Jump to content

marimasse

Iscritti
  • Content Count

    914
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by marimasse

  1. Ho la sensazione che questo sia un momento assai poco felice per acquistare un'auto nuova. Se anche solo la metà delle onnipresenti "anticipazioni" fosse vera, il panorama del mercato sarebbe destinato a cambiare sensibilmente anche nel giro di un solo anno, specialmente sul fronte delle auto (più o meno) ibride, che stando appunto alle tante chiacchiere dovrebbero far uscire di scena NON i motori termici (come tanti "annunci" lasciano ambiguamente intendere) MA i motori termici "puri", ovvero privi di qualche forma più o meno seria di "elettrificazione". Con il risultato che magari tra un ann
  2. Resta comunque il fatto che se uno in fase di acquisto non si preoccupa della non-catenabilità perché sa già che monterà gomme termiche, consapevole della loro oggettiva equivalenza (se non superiorità) rispetto alle catene nella quasi totalità delle circostanze, non merita accuse di superficialità. Altrimenti, per dire, si dovrebbe definire superficiale anche chi compra una vettura sprovvista di freni carboceramici, ovvero freni che come è noto in determinate situazioni (per lo più lontane dalla normale circolazione stradale) possono senz'altro evitare il verificarsi di qualche tragedia.
  3. In effetti sembra che a creare in questi giorni tanta confusione, circa la questione catene, siano state più che altro persone (amministratori locali, commentatori, "giornalisti"...) che hanno parlato o scritto in maniera superficiale, lasciando intendere cose errate. Leggevo proprio ieri su un importante quotidiano un articolo, relativo alla zona di Cortina, il cui titolo diceva qualcosa come "la polizia blocca e manda indietro tutte le auto senza catene" mentre nell'articolo si parlava, molto più correttamente, di auto "non attrezzate" per la neve, ovvero "sprovviste di catene o gomme da nev
  4. Ricordando questo tuo scritto di qualche settimana fa vorrei chiederti quel è il tuo parere sulle attuali invettive, sorte in relazione ai recenti problemi stradali di Cortina D'Ampezzo, nei confronti degli automobilisti che, pur avendo gomme invernali, non hanno le catene. A quanto ho capito, si invoca a gran voce l'introduzione di obbligo esplicito di catene, indipendentemente dalla presenza o meno di gomme invernali. Già in questi giorni, a quanto ho letto, lungo la strada per Cortina esistono postazioni che bloccano e rimandano indietro tutte le auto sprovviste di catene, come se la pres
  5. Come dicevo, ciò che ho scritto sugli additivi deriva da quanto ho letto sui siti dei produttori. A penalizzare le gomme invernali d'estate è soprattutto il disegno del battistrada, le cui lamelle sono ovviamente soggette, una volta calde e quindi intenerite, a "sentire" di più gli sforzi meccanici. Un po' la differenza che c'è tra strofinare su un foglio una gomma da matita di diametro 10mm e strofinarne una di diametro 3mm. Il mio "esperimento" con il viaggio autostradale voleva essere solo esempio di un caso limite, visto che, stando a quanto avevo letto e sentito tante volte, un singo
  6. Mi aspettavo la replica sull'alcol. :] Però io non avevo scritto che l'acqua con alcol ha le "stesse caratteristiche" dell'acqua senza alcol. Avevo scritto che l'acqua con alcol, alle temperature lontane dallo zero, "non è più liquida" dell'acqua senza alcol. Oppure, in altre parole, ha sì le stesse caratteristiche dell'acqua senza alcol ma solo per quanto riguarda la liquidità. É altrettanto liquida. Nemmeno ho affermato, a dire il vero, che la gomma con additivi "anti-gelo" sia del tutto equivalente a quella senza additivi. Ho scritto, invece, che la presenza di quegli additivi ha, a
  7. Ciò che ho scritto sul funzionamento degli additivi deriva da quanto ho letto presso i siti dei produttori di pneumatici. Personalmente nulla di strano trovo nell'idea che un certo additivo manifesti la sua presenza solo in determinate circostanze. A titolo di esempio mi pare assai eloquente il caso dell'acqua con alcool o antigelo, che appunto rimane liquida (come l'acqua pura) fintanto che la temperatura non arriva nei pressi dello zero e solo a quel punto, proprio come se scattasse un immaginario interruttore, "inizia" a funzionare impedendo all'acqua (fino a una certa temperatura) di diven
  8. Come scrivevo giorni fa e come osservato anche da SAT64, le gomme "all season" possono benissimo avere il simbolo della montagna con fiocco di neve. Molte non lo hanno (e magari costano meno) ma molte altre lo hanno, in aggiunta ovviamente alla sigla M+S. Si tratta in tal caso di gomme a tutti gli effetti "termiche", se con tale aggettivo intendiamo riferirci alla presenza, nella mescola, di additivi che "ritardano" l'indurimento al calare della temperatura quando quest'ultima scende al di sotto dei 7°C circa. Al di sopra di tale temperatura la presenza degli additivi diventa pressoché ininfl
  9. Sarei curioso di chiederti dove abiti ... Io passo l'inverno a fare su e giù per la valle d'Aosta e ho un'opinione moooolto diversa Non metto assolutamente in dubbio che tu possa avere opinioni (ed esigenze e necessità e pretese) molto diverse, ovviamente degne di tutto il dovuto rispetto. Ci mancherebbe: se passi l'inverno a fare su e giù per la Val d'Aosta, mi stupirei parecchio del contrario. Ciò non toglie però che altre persone possano avere necessità e abitudini e (quindi) opinioni diverse, altrettanto degne di rispetto. Per le altre cose "tecniche" che ho scritto, mi s
  10. Non credo proprio che per "guidare sulla neve" servano necessariamente delle gomme invernali. Altrimenti moltissimi degli attuali adolescenti non sarebbero al mondo, causa morte prematura dei loro genitori. Indubbiamente le gomme invernali permettono di muoversi sulla neve con maggiore sicurezza (E maggiore velocità, che ha a che fare con lo stile di guida), ma questo non significa affatto che in presenza di neve la gomma "estiva" si trasformi automaticamente in fonte di sciagura. Se poi la neve è tanta la differenza tende ad annullarsi, perché in ogni caso bisogna montare le catene. Inoltre,
  11. Il compromesso è senz'altro "scadente" se si confrontano le gomme stagionali con le "all season" in condizioni estreme. Se così non fosse le gomme estive e quelle invernali sarebbero esattamente equivalenti in ogni circostanza, cosa ovviamente assurda. Se però si parla di condizioni non estreme, sia in termini di strade e meteo che (soprattutto) in termini di guida, allora il "compromesso" può essere non solo non-scadente ma anche ottimo. Anche perché, a differenza di quanto si sente e legge spesso in giro, le gomme invernali non sono "più tenere" o, per meglio dire, non sono sempre p
  12. Credo che le cosiddette "4 stagioni" possano costituire un'ottima scelta per tutti coloro che (per quantità di km, tipi di strade, stile di guida...) NON hanno bisogno di prestazioni molto spinte e possono benissimo accontentarsi (si fa per dire) di gomme capaci di fornire prestazioni rispettabili in ogni condizione. Sbaglierò, ma credo che la diffusa (disinteressata?) idea secondo cui le gomme "all season" sarebbero da evitare perché "mai adatte" o addirittura "sempre pericolose" verrà via via affiancata e anche sostituita, col tempo, dall'idea (simmetrica e per certi versi molto più realista
  13. Il fatto è che coloro che "rubano", che si comportano male, che fanno i "furbi", che aggirano leggi e regolamenti per perseguire i propri interessi ecc. ecc., sono presenti in tutte le categorie e latitudini e, quindi, SIA tra i politici CHE tra i cittadini. Non a caso tutti i politici, prima di diventare tali, sono dei cittadini e cambiano... status dopo essere stati votati da altri cittadini. Il cittadino "furbetto", quando deve votare, sceglie il candidato che ritiene più compatibile con le proprie... aspirazioni oppure sceglie qualcuno che promette di ostacolarle fermamente? Dall'al
  14. Il comportamento della concessionaria mi sembra del tutto "normale", ovvero allineato a quello generalmente riscontrabile nelle concessionarie, specie se "grosse". Difficile che muovano anche solo mezzo dito in più dello stretto rispetto degli obblighi di legge e ancor più difficile che, nel caso di conflitto di interessi tra UN loro cliente (uno tra i tanti) e IL loro fornitore di veicoli (di cui hanno la concessione), sostengano gli interessi del cliente a scapito di quelli del fornitore, ovviamente dotato di enormemente maggiori possibilità di... restituzione del favore. Ricordo che
  15. marimasse

    Pulire l'auto

    Si vede che il tuo comune è ancora arretrato... :] Cosa in questo caso positiva e sensata e quindi, temo, destinata a non durare.
  16. marimasse

    Pulire l'auto

    Con un po' di cinismo (o realismo, dipende dai punti di vista) si potrebbe osservare quanto sia al passo con i tempi la "non legalità" del lavaggio domestico dell'automobile, il quale guarda caso non comporta il coinvolgimento di terzi e il conseguente esborso di denaro.
  17. A dire il vero anche da noi c'è parecchia gente che a vario titolo, non di rado discutibile, riceve rimborsi chilometrici di qualche genere. Comunque, al di là del motivo per cui si compra il carburante, resta il fatto che si tratta di tasse proporzionali all'entità dell'acquisto e del consumo. Ragion per cui, ad es., tra due persone che fanno la stessa strada (per lavoro o meno) con due vetture una delle quali è più grande e potente e consumante, la seconda paga più tasse; chi trascorre una domenica a casa o comunque senza spostarsi in auto o moto (magari perché non può permetterselo) non p
  18. Niente di nuovo né di imprevedibile, direi. Le tasse sui carburanti (per certi versi assai meno inique di molte altre, visto che sono pagate da tutti e in proporzione agli effettivi consumi) rimangono e rimarranno uno degli strumenti preferiti di prelievo, per lo meno fino a quando (campa cavallo...) non saremo davvero riusciti a cambiare profondamente e in meglio tutte le disinvolte abitudini e mentalità che un po' alla volta nel giro di decenni ci hanno portato fin qua, nel bene (i tenori di vita che nessun nostro antenato avrebbe potuto nemmeno lontanamente sognare) e nel male (gli... eff
  19. Comunque, considerato il fatto che gli automobilisti inaspettatamente costretti a buttare/cambiare gomme (solo per ragioni puramente burocratiche) non devono essere pochi, se non altro per la diffusa abitudine da parte dei gommisti* di montare codici velocità "inferiori", la quasi totale assenza di proteste di sorta sembra dimostrare che le tasche non sono poi così vuote come si dice e che una spesa di qualche centinaio di euro non pianificata e priva di oggettivo senso viene accettata di buon grado. Insomma: Bisogna buttare e cambiare le gomme? Va bene, buttiamo e cambiamo. Oppure,
  20. Credo sia un esempio degno di nota, a proposito dell'informazione in materia, l'articolo all'indirizzo: http://www.omniauto....o-dal-15-maggio. Il messaggio di fondo, decisamente permeato di un certo qual anglosassone umorismo, è in pratica: "Come evitare multe? Semplice: basta tornare indietro nel tempo e comprare gomme diverse da quelle che si sono comprate!!" Non si tratta, peraltro, di una esclusività di questo sito; in queste settimane ho letto davvero parecchi articoli in materia, su svariati siti e giornali "esperti" o comunque dedicati agli automobilisti, SENZA trovare ne
  21. Già. Ovvio e giusto. Quindi, visto che MAI (non solo nelle norme ma anche negli articoli, nei messaggi, nelle critiche, nelle accuse di incoscienza e pericolosità ecc.) si parla e si tiene conto di questo... dettaglio dall'importanza potenzialmente enorme, si potrebbe facilmente dedurre che a "poter fare acqua", parecchia, è proprio TUTTA la questione. O no?
  22. Capisco la precisazione e capisco anche il punto di vista di chi, per esperienza personale (e spesso dietro consiglio del gommista in relazione al tipo di cliente), ha usato gomme invernali d'estate trovandosi molto bene e rimanendo addirittura sorpreso. I veicoli sono tanti e diversi tra loro e, soprattutto, tantissimi e mooolto eterogenei sono i tipi di impiego, i modi di guidare, i bisogni e desideri in termini di prestazioni. Per quanto riguarda le fonti di informazione, l'esperienza mi ha insegnato che praticamente nessuno "informa" SENZA in qualche modo... condire le informazioni con v
  23. Buon per te, tutta salute per il sistema nervoso e per il portafoglio. Certo, almeno un pochino in colpa dovresti sentirti, visto il grave pericolo che costituisci per la collettività... :]
  24. In relazione al recente ennesimo "giro di vite" circa l'applicazione rigida di talune norme riguardanti il cambio di pneumatici, al di là di tutti i pareri e le leggende circa l'uso delle gomme invernali tutto l'anno, a me sembra ci voglia davvero parecchia fantasia o superficialità o cattiva fede per considerare ad es. pericolosa, a causa della velocità, una gomma con codice T (190 km/h) montata su una vettura il cui libretto riporta il codice U (200 km/h). Insomma, l’idea di considerare pericoloso e degno di pesantissimo castigo (multa colossale + ritiro dei documenti + obbligo di revis
  25. Al di là delle assurdità e iniquità fiscali e burocratiche, che non credo esistano solo da noi (sebbene il "made in italy" in tale campo sia effettivamente inarrivabile), ho la sensazione che la massima parte di questa "crisi", prevedibilissima con largo anticipo, derivi semplicemente dall'apertura di vasi comunicanti che in precedenza erano stati mantenuti artificialmente chiusi molto a lungo e per ragioni non particolarmente nobili. Da una parte c'erano (e ci "dovevano" essere) la produzione e l'esportazione, con annessi tenori di vita sempre più benestanti e sereni, mentre dall'altra c
×
×
  • Create New...