Jump to content

Laus

Iscritti
  • Content Count

    512
  • Joined

  • Last visited

Post postato da Laus

  1. Da lì a Roma ti devi fare altri 300km, il raccordo anulare e una sosta ... e siamo verso mezzogiorno ...

     

    Grazie per il supporto morale :P

     

    Nella risposta precedente non avevo notato 'sta cosa.

     

    Ti faccio presente che il raccordo anulare, su questo percorso, non si fa più da quasi 20 anni, ovvero da quando c'è il raccordo Fiano - San Cesareo, che se non erro fu inaugurato nel 1988. Ricordo che lo facemmo con la Giulietta di mio padre, e lui smadonnava perché era tutto vuoto, e avevano appena introdotto l'assurdo limite dei 110 km/h :D .

  2. Alla fine della fiera in autostrada rispettando i limiti, con qualche inevitabile rallentamento e senza soste se non brevissime ... [...]

     

    Ti dico solo che non sono una persona così disorganizzata :P , e solitamente, se dico che parto verso quell'ora, rispetto l'orario :D . E so come vanno le cose in autostrada, e anch'io ho fatto la proporzione 100 km = 1 h.

     

    Infatti se vedi i tempi che ho calcolato sopra, coincidono grossomodo a questa proporzione (MI - FI sono 300 km, FI - RM sono altri 300, e via)

     

    Il fatto di voler partire verso le 4 è proprio per mettermi almeno qualche ora di sonno sulle spalle. 

    Poche, ma credo sufficienti per affrontare il viaggio.

    Cercherei di andare a letto verso le 22 e svegliarmi verso le 3.15 / 3.30. Vestirsi, fast & light breakfast (o niente e la faccio sulla strada), e via.

    L'anno scorso partii che era tipo mezzanotte (all'ora che volevo partire), ma feci veramente fatica, perché non avevo dormito per niente (il che mi ha ricordato che non ho più 20 anni).

     

    La macchina la caricherei la sera prima (almeno quella che sta nel bagagliaio, se proprio voglio avere lo scrupolo di non lasciare roba a vista nell'abitacolo). Sono sola. Non ho tanta roba: 1 valigia e poco altro.

     

    Al mattino, a parte poche cose da caricare già pronte sulla porta, dare la pappa ai gatti, pulire loro la lettiera, dare loro ultima coccolina, avrei poco da fare. Non devo nemmeno chiudere acqua e gas, perché deve venire la cat-sitter a occuparsi dei mici.

     

    Poi, mi sbaglierò, personalmente ritengo che buona parte delle persone parta intorno a questo week-end o sia già partita, a vedere da quanta gente c'è in giro e in metro, dai vari "chiuso per ferie".

     

    Detto questo, è vero che le tabelle di marcia su un viaggio così lungo lasciano il tempo che trovano.

  3. Se facessi l'A1 / A2, considerando che partirei nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11, potrei partire verso le 4 del mattino da Milano, così da arrivare allo snodo di Firenze verso le 7, giungere a Roma dopo le 10 e Salerno verso il primo pomeriggio, con circa 3 soste lungo il percorso, per lo più per fare il pieno di gas / bagno / pausa caffè, quindi calcolando una mezz'ora al massimo a sosta (anche meno).

     

    In questo modo dovrei riuscire a evitare il grosso del traffico. Che dite? Troppo ottimista come quadro?

  4. Ordunque, si avvinano le agognate ferie e devo fare questo viaggio da Milano fino a una località della costa jonica calabrese, tra Rossano e Cariati.

     

    Partirei nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11 agosto, e prevedo circa 3 soste lungo il viaggio.

     

    Negli scorsi anni ho sempre optato per l'A14, benché più lunga di circa 60 km, perché più lineare rispetto all'altro percorso, e soprattutto per evitare l'A3.

     

    Ora quest'ultima sembra completata, senza più i cantieri che creavano i vari problemi di traffico. Resta comunque il fatto che, per passare di lì dovrei superare grossi nodi come quello di Bologna e Firenze (dove comunque dovrei arrivare in un momento di bassa intensità di traffico), Roma e soprattutto il tratto campano (dove rischio di arrivare in pieno orario di punta).

     

    Passando dall'Adriatica, negli anni scorsi, non ho trovato particolari problemi di traffico, dato che il tratto critico (quello romagnolo - marchigiano) lo passo in orario notturno. Certo mi tocca un lungo tratto finale sulla jonica a partire da Taranto. Ma anche dall'altra parte mi devo fare un bel trattino finale su strade regionali / statali (tra l'altro quest'anno anche più lungo, perché la ss534 è chiusa, e dovrei uscire a Frascineto).

     

    Mio padre continua a consigliarmi di passare dall'A3, perché "ora si viaggia bene". Ma lui parte dalla Toscana, e io resto molto perplessa a riguardo, forse perché nella mia testa è ancora la trappola d'asfalto che era nella mia infanzia.

     

    Voi che dite?

  5. Orbene, il problema si è ripresentato. Ho provato a cambiare batteria (era a terra) e ho notato un leggero miglioramento (nel senso che ora si avvia al secondo o terzo tentativo, come nel video. Prima ce ne potevano volere ben di più, con il motore che penava)

    N.B.: al primo tentativo io non tocco l'acceleratore. Fa tutto la macchina. Al secondo tentativo sono io a giocare leggermente con l'acceleratore. A un certo punto si vede l'indicatore del GPL che mostra come la macchina sia impostata sul funzionamento a benzina (l'ultima volta era stata spenta dopo aver fatto qualche km a benzina, per l'appunto)

    Ah, il rumore battente che sentite è la pioggia ^^'

     

     

  6. Dato che mi sono trasferita da poco in mezzo alle nebbie milanesi, qualche anima pia sa indicarmi a che santo (possibilmente competente) potermi rivolgere nella malaugurata evenienza in cui avessi bisogno di un intervento sulla mia auto gassata Vialle?

    Una volta sapevo di Missaggia in Lombardia. Ma, come dire, Bergamo mi è un tantino scomoda -_- .

    Dal sito Vialle.nl sono praticamente spariti tutti i "distributors" italiani. Il che è a suo modo inquietante...  :blink:

  7. A me a caldo parte bene (se non che a GPL borbotta un po', e quelli mi sa che sono gli iniettori che si sono presi un bel pieno di sporco, a quanto pare. Visto che già mi ha preventivato che, se non si risolve con l'additivo che metterà solo una volta che avrò svuotato la bombola, e che probabilmente non risolverà una mazza, sono da sostituire).

  8. Giro la chiave, avvio il motore (ovviamente parte a benzina) e questo si mette a borbottare e tremare. Se premo l'acceleratore, non prende giri, se non un singhiozzo, fino a che si spegne.

     

    Rigiro la chiave, gli do un paio di sgassate, e con quelle i giri li prende, ma poi perde potenza, fino a tornare a borbottare e vibrare, e fare esattamente come sopra.

     

    Alla fine, in qualche modo, continuando a insistere a riaccendere e tenerla su di giri (fino a che li tiene), riesco a farla partire (con un bell'odore che direi di benzina incombusta) . O perché infine entra il GPL, o perché sale di temperatura (non ne ho idea).

     

    Ma di certo non posso andare avanti in questo modo. Iniettori che perdono gas (che all'accensione incontra la benzina), candele (tra un po' c'è il tagliando dei 90000), impianto a benzina diventato pigro per inutilizzo... me ne hanno dette di ogni e di dove.

     

    Qualcuno ha mai avuto un problema del genere, o può darmi un'idea di che potrebbe essere?

  9. E' il prezzo del gpl per dare il benvenuto in calabria al turista.... poi passata la stagione si abbassa

     

    Cosi' come il doppio listino: Listino A: per il "paesano", listino B per il turista da "incxxxre".... e infatti sono 20 anni che non ci vado piu' in calabria!

     

    Avevo il vaghisssssssiiiiiiiiiiiiiiiiiimo dubbio che ci fosse dietro qualcosa del genere.

     

    Ora, io in Calabria ci vado da 27 anni (la prima volta, quest'anno, con la mia macchinuzza puzzolente di gas, per questo ci ho fatto più caso), e non è che smetto di andarci per questo (sennò sai per quante altre cose avrei dovuto smettere di sorbirmi un viaggio di 820 km, con la SA-RC nel mezzo).

     

    Anche perché sto in un posto che ho la spiaggia a 50 m e ci vado a piedi, e se devo andare in bagno, vado nel "mio" bagno, in casa "mia". Quindi la macchina gira veramente poco (in due settimane, non ho fatto nemmeno 300 km).

  10. Tornata adesso dalla Calabria, zona Sibari / Corigliano / Rossano.

     

    Prezzi che nemmeno in autostrada:

     

    Q8 a Sibari 0,859 (!!!)

    ERG a Rossano a 0,828

    L'IP di Corigliano a 0,790 era il più onesto (ma GPL di scarsa durata...)

     

    Non so se sono prezzi "turistici" (nel senso che laggiù i picchi di presenze li hanno ovviamente nei mesi estivi, e quindi ne approfitterebbero), ma son rimasta basita.

     

    Per fortuna non ho avuto da girare molto.

     

    Se pensate che al ritorno in autostrada il prezzo più alto che ho pagato è stato 0,825 a Badia al Pino Est (prima 0,805 a Baronissi Est e 0,795 a Flaminia Est, se non erro)...

  11. Comunque soprattutto nelle zone Napoletane , gli ultimi che si trovavano per fare la tirata , erano cari impestati ma avranno avuto il miglior gpl d'Italia . Caso mai se la rete del gpl è ancora scarsa su quella tratta , all'ultimo che becchi in quelle zone digli di forzare il pieno di qualche litro meglio ancora se la fai di notte quella tratta . .

     

    L'ultimo rifornimento lo farei a Salerno, e di lì avrei ancora 255 km da fare, e ce la dovrei fare bene anche con la mia autonomia che supera appena i 300 :D . Fortunatamente, non devo arrivare fino a Reggio ^^ .

     

    In ogni modo, 20 km prima di arrivare, c'è il distributore a Corigliano, sulla SS106, dove conto di arrivare la mattina, quando è già aperto. E comunque il pieno ce lo faccio, che tanto lì o a Rossano mi tocca andare per riempire la bombola :) .

  12. Come penso a molti di noi, mi capita raramente di fare rifornimento in autostrada, per ovvie ragioni di costo.

     

    Solo una volta ho fatto un viaggio lungo (Montecatini - Trieste) in cui ho usato il GPL autostradale, senza particolari problemi (se non qualche area di servizio segnalata come avere GPL sul sito autostrade, per poi scoprire che o non era così o era inattiva). E solo ora mi appresto ad affrontarne un altro (fino in Calabria) dove userò GPL autostradale.

     

    Da più di qualche parte sento però dire che il GPL della rete autostrada sia peggiore. Io non credo che ci possa essere più differenza di quella che troviamo tra distributore e distributore (autostradale o meno), però, come detto, è anche vero che lo uso poco.

     

    Quindi, verità o la solita leggenda del tipo "se non fai il pieno, consumi meno"?

  13. Beyfin (SR435, Pieve a Nievole - PT): 0.679

    TotalERG (SR435, Stazione Masotti - PT): 0.668

    Esso (SR435, Pontelungo - PT): 0.679

     

    Beyfin (SR435, Pieve a Nievole - PT): 0.699

    TotalERG (SR435, Stazione Masotti - PT): 0.688

    Esso (SR435, Pontelungo - PT): 0.689

     

     

    Esso (Via Galileo Galilei, Agliana - PT): 0.669

    Esso (Viale Leonardo da Vinci, Prato): 0.669

    Tamoil (Viale Leonardo da Vinci, Prato): 0.700

     

    Esso (Via Galileo Galilei, Agliana - PT): 0.689

    Esso (Viale Leonardo da Vinci, Prato): 0.699

    Tamoil (Viale Leonardo da Vinci, Prato): 0.720

  14. Beyfin (SR435, Pieve a Nievole - PT): 0.679

    TotalERG (SR435, Stazione Masotti - PT): 0.678

    Esso (SR435, Pontelungo - PT): 0.669

     

    Beyfin (SR435, Pieve a Nievole - PT): 0.679

    TotalERG (SR435, Stazione Masotti - PT): 0.668

    Esso (SR435, Pontelungo - PT): 0.679

×
×
  • Create New...