Jump to content

Cerca nella Community

Risultati per tag 'metano'.

  • Cerca per Tag

    Scrivere i tag separati da una virgola
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Discussioni Generali
    • Parliamone
    • Casa per Casa
  • GPL e Metano
    • GPL
    • Metano
  • Altri Forum Tematici
    • Car Audio
    • Sicurezza Stradale
    • Off Topic
    • L'auto del futuro
  • Varie
    • Giudica la Tua Auto!

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Auto Posseduta

Found 11 results

  1. Ho un impianto metano sulla mia Peugeot 307 SW 1,6 benzina con riduttore e iniettori EMER. Dopo molto onorevoli 100.000 Km percorsi in tre anni, sembra che il riduttore di pressione EMER abbia iniziato a fare i capricci. Comiciava a dare problemi a marzo di quest'anno emettendo uno strano "ticchettio", un "crepitio", come una serie di schiocchi, quando la pressione residua nelle bombole si avvicinava allo zero, in prossimità della scarica completa delle bombole. Dopo la ricarica, a piena pressione, il difetto scompariva per ripresentarsi vicino all'esaurimento del metano. Oltre al "crepitio" o "sbatacchìo" si avvertiva una certa diminuzione di potenza, come se il gas venisse erogato in maniera insufficiente. L'installatore identificava il problema, già presentatoglisi, nella deformazione di una molla di contrasto interna e di una guarnizione, ma mi consigliava di continuare a guidare in attesa della fornitura da parte della EMER delle parti di ricambio. Nessun problema nella marcia normale, su medi lunghi percorsi la marcia a metano non dava problemi, ma la situazione icol passare delle settimane è andata lentamente e inesorabilmente peggiorando, con un rumore come di "ticchettamento" proveniente dal riduttore che si propagava lungo le tubature fin a risuonare fin nelle bombole, nelle accelerate a fondo nei sorpassi, con una avvertibile perdita di potenza. Fino ad arrivare agli ultimi giorni: al minimo, allo stop ai semafori, agli incroci, si nota prima una difficoltà del motore a mantenere il minimo, poi lo spegnimento immediato appena si dà gas per ripartire. Fermo in mezzo all'incrocio, riaccendere alla svelta il motore ripartire a benzina. L'installatore, che voglio citare per disponibilità e competenza: Papetti di Civitanova Marche, desolatissimo, mi dava stamattina la notizia che la Emer NON gli FORNISCE le parti di ricambio per il regolatore e l'unica soluzione è la sostituzione di tutto il regolatore, che è disposto anche a farmi a "prezzo di costo". Ora, io mi chiedo, e vi chiedo: Trovate corretta questa politica di costringere alla sostituzione dell'intero pezzo? E se si trattasse di tarature critiche dell'assieme, non sarebbe un segno di attenzione al cliente l'eventuale fornitura di regolatori revisionati a condizioni agevolate?
  2. Riciao a tutti/e Ho finalmente deciso di cambiare l'olio motore della mia amata compagna di viaggio. Fiat uno sting 1989 903 Avendo un impianto a metano mi chiedevo quale fosse effettivamente l'olio motore più adatto (vivo in centro Italia ma mi sposto spesso sia molto a nord che molto a sud- virus permettendo) e quello che ritenete essere tra le migliori marche qualità prezzo.. Grazie in anticipo!!
  3. Ciao a tutti, mio primo post in questa sezione metano, mentre ne ho diversi nella sezione gpl, dato che provengo da 3 auto (in quasi 35 anni) tutte a gpl. Per la quarta (entro fine anno) forse non sarà possibile restare sul gpl, per i problemi di cui leggo, anche se non ne ho acquisito ancora totale competenze e padronanza (difficoltà con iniezione liquida, costi consumi più alti per necessità di utilizzo benzina anche durante il funzionamento a gpl...). Alternativa (volendo escludere il diesel)? Sto appunto valutando le versioni a metano (esempio Skoda Octavia) e in seconda battuta PHEV... Per fare questo, essendo un mondo a me totalmente sconosciuto, chiedo ai frequentatori di questa sezione, cosa va tenuto in considerazioni a livello di spese periodiche? Ad esempio per il gpl io avevo (parlo solo di cose programmate, no extra): Sostituzione iniettori attorno ai 100.000 km = 400€ Sostituzione filtro gpl ogni 2 anni/30.000 km = 25€ (x 6 volte nella vita auto) Ai 10 anni ci sarebbe sostituzione bombola e nuova revisione a cui però non sono mai arrivato, perchè i 10 anni e circa (200.000 km) rappresentano per me il fine vita auto. Leggo di revisione bombole ogni 4 poi 2 anni (2 perchè l'auto che sto valutando monta anche bombole in composito): costo ogni 2 anni ~200€ ? Che altro dovrei aggiungere di specifico legato all'impianto metano? Leggo di una più frequente sostituzione candele...? Manutenzione specifica periodica...? Grazie anticipatamente!
  4. Salve, ho letto gradirei sapere se esiste la possibilità di poter convertire un'auto ad iniezione diretta turbo.. ora siccome da questa possibilità dipende il comprare o meno la nuova jeep wrangler 2018 2.0 270 cv dotata di turbocompressore, volevo delucidazioni circa la fattibilità di una conversione gpl o metano come le g-tron! grazie infinite
  5. Salve a tutti, sono un nuovo iscritto del forum! Possiedo una Peugeot 206 cc 1.6 16v del 2002 80kw (dovrebbe EURO 3) che ha percorso non moltissimi km fino ad oggi : circa 103.000 E vorrei far montare un impianto a metano , abito a Campobasso, mi sono un pò informato qui da me in giro e ho optato per un impianto brc con due bombole posteriori da 30litri ciascuna, io vorrei montare un tradizionale in quanto mi sono davvero trovato bene in passato. Ho avuto una opel tigra 1.4 16v con impianto brc metano sequenziale fasato sequent ed una 106 1.1 del 1993 con impianto tradizionale sempre brc blitz , sinceramente con l'opel tigra ho avuto molti problemi in quanto l'auto non si riusciva a regolare con la taratura e mi ha singhiozzato sempre fino a che non l'ho venduta per disperazione (l'impiantista alla fine dopo molte prove e pezzi sostituiti a mie spese, mi disse che era un problema di un iniettore benzina che non si staccava bene quando commutava a metano) , invece la 106 che ho avuto andava davvero perfetta piu lenta sicuramente ma mai un problema e con il tradizionale mi sono trovato davvero bene in quanto non ha mai singhiozzato e decidere quando commutare per conto mio era davvero ottimo e comodo invece di aspettare con il sequenziale un eternità (consumavo con la tigra piu benzina che metano quasi) ed inoltre d'estate sempre con la 106 potevo farla partire anche a metano direttamente. ​Molti installatori della mia zona però mi hanno tutti consigliato il sequenziale in quanto mi hanno detto che sulle Peugeot sopratutto sui 1.6 16v c'è il rischio del ritorno di fiamma e quasi sicuramente se si sbaglia a dosare il gas, esplode tutto (collettori perchè sono di plastica, filtro aria ed eventuali altri dettagli) e che non si assumono rischi di eventuali problemi se nel caso voglia montare il tradizionale Ho letto un pò di discussioni in merito su questo ottimo Forum e sinceramente non mi sono chiarito molto le idee. nel senso che qualcuno sconsigliava assolutamente il tradizionale mentre altri dicono che va benissimo... ed inoltre qualcuno dice che facendo montare sui collettori una valvola di sfogo grande e non si dovrebbero avere problemi , anche se ho letto anche pareri contrastanti su queste valvole cioè alcuni dicono che queste valvole le chiamano valvole salvafiltro e servono per non far rompere i filtri non i collettori meccanicamente l'ho appena manutenzionata con cambio dischi e pastiglie, distribuzione, pompa acqua, candele , tra poco cambierò anche la pompa idroguida perchè inizia a fare qualche rumorino. Non so. sono indeciso. cosa mi consigliate voi di fare? mi potete dare un consiglio? Vi ringrazio infinitamente in anticipo Davide
  6. salve, mi è successa una cosa davvero strana all'ultima carica di metano. Vado a fare il pieno, avevo si e no una "pallina" di metano su 4. Carica, arriva allo stop: 13 euro di solito sono sui 18, 20 a seconda del caldo...ma mi dico forse c'era altro metano e l'indicatore "sfarfalla", anche se i km percorsi con un pieno erano coerenti. Invece..questo pieno è durato poco, 250,270km contro i 400 abituali. Oggi ho rifatto metano, a bombola vuota intorno ai 17 euro: pochini per una bombola totalmente vuota. Devo partire la settimana prossima per le vacanze (e te pareva...) e non vorrei che a una settimana dalla partenza mi ritrovo l'auto con autonomia limitata e poco tempo (anzi, nulla!!) per farla vedere. Le bombole (100+altra che non so bene da quanto è, perchè nascosta) sono aperte e si scaldano alla carica, segno che si riempiono entrambe. Distributore farlocco, anche se ci vado spesso? Problemi a qualche componente dell'auto?
  7. Salve, da qualche tempo -e la cosa va ovviamente ad accentuarsi con l'arrivo della stagione calda- quando prendo la macchina al mattino o dopo una giornata di fermo parte normalmente a benzina. Quando commuta a metano ripassa istantaneamente a benzina e parte un "beep" di errore dal pulsante del metano (o li sotto, non so se ci sia un cicalino...). Come se il passaggio fosse avvenuto con l'auto troppo fredda e il metano l'avesse visto come un errore. Questo lo ipotizzo perchè quando la temperatura esterna è bassa e l'auto gira parecchio a benzina prima di commutare, o la riavvio a motore caldo, il problema non si pone. Avete idea di cosa fare controllare? L'impianto è Emer, su una bmw 520i E60.
  8. mio primo post su questo forum... ciao a tutti Ho da molto tempo un problema molto simile a quello che altri utenti lamentano.... con una renault espace III (motore matra F3R JE0 a 8 valvole), impianto landirenzo. Premetto che: ho fatto rifare le sedi valvole e l'albero a camme, cambiato una bobina e la sonda lambda, cambiato gli iniettori del metano, cambiato filtro aria e il filtro del metano, cambiate candele già più volte e rispettivi cavi. La macchina, dopo circa 200mila km (di cui la metà fatti a metano) va in moto sempre splendidamente, nonostante non stazioni in garage ma in strada.. Appena si scalda (circa 40°) e passa a metano inizia a perdere colpi, ad andare a 3, e a non tenere il minimo in fase di frenata e arresto. A benzina va meglio, ma non proprio bene, e si sente odore di benzina. Penso di fare alcune verifiche (test bobine e cavi, giusto per escludere concause), sostituzione silenziatore scarico posteriore (si era intasato!), ma credo dovrò smontare (o far smontare) e pulire gli iniettori benzina per escludere trafilamenti. Il fatto è che, anche se raramente, capita che la macchina vada benone, bella fluida. Il gasista mi dice che non riesce a tarare bene perché anche a benzina non gira perfettamente...(dice che la sonda lambda reagisce male)... fra i tanti dubbi, siccome diversi meccanici ci han messo le mani, penso anche che possa centrare il fatto che il catalizzatore è stato tolto... ma il più delle volte non so cosa pensare... quindi se qualcuno ha qualche idea sono tutt'orecchi! grazie
  9. Al fine di poter essere utile ad altri possessori di automobili di Trento riporto parzialmente (ma ho tutta la documentazione) la mia personale esperienza portando a riparare la mia auto Fiat Grande Punto Natural Power (metano) al concessionario Eurocar di Trento. Ho portato la mia auto da Eurocar di Trento per riparare un problema specifico segnalato dalla spia motore accesa sul cruscotto. Dopo circa 1500km si ripresenta lo stesso problema della prima volta. La riporto, la riparano e dopo circa 1500km si ripresenta lo stesso problema della prima e della seconda volta. La riporto, la riparano e dopo circa 1500km si ripresenta lo stesso problema della prima, della seconda e della terza volta. La riporto, la riparano e dopo circa 1500km si ripresenta lo stesso problema della prima, della seconda, della terza e della quarta volta. La riporto, la riparano e dopo circa 1500km si ripresenta lo stesso problema della prima, della seconda, della terza, della quarta e della quinta volta. Ad oggi ho ancora lo stesso problema all’auto ma in compenso ho 1200 euro in meno sul mio c/c. Ogni volta una riparazione diversa rispetto alle volte precedenti (...altrimenti sarebbero state coperte da garanzia)... mi viene un dubbio ... forse non avete mai riparato il vero guasto ma in compenso avete incassato i miei soldi che invece sono veri? Convinto che non abbiano mai risolto il problema originale vado da un bravo meccanico privato e non dal CONCESSIONARIO Fiat EUROCAR di Trento. Con me presente testa l’auto con il macchinario FIAT che gli fornisce un parametro che però non lo convince. Potrebbe accontentarsi (e sostituirmi un pezzo a caso sulla base del responso del macchinario e togliermi con il computer la spia) ma vuole approfondire testando l’auto con un ulteriore macchinario che gli fornisce un codice errore specifico che va a verificare. Quello specifico codice errore lo porta a concludere che è un iniettore difettoso. Il nuovo regolatore di pressione è inutile per risolvere questo tipo di problema (eh si...mi hanno sotituito uno tra i pezzi più costosi) così come gli altri interventi effettuati. Fino a quando non sostituirò l’iniettore (tutti e quattro) il problema si ripresenterà. Se voglio, con il computer, mi può togliere la spia avaria motore che mi si accenderà tra circa 1500 km tempo necessario al computer per accorgersi nuovamente di quel problema..... suona tristemente familiare. Non vi dico la sua reazione quando gli ho detto che secondo EUROCAR di Trento quando gli ho portato l’auto per l’ennesima volta si sarebbe dovuta sostituire la testata (circa 2000 euro). Alla luce del fatto che sia sufficente togliere con il computer la segnalazione della spia avaria motore per farla scomparire senza necessariamente risolvere il problema lascio ai lettori trarre le dovute conclusioni. Personalmente stento a credere alle coincidenze o meglio a sei coincidenze consecutive ogni circa 1500 km. Voi credete che io sia stato così sfortunato da avere sei differenti problemi all’auto, con i medesimi sintomi e la medesima segnalazione, oppure è più probabile che il reale problema per il quale ho portato l’auto per la prima volta non sia mai stato risolto dal CONCESSIONARIO FIAT EUROCAR di Trento? .... dimenticavo.... dopo che il meccanico generico ha tolto con il computer il segnale della spia avaria motore senza eseguire ulteriori interventi all’auto.... non ci crederete .... ma dopo circa 1500 km è riapparsa la spia avaria motore (come aveva previsto) ... ma almeno NON mi ha chiesto soldi per NON aver risolto il problema ed ha individuato il problema per poterlo risolvere! Secondo voi è giusto pagare o umilmente il concessionario dovrebbe restituirmi i soldi scusandosi per non aver risolto il problema ed avermi fatto perdere un anno di tempo? Il concessionario Eurocar di Trento sostene che al medesimo segnale spia appartengono più problemi ed io "incredibilmente" ho avuto un problema diverso ogni volta ...
  10. Buonasera a tutti. Come da titolo avrei bisogno di un consiglio da persone più esperte di me. Il giorno della scadenza dell' RCA la mia adorata Ford Ka MK1 ha deciso di lasciarmi in panne con un danno pari a 400 € ipotetici! (guarnizioni testata) Cosi ho deciso di girare un po' alla ricerca di nuova auto, economica e conveniente che mi possa permettere di spostarmi anche dalla mia residenza a 400 km di distanza una tantum. Il mio budget è di 12000 euro massimo. Il mercato è saturo di queste macchine e dopo aver girato già 3 concessionarie vi elenco le possibili alternative: - Fiat Panda 0,900 cc Twinair, 2 cilindri, Alimentazione Metano/Benzina - Hyundai i10 1000 cc 69 CV, 3 cilindri, Alimentazione Benzina/GPL - Fiat Punto 1400 cc, 4 cilindri, 75 Cv, Alimentazione Benzina/GPL - Opel Karl 1000 cc Ecotech, 3 cilindri 75 CV, Alimentazione Benzina Qualcuno di voi possiede una di queste macchine e può descrivermi la sua esperienza?
  11. Ciao a tutti, fra poco torno in Italia dopo un anno di Spagna e mi ritrovo a dover fare i conti con la differenza dei prezzi: attualmente qui la benzina la trovo a 1.39, il diesel a 1.32, l'assicurazione la pago 220 euro, il bollo 70, la revisione annuale 30. Chiaramente mi trovo davanti al famoso choc italiano da possessore di auto e vedere certe cifre alle quali non sono abituato fa un certo effetto: cerco di mantenere alto il livello degli zuccheri per non svenire. Il mio obbiettivo è come si dice in Veneto, dove andrò a vivere, è "sparagnare schei", ossia risparmiare il più possibile: non mi interessa un auto per il design, potrebbe per me essere anche un bidone con 4 ruote. Peraltro i miei gusti per le auto sono definiti pessimi (adoro la Multipla ). Non mi interessa nemmeno che l'auto abbia prestazioni esaltanti: dopo un'anno qui in Spagna dove puniscono tantissimo i galletti, ho imparato ad avere la guida da buon padre di famiglia, senza sorpassi e con velocità decisamente moderata. Da calcolare che per lunghi periodi poi la macchina la userà mia moglie, quindi, guida a tratti da pensionato. Quindi un solo obbiettivo: risparmiare il più possibile su tutto. Per risparmiare sul bollo: macchine con pochi cavalli. Per risparmiare sull'assicurazione: macchina con una bassa cilindrata. Per risparmiare sui costi dell'auto... ehm... vi chiedo aiuto! Vi do alcuni dati: budget per l'acquisto: massimo 3000 euro. previsione percorrenza annua: 20-25000 km So che è un'impresa ardua, ma d'altra parte questo è il miglior forum d'Italia sui motori, magari le dritte giuste le trovo Ragionandoci un po' sto valutando tre possibilità: 1. prendere una macchina a Diesel che consumi poco, tipo una panda multijet (anno circa 2004-2005), una Clio/Corsa/206/Ibiza/Fiesta/C3. Per rimanere nel budget si trova qualcosa a km decenti (entro i 120000) per annate dal 2000 al 2005. 2. prendere una macchina a benzina usata con pochi km e portarla a gasare (o farle mettere su il metano) in centro Italia dove, se Dio ascolterà le preghiere che ogni sera gli rivolgo davanti al santino di una Simca 1000, verrà prolungata la promozione per montare un impianto Romano a prezzi contenuti. 3. comprare direttamente una macchina a GPL o metano. So che vi sto chiedendo il massimo e magari merito anche il vostro disprezzo visto che non sto attento al design ed alle prestazioni, ma solo il risparmio. Magari però salta fuori qualcosa di buono. E per chi mi darà la dritta giusta, prometto che se passerò in zona dove abita, gli preparerò personalmente uno spritz come Dio comanda. Alcuni miei amici mi stanno direzionando verso l'opzione 1, ma sono convinto che l'opzione 2 potrebbe essere quella vincente, per la spesa nell'immediato e per l'eventualità di rivendere la macchina ad un buon prezzo rispetto a quello speso. L'opzione 3 non mi convince, perchè potrei trovarmi di fronte ad auto con problemi, magari usate da qualche manigoldo che ha bistrattato il motore, oppure con un impianto montato male che ha usurato troppo il motore stesso. Se invece fosse l'opzione 2, quale macchina potrebbe essere la vincente (tipo la Corsa di quegli anni - 2000-2003 ha grandi problemi con le valvole se montato il GPL)? Voi che mi consigliate? Grazie belli!
×
×
  • Create New...