Jump to content

Cordy

Iscritti
  • Content Count

    1.678
  • Joined

Community Reputation

0 Neutral

1 Follower

About Cordy

  • Rank
    Senior

Previous Fields

  • Provincia
    Altro
  • Auto Posseduta
    Citroen Xsara Picasso 1.6 benzina
  • Età
    46-60

Profile Information

  • Gender
    Male

Recent Profile Visitors

13.155 profile views
  1. La tua macchina ha un sensore della pressione del circuito carburante. L'errore dice che quella pressione è sotto il limite minimo. Potresti avere un tubo fessurato, un raccordo allentato oppure il sensore che dà i numeri od ancora i cavi del sensore che hanno problemi, sul connettore od in giro per il vano motore. Cerca un bravo elettrauto. Non un meccanico, che di fili non capisce niente.
  2. Tieni anche conto che le parti in gomma del riduttore hanno un certo assestamento. Aspetterei un paio di pieni, prima di misurare il consumo. Che su un pieno dovrebbe attestarsi su un 20-25% in più rispetto a quello a benzina, dato il differente contenuto energetico di un litro di GPL.
  3. Cordy

    Fiat Punto 16V 2004

    Va bene così. Non è un diesel...
  4. Ti entra aria nel circuito del gasolio, da qualche parte, fra il serbatoio, la pompa ed il ritorno. Mi sembra evidente. Potrebbe essere uno dei giunti fra imbocchi del serbatoio e serbatoio stesso (sopra al pescante), ma anche ovunque. Se parcheggi in garage, prova a mettere dei giornali sotto l'auto, per capire se ritrovi qualche goccia di gasolio e da dove, più o meno, cade.
  5. Cordy

    Batteria

    Fai un tentativo: stacca il filo dell'alternatore. Poi ritenta. Se il quadro si accende, hai rotto il raddrizzatore (uno dei componenti dell'alternatore). Puoi arrivare da un elettrauto, per la riparazione, se la batteria è carica ed hai pochi minuti di strada. Fissa ed isola bene il terminale. Se invece il buio prosegue... boh, controlla tutti i fusibili che trovi. In effetti, potrebbe essere il sistema che gestisce le alimentazioni elettriche, una delle centraline più importanti. Speriamo di no, dai!
  6. Il nuovo è difettoso o di un modello diverso da quello precedente.
  7. Più che un meccanico, hai bisogno di un elettrauto. Bravo.
  8. Il WD40 è un ottimo isolante. Magari consentirà una bella pulizia delle parti e lo scivolamento reciproco sarà più agevole (comodo per innestare, ma forse non un miglioramento..). Sui contatti, userei qualcosa di più specifico. Un bel pulisci contatti secco per elettronica od un riattivatore di contatti specifico per automotive (da usare seguendo scrupolosamente le istruzioni, mi raccomando). Vai da un fornito negozio di articoli elettrici per auto e fatti consigliare. O da un elettrauto: per una spruzzatina, non ti svenerà. E se dovesse usare il WD 40 (si, mi è capitato...) sai da chi NON and
  9. Mi sembra che tu non sia molto aggiornato. Una soluzione come la pensi tu è davvero grossolana e funzionerebbe molto male. Ma in effetti, i progettisti di veicoli, ci hanno già pensato. Da anni le auto (non tutte, ma sempre più spesso) hanno mappe di funzionamento diverse. Uno dei tanti parametri che vengono modificati è proprio la pendenza della curva di risposta dell'acceleratore. Le auto che hanno il classico tastino sport-eco-normal, per capirci. Se dotate di cambio automatico, hanno anche una diversa strategia di cambiata.
  10. No, a piedi. Le bici sono piene di componenti Shimano (Giapponesi)!
  11. Le catene durano di più, specie se ben progettate e lubrificate, ma niente è eterno. Ricordo catene duplex di motori Mercedes che si allungavano, causando il problema della interferenza fra pistoni e valvole.
  12. Si, bellissimo. Ma. L'energia è energia. Che la si ricavi da petrolio, gas o fusione atomica, è una riserva. Questa riserva, una volta impiegata, ad esempio per far muovere un veicolo, si tramuta in energia meccanica ed in energia termica. La quota di energia termica, per quanto "bassa", nel computo totale, rappresenta comunque un contributo al riscaldamento globale del pianeta. Più energia viene prodotta, più energia finisce all'interno della troposfera in forma termica, più il problema si aggrava. Certo: non ci sarà più il fattore moltiplicativo rappresentato dai gas serra, ma ques
  13. Si, sono d'accordo con Eco, vai da un BRAVO ED ATTREZZATO elettrauto. Se vuoi, potresti anche tentare una prima diagnosi in fai da te, ma solo se sei bravo con l'elettricità ed hai almeno un buon tester. Data l'età del mezzo, comincerei a controllare con una certa attenzione i passaggi cavi da-per le aperture. Questo lo puoi fare anche tu, facendoti aiutare da un amico. Ti spiego cosa fare per il portellone, ma vale anche per le portiere: apri il portellone, accendi tutto ciò che c'è sul portellone (tergi, 3° stop, luci targa), poi uno dei due muove il tubo in gomma (delicatamente, mi raccoman
  14. Ogni quanto la cambi, di media? Fai spesso percorsi sotto i 5 km?
×
×
  • Create New...