Jump to content

La bufala Idrogeno


Post consigliati

Sfogliando la rete ho trovato questo articolo che fa 2 conti e dimostra che l'idrogeno per autotrazione è una bufala

risulta perdente sia come efficenze energetica che come rapporto peso autonomia rispetto ad un motore elettrico alimentato a batteria, che già non è che sia competitivo

http://www.aspoitalia.net/documenti/fanelli/veicoli.html

Link to post
Share on other sites

Discorso interessante ma quello che a me interessa non e' piu che altro il rendimento ma "l'inquinamento" se ci bruciano addosso gasolio o idrogeno c'e' una bella differenza e la gente si ammala per questi gas sotto le finestre purtroppo.

Link to post
Share on other sites

Discorso interessante ma quello che a me interessa non e' piu che altro il rendimento ma "l'inquinamento"

 

guarda un po' più avanti del tuo naso, non è solo un problema economico, se per ottenere lo stesso scopo bruci 5 volte più petrolio è il pianteta che muore, non solo noi sfigati che abitiamo in città

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

H2pia, la città che non inquina

Il suo unico tesoro è l'idrogeno

 

"H2PIA è una città nella quale gli abitanti producono da soli l'energia che consumano, una comunità di individui che vivono di idrogeno e che dividono spazi comuni nei quali creano, immagazzinano e consumano energia pulita e rinnovabile. H2PIA è la prima città al mondo interamente ad idrogeno, un'isola felice, e anche un progetto da realizzare. Un'utopia? Sembrerebbe di no: la costruzione di questa città prenderà il via nel 2007 in Danimarca ma il luogo esatto è ancora da decidere."

 

 

Per leggere il resto dell'articolo tratto dal sito di Repubblica:

H2pia

 

Utopia o futura realtà?

 

Ciao

 

Max

Link to post
Share on other sites

Dato che l'idrogeno non esiste già bello e pronto in natura, bensì ci vuole energia (e tanta!) per averlo disponibile, non è un carburante, ma solo un vettore energetico.

Tra l'altro è un vettore col piccolissimo difetto che si mangia molta più energia di quanta ne restituisca con la combustione.

L'energia necessaria a produrlo viene dalle solite fonti, quindi principalmente petrolio, ecco che il problema inquinamento non è stato per nulla risolto.

E' come se mio padre mi pagasse la benzina della macchina e io crederei di stare camminando gratis.

Sostanzialmente le solite lobbies (petrolifere) non hanno ostacolato lo sviluppo di questa idea, anzi credo che segretamente la appoggino, proprio per il fatto che tanto ci vuole più petrolio per ottenere tot Kilowatt dall'idrogeno che direttamente dalla benzina: alla fine a loro conviene; inoltre è un ottimo fumo negli occhi per distogliere da ricerche che potrebbero rivelarsi più interessanti...

Ah...non parlatemi di pannelli fotovoltaici, energia eolica ecc...allo scopo di avere l'energia per la produzione dell'idrogeno: visti i rendimenti di tali dispositivi, per avere una quantità sufficiente di H credo che non basti ricoprire la superfice del nostro pianeta.

Link to post
Share on other sites

ciao a tutti, ciao alfo

diciamo la verita' l'idrogeno non e' una bulfala solo per quello che fin qui e' stato detto, ma anche per una cosa molto semplice : l'idrogeno consentira' alle attuali sette sorelle e in genere a tutte le multinazionali che si occupano di idrocarburi, di conservare tutte le loro funzioni.

infatti sempre le multinazionali lo produrranno, lo trasporteranno, lo distribuiranno !

 

in effetti l'idrogeno e' ne piu' ne meno come il secchio che trasporta la benzina : e' un contenitore di energia , e ben costoso, come avete fatto rilevare tutti!

 

e' ovvio che invece di investire nella ricerca di fonti VERAMENTE alternative le multinazionali spingono verso l'idrogeno, e naturalmente i mass media e in genere l'opinione pubblica, vanno dietro.

 

ciao a tutti

clo

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

...appunto: fumo negli occhi...

e tutto questo senza scendere in dettagli tecnici: tonalità termica, bla bla..

 

Alfo l idrogeno non e fumo nei occhi !! e solo che non vale la pena di fare l idrogeno con l energia elettrica dell ENEL perche sarebbe una perdita e non un guadagno .

L idorgeno per avere senso deve essere fatto tramite l energia solare e l energia eolica che non costa nulla !!

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

L idorgeno per avere senso deve essere fatto tramite l energia solare e l energia eolica che non costa nulla !!

 

 

 

L'idrogeno come è stato giustamente detto è un vettore/ accumulo di energia, alla stessa stregua di un cavo elettrico/batteria.

E' altresì evidente che come vettore rende molto meno del cavo elttrico e come accumulo rende meno di una batteria.

Giusto usare le fonti rinnovabili per fare energia elettrica, ma poi per favore questa energia traspsortiamola con i cavi ed accumuliamola con le batterie. Che senso ha usare un sistema poco efficiente e pericoloso per fare una cosa che che si fa benissimo e con buona resa con altri sitemi più semplici?

Link to post
Share on other sites

...appunto: fumo negli occhi...

e tutto questo senza scendere in dettagli tecnici: tonalità termica, bla bla..

 

Alfo l idrogeno non e fumo nei occhi !! e solo che non vale la pena di fare l idrogeno con l energia elettrica dell ENEL perche sarebbe una perdita e non un guadagno .

L idorgeno per avere senso deve essere fatto tramite l energia solare e l energia eolica che non costa nulla !!

L idorgeno per avere senso deve essere fatto tramite l energia solare e l energia eolica che non costa nulla !!

 

 

 

L'idrogeno come è stato giustamente detto è un vettore/ accumulo di energia, alla stessa stregua di un cavo elettrico/batteria.

E' altresì evidente che come vettore rende molto meno del cavo elttrico e come accumulo rende meno di una batteria.

Giusto usare le fonti rinnovabili per fare energia elettrica, ma poi per favore questa energia traspsortiamola con i cavi ed accumuliamola con le batterie. Che senso ha usare un sistema poco efficiente e pericoloso per fare una cosa che che si fa benissimo e con buona resa con altri sitemi più semplici?

 

Esatto: Fabry ha risposto!

 

Se io riesco ottenere 100 kw da fonti solari, eoliche o quello che volete, non vedo perchè non debba immagazzinarle tutti e 100 (facciamo 98-99 considerando le perdite nella linea elettrica) in una batteria e poi utilizzarlo in un motore elettrico che ha rendimento superiore al 90%.

Alla fine da 100 kw inizali avrò ottenuto lavoro per una 90-ina (o più) di Kw.

Se invece usassi gli stessi 100 Kw per ottenerne Idrogeno (e lasciamo perdere i problemi e i costi di trasporto, stoccaggio ecc..) e poi dalla sua combustione riesco a ottenerne 20 (questo è un dato realistico) vorrei capire dove sta la convenienza anche solo ecologica!!!

Link to post
Share on other sites

beh che non sia conveniente produrre idrogeno per autotrazione rispetto al consumo dei carburanti fossili è ben risaputo in ambito accademico.

 

il problema è che nessuno lo vuol capire perchè tutti pensano che l'energia elettrica cresca sugli alberi.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

i vantaggi sono nel peso e nel volume di idrogeno che a parità di energia stoccata sono decine forse centinaia di volte inferiori al piombo.

 

quello che fa la differenza è che non esistono batterie cosi' potenti da garantire la stressa quantità di energia di 50litri di benzina, con l'idrogeno invece basterebbe una bombola simile a quella del metano.

 

un altro vantaggio è che con l'idrogeno si puo creare energia dove è facile e trasportarla dove serve...

per esempio l'energia che manda i condizionatori serve in estate quando la produzione dell'idroelettrico è quasi zero, con l'idrogeno si puo produrre al massimo la corrente quando l'acqua c'è e usare l'energia quando l'acqua non è disponibile.

 

spero di essere stato chiaro, comunque il fatto che le 7sorelle saranno quelle che come ora avranno in mano il mondo è garantito, ma se riusciamo ad avere ognuno in ogni casa la sua piccola centralina energetica solare eolica e a bio massa magari l'idrogeno per la macchina ce lo faremo un po da noi...

 

secondo me questo caso non è corretto:

 

 

2) Caso auto elettrica con cella a combustibile ad idrogeno.

 

inizio 100 unità di energia;

trasformo in elettricità, 40%, restano 40 unità;

trasporto l’energia elettrica fino all'impianto di elettrolisi, 80%, restano 32 unità;

elettrolisi dell’acqua, 70%, restano 22,4 unità;

tralascio le perdite per trasportare l’idrogeno compresso o addirittura allo stato liquido ed i problemi per lo “smaltimento dell’ossigeno”, problema sempre trascurato.

trasformo idrogeno in energia elettrica, 30% (ottimistico), restano 6,72 unità di energia;

la uso con motore elettrico, 90%, uso 6.05 unità di energia.

 

questo dice che partendo dal pertolio si fa elettricità che si trasporta e si usa per l'elettrolisi...

 

non si deve fare l'iderogeno con la corrente generata con il petrolio, altrimenti non usciamo dal problema...

 

partiamo da 100 unità energetiche prodotte dal fotovoltaico sul tetto di una casa,

trasformiamolo in idrogeno 70%. mettiamolo nella nostra auto.

trasformiamo l'idrogeno in elettricità 30% rimangono 21 unità(ma credo che le moderne fuel cell arrivino ben oltre questo limite credo che siamo oltre il 50%)

alimentiamo i motori elettrici dell'auto 90% quindi rimangono 19 unità.

 

credo (e spero, perchè non sono un ingegnere energetico) che questo calcolo si avvicini di piu alla realtà.

 

e ricordiamo che queste 19 unità sono fornite dal sole, non dalle sorellastre malefiche.

 

il problema è che la tecnologia per una centrale casalinga di energia è ancora costosa e ben lontana dalla convenienza.

Link to post
Share on other sites

sono passato ieri dal mio installatore.

 

indovinate?

 

ha trasformato una panda van a idrogeno, e ha pure preso un premio!

 

l'auto è usata quotidianamente da una società di manutenzione caldaie, e ha un'autonomia di 100 km.

 

forte!

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

sono passato ieri dal mio installatore.

 

indovinate?

 

ha trasformato una panda van a idrogeno, e ha pure preso un premio!

 

l'auto è usata quotidianamente da una società di manutenzione caldaie, e ha un'autonomia di 100 km.

 

forte!

 

vero? potresti darci più info, qualche foto..

Link to post
Share on other sites

Partecipa alla discussione

Puoi scrivere ora e registrarti in seguito. Se hai un account, accedi ora

Guest
Rispondi a questo topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...