Ma è proprio vero che non esiste un emulatore per la lambda 2?

Se non esiste a questo punto bisogna inventarlo. :lol:

Saluti

Link to post
Share on other sites

Dimenticavo.

La teoria sopraesposta, cioè che la tensione bassa della sonda lambda 2 accende la OBD, mi è stata spiegata in questo modo: la sonda lambda2 serve come monitor del catalizzatore, nel senso che controlla l'efficenza del catalizzatore, prima del catalizzatore il voltaggio della sonda mostra continue e importanti oscillazioni tra 0 ed 1 volt, dopo la sonda le oscillazioni sono molto smorzate e girano attorno ai 250 mv. Quando la centralina sente che la sonda lambda 2 comincia a oscillare molto interpreta questo dato come scarsa efficenza del catalizzatore per cui riduce l'invio del carburante per ridurre l'inquinamento. E questo spiega il perchè su certe vetture se il catalizzatore non va la vettura perde di prestazioni.

Ovviamente tutto ciò è da provare ma mi sembra una spiegazione ragionevole.

Poi magari sono stupidaggini anche queste.

Link to post
Share on other sites

E' difficile dare un parere quando chi come me non è esperto di motori.

Però sono interessato al problema, sia come iscritto al forum, sia perchè ho questo problema.

Da quando anche a me si è accesa la spia ho raccolto informazioni.

Premetto che l'auto è nuova in garanzia con Landi montato di serie dalla concessionaria che dopo aver analizzato il problema ritiene che l'auto non ha difetti.

Anche l'officina autorizzata Landi ritiene che il problema è solo nell'accensione della spia ma in realtà l'auto va molto bene.

Effettivamente è così, va molto bene soprattutto da quando si è accesa la spia (forse è una coincidenza).

Ultima nota: per qualche giorno è accesa e dopo massimo una settimana è di nuovo spenta e poi ripete il ciclo accesa/spenta.

 

Ho raccolto varie teorie: 1) Non importa, ignorala. 2) E' guasta la spia e non se ne sono accorti. 3) E' in garanzia, aspetta un pò per capirne di più. 4) Fatti cambiare la sonda lambda. etc...

Quella che più si avvicina alla teoria sollevata da Magnum è che essendo un Euro 4 ha la sonda o le sonde lambda più sensibili delle precedenti euro 3 etc. quindi se non c'è un meccanismo di controllo più sofisticato il problema si potrebbe innescare così come lo ha descritto con la sonda lambda2.

Se saranno in molti ad avere questo problema, sicuramente sarà affrontato meglio perchè ancora non è molto chiaro.

 

Ciao :lol:

Link to post
Share on other sites

Secondo mè, ne ho la riprova,se la carburazione a gpl è ben regolata,non deve accendere nessuna spia, è possibile che si debbano fare più prove,ma la sonda 2 non deve memorizzare parametri errati.Comunque sentiamo altre campane.

 

Dimenticavo,nella quasi totalità dei casi,ad accendere sonda 2 è l'eccessiva lunghezza dei tubi che raccordano il gpl tra gli inettori e collettore,ne abbiamo le prove.Saluti Luis

Link to post
Share on other sites

Gli emulatori OBD venivano montati e costruiti da Aeb per sistemi aspirati,con l'avvento dei sistemi iniezione non se ne è più parlato,salvo contorsioni per non far accendere le spie.Saluti

 

Se mandi in centralina un segnale emulato è normale che non è quello reale.

 

Scusa volevo dire EOBD

Link to post
Share on other sites

Ciao,

non esistono dei veri e propri emulatori per la seconda sonda, alcune centraline incorporano un dispositivo che non è un emulatore, ma interviene per fare in modo che in certe situazioni transitorie non vi sia un abbassamento della tensione troppo rilevante per la centralina, una specie di fermo.

Purtoppo per l'impianto landi non è disponibile.

Per dire di più non è disponibile anche per gli installatori, solo per le aziende che eseguono le assistenze su vetture con problemi del genere, in quanto operazione abbastanza delicata per il funzionamento della vettura stessa.

Il problema lambda 2 è presente solo nelle vetture con strategia euro 4 evoluto, o vetture con software aggiornato, quindi si potrebbe aver usato una vettura euro 3 per 2 anni senza problemi e trovarsi di colpo con la spia accesa per un aggiornamento della centralina benzina, solo che la spia accendendosi dopo diversi km dall'intervento, difficilmente viene imputato all'aggiornamento, ma ad un problema all'impianto "nuovo".

Non è presente in tutte le vetture, ma il problema è in crescita, basti pensare che ho già riscontrato diversi problemi con codici P2XXX, che in passato non erano neppure elencati, tipo di errore, troppo magra in accelerazione oppure troppo grassa in accelerazione, quindi i controlli implementati sui sistemi eobd, perteranno a molte nuove strategie.

Ciao

Link to post
Share on other sites

Secondo mè, ne ho la riprova,se la carburazione a gpl è ben regolata,non deve accendere nessuna spia, è possibile che si debbano fare più prove,ma la sonda 2 non deve memorizzare parametri errati.Comunque sentiamo altre campane.

 

Dimenticavo,nella quasi totalità dei casi,ad accendere sonda 2 è l'eccessiva lunghezza dei tubi che raccordano il gpl tra gli inettori e collettore,ne abbiamo le prove.Saluti Luis

 

Come detto non sono un installatore per cui chino il capo a chi ne sa più di me.

Rimango però dubbioso sul fatto che la lunghezza dei tubi tra il rail e il collettore influisca sulla lambda2 anche perchè una vettura che ho visto aveva questo problema ma i tubi erano lunghi meno di 10 cm

Ritiro tutto.

Sicuramente sarà vero, perlomeno statisticamente, ma non riesco ad immaginare un modello logico che mi spieghi questo fatto.

Mi piacerebbe conoscere le ragioni di questo fenomeno(tubi lunghi=> spia accesa per lambda2).

Saluti

Link to post
Share on other sites

No aspettate un momento.

 

io sono ancora affetto da tubi troppo lunghi.

 

mi si accende la spia avaria motore quando ho un po di imbrattamento e il gpl non passa benissimo.

 

ho una euro3(si legge "tra" come tragedia e trauma) con due lambda...

 

quindi si spiegherebbe anche perchè in seguito all'accensione della fantomatica spia i consumi tornano alle stelle...

 

legge smagrimento butta dentro gpl... e via di consumi!

 

na cosa abberrante sta logica...

 

non puo essere!

Link to post
Share on other sites

Di fatti è per questo che ho iniziato questa discussione.

Spesso le cose più evidenti non vengono prese in discussione.

Io rimango il dubbio che la lambda2 sia una cosetta un pò più complicata di quello che sembra(ovvero solo un monitor a controllo del funzionamento del catalizzatore) ed è per questo che mi piacerebbe sentire gli installatori del forum.

Link to post
Share on other sites

Ma infatti la lambda 2 non e' usata solo come monitor.

Dipende dalle auto, chiaramente, ma l'idea e' di utilizzare la seconda lambda per il loop di secondo anello. La prima lambda oscilla e fa stare il rapporto aria/benzina attorno al valore stechiometrico.

La seconda lambda invece viene controllata per regolare finemente la carburazione visto che la prima sonda e' sempre satura o ad 1 o a 0. Questa insomma ti dice se sei magro o grasso, ma non ti dice di quanto (perche' non ha abbastanza dinamica). La seconda sonda invece e' sottoposta a fluttuazioni del livello di ossigeno molto minori, quindi puo' essere usata come controllo fine.

In pratica tu potresti avere la prima sonda che oscilla e la seconda che sta ad 1 o a 0.

Se la seconda sta a meta', vuol dire che la carburazione e' proprio giusta.

Link to post
Share on other sites

Per Magnum,le lunghezze dei tubi influiscono molto nei transitori, ho una mia teoria, vorrei che qulche buon tecnico mi smentisse,il gpl non và direttamente dall'iniettora ai collettori,ma si crea una colonna che ritarda l'ingresso gas tanto da sfasare l'iniezione. Per Andre,al limite per assurdo,si potrebbe inviare alla ecu un segnale da 0.500 milliv,idea balsana.Saluti Luis

Link to post
Share on other sites

Gli emulatori EOBD esistono e sono abbastanza usati anche con gli impianti di ultima generazione soppattutto per eliminare l'incoveniente della spia .Il problema è che con le nuove normative non sono omologati in quanto non permettono una reale diagnosi del sistema quindi anche avendo un anomalia del motore la stessa non verrà segnalata .Comunque i nuovi impianti GPL/Metano che utilizzano iniettori e non elettrovalvole non hanno problemi di spia .

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...