Jump to content

Brugildo

Iscritti
  • Content Count

    208
  • Joined

  • Last visited

Post postato da Brugildo

  1. Non vorrei fare il Funesti, ma avrei qualche preoccupazione ad utilizzare un olio con caratteristiche viscosimetriche tanto diverse da quelle consigliate, se non giustificate dalle temperature esterne, e anche queste, adesso che i motori sono tutti con impianti di raffreddamento molto efficienti, hanno molta meno importanza di una volta.

    Mi era venuto il dubbio che dopo la progettazione si siano accorti che questo motore non è dimensionalmente stabile alle variazioni termiche, e che per mettersi al riparo da eventuali grippaggi si siano tenuti laschi sulle tolleranze di tutto quanto è in movimento alternativo.

  2. Riconfermo le differenze oggettive, anche ora con il climatizzatore acceso quasi sempre, con un pieno faccio più km di quanti ne facessi con le altre candele col clima spento e temperature più basse. Non credo dipenda dalle varie percentuali di butano e propano.

  3. Sarei curioso di sapere se c'è qualcuno che ha preso il toro per le corna, esasperato e incurante del portafoglio, che ha portato uno di questi motori in rettifica per farlo sistemare, sarebbe interessante sapere quali tolleranze sono state trovate che hanno causato tale consumo d'olio, tanto alla fine i colpevoli possono essere solo negli accoppiamenti pistone-cilindro e valvola - guidavalvola con annessa guarnizione. A meno che non abbiano progettato uno scarico di vapori dal basamento che risucchia olio.

  4. Su una Peugeot 207 ecoGpl ho sostituito a 40k km le originali Bosch FR7DE con le FR6KI332s al platino-iridio e il cambiamento in positivo l'ho sentito molto a contrario di quando facevo gli esperimenti con la Punto, tanto che su quest'ultima ormai monto solo candele normali. Il consumo delle FR7DE è stato circa un decimo di mm ogni 10k km, dopo 30k km erano arrivate ad un gap di 1,2 mm e solo temporaneamente in attesa che mi arrivassero le sostitute le avevo rigappate a 0,8, ma anche in quelle condizioni non mi avevano dato mai problemi se non una certa pigrizia nelle accelerazioni col pedale a fondo corsa, proprio l'opposto di quello che vedo adesso con le FR6KI332s. Vedremo con il tempo se sono longeve e affidabili.

    Dopo quasi quattro anni e 35k km avevo deciso di cambiare candele, e trovata un'offerta su amazon di quattro Bosch FR78 a soli 10€, ho voluto fare la prova con queste che erano date per compatibili sul catalogo online. Il traferro di quelle vecchie era arrivato a 1mm da 0,7 che era da nuove, di quelle nuove è a 0,9mm di default. Dopo qualche migliaio di km di uso, alla fine ho rimontato quelle vecchie rigappate a 0.7mm perché con quelle nuove il minimo era più ruvido, saliva di regime in modo meno rotondo e rapido e teneva il pieno carico con più vibrazioni percepite. Se poi uno vuole considerare parametri più oggettivi, facendo mediamente gli stessi percorsi alle stesse velocità e utilizzando gli stessi distributori di gpl, con le FR6KI332s faccio più km con un pieno, fino a 450 mentre con le altre non sono mai andato oltre 420. Saranno le FR78 a essere così di cacca anche da nuove o effettivamente su questo motore le candele a punta sottile hanno un concreto vantaggio? Per ora vado avanti con queste.

  5. Se è così, dovrebbe avere un accumulo di gas a livello del collettore di aspirazione, per la perdita di uno o più iniettori, o del riduttore tramite il tubo di compensazione. Ma se così fosse e non avesse l'interfaccia, se davvero la perdita è così cospicua da essere udita, basterebbe fare una prova con acqua saponata.

    Basterebbe sconnettere il tubo di compensazione e svitare con una chiave da 10 i tubicini degli iniettori, bagnare col sapone tubo e iniettori e vedere da dove esce la bolla!!!

  6. Di qualsiasi sia la natura, se a macchina spenta si sente un pssss, si questo va assolutamente trovata la causa, magari non c'entra niente con il gas e la carburazione, ma se invece ci entrasse?

    Io ho dovuto sostituire le fascette del tubo gas dal riduttore al rail iniettori perché con la vecchiaia il tubo si è leggermente incrudito e le fascette utilizzate originariamente, quelle non regolabili, non erano più abbastanza strette e il tubo in una certa posizione teneva, appena veniva spostato anche a causa di vibrazioni iniziava a perdere. Nel mio caso era soprattutto il raccordo del rail dove spostando il tubo si sentiva la perdita, risolta con normali fascette a vite.

    Comunque per un problema come il tuo avere l'interfaccia e software brc è il minimo che puoi fare, altrimenti non hai proprio i dati su cui ragionare!!! Per quello che costa e i problemi che ti può risolvere, ti fa ripaga ampiamente.

    Il tuo impianto è questo http://www.brcgasequipment.ua/documents/insrtuktion/Ford/FocusCMax20_FSG0514900_it.pdf?

    Sicuro che non siano davvero le valvole puntate come suggerito all'inizio del thread?

  7. Prima no, ma la membrana era danneggiata e il Δp scendeva sotto la soglia facendo commutare a benzina, adesso con la stessa molla con il registro tarato allo stesso modo,era a fine corsa alla massima compressione, leggo valori di Δp di quasi 1000mb al minimo, a pieno carico al regime di coppia massima non va sotto i 700mb,di più non serve!

  8. I genius da 800 e 1200 sono identici con le stesse componenti tranne la molla che nel 1200 è più lunga e dura. In teoria il fatto che la membrana lavora a pressione inferiore dovrebbe diminuirne la tensione e allungarne la vita. Però credo che abbia una qualche influenza il tipo di installazione del riduttore, sia sulla 207 che sulla fiesta l'uscita gas per gli iniettori è rivolta verso l'alto, e questo fa rimanere la frazione oleosa del gas nel riduttore senza possibilità di spurgo se non lo smontaggio. Questa melma per forza di cose sta a contatto costante e continuo con la membrana, anche in presenza di una leggera aggressività ha tempo e modo per lavorare. Per evitare questo bisognerebbe montare il riduttore con l'uscita gas verso il basso e magari un filtro a decantazione nel punto più basso del'ansa del tubo che si verrebbe a creare. Solo così il riduttore avrebbe la possibilità di svuotarsi continuamente sia con il flusso di gas che con la gravità. Non si tratta di inventare niente, i vecchi polmoni a depressione degli impianti aspirati avevano tutti il tappo di spurgo, poi gli iniettati hanno perso questa utile caratteristica per acquistare quella di poter essere montati in qualsiasi posizione.

  9. Un altro riduttore BRC Genius MB800 di provenienza Ford Fiesta 1.4 GPL che mostrava frequenti retropassaggi a benzina a causa della pressione Δp che precipitava dagli 800mb fino a meno di 400 in tutte le volte che veniva applicato carico oltre una certa soglia, in genere piuttosto bassa. La crepa della membrana è molto accentuata da un lato e quasi invisibile dall'altro, ma sicuramente passante perché la camera di regolazione e quella di compensazione erano inondate d'olio entrambe. Le incrostazioni di simil-fuliggine erano consistenti e molto molto molto difficili da rimuovere, tanto che il nottolino che tiene il gommino di chiusura era si mobile ma con difficoltà. dm3djt.jpg

    Ho visto solo tre riduttori ad oggi, due MB 800 con le membrane crepate e un MB1200 con la membrana integra, di sicuro è un po' poco per fare statistica. Però a quanto pare in BRC devono aver avuto qualche dato in più, considerato che quando stavolta ho chiesto il kit di revisione, mi hanno dato una nuova versione con la membrana in NBR, una gomma che dovrebbe garantire maggiore resistenza agli olii e maggiore elasticità. Il codice lo potete vedere nella foto allegata, rispetto al vecchio ha una N in più in fondo al part number.

    95otnr.jpg

  10. Per come è fatto il genius mb, se la membrana si fosse rotta del tutto ci sarebbe stato un bel pò di gpl sparato nel collettore di aspirazione tramite il tubo di compensazione, e nella migliore delle ipotesi un bel botto da ritorno di fiamma. Per questo volevo capire come può essere arrivata in quelle condizioni!

  11. La macchina e pure il riduttore funzionavano bene, il Δp era abbastanza stabile a 870mb in tutte le condizioni di carico, l'ho smontato solo per scrupolo perché in blocco con l'elettrovalvola alla quale dovevo cambiare il filtro, e ho trovato la sorpresa. Ma utilizzano ancora la soda caustica per il lavaggio delle cisterne?

  12. Revisionando un riduttore genius mb 800 di circa 6 anni e con soli 60k km, ancora apparentemente efficiente, ho trovato una situazione come questa:20uesk7.jpg

    La crepa principale non è passante ma coinvolge solo i primi strati di gomma, e dall'altro lato della membrana la situazione è leggermente migliore, ma con la crepa nella stessa posizione. Tuttavia ho trovato la camera della molla inondata di olio, presumo che un certo grado di comunicazione tra i due lati c'è.

    Al tatto la gomma appare incrudita, e le microcrepe pure visibile nella foto lo testimoniano.

    Curioso che un altro riduttore identico acquistato su ebay, apparentemente messo peggio, avesse la membrana più vissuta ma in condizioni di gomma perfette e senza trafilaggi di olio.

    Quindi, cosa può aver ridotto la membrana in foto in queste condizioni?

  13. Secondo il mio punto di vista, il meccanico ti ha riparato  l'auto per due volte utilizzando materiale di scarto, pensando che tanto avrebbe retto, mettendo a repentaglio la tua ed altrui sicurezza, poi resosi conto che gli era andata male ha finalmente deciso di montarti un tubo nuovo e spero omologato per carburanti in pressione. Non sapendo come giustificare la sua precedente immane cazzata ha riversato la causa sulla benzina stagnante che è , come anche tu hai riconosciuto,non essendoti successo nulla per 7 anni, un'altra immane cazzata. Per evitare questo ti ha infine consigliato di girare a benzina alla fine di ogni pieno a gpl, che è la terza immane cazzata. Se tutto quello che ho scritto corrisponde a realtà, e magari tu riesci a capirlo meglio di noi dovendo relazionarti col soggetto, ti consiglio di cambiare meccanico.

  14. Su una Peugeot 207 ecoGpl ho sostituito a 40k km le originali Bosch FR7DE con le FR6KI332s al platino-iridio e il cambiamento in positivo l'ho sentito molto a contrario di quando facevo gli esperimenti con la Punto, tanto che su quest'ultima ormai monto solo candele normali. Il consumo delle FR7DE è stato circa un decimo di mm ogni 10k km, dopo 30k km erano arrivate ad un gap di 1,2 mm e solo temporaneamente in attesa che mi arrivassero le sostitute le avevo rigappate a 0,8, ma anche in quelle condizioni non mi avevano dato mai problemi se non una certa pigrizia nelle accelerazioni col pedale a fondo corsa, proprio l'opposto di quello che vedo adesso con le FR6KI332s. Vedremo con il tempo se sono longeve e affidabili.

  15. Si infatti c'è il menù affinamento mappa, però mi pareva di aver capito anche da precedenti discussioni come http://www.omniauto.it/forum/index.php?showtopic=40220&st=0 che anche facendoli non fosse possibile poi salvarli. Però qua si parlava di una Subaru, io ho una Peugeot, tu una Kia, non so se l'impianto fornito per le installazioni native ha un solo standard oppure viene personalizzato per ogni costruttore per cui magari sulla tua permette l'affinamento e su altre marche no. Oppure se alla politica della blindatura totale hanno poi sostituito quella della parziale modificabilità della mappa. Per motivi di tempo non posso stavolta mettermi a trafficare con la centralina perché per una volta nella vita (ma solo stavolta) voglio applicare il principio di non toccare ciò che funziona, visto che se qualcosa andasse male mi troverei in discreti casini, oltre allo scorno di dover poi magare ricorrere all'assistenza ufficiale. Sarei curioso anche io di sapere quali possibilità da la mia centralina pug & drive. Per l'interfaccia penso che visto il prezzo ti convenga prenderla, anche solo a scopo diagnostico tanto vale quello che costa.

  16. Mi viene un po' difficile adesso visto che sono a 3550km dalla mia auto e ci rimarrò per qualche tempo, ma tanto a che ti serve, mica abbiamo la stessa! Per accedere alla presa sulla mia devo togliere uno spertellino pseudo-portaoggettini, sistemato a pression. Magari sulla tua sta da tutt'altra parte! Se rintracci almeno la centralina potresti provare a risalire anche se è difficile

  17. Io ho usato il cavo solo per diagnosi, mi sembra che la mia centralina è bloccata e poi non ho mai avuto problemi di carburazione, finora ho solo notato che i correttori lenti sono stabili a -1.6% e che quelli veloci viaggiando a gas sono per lo più di segno meno mentre viaggiando a benzina sono spesso di segno più. Magari mi si stanno otturando gli iniettori benzina...

     

    Il connettore è questo ed è posizionato dietro le plastiche del cassetto portaoggetti ma questo non è indicativo perché possono essere anche nel vano motore. Se vuoi indicazioni più precise potresti vedere i manuali dove penso che hai scaricato il software, mi ricordo che c'era anche una guida alla calibrazione e ai vari settaggi disponibili con questa centralina, e se la stessa permette questi lavori e non è blindata, ricordati di salvare prima la mappa originaria che al più rimetti quella. Per il collegamento OBD non ti so dire se è stato fatto o no, ma credo che la prima volta che attacchi l'interfaccia e computer lo vedi, se riesci a visualizzare i correttori .-1854685756_20120503092251_800x800_Fit_0_0.png

  18. Sulla mia auto attraverso il software brc e il cavetto riesco a visualizzare anche dati dell'eobd come correttori lenti e veloci, sonde lambda e non ricordo che altro. Se anche sulla tua funzioni così non lo so, dipende se nell'installazione l'impianto è stato collegato alla diagnosi del veicolo, mi sembra di ricordare che questo collegamento non fosse obbligatorio ma non sono un installatore e quindi non ne sono sicuro. Di certo non credo che anche se è collegata l'interfaccia alla diagnosi dell'auto tu con il software brc riesca a vedere gli errori nella memoria del veicolo, perché come è logico i dati presi in considerazione saranno solo quelli inerenti all'iniezione e alla corretta carburazione. Io sulla 207 ho due prese interne, una a destra del cassetto portaoggetti per il plug&drive e una nel vano fusibili interno che è l'obd dell'auto. I driver servono per far riconoscere l'interfaccia a windows e sono proprio i vcp.

×
×
  • Create New...