Jump to content

Mr. Hamlin

Iscritti
  • Content Count

    26
  • Joined

  • Last visited

Post postato da Mr. Hamlin

  1. insisti....richiama e cerca di parlare con altri operatori...c'è qualcosa che non quadra...

     

    Alla fine, dopo insistenze e "minacce" (di rivolgermi ad un'associazione di consumatori) varie, dovremmo esserne venuti a capo.

    L'altro giorno, il loro ufficio reclami mi ha inviato la mail che copio/incollo di seguito (ho, ovviamente, omesso cognomi, numeri di polizza e targa) e ieri mi hanno pure telefonato per riconfermarmi che non gli debbo più nulla.

     

    Egregio Signor M....., 

     

    abbiamo ricevuto la Sua segnalazione e volevamo ringraziarLa per i suoi commenti. La Sua opinione è molto importante per noi al fine di migliorare la qualità del servizio quotidianamente offerto. 

     

    Voglia accettare le nostre scuse se il servizio che Le è stato fornito è stato poco soddisfacente e non all'altezza dei nostri standard di qualità. Ci sorprende infatti la Sua segnalazione ma verificheremo immediatamente in quanto il rapporto con il Cliente è uno dei punti di forza della nostra Società e ci teniamo particolarmente affinché sia il più cordiale e trasparente possibile. 

    Ad ogni buon conto, Le comunichiamo altresì che dalle opportune verifiche effettuate è emerso che per il veicolo targato XXXXXX risulta essere stata emessa dal competente Ufficio la polizza di sostituzione numero CON...., avente data effetto al 02/10/2015 e scadenza fissata all'11/12/2015, rispetto a cui è stata versata un'integrazione complessiva pari ad Euro 39,7. 

     

    In aggiunta a quanto appena detto, Le confermiamo con la presente e-mail che alcuna somma aggiuntiva rispetto a quanto da Lei già versata nel corso dell'ultima annualità assicurativa dovrà essere corrisposta fino al momento della scadenza della polizza sopra richiamata. 

     

    Ciò premesso, Le significhiamo di aver preso in carico la Sua istanza relativa alla dicitura presente nella Sua area personale e che provvederemo pertanto ad effettuare ogni opportuna verifica volta alla risoluzione di quanto rappresentato.

  2.  

     

     

    Quanto hai scritto è chiarissimo.

    Il punto qui è, però, che a parte la differenza (39 euro e rotti, regolarmente pagati), nella mia area personale e sui loro documenti di polizza risulta una fantomatica seconda rata (pari a sei mesi di assicurazione) che dovrei pagargli l'11 dicembre.

    In pratica, oltre i 39,70 euro legittimamente richiesti come integrazione, risulta che me ne chiedono altri 263,11 da pagare entro l'11 dicembre (giorno della scadenza "naturale" della polizza). Spero di esser stato più chiaro, stavolta.

     

    Ah ok, non avevo compreso in pieno. Se in quel giorno scade la polizza, mi viene da pensare che siano i soldi necessari per il rinnovo (il tacito rinnovo non esiste più), ovviamente ipotizzando che tu voglia rinnovare e, altra supposizione, che tu stia pagando rateizzando semestralmente i premi.

     

    Lo scorso anno, avendo dovuto sostenere molte spese ingenti tutte insieme, avevo effettivamente optato per la semestralità.

    Per cui quello può anche avere un senso.

    L'anomalia consiste nel fatto che, come giustamente ricordavi tu, non esiste più il tacito rinnovo.

    Per cui, prima di accollarmi un'ipotetica nuova rata, dovrebbero quantomeno sincerarsi che intenda rinnovare con loro...

    Il punto, comunque, è la scarsissima fiducia che ripongo nelle compagnie assicurative italiane: magari è davvero un errore e lo correggeranno, ma se così non fosse e, per qualche strano cavillo, esigessero quel pagamento? 

    Per carità, ho tutte le ragioni dalla mia, ma hai presente quanto tempo ci vuole in Italia per venir a capo di disguidi simili? Siamo travolto dalla burocrazia...

     

     

    Domanda: se puoi comunque cambiare assicurazione alla naturale scadenza (dicembre) e dunque ti mandano l'attestato di rischio (sempre che esista ancora in questo momento storico di dematerializzazone), anche ti chiedessero di pagare (a scadenza) X Euro, tu puoi comunque fare una nuova assicurazione e mandarli a quel paese no? (dal momento che non rinnovando non hanno alcun titolo di chiederti soldi)

     

    Sì, per fortuna esiste ancora, me lo hanno confermato loro.

    E, in linea di massima, lo stesso ragionamento l'avevo fatto io.

     

    Solo che, vivendo in un Paese in cui, ad esempio, se l'Ag. delle Entrate ti contesta qualcosa risalente a 10 anni prima sei tu a dover dimostrare la tua innocenza e non loro a dover dimostrare la tua colpa, il dubbio/sospetto che, nel caso di contestazione sul mancato pagamento di quella "rata", si rischi di andare molto per le lunghe e perderci un casino di tempo mi resta... Sai, tra codici, codicilli e cavilli vari, le compagnie assicurative sono maestre.

     

    Ecco perché li ho ripetutamente contattati (tramite call center e, ieri, sulla loro pagina FB) affinché correggano l'errore o mi inviino qualche documento che attesti che non gli debbo più nulla. Al momento, a parte la promessa di interessarsi alla cosa, non ho ottenuto nulla...

  3.  

    Quanto hai scritto è chiarissimo.

    Il punto qui è, però, che a parte la differenza (39 euro e rotti, regolarmente pagati), nella mia area personale e sui loro documenti di polizza risulta una fantomatica seconda rata (pari a sei mesi di assicurazione) che dovrei pagargli l'11 dicembre.

    In pratica, oltre i 39,70 euro legittimamente richiesti come integrazione, risulta che me ne chiedono altri 263,11 da pagare entro l'11 dicembre (giorno della scadenza "naturale" della polizza). Spero di esser stato più chiaro, stavolta.

     

    Ah ok, non avevo compreso in pieno. Se in quel giorno scade la polizza, mi viene da pensare che siano i soldi necessari per il rinnovo (il tacito rinnovo non esiste più), ovviamente ipotizzando che tu voglia rinnovare e, altra supposizione, che tu stia pagando rateizzando semestralmente i premi.

     

    Lo scorso anno, avendo dovuto sostenere molte spese ingenti tutte insieme, avevo effettivamente optato per la semestralità.

    Per cui quello può anche avere un senso.

    L'anomalia consiste nel fatto che, come giustamente ricordavi tu, non esiste più il tacito rinnovo.

    Per cui, prima di accollarmi un'ipotetica nuova rata, dovrebbero quantomeno sincerarsi che intenda rinnovare con loro...

    Il punto, comunque, è la scarsissima fiducia che ripongo nelle compagnie assicurative italiane: magari è davvero un errore e lo correggeranno, ma se così non fosse e, per qualche strano cavillo, esigessero quel pagamento? 

    Per carità, ho tutte le ragioni dalla mia, ma hai presente quanto tempo ci vuole in Italia per venir a capo di disguidi simili? Siamo travolto dalla burocrazia...

  4. Quanto hai scritto è chiarissimo.
    Il punto qui è, però, che a parte la differenza (39 euro e rotti, regolarmente pagati), nella mia area personale e sui loro documenti di polizza risulta una fantomatica seconda rata (pari a sei mesi di assicurazione) che dovrei pagargli l'11 dicembre.
    In pratica, oltre i 39,70 euro legittimamente richiesti come integrazione, risulta che me ne chiedono altri 263,11 da pagare entro l'11 dicembre (giorno della scadenza "naturale" della polizza). Spero di esser stato più chiaro, stavolta.

  5. Sperando di non adare off topic (nel caso, mi scuso con i moderatori e li invito a spostare la discussione nella giusta sezione), volevo chiedere il vostro parere in merito a un subentro di polizza RC Auto.

     

    In pratica, la scorsa settimana ho telefonato alla mia assicurazione auto (conte.it, gruppo Admiral) per chiedere il subentro di polizza (in scadenza l'11 dicembre) tra la mia vecchia auto e quella nuova che avrei immatricolato dopo alcuni giorni. Mi è stato comunicato che, aggiungendo le garanzie che ho richiesto su questo veicolo nuovo, avrei dovuto pagare una differenza di poco meno di 40 euro.
     
    Se non che, andando nella mia area personale sul sito, il pagamento di 39,70 euro risulta come prima rata e vi è indicata una fantomatica seconda rata (da 263,11 euro, in pratica l'esatta metà del premio annuo) da pagare l'11 dicembre, giorno in cui scadrà la polizza
     
    Dal call center, cui ho fatto presente la cosa, mi hanno rassicurato affermando che è stato un errore tecnico e che l'avrebbero risolto nel giro di qualche ora ma, a quasi due settimane dalla segnalazione, nulla è cambiato. In più, l'importo "non pagato" di 263,11 euro, è indicato anche nel documento allegato al cedolino che mi è stato inviato per posta.
     
    Poiché, notoriamente, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio (soprattutto delle assicurazioni operanti in Italia...), come posso tutelarmi da brutte sorprese? Grazie fin d'ora per l'aiuto.
  6. bhe se è per questo, quando cambiarono la via alla strada di casa mia al comune fecero tutti gli atti necessari per aggiornamenti di carta di circolazione e di patente....in tre giorni arrivò il talloncino della patente...a mia moglie, ed ai miei che abitano al piano di sotto....il mio arrivò dopo tre mesi....mentre alla mia auto arrivò subito il talloncino per il libretto, quelle intestate a mio padre...una arrivò in una settimana, l'altra 4 mesi.....!

    Appunto.

    Mai porre limiti alla burocrazia (o, forse, sarebbe meglio dire burontocrazia) italiana!  :D

  7. Vedi se intorno a te hai un giovinotto senza grossi averi e gliela regali l alfa...sono modelli che ancora vanno...

    Soluzione da vagliare, in effetti.

    Per quanto, visti i km e gli acciacchi, francamente non so se gli farei un favore o un dispetto.

    Nel senso che, vista la vetustà dei componenti, il rischio che si spacchi qualcosa (con conseguenti costi elevati per i ricambi) sono piuttosto altini.

  8. se vogliono immatricolano un auto in due ore.....

    Quando avrò notizie ti saprò dire quanto ci hanno messo.

    Sperando mi vada comunque meglio rispetto ad un utente di un forum Peugeot che, nonostante la pronta consegna, ha atteso oltre 2 settimane per l'immatricolazione (per cause ascrivibili alla Motorizzazione, stando a quanto scrive lui)

     

    Comunque, esempio personale di mala burocrazia, quando io e l'allora mia compagna (ora mia moglie) ci siamo trasferiti dal torinese all'astigiano, a lei l'aggiornamento della patente è arrivato in una settimana... a me dopo qualche mese e almeno 3-4 telefonate per capire che cavolo stavano combinando.

    In quel caso, stando a quel che mi hanno riferito quando finalmente hanno risolto, il problema era stato far "dialogare" due database...  :wacko:

  9. bhe certo se la differenza di presso è minima, c'è la pronta consegna e hai estorto la maggiore garanzia.....saresti stato un pazzo a non accettare

    Sì, infatti ho accettato.

    Contratto firmato stamattina, confidiamo i tempi di immatricolazione non siano lunghi (siamo pur sempre in Italia...)

    Per quanto, essendo domenica prossima il 27, gli conviene darsi una mossa per poterla conteggiare nel mese.

    Come monte vendite, intendo.

  10.  

    Avendovi "rotto le scatole" con il dubbio sul riparare o meno, trovo giusto aggiornarvi.

    bravo...non come fanno tanti che dopo 25 pagine di interventi non si sa mai come è andata

     

    bene anche la riparazione: come dovrebbe essere da un lavoro fatto onestamente

     

    Vero. 

    Solo che, purtroppo, in quel campo (anche in altri, ma in quello in particolare), gli onesti ormai li conti sulle punte delle dita.

     

     

    Non ha trovato intoppi prezzo buono...visto che era la pompa? Tutto può essere nella vita ma uno cerca di andare per esclusione...adesso goditi questi scampoli ultimi di alfa eheheh

    Sì, ma non avevo grossi dubbi sulla natura del problema (la pompa).

    Solo che, vista "l'onestà" degli altri contattati, chi mi poteva garantire non pompassero il problema per guadagnarci di più?

    Sai, mica sono presente mentre montano e smontano l'auto...  :) 

    In quanto agli ultimi scampoli, dovrebbe davvero essere questione di giorni, perché stamattina ho firmato il contratto per una Peugeot 2008 BlueHdi 100, allestimento Allure (top di gamma, quindi), in pronta consegna.

    Per cui, giusto i tempi tecnici di immatricolazione, poi l'Alfa andrà in meritata pensione.

  11. boh...secondo me con più di 15.000 km inizia adiventare abbastanza conveniente diesel o gas.

     

    a meno che tu non faccia molto urbano che allora ci potrebbero essere le solite noie dei filtri allo scarico,anche se non so se questo motore ne soffre(i precedenti 1.6 hdi avevano qualche problemino)

     

    Alla fine, facendo gli scongiuri del caso (sto aspettando l'ok al finanziamento, anche se stando al venditore non ci dovrebbero essere problemi), ho optato per il diesel. Al di là dell'ottimo prezzo (500 euro in più rispetto al preventivo "base" per il 110 benzina, ovvero 18.900 contro 18.400), ha inciso il fatto che la diesel è in pronta consegna. Il percorso abituale è un misto di urbano e tangenziale, dove posso "spingere" un po' di più, per cui credo e spero non mi darà problemi.

     

     

     

    io vado controtendenza...i motori a benzina anche se con tutte le diavolerie di oggi, sono pur sempre motori molto semplici. La manutenzione per il  chilometraggio che fa potrebbe essere fatta ogni due anni o 30000 km come prescrivono molte case, tra cui peugeot che in genere copia renault su tante cose. ovviametne il motore a benzina ha meno coppia e quindi meno spinta. Nel tuo caso essendo come dici tu un borderline tra una motorizzazione e l'altra sfrutterei le peculirità.....ti prndi un benzina per i minori costi di manutenzione e per non avere problemi di fap, però in una motorizzazione "base" la 100 S&S va benissimo....

     

    Vero è che i benzina richiedono meno manutenzione, ma alla fine ha "pesato" in favore del diesel la pronta consegna e i 5 anni di garanzia "estorti" (lui non era affatto convinto...) nel pacchetto di vendita, insieme al primo tagliando, al venditore. E' la mia prima esperienza con un diesel... vedremo e speriamo in bene! :-)

  12. Avendovi "rotto le scatole" con il dubbio sul riparare o meno, trovo giusto aggiornarvi.
    Alla fine, a fronte del preventivo di circa 100 euro, il meccanico cui l'ho portata l'ha riparata (era proprio la pompa andata) chiedendomi 80 euro.

    Molto onesto, quindi.
    A differenza dei tanti colleghi che avevo chiamato per preventivi che mi avevano sparato, invariabilmente, almeno 150-160 euro.

  13. La frizione puzza perche la stai fregando con la pompa rotta...mi meraviglio del meccanico sinceramente...praticamente stai cambiando marce senza staccare...vedi un po se deve fa la puzzetta...poi tutto può essere...concordo col mecca che è rognoso il lavoro perche se non è agile deve lavorare con la testa tra i pedali...e non e bello

     

    Spero mi dia presto buone notizie...

    Per ora, grazie per il supporto!

  14. In genere i meccanici cambiano umore quando gli porti i pezzi...

     

    Ovviamente in negativo...

     

     

    sì,ma siccome abbiamo visto il "problema" nella zona dove abita,almeno in quel modo è giustificato per voler montare un pezzo usato su un'auto da buttare

     

    anche io,se fossi in lui,cambierei umore se un meccanico mi chiedesse 200 euro per cambiare una pompa che ne costa 25 e sa che devo rottamare la macchina....

     

    Eh, appunto... 

    Confido nell'onestà di quello che ce l'ha sotto le mani ora, perché in caso contrario piuttosto preferisco davvero andare a piedi.

     

    Comunque, in quanto a ladrate, mi raccontava il già citato marito dell'amica di mia madre che a lui, quasi 10 anni fa, in Ford chiesero 1.600 euro per riverniciargli cofano e tetto di una Mondeo alla quale era "fiorita" la vernice. E parliamo di un'auto che, all'epoca, era in garanzia.

    Lui, a quanto mi ha detto, protestò platealmente e allora gli proposero di fare a metà... 750 avrebbe dovuto metterli lui e altrettanti se li accollavano loro.

    Alla fine, se l'è fatta riverniciare, però tutta, da un carrozziere non convenzionato.

  15. ma tu sei in grado di procurarti il ricambio giusto?

     

    perchè se è una cosa che riesci a fare puoi chimare dicendo che hai il pezzo usato da montare e ti dicono solo quanto è di manodopera e fluido da freno(pochi ml) e anche se secondo me ci va più di un'ora,non credo ti possano chiedere oltre 60-70 euro con anche la pausa caffè e due telefonate in mezzo...

     

    se poi ti presenti con il pezzo nuovo invece che usato ti giustifichi dicendo che il rottamatore smontandolo lo ha trovato non buono e ti ha dato un after da prezzo(molti trattano alcuni ricambi)

     

    Alla fine ho risolto (o almeno spero...) con il meccanico di fiducia del marito di un'amica di mia madre.

    Mi ha fatto un preventivo di circa 100 euro, ovviamente cristonando sul fatto che «non è un lavoro lungo, ma è rognoso perché c'è poco spazio per le mani».

    Spero di chiuderla così, perché "annusando" il cofano mi ha detto testualmente «Sento un po' d'odore di frizione».

    Aggiungendo subito dopo, però, che non ci sono perdite visibili e che, essendo la frizione stata cambiata meno di due anni fa, «molto probabilmente è solo la pompa».

    Non mi resta che sperare...

  16. hai chesto a un meccanico generico? è un lavoro che si fa anche dall'amico nel garage sottocasa...non è necessario andare in alfa...la pompetta costa commerciale 40-50 euro + 30 euro di lavoro e si fa in un oretta...

     

    Ho girato ben a largo dalle officine autorizzate Alfa, ci mancherebbe!

    Quelle sentite sono tutte officine generiche e nessuna ha sparato meno di 160-170 euro per il lavoro finito (tutti dicono oltre 100 euro il ricambio, più manodopera)

    Continuo la ricerca, ma è piuttosto sconfortante...

  17. Sentite (una di persona, le altri telefonicamente) 4-5 officine e tutte sparano cifre abbastanza assurde.
    Nell'ordine di 100 euro (o più, stanno sempre molto sul vago) per il ricambio + un paio d'ore (salvo imprevisti... che guarda caso ci sono sempre... di manodopera!)

    Assurdo! 

     

    A costo di girare a piedi per i tre mesi che mi separano dall'arrivo dell'auto nuova, non ho intenzione di smenarci più di un centinaio di euro.

  18.  

     

    (cmq lo si potrebbe anche scrivere ora che è poco longevo visto che in due lo avete dovuto cambiare attorno ai 250k e un alternatore dovrebbe durare un po' di più)

     

     

    Ovviamente non so le condizioni di quello di aleturbo. 

    Però, per quanto riguarda il mio, a sentire il meccanico (non posso che prenderlo per buono, non avendolo visto perché quando sono andata a ritirarla andavo di frettissima per un appuntamento di lavoro) era decisamente mal ridotto.

     

     

     

    cmq in un alternatore si possono "malridurre" le spazzole e/o dove strisciano o i cuscinetti....per il resto ci sono gli avvolgimenti e il raddrizzatore,che se ben dimensionati per il lavoro previsto di usura vera e propria ne hanno ben poca,infatti in alcune auto non si rompono mai.

    quando li rigenerano sostituiscono cuscinetti e spazzole,forse anche il raddrizzatore....robe che si potrebbero fare anche in officina,volendo...(i ricambi in molti casi esistono)

     

    cmq una visita all'officina io la farei dopo aver speso così tanto,indipendentemente da tutto(se hanno rifatto la frizione e non hanno cambiato l'attuatore sono dei pirla,mentre se è la pompa la spesa è molto contenuta),a meno che il concessionario dove acquisterai la nuova non abbia qualcosa da prestarti durante l'attesa.

     

     

    non capisco perchè non riesco a cancellare alcuni "quote"....

     

     

    Il giro in officina lo devo far comunque, perché non c'è verso di girarci, con la macchina in queste condizione.

    Sulla "generosità" del concessionario, conoscendo che tipo di squali li gestiscono di solito, ho qualche dubbio...  <_<  :D

     

     

    Le marce non entrano perche hai la pompa rotta! Puoi avere anche la frizione cambiata ieri nuova, ma se la pompa è sfonnata entra aria nell impianto idraulico e quindi tu dai il comando al pedale ma l attuatore dentro al cambio non stacca la frizione...da qui l indurimento del cambio...io capisco che non tutti siamo appassionati di motori ed è giusto cosi ma un minimo di conoscenze serve in tutto per non farsi fottere dal primo furbo dove porti a riparare l auto...e non preoccuparti...anche l auto che prenderai nuova la porterai lo stesso al meccanico non illuderti...con la differenza che in una concessionaria della casa nel periodo di garanzia 400 te le chiedono per un tagliando olio e qualche filtro...ah come rimpiangerai la caara vecchia auto...eheh

     

    P.s. aaaaaaaaaaaah ma hai la 105 cv????? Aaah ecco perche sei andata a vedere la moka!! Se provi la 120 con variatore non ti accontenti manco della Saeco phoemia per il caffè!!!! In bocca al lupo per la scelta

     

    Appunto quello volevo capire!

    Proprio perché non ci capisco una mazza di motori (ciascuno ha le sue lacune e la mia è questa. Peraltro non me ne sono interessato più di tanto perché, fino a un paio d'anni fa, avevo un padre che, a differenza mia, era una specie di "mezzo meccanico" per cui gestiva lui tutti i fastidi), mi chiedevo se l'impossibilità di inserire le marce sia dovuta alla rottura della pompa dietro il pedale (100 euro tra ricambio e manodopera? Girano comunque a spenderle per un'auto prossima alla rottamazione, ma pazienza!) o sia invece da attribuire alla frizione (che ha circa 40.000 km e allora sì che mi girerebbero, ad elica!)

    Comunque, domani mattina, la porterò nell'officina qui vicina a casa e vedremo che mi dirà.

    In merito ai tagliandi su quella nuova, se non sbaglio, grazie al regolamento 461/2010 (ex Decreto Monti) si possono far fare anche da officine al di fuori del concessionario, per cui valuterò a tempo debito.

     

    Infine, sì. Dieci anni fa comprai la 105 CV, che comunque ha svolto dignitosamente il suo compito, in quanto a motore.

    La Mokka (che ti sta proprio sullo stomaco, a quanto leggo...  :rolleyes: ) era solo una delle papabili.

    Alla fine, avevo ristretto la scelta tra nuova Renault Kadjar e Peugeot 2008 (allestimento Allure, il top di gamma) e, per tutta una serie di motivi, alla fine ha "vinto" quest'ultima.

    Mi resta il dubbio tra il benzina turbo 110 CV e il diesel, ma propendo leggermente per il benzina.

  19.  

    Parlo per esperienza diretta, visto che l'alternatore l'ho sostituito anch'io lo scorso novembre quando il contakm segnava quasi 230.000Km, dire che è un difetto dell'auto mi pare quanto meno azzardato visto che il vecchio aveva i sui km (tanti) e i suoi anni (12 nel mio caso).

     

    ma dove è stato scritto che è un difetto?

     

    io ho semplicemente detto che per tirare avanti qualche mese valeva la pena spendere 50 euro da un rottamaio....se però l'auto serviva subito la cosa cambia

    (cmq lo si potrebbe anche scrivere ora che è poco longevo visto che in due lo avete dovuto cambiare attorno ai 250k e un alternatore dovrebbe durare un po' di più)

     

     

    Ovviamente non so le condizioni di quello di aleturbo. 

    Però, per quanto riguarda il mio, a sentire il meccanico (non posso che prenderlo per buono, non avendolo visto perché quando sono andata a ritirarla andavo di frettissima per un appuntamento di lavoro) era decisamente mal ridotto.

     

     

     

    P.S. Come scritto prima, la frizione è stata interamente rifatta nel novembre 2013.

    Per cui, se il problema fosse quello, il kit dovrebbe ancora essere coperto da garanzia, no? 

    Ma la manodopera me la troverei sul groppone... l'altra volta, ha indicato in fattura 10 ore di manodopera (troppe? Il sospetto mi è venuto)

     

    neanche poche,ma non consocendo l'auto non dico nulla.

    cmq io chiederei,anche perchè se è lo stesso meccanico diciamo che DOVREBBE almeno darti una mano visto quello che gli hai lasciato negli ultimi tempi

     

     

    No, sono due officine diverse. 

    Quella della frizione rifatta due anni fa è a 50 mt. da casa mia.

    Per cui, viste le attuali difficoltà, domani mattina la porterò a vedere da lui.

    Confidando si tratti della pompa sotto il pedale, perché se è da rifare di nuovo la frizione... beh, dovrò trovare una soluzione alternativa.

    L'auto nuova non arriverà prima di 3 mesi e nel mentre non posso mica andare a piedi...

  20. Sono auto che non valgono nulla ovvio...troppi km e cmq modelli fuori produzione da un bel po...lo sapevi che gli alternatori si trovano rigenerati e sono pari al nuovo al costo di 100 euro? Strano che il tuo mecca non te ne abbia parlato...spendere 400 euro per un alternatore su un auto con 260 mila km è un non senso...

    Sì, lo sapevo.

    O, per meglio dire, me lo ha detto il titolare dell'officina quando, a macchina smontata, ha tolto l'alternatore vecchio (a suo dire, ormai in pessime condizioni) e ne ha cercato uno sostitutivo. Sempre stando a quanto mi ha detto, quelli rigenerati per il mio specifico modello di auto (147 1.6 105 CV) disponibili in città (l'auto mi serviva comunque un po' in fretta), costavano poco meno di quello che ha poi materialmente montato. Concordo che, probabilmente (anzi, quasi certamente), spenderci oltre 400 euro non abbia senso e quindi abbia fatto una cazzata a dargli il via libera. Però, di contro, a me la macchina serviva funzionante in tempi brevi e avevo preventivato di farla arrivare a fine anno (calcolando qualche mese tra scegliere l'auto nuova e farla arrivare in concessionario). 

     

     

     

    ...lo sapevi che gli alternatori si trovano rigenerati e sono pari al nuovo al costo di 100 euro? Strano che il tuo mecca non te ne abbia parlato...spendere 400 euro per un alternatore su un auto con 260 mila km è un non senso...

     

    diciamo anche che questo è uno dei pochissimi casi dove,visto anche la semplicità della sostituzione con pochissimi costi di manodopera,può valere la pena andare da uno sfasciacarrozze e prenderne uno usato a pochi euro: una controllata banco per vedere se funziona e qualche mese dovrebbe tirare avanti.

     

    al contrario delle pompe benzina! B) :lol: ;)

     

     

    L'alternatore ormai è andato (nel senso che il lavoro è stato fatto).

    Ora il problema, aggravatosi negli ultimi giorni, è con la frizione (vedi mess. successivo)

    In un modo o nell'altro, devo far si che l'auto stia su strada ancora qualche mese (il concessionario Peugeot, da cui mezz'ora fa mi sono fatto fare il preventivo "definitivo" per la 2008, mi ha indicato consegna in 60 o, più plausibile, 90 giorni dall'ordine...)

     

     

    incuriosito dai 400 euro dell'alternatore,che ho sempre sentito si pagassero certe cifre solo quelli originali un po' particolari di alcuni modelli che non hanno mercato after o OEM,ho provato a cercare con google(anche senza sapere il modello esatto,solo per avere un'idea) e di alternatori per 147 1.6 ne ho trovati da meno di 50 euro usati a circa 120-150 tra marche varie e bosch con rientro del vecchio(quindi rigenerati a nuovo).

    Ora,a prescindere che c'era anche un bosch a 290 euro che non ho approfondito se è diverso dali altri anche perchè non ho informazioni sull'auto,se il tuo non è proprio quello che allora ci starebbe un po' di ricarico e la manodopera,un meccanico che mi fa spendere 400 euro su un'auto da rottamare,se non sono proprio necessari,andrebbe evitato alla grande....

    anzi,dovrebbe essere lui stesso a proporre il rigenerato o l'usato di recupero.

    a meno che il vecchio non sia rimasto a lui e riconsegnato per rigenerarlo contando così ulteriori 100 e passa euro,ma sul SUO conto...! :rolleyes:

     

    non vogli fare accuse a chi non conosco e rlativamente ad una situazione che non consoco,però leggendo certe cose viene da pensare mica tanto bene.... -_-

     

    Guarda, francamente non so che dire.

    Sarò stato sfigato io, che peraltro (colpevolmente), non mi sono mai interessato troppo di motori...

    Ma il meccanico di cui "fidarsi ciecamente" non l'ho ancora trovato...

    Quello che ha sostituito l'alternatore, nello specifico, è piuttosto conosciuto e stimato in città per il buon rapporto qualità/prezzo.

    Ha stupito anche me che stavolta non lo sia stato.

     

    Comunque, fattura alla mano, abbiamo: 

    - 252,95 euro + IVA di alternatore Magneti Marelli

    - 48,15 euro + IVA di tendicinghia

    - 79,20 euro (2,4 ore) + IVA di manodopera

     

    Che hanno dato 366,44 euro + 96,62 di IVA

     

     

    Parlo per esperienza diretta, visto che l'alternatore l'ho sostituito anch'io lo scorso novembre quando il contakm segnava quasi 230.000Km, dire che è un difetto dell'auto mi pare quanto meno azzardato visto che il vecchio aveva i sui km (tanti) e i suoi anni (12 nel mio caso).

    Nel mio caso ho fatto installare un rigenerato spendendo 220€, visto che mi piace smanettare sull'auto avrei voluto sostituirlo da solo, ma purtroppo su 147 è un vero inferno, visto lo spazio a dir poco esiguo per lavorare e visto e considerato che l'auto mi serviva in tempi brevi ho preferito far effettuare il lavoro da un meccanico.

    Per quanto riguarda la pompa ausiliaria della frizione, anche qui sarebbe da considerare la manutenzione effettuata nel corso degli anni, ovvero, se non si sostituisce mai l'olio dei freni su un'auto così datata i problemi sono dietro l'angolo.

    Personalmente, per non sapere ne leggere ne scrivere, e visto il costo ridicolo dell'operazione, faccio sempre uno spurgo completo dell'impianto ogni due anni, come espressamente riportato nel LUM.

     

    L'impianto è stato spurgato nel novembre 2013, quando è stata rifatta la frizione.

    Che, tra l'altro, sta di nuovo dando grossi problemi...

    Se non altro, se non sbaglio, dovrebbe essere in garanzia (2 anni sui pezzi sostitutivi, giusto?)

     

     

     

    Beh non è detto che a 260.000Km l'auto sia "terminata", dipende da come è stata guidata e mantenuta nel tempo. secondo me quei motori i 300.000Km li vedono senza tante difficoltà se ben tenuti, la mia 147 1.6 ha per l'appunto 260.000km ma si comporta ancora egregiamente.

    Comunque tornando in topic, se l'idea è quella di disfarsene a breve eviterei la sostituzione della pompa ausiliaria, ma terrei comunque controllato il livello dell'olio dei freni, visto che tutta la frizione di quest'auto, a comando idraulico, utilizza per l'appunto questo fluido.

    Sono arrivato tardi e ti hanno già risposto gli altri.

    Il motore è un componente ma non è tutto.

    Ne conviene che se il motore funziona bene ma tutto il resto si sfascia l'auto è finita, o poco ci manca.

    Certo uno può sempre spenderci soldi in continuazione e tenerla in vita sino a 500.000 km. ed anche più ma mi chiedo: ne vale la pena ?

     

     

    No, ovviamente no.

    Infatti è un'auto "a fine corsa", che devo far bene o male girare finché non arriverà quella nuova (ovvero, temo, dicembre-gennaio... poiché oggi, fatto preventivo pressoché definitivo per la 2008 Allure Turbo 110 CV, il venditore mi ha accennato a tempi di consegna di 60-90 giorni...)

    E qui viene il problema, purtroppo!

     

    Nel senso che, rispetto a pochi giorni fa, quando ho scritto chiedendo se riparare o meno il pedale frizione che affondava fino a metà corsa (ma le marce entravano perfettamente), il problema si è aggravato. E di molto!  :(

    In pratica, le marce entrano morbidissime a motore spento, ma non c'è verso di farle entrare a motore acceso.

    "Sintomo" che ci riporta, ovviamente, alla frizione.

    E' plausibile un problema simile sia causato dalla pompa primaria sotto il pedale o è più probabile sia partita (di nuovo!) la frizione?

    Ovvio che, in questo secondo e più grave caso, non ho alcuna convenienza a farla rifare.

    Ma mi resta il problema di dover coprire i circa 3 mesi necessari per farmi arrivare l'auto nuova...

    E' un gran bel casino...

     

    P.S. Come scritto prima, la frizione è stata interamente rifatta nel novembre 2013.

    Per cui, se il problema fosse quello, il kit dovrebbe ancora essere coperto da garanzia, no? 

    Ma la manodopera me la troverei sul groppone... l'altra volta, ha indicato in fattura 10 ore di manodopera (troppe? Il sospetto mi è venuto)

  21. con 20k km il diesel,no...???

     

    consuma poco(l'ha un amico e in 60.000 km ha registrato medie tra 16 e oltre 20 km/L) e va anche abbastanza con il doppio di coppia del 1.2 aspirato

     

    il turbobenzina sicuramente va molto bene,ma consumerà almeno una volta e mezzo rispetto a diesel,in euro

    A parte il chilometraggio (come scrivevo, sono in quella "fascia di mezzo" con chilometraggio non ancora così elevato da buttarmi sul diesel senza pensarci), mi perplime un po' il discorso di mantenimento (tagliandi più costosi, maggior manutenzione, ecc...)

    Magari sono solo prevenuto, eh...

  22. Dopo aver ponderato a lungo vari modelli, per l'auto nuova ho deciso di puntare su questo modello, in allestimento Allure (in sostanza, il medio-alto)

    Però mi resta il dubbio sulla motorizzazione...

    Premesso che non faccio moltissimi km (diciamo tra i 15.000 e i 20.000 annui) e che nella quotidianità casa-lavoro percorro, tra andata e ritorno, circa 20-25 km equamente divisi tra città e tangenziale, voi optereste per benzina o diesel (BlueHDI 100 S&S - 1560 cm3)? 
    E, tra i benzina, il parco PureTech82 o il più brillante PureTech Turbo110?
    "A naso" il secondo vale pienamente i circa 1.500 euro in più richiesti... 

  23. de gustibus per carità quindi non te la prendere per quello che ti stò dicendo, ma se devo rottamare una 147 per una moka preferisco la 147 con 3 ruote e un ruotino montato... :lol: se mi parli della giulietta tra l'altro molto scontata ultimamente dalla casa, alzo le mani...

     

    per quanto riguarda il tuo problema, l'attuatore l'ho fatto sulla mia 1.8 (156) quando cambiai la frizione, ma è lo stesso motore del tuo più o meno ed è dentro il cambio, ma in genere non si rompe mai, lo cambiai per puro scrupolo e perché usci nel kit frizione...si rompe altresì la pompa maestro sotto il pedale, la cambi con le cifre che ti ho detto sopra...pericolo con i freni non ce ne dovrebbero essere, perché anche se la vaschetta è la stessa, i 2 tubi pescano ad un livello diverso.... :rolleyes:

     

    p.s. poi permettimi...se eri deciso a rottamarla, vai a spendere 500 euro pochi gg fa? e io che mi stò strullando la testa perché ho speso 60 euro per un iniettore brc su un auto di 16 anni! pensa un po'!

     

    Allora... il discorso sarebbe un po' (tanto) lungo, ma cerco di sintetizzare...  :) 

    La Mokka era solo una delle papabili (e neppure la mia preferita, a dir il vero), l'ho citata per l'aneddoto dell'usato che se ne andrebbe in Bulgaria.

    Ho escluso a priori Alfa per una lunga serie di motivi, che non sto qua a elencare, ma diciamo che, al di là del motore che è davvero mostruoso (nel senso buono), sono stato abbastanza sfigato con la 147. Nel senso che, negli ultimi anni, ho dovuto portarla spesso dal meccanico e ogni volta è stato un salasso. Per dirti/vi le ultime sventure: a inizio agosto mi ha mollato la batteria (e ci sta, ovvio... 100 euro), a fine mese l'alternatore (tra ricambio Magneti Marelli e manodopera se ne sono andati altri 400 e rotti euro).

    Batteria a parte, i salassi sono stati spesso colpa dei ricambi. Ad esempio, stando al meccanico, pare che l'alternatore della 147 1.6 finisca per costare più di quello di modelli e marchi ben più blasonati!). L'alternatore l'ho fatto cambiare semplicemente perché - mettendo in conto qualche settimana per scegliere l'auto nuova e altre settimane per la consegna (ad esempio, per Mazda CX-3, mi hanno detto inizio 2016) - ci passavano comodi almeno un paio di mesi... e io in quei 60 giorni mica potevo andare a piedi o sequestrare l'auto di mia moglie...  :ph34r:

     

    Comunque, tornando alla nuova auto, depennata Alfa e gruppo Fiat in genere e avendo una gran "voglia" di crossover, ho guardato la citata Opel Mokka, la Mazda CX-3, le due Hyundai (IX-35 e la nuova Tucson), due Renault (Captur e la nuova Kadjar), la Citroën C4 Cactus (per far un piacere a mia moglie, che la trova simpatica.... mio giudizio? ORRENDA!) e Peugeot 2008. Ridotte le papabili a 2-3 (la Tucson, la Kadjar e la 2008), alla fine ho optato per quest'ultima per due ragioni: fa brontolare meno mia moglie, secondo cui la coreana e la Renault sono enormi (impressione, in realtà sono poco più grosse della media); ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Aspetto che - considerato il fatto che nell'ultimo biennio abbiamo comprato casa, ristrutturato e ci siamo sposati - è tutt'altro che secondario.

    Ora non mi resta che finalizzare l'acquisto e confidare ne abbiano una in pronta consegna o comunque in arrivo entro qualche giorno/settimana.

     

     

    A 260.000 km.   l'auto è terminata (diceva così Terminator no? )

     

    Prendi un'auto a km. zero scontata ed a GPL e lascia perdere la tua.

     

    Mai come oggi il GPL è stato così conveniente e così affidabile

     

    Una bella Giulietta, altro che Mokka !!!!

    Lo spazio interno non cambia, anzi è forse più spaziosa la Giulietta.

    Inoltre con il GPL non avrai mai i fermi macchina invernali

     

    In verità c'è anche la Mokka a GPL ma mi dicono che 9 su 10 chiedono il Diesel

     

     

     

    VIRUS: smetti di pensare ai  60 € , pensa a quanto hai fatto del bene all'Italia

    aumentando il PIL, e pensa a quanto ti fa risparmiare quell'iniettore.

    Fatti  900 km  penso che avrai già ammortizzato la spesa.

    Tienila stretta la 156

     

    La Mokka GPL (1.4 turbo 140 CV), in versione Cosmo (top di gamma, che però ha navigatore come optional), viene via a circa 23.000 euro.

    Considerando che grossomodo alla stessa cifra ci si porta a casa una Tucson 1.7 CRDI 2WD, che è tutt'altra auto, mi pare francamente che in Opel abbiano un po' perso il senso della misura. Come scritto poco sopra, alla fine mi sto orientando sulla Peugeot 2008, che mi ha convinto un po' su tutti i fronti. 

    Certo, meno "auto da sogno" rispetto al crossover coreano o alla nuova Renault, ma comunque "solida", se capisci cosa intendo.

     

     

    Beh non è detto che a 260.000Km l'auto sia "terminata", dipende da come è stata guidata e mantenuta nel tempo. secondo me quei motori i 300.000Km li vedono senza tante difficoltà se ben tenuti, la mia 147 1.6 ha per l'appunto 260.000km ma si comporta ancora egregiamente.

    Comunque tornando in topic, se l'idea è quella di disfarsene a breve eviterei la sostituzione della pompa ausiliaria, ma terrei comunque controllato il livello dell'olio dei freni, visto che tutta la frizione di quest'auto, a comando idraulico, utilizza per l'appunto questo fluido.

    Il problema non è tanto il motore, che confermo regge egregiamente, quanto tutto il corollario.

    La frizione è stata cambiata a novembre 2013, l'alternatore ha mollato gli ormeggi qualche settimana fa, ora questo maledetto pedale che affonda a vuoto...

    Ogni volta che mi ci piazzo al volante mi chiedo: cosa salterà stavolta? 

    No, decisamente meglio darla via. Anche perché, a conti fatti, non ha più alcun mercato (grossomodo tutti i concessionari la "inglobano" nello sconto che propone la casa... non uno che abbia detto esplicitamente "vale tot". Al più stanno sul vago... «700-800 euro... Ma rientrando nello sconto che mi fa la casa madre, eh!!»  :angry:

  24. Grazie a tutti per le risposte!
    Controllerò quanto prima il livello del liquido olio freni.

    Nell'ipotesi (nefasta) sia l'attuatore e l'abbiano piazzato sul reggispinta, piuttosto vado a piedi fino a che non immatricolerò quella nuova! 
    Nel senso che, con tutto l'amore del mondo (ha i suoi difetti, ma mi ha "servito" egregiamente per anni), non mi va più di spenderci più di tanto.
    Per di più sapendo che, comunque, tra qualche settimana finirà in qualche paese dell'Est (il concessionario Opel, dove ero andato a curiosare per la Mokka, mi hanno detto che loro le mandano in Bulgaria) o verrà rottamata. Ormai il gioco non vale più la candela... Solo ad agosto, per far un esempio, mi è già costata più di 500 euro (100 euro di batteria nuova a inizio mese e sostituzione alternatore a fine mese)

×
×
  • Create New...