Jump to content

Carnielito

Iscritti
  • Content Count

    128
  • Joined

  • Last visited

Post postato da Carnielito

  1. L'impianto è sicuramene un Landi, visto che parliamo di tappi nero e blu.

    I blu sono come i neri, solo che hanno i fori per "eliminare" la sporcizia in modo più efficace (parere personale....co cambia un ca$$o).

    Al massimo bisogna controllare se, nella tua Delta, sono presenti i cablaggi iniettori tipo FIAT o standard Landi.

  2. Perché i 30 hanno un tempo minimo di apertura di circa 3,2 ms (un tempo enorme), mentre i 34 arrivano a circa 2,2 ms. (tenete presente che i nuovi Landi ad esempio arrivano a 1,8 ms.

    Comunque, se gli iniettori hanno una "copertura" blu e le elettrovalvole sono "tondeggianti" allora sono dei 34. I 30 hanno le bobine squadrate e sono neri.

  3. Mi è capitato spesso che, durante gli aggiornamenti firmware, per una cosa o un altra, la programmazione si sia interrotta, di solito, basta appunto, staccare il fusibile, aspettare qualche istante, riposizionarlo, accendere la macchina ed avviare subito l'installazione del firmware. Di solito funziona, magari si deve riprovare per due o tre volte.

    L'errore 08, riferisce proprio che alla centralina manca il firmware, non che sia partita la EPROM, fosse così, il guasto sarebbe 01 o 02....

    Comunque anch'io ti devo dire.....ma perché aggiornare il firmware, se l'auto andava bene...?

    Se vuoi posso mandarti il 280 o il 390.

    Fammi sapere.

  4. A prescindere che, come detto da Project, i 34 sono gli iniettori da installare su quel tipo di impianto, è altresì importante installare il riduttore Palladio che eroga una pressione di circa 1,3/1,5 bar, che dovrebbe essere lo standard per una vettura sovralimentata. Mi sorprende che con una pressione di 0,9 bar, abbia funzionato fino ad ora......

  5. Attenzione però, alcuni impianti a gas ad iniezione, alimentano le elettrovalvole del gas (quella sul serbatoio e quella sul riduttore) prima di staccare l'iniezione benzina. In questo caso, mettere un normale relè NC, non funzionerebbe, in quanto andrebbe a staccare la pompa benzina, prima di alimentare gli iniettori del gas. In questo caso si dovrebbe utilizzare un relè temporizzato, con un ritardo di magari 60 sec.

  6. Allora, soliti problemi.

    Primo, se correndo a benzina qualche giorno il problema sparisce, allora non è certo colpa della pompa, ne di nessun altro componente dell'iniezione elettronica benzina.

     

    Secondo, può esserci del gas che trafila dagli iniettori quando questi sono chiusi (motore spento ad es.), il gas riempie i collettori di aspirazione e all'avviamento l'auto fatica a partire e ci vogliono magari due o tre tentativi; ma una volta avviata, quindi consumato il gas presente nei collettori, deve funzionare regolarmente, senza svarioni di minimo o borbottii particolari. Il gas può inoltre provenire anche dal riduttore, in quanto il riduttore è collegato ai collettori di aspirazione direttamente tramite il tubicino di compensazione, in caso una membrana o un or interno al riduttore sia in perdita, può avvenire un trafilamento di gas verso i collettori, sia a motore acceso che spento, questo però è una cosa facilmente diagnosticabile, basta togliere il tubicino e sentire se da li esce gas o meno, sia a motore acceso a gas sia appena spenta l'auto.

     

    Terzo, l'auto può viaggiare a gas con una carburazione errata, nello specifico troppo ricca, questo porta i correttori della carburazione a ridurre i tempi iniezione per cercar di mantenere i paramenti auto adattativi il più possibile corretti, a lungo andare il correttore lento si può piazzare in chiusura anche del 10 / 15 % in questo caso, all'avviamento del motore a freddo a benzina, la centralina andrà a smagrire troppo l'iniezione del carburante, rendendo difficoltose ed irregolare il funzionamento del motore.

     

    Tieni presente che spesso, secondo e terzo punto sono coincidenti, nel senso che, ad esempio, gli iniettori in perdita, possono causare, oltre che l'accumulo di gas nel collettore a motore spento, anche una carburazione tendenzialmente molto grassa.

     

    Comunque rivolgiti ad un buon installatore, uno con esperienza.

  7. I firmware "AM" (Auto Mappatura), sono lo standard per il Plus, e certo l'Omegas Plus contiene sempre almeno un firmware AM. Ma se chi ha installato l'impianto ha programmato il firmware con lo specifico Opel (FW "OP o OS"), allora il normale software Plus non potrà dialogare con la centralina.

    In ogni caso, quando cercherai di connetterti, se nelle librerie del tuo Plus non hai il FW specifico presente nella centralina, allora il software ti dirà quale FW ti manca.

  8. ....ma io non vi capisco. Mi spiego meglio, lavoro nel settore degli impianti a gas/metano da quando sono nato (1979), mio padre mi ha sempre portato in officina da quando ero bambino, lavoro fisso dal 98.....questo per dire che, non vi capisco quando, preventivamente, smontate un riduttore, smontate il filtro in ingresso al riduttore, cercate programmazioni "particolari" delle centraline, tutto questo, senza che la vostra auto vada male; lo capirei se la macchina o l'impianto avesse un problema, ma se va tutto bene, perché andate  complicarvi la vita. Io ho un Audi A4 6cil del 2002, presa usa in Germania nel 2008 con 94000Km. oggi ne ha circa 200000, fatti a gas con un impianto romano, senza filtro sugli iniettori, centralina senza controllo OBD e con il vecchio riduttore rotondo maggiorato. La macchina va benone, e non mi sognerei mai di smontare il riduttore per revisionarlo preventivamente, o revisionare gli iniettori o smontare l'elettrovalvola intercettatrice del gas.

    Poi, per carità, non voglio star qua a dirvi quello che dovete fare, sia chiaro, anzi, se si è spinti da una buona curiosità e si è capaci, sono il primo ad essere d'accordo con il fai da se, soprattutto visto il periodo, ma, a leggere il post iniziale, la macchina va benone, gli è partita male una volta, cosa che non fa neanche testo e qua si sta già smontando il riduttore, elettrovalvole, aggiungere filtri in fase liquida....(totalmente inutili) ecc. ecc.

  9. Iniettori Arancio e Verdi hanno la stessa portata (ma è sempre bene cambiarli tutti e non mescolarli).

    Il Firmware "RE", è quello specifico del software Landi/Renault, o cerchi e scarichi questo specifico programma, oppure non potrai collegarti; tieni comunque presente che, se ti colleghi con il software Landi/Renault, potrai solo controllare la pressione, la temperatura del gas, dell'acqua, visualizzare i tempi iniezione e fare un diagnosi per eventuali guasti; non potrai fare modifiche alla carburazione o alle impostazioni di base.

  10. E' difficile fare diagnosi seduti davanti ad un PC senza poter analizzare i parametri in avviamento dell'automobile. Cercando di analizzare quello che dici, la prima cosa che farei in officina sarebbe di controllare i parametri autoadattativi della centralina benzina.

    Un difetto risaputo dell'iniezione Bosch ME7.9.10 e successive, montate sui 14TB Fiat, è che, se a gas abbiamo una carburazione un po' grassa, con correzione anche solo di circa -4 / -5 % sul correttore lento, all'avvio del motore a freddo a benzina, avremo un calcolo completamente errato dell'iniezione benzina, avremo un motore che sembrerà ingolfato, andrà come se mancasse un cilindro, farà fatica ad accelerare, finche non si scalderà o convertirà a GPL.

    E' tutto sommato un controllo semplice da fare e non costa niente, basta collegare un qualsiasi strumento di diagnosi OBD, ma proprio perché, bastano correzioni molto ridotte del correttore lento, questo tipo di "guasto" spesso non genera l'accensione della spia motore e chi fa la diagnosi, non sempre ci fa caso.

  11. Come già anticipato, il motore è gasabilissimo, anche a metano, come impianti vanno bene Landi, BRC. Emer, insomma, basta che l'installatore abbia una buona esperienza, Il fatto che manchi la depressione dei collettori di aspirazione, di per se non è un problema, io trasformavo le BMW a metano nel 2002, quando i valvetronic erano la novità del momento e a parte il fatto che non si poteva utilizzare l'automappatura (che comunque un bravo installatore tende a non usare), problemi di carburazione non ne davano, bisognavo solo perderci un po' di tempo in più.

  12. Bisogna controllare bene la pressione benzina, controllare che quando si spegne la macchina, la pressione non crolli velocemente e che, quanto si accende il quadro, senza aviare la macchina, la pressione risalga velocemente fino a 3,5 bar (dovrebbe essere la pressione corretta).

    Se è stata cambiata solo la pompa, senza tutto il cestello, potrebbe esserci un tubetto interno al cestello pompa che perde benzina e fa crollare la pressione.

    In seguito controllare la gestione del minimo (gruppo farfalla e motorino del minimo), per il fatto degli spegnimenti, ma questo è un problema che avrebbe dovuto farti anche prima della rottura della pompa ed anche durante il funzionamento a gas.

  13. Si, già fatto diverse volte, soprattutto sulle Delta 120 CV, le prime uscite a GPL, erano un disastro, si spegnevano in frenata e si affossavano durante l'overboost. Ad alcune ho proprio cambiato centralina con una Omegas 2.0, ad altre ho riprogrammato la centralina LC02. I migliori risultati gli ho ottenuti comunque eliminando l'LC02.......(una centralina proprio malriuscita a mio parere).

    Ora con le ultime Fiat/Lancia/Alfa, questo non si può più fare, hanno inglobato tutto in un'unica elettronica.

  14. Se gli strappi avvengono solo in piena accelerazione o quasi, potrebbe essere un problema di overboost. L'overboost del 150 T-Jet è molto elevato ed il riduttore potrebbe non essere in grado di erogare la quantità giusta di gas. Il tuo installatore dovrebbe essere stato in grado di risolvere il problema comunque, magari utilizzando il passaggio a benzina oltre un certo carico (anche se è una strada troppo semplice per risolvere il problema).

    Se invece il problema lo abbiamo anche a bassi carichi, potrebbero essere gli iniettori; la serie degli iniettori bat della Emer, (con il la copertura  degli iniettori in plastica nera) ha dato diversi problemi di affidabilità. Emer li cambia tranquillamente con i nuovi modificati (copertura iniettori in plastica blu).

    Chiaramente, senza una corretta diagnosi e prova dell'auto su strada, essere più precisi è difficile.

    Potrebbe essere anche un problema di pressione del riduttore, mappatura, sfasamento delle sequenza di iniezione, insomma tutti problemi risolvibili provando l'auto su strada con il PC collegato.

  15. Visto tutto quello che hai fatto, non potendo sentire il difetto direttamente, ti consiglierei di far controllare le punterie. Per quanto, con motore in regime di minimo, sia a benzina che a gas, si dovrebbe sentire un certo borbottio avvicinandosi alla scarico, classico sintomo di punterie da registrare.

  16. La centralina Omegas Plus può tranquillamente essere rimappata, passando da un firmware che sblocca la mappa tipo LR, ad un firmware tipo VW che blocca ogni tipo di regolazione.

    Il fatto che consumi benzina è dovuto ad una programmazione che fa rientrare a benzina la macchina al minimo sotto i 1100 giri; questi firmware il VW202046G34 oppure il VG202046G24, permettono al motore di fare un rientro a benzina al minimo, onde evitare gli spegnimenti.

    Questa è stata l'unica soluzione che Landi è riuscita a trovare con le centraline PLUS. Con la vecchia OMEGAS invece, si potrebbe ingrassare moltissimo la mappatura in fase di rientro al minimo e sfasare la sequenza di iniezione,in più, impostare un'uscita dal cut off a 1200 giri.

  17. Il filo (grigio solitamente) collegato verso la centralina, serve ad emulare il segnale lambda. Negli impianti aspirati era quasi un obbligo per tutti i motori, in quelli ad iniezione, può essere usato per emulare il segnale della sonda post catalizzatore, onde evitare la memorizzazione del guasto "efficienza catalizzatore sotto soglia minima".

  18. E' la centralina LC02 dell'impianto Landi che, a motore freddo, all'accensione, preriscalda gli iniettori onde evitare che al momento della effettiva commutazione a GPL, l'auto borbotti o qualche iniettore manchi un'iniettata a causa delle sporcizia residua presente all'interno degli iniettori stessi.

  19. Se l'auto è nata con la doppia alimentazione, (lo si può sapere leggendo nel libretto di circolazione al punto P.3 se compare la scritta Benz/GPL) la sostituzione del serbatoio con uno identico (stesse caratteristiche e stessa omologazione 67R01........), non comporta nessun tipo di collaudo in motorizzazione (come da circolare ministeriale N. 1759/25 del 04.03.2011 e N. 16766-Div3-C del 27-06-2013).

    Se invece si sostituisce il serbatoio con uno "diverso" allora bisogna far richiesta del nulla osta alla casa costruttrice (del veicolo) e presentarlo in sede di collaudo in motorizzazione).

  20. La MiTo non dovrebbe calcolare il livello di benzina tramite il consumo, per fugare il dubbio, oltre alla solita prova che consiste nel rifornire almeno metà serbatoio benzina, utilizzare normalmente l'auto a gas finche la lancetta della benzina arriva in riserva, a quel punto, rifornire non più di 10 euro, se l'indicatore di livello benzina sale fino a metà, significa che la tua MiTo fa il calcolo livello benzina tramite il consumometro, altrimenti, se sale di pochissimo, significa che hai un vero consumo di benzina; oppure fammi sapere codice motore e numero centralina iniezione benzina, e posso informarmi in AEB, se nello specifico, la tua MiTo necessita di emulatore indicatore benzina. Ma non credo.

    Molto più probabile, come molti hanno detto, che chi ha programmato la centralina Zavoli, abbia inserito la funzione di SplitFuel o un rientro al minimo a benzina o il passaggio a benzina sopra un certo numero di giri.

×
×
  • Create New...