Jump to content

puccioE39

Iscritti
  • Content Count

    1.186
  • Joined

  • Last visited

Post postato da puccioE39

  1. direi che non è normale.

     

    però tieni conto che solitamente quando trascinano le auto, mettono le slitte di trascinamento sotto le ruote.

     

    nel caso in cui ho visto non hanno messo alcuna slitta.. l'hanno solo agganciata e trainata senza problemi.. in effetti però si sentiva il classico "rumore" che fanno le gomme quando frenano.. ;)

    mah.. pensavo che con il freno a mano tirato le ruote si bloccavano senza problemi.. :(

     

    le ruote si bloccano però non fa molto bene trainare, il blocco fa quello che può.

     

    ed è l'ultimo dei problemi.

     

    infatti magari l'auto non aveva il freno a mano inserito, ed

    era sicuramente parcheggiata con la marcia inserita.

    se la trascinano in tali condizioni distruggono il motore.

     

    n.b.: la serie 1 è TP come tutte le bmw..

  2. sai qual è il punto? che se la volpe non arriva all'uva, è l'uva a non esser buona.

     

    Abbiamo solo punti di vista differenti. La discussione su cui stai proseguendo non è utile a nessuno. L'argomento del topic era ben altro. Hai descritto la tua esperienza? Ok, è sufficiente.

    Scrivi ciò che ti pare. Io non partecipo più a questa discussione. Bye

     

    saluti.

     

    peccato te ne vada proprio adesso.

     

    attendo comunque le motivazioni della sentenza precedentemente esposta.

  3.  

     

    Guarda che l'assicurazione non si paga solo in base ai cavalli fiscali, ma bensi' soprattutto in base a parametri che le compagnie hanno nei loro database e che sono legati anche alla marca e modello dell'auto.

    Ma che sono soprattutto legati alla citta' di residenza o meglio alla frequenza di incidenti, prova a fare un preventivo on line scrivendo residente a Napoli e poi prova a scrivere residente a Lodi.

    Una anuto come BMW appartenendo ad una categoria "di lusso" oltre al fatto che e' un auto straniera ha dei costi piu' alti sui ricambi, non puoi negarlo. Avevo una VW Polo del 93 e per la calotta del distributore mi chiesero uno sproposito per non parlare della pompa dei freni della Golf di mio fratello.

    Non a caso alcune berline della BMW un po' datate come la 318 di annate tipo 98 (tanto sono tutte uguali), quotano davvero poco per il fatto che potrebbero essere necessari interventi il cui prezzo non giustificherebbe l'acquisto.

    Vale lo stesso anche per le Alfa, se vai da un concessionario e vuoi una 156 come la mia del 98 te la da allo stesso prezzo delle caramelle che ha all'ingresso :huh: .

     

    allora mi spieghi com'è che spendo meno con la bmw rispetto a quanto spendevo con la marea, a parità di classe di merito :unsure:

     

    le bmw di lusso?

    auto straniera = ricambi più costosi?

    ma andiamo, tutti questi preconcetti risalgono a mentalità di 50 anni fa, forse.

     

    quanto al ripristino di auto di seconda mano, la cosa va a c.ulo.

    non con bmw, ma con tutte le marche.

     

    personalmente la mia esperienza non può che essere positiva.

    ho un'auto con 200mila km che negli ultimi 100mila non mi ha dato alcun costo di ripristino straordinario all'infuori dei 2 punti deboli, che -conoscendoli- avevo già messo in conto al momento dell'acquisto.

    trattasi per inciso di bobine di accensione e delle sospensioni autolivellanti.

     

    avevo messo in conto anche la pompa acqua, ma per ora non dà segni di cedimento, quindi è andata ancora meglio.

     

    le auto vanno conosciute.

    se sai che problemi possono potenzialmente darti, puoi valutare l'acquisto.

     

    se acquisti con ignoranza, è ovvio che ti trovi sprovveduto nel caso si presenti qualche problema.

     

     

    "Ragionando come ragioni tu potrei risponderti":

    da quello che dici sembra che a te importa correre!!? Altra ragione per sottolineare l'inutilità di un impanto a GPL su una macchina di grossa cilindrata... Se fossi in te per risparmiare davvero mi cambierei proprio l'auto.

    Ciao

     

    ok, motivami questa tua frase.

     

    premesso che la mia auto tutto può tranne che correre (perchè non corre solo per il fatto di essere bmw, occorre un motore valido per farlo eh),

     

    se mi piace correre, lo faccio sia a gas che a benzina.

    correndo a gas, spendo 0.648 euro al litro invece di 1.4 .

    ergo andare a gas è un risparmio rispetto ad andare a benzina.

     

     

    almeno col mio cesso viaggio comodo, posso mantenere medie elevate e concedermi qualche lusso che una punto 1.2 EL a metano non mi avrebbe di sicuro dato (esempio: viaggiare senza il rumore del motore nelle orecchie per avere comunque sia prestazioni modeste)

     

    sai qual è il punto? che se la volpe non arriva all'uva, è l'uva a non esser buona.

  4. A mio avviso, se puoi permetterti una BMW (anche se usata) e coprire le spese per mantenerla (assicurazione e tassa di proprietà compresa), vuol dire che finora hai perso tempo e soldi inutilmente dietro al GPL. Come me, penso molti sono già da tempo passati a GPL per risparmiare, non certo per cercare prestazioni. In bocca al lupo, specie se è vero ciò che alcuni dicono sulle possibili rogne che puoi avere sullo specifico modello di BMW che hai scelto.

    Ciao, facci sapere.

     

    esempio:

     

    1)

     

    spiega bene il fatto "bmw e le spese per mantenerla".

     

    a casa mia l'assicurazione va in base ai cv fiscali ed il bollo in base ai kW di potenza.

     

    quindi l'assicurazione della mia bmw è pari a quella di altre auto a benzina con 20 cv fiscali (in particolare spendo 50 euro in meno rispetto alla fiat 1.9 td che avevo prima) ed il bollo per 110kw è meno del bollo che si paga per una bravo HGT (150cv del bmw contro 155cv della bravo).

     

    quindi esternami in cosa i costi di mantenimento del mio cesso sono diversi rispetto ad un'altra auto di marca diversa che presenta le stesse caratteristiche (sulla carta).

     

    2)

     

    il fatto che possa permettermi un'auto costosa (se vogliamo dire che un 520i usato del 1997, comprato nel 2004 a 12mila euro, è costoso) non preclude automaticamente il mio senso del risparmio.

    infatti l'ausilio di carburante alternativo, sia esso gpl o metano, consente di tagliare drasticamente i costi variabili (il prezzo dei carburanti) ed in parte anche i costi fissi (tutti i kW si pagano come fosse euro4/5, quindi non ci sono diversificazioni tariffarie oltre i 100 kW di potenza).

     

    ciò detto, se mi permetti con l'auto ci puoi correre sia a gas che a benzina.

    quindi se correndo a bezina ci faccio i 4 km con un litro, a gas ci faccio i 3.5.

    ma a gas il carburante mi costa la metà.

    ergo andare a gpl comporta ugualmente un notevole contenimento delle spese di gestione.

     

    ragionando come ragioni tu potrei risponderti:

    se per risparmiare vai piano allora consumi già poco ed è inutile farsi l'impianto a gpl.

    e se correre non ti importa, puoi anche girare a piedi, in bici o in treno.

  5. bisognerebbe sentire anche la versione della controparte, che dici?

    voglio dire, per fidarsi di quanto detto da te bisognerebbe essere veggenti.

     

    oltre al fatto che se hai qualcosa da controbattere, c'è un apposito spazio nel verbale per le eventuali dichiarazioni di chi guida.

     

    Senza dubbio, io mica volevo essere creduto o qualcos'altro, ci mancherebbe.

     

    Io volevo sapere solo se, essendo neopatentato, mi consigliavate, dati i miei soli 10 punti all'attivo, di frequentare il corso di recupero o aspettare i due anni.

     

    Tutto qua

     

    ti direi di fare il corso, ma ignoro il costo che questo comporti

     

    quindi il consiglio più spassionato che posso darti è di farti due anni senza fare c.azzate.

     

    il che non è difficile, dato che di punti io ne ho 24

  6. bisognerebbe sentire anche la versione della controparte, che dici?

    voglio dire, per fidarsi di quanto detto da te bisognerebbe essere veggenti.

     

    oltre al fatto che se hai qualcosa da controbattere, c'è un apposito spazio nel verbale per le eventuali dichiarazioni di chi guida.

  7. negli stati uniti la vita e' meravigliosa se hai quattrini..

    la sei sicuramente piu' libero : non ci sono decine di enti inutili che ti mettono ciascuno un balzello, non devi chiedere mille timbri a mille impiegati diversi per fare una minima cosa, l'efficenza della pubblica amministrazione e' favolosa ...

    sei piu' libero, anche di morire di fame

     

    solo da poco hanno messo l'assistenza gratuita ai bimbi fino all'adolescenza.

     

    ricordo la segretaria di una univ. dove andai molti anni fa. stava male , vomitava , perche' era incinta .

    faceva pena ... la risposta a "perche' non te ne vai a casa?" fu : perche' devo mangiare , se vado a casa non i pagano ...

     

    questa e' la civilissima america, dove un cacciabombardiere costa 1,3 m di dollari, ma il 30% dei bimbi neri ha i denti marci perche' non puo' permettersi un dentista.

     

    tutte le volte che passo davanti a un ospedale italiano penso che sono fortunato ad assere nato qui. anche se c'e' una campagna che tende a farci credere che la nostra sanita' non funziona (ovviamente per introdurre la sanita' privata, magari mediolanum....)

     

    quoto, finalmente qualcun'altro

  8. A me basta interessa spendere poco, fare molti chilometri senza restare a piedi e inquinare un po' meno,

    --------------------------------------------

    E col gpl montato *sulla vettura adatta*, allo stato dell'arte questi risultati li ottieni alla grande.

    Se poi la prima o la seconda o la terza legge della termodinamica non l'avevano previsto....magari è giunta l'ora di rilegiferare in tal senso;-) Può essere un suggerimento d'oro per un giovane sedicente scienziato smanioso di raccogliere qualche bite di gloria effimera nel forum sbagliato;-)

    Parola di un impiantista che viaggia lui stesso da oltre sei lustri a gpl, e che dunque a conti fatti ha risparmiato fin qui, a spanne circa 40.000 euro (riferito ai costi attuali), senza mai bruciare una valvola!

    Ciao.

     

    ho avuto questa fortuna anch'io, le valvole (delle auto) "di casa" han sempre retto grazie "al cielo"

  9. ragazzo

    tanto facile star qui a parlare parlare parlare

     

    Intanto non sono un ragazzo, lo sarai tu magari.

     

    E poi sei tu che continui a blaterare inutilmente senza dire niente.

     

    non mi sembra.

    non sono io che faccio la crociata contro i mulini a vento sostenendo che l'america è il paradiso :blink:

     

    tu parli parli parli, butti m.erda sul paese in cui vivi ma intanto ci resti, mi pare

  10. quanto a rubia, ritengo che sia totalmente fuori luogo tirarlo in ballo.

     

    Scusa la franchezza, ma forse solo tu e lurar non avete capito che il riferimento a Rubbia era metaforico (come il tuo riferimento al rapporto tra muratore e progettista, che - essendo l'unica parte pertinente del tuo post - mi faceva ritenere che tu avessi capito); un po' come dire che neppure un grande fisico (nell'esempio di Rubbia, assunto come figura di *fisico* per antonomasia nella communis opinio) potrebbe forse lavorare a un motore con la stessa perizia dell'ipotetico *meccanico* per antonomasia. Sarebbe come parlare di "Rommel, la volpe del deserto" e sentirsi ribattere da te che nel deserto non ci sono volpi, quindi è fuori luogo tirarle in ballo. Ciò premesso, ritengo che la contrapposizione diesel-gpl non meriti altre discussioni di questo genere e che - senza volermi sostituire al moderatore - un paio tra voi stiano andando parecchio fuori dal seminato. Sei contento della tua auto e convinto delle tue opinioni? Buon per te e grazie se ci dai elementi obiettivi per una scelta futura, ma risparmiaci le tue esagitate filippiche dall'alto del tuo scranno di scienziato. Io, personalmente, non sono mai stato tifoso di alcunché: immagina se divento, ora, un ultras del gpl. A me basta interessa spendere poco, fare molti chilometri senza restare a piedi e inquinare un po' meno, non convincere gli altri. E questo è quanto.

     

    ma io ho debitamente premesso che il mio esempio era alquanto stupido, benché rendesse l'idea di fondo.

     

    ps.: la mia auto è a gas e ne sono contento, così come sono contento dell'esperienza fatta a gpl.

    non sono quello che vuol difendere l'auto a gasolio perché è la migliore.

    o meglio, lo è sotto certi aspetti, non lo è per altri.

    ma sparare a zero sui motori a gasolio mi pare infantile, essere obiettivi significa saper riconoscere pregi e difetti di una cosa e dell'altra.

     

    ps2: dell'ecologia e dell'attitudine contro l'inquinamento e di tutte queste s.tronzate scusami ma ci credo poco.

    vorrei vedere se il gpl (o metano, ovviamente in proporzione) costasse come la benzina quanti convertirebbero la propria auto in nome dell'ecologia.

    lo si fa per "sparagnare", e basta.

    tutto il resto sono solo speculazioni.

  11. ti rispondo per le poche cose che so.

     

    con un impianto a gpl o metano, il bollo costa con la tariffa più bassa della tua regione (euro4-euro5) per TUTTI i kw di potenza del motore, quindi non c'è tariffa differenziata per la potenza superiore a 100kw.

     

    quel motore soffre al massimo, a lungo andare, di problemi alle bobine di accensione e cavi candele.

    quell'auto soffre ad alti kilometraggio di problemi alle sospensioni pneumatiche.

     

    ma c'è modo di risolvere le magagne senza spendere patrimoni.

     

    un consiglio: se vuoi maggiori informazioni a riguardo, visita

     

    forum.fuoristrada.it

     

    troverai i proprietari di quell'auto, che danno dritte e consigli anche sugli impianti che hanno montato.

  12.  

    guarda, se c'è qualcuno che qui può avere una benché minima dimestichezza delle "scienze", è il sottoscritto, o almeno ne ho la presunzione.

     

    Scusate l'OT, ma cosa ti fa ritenere di essere l'unico ad aver dimestichezza di "scienze"? A parte che ragionare di "scienze" mi sembra un po' troppo esteso rispetto al tema gpl (prima di bisognerebbe stabilire cosa è scienza e cosa non lo è, partendo almeno da Cartesio). Cosa vuol dire la cagata che hai scritto? Che può parlare di gpl solo chi ha una laurea in materie scientifiche? Personalmente, pur avendo una laurea in materie scientifiche, mi fido più di un bravo installatore che di me stesso, anche perché ho sostenuto un solo esame di fisica, ma non credo che nemmeno Rubbia abbia la minima idea di come il gpl arriva in camera di combustione.

     

    non sono l'unico.

    vedo che scrivo meno c.azzate di altri, tanto mi basta.

    non pretendo di sapere tutto, sarebbe fuori luogo.

    ma cose universalmente riconosciute direi proprio di si.

    io non ho parlato di impianti a gas, o di gpl, ma di termodinamica.

    e, quantomeno a casa mia, la termodinamica non è un'opinione.

     

    poi se il vostro universo fisico è differente, non è un mio problema.

    ma dire che il gpl e metano rappresentano lo stato dell'arte perché vengono iniettati nella stessa fase in cui si trovano, mi pare una gran bella vaccata.

    quanto agli installatori, ognuno fa il suo mestiere.

     

    esempio più stupido che mi viene in mente:

    anche i muratori sanno costruire le case, ed è uno dei mestieri che più ammiro.

    ma senza un ingegnere od un geometra, farebbero ben poco, in un'ottica di ottimizzazione.

     

    quanto a rubia, ritengo che sia totalmente fuori luogo tirarlo in ballo.

  13. ecco bravo prendi tutte queste spese e aggiungici l'assicurazione sanitaria.

     

    guarda che nella famosa america, l'ospedale ove ti curano DIPENDE dall'assicurazione che paghi.

    paghi tanto ==> ospedale di alta qualità

    paghi poco ==> ospedale di bassa qualità.

     

    è tutto proporzionato, sia la qualità che il livello di assistenza.

     

     

    guarda, non credere che al nord le cose vadano bene.

    se per te è normale che un ingegnere prenda 960 euro al lordo dei contributi, con generi alimentari di prima necessità che costano MOLTO più che al sud, con eventuale affitto da pagare (280-300 euro/mese + le spese per UNA STANZA SINGOLA)..beh vedi te, ognuno ha le sue magagne, ma mi pare un pò da tonti pensare che ci sia una nazione che funga da EDEN per chi ha meno.

    anzi, tutt'altro.

    lì come qui, la bella vita la fa chi ha i soldi.

     

    Appunto, quindi dato che i poveri qui in italia sono numerosi, e che noi siamo 60 milioni mentre gli americani sono 300 milioni, evidentemente la' in america la vita' e' SICURAMENTE PIU' FACILE, almeno economicamente, altrimenti se fosse come dici tu, ci sarebbero 300 milioni di barboni.

     

    Inoltre continui a insistere con 'sta storia che la' la sanita' te la devi pagare e qua' e' AGGRATIS...

     

    Qui in italia la sanita' costa piu' che in ogni altra parte del mondo, ti decidi a capirlo?

     

    Non ce l'ha l'america la pressione fiscale al 60%, l'iva al 20%, le accise mostruose sulla benzina, l'ICI, le spese bancarie folli senza interessi, l'IRAP, IL BOLLO AUTO!, l'RCA mostruosa!, e tutte le altre infinite estorsioni di stato che passano sotto il nome di "TASSE", LO VUOI CAPIRE O NO??

     

    Con tutti i soldi che in usa risparmi di estorsioni ci paghi TRECENTO assicurazioni mediche.

     

    E poi non tutti hanno bisogno di un trapianto di cuore, grazie a dio.

     

    ragazzo, se laggiù è il tuo paradiso perché non ci vai?

     

    tanto facile star qui a parlare parlare parlare, facile criticare quello che si ha.

    però intanto qui ci resti, com'è sta storia?

     

    quando mai hai pagato cara una prestazione in ospedale?

    anche il trapianto di cuore non si paga qui in italia.

    ma robe da matti.

    nel tuo paradiso americano non ci sono tante cose, ma ce ne sono molte altre.

     

    aggiungono da una parte, tolgono dall'altra.

     

    ripeto, se parli tanto, perché resti qui?

    lì è tutto così facile, vacci a vivere.

    l'inglese poi è una lingua così facile che la impara anche un muto.

     

    mi meraviglio che ci sia gente che crede ancora alle favole.

    d'altra parte se i truffatori continuano a vivere bene un motivo ci sarà

  14. puccioE49 uber alles. Sgonfiati che è meglio. CIAO

     

    non sono io ad avere mania di giudicare il prossimo, come tu stai facendo ormai da qualche pagina

     

    la cosa particolarmente ilare è che l'unico modo che hai tu per ribattere è rispondere in questa maniera.

    e tu sei quello che parla di comportamento civile.

  15. Con tutto il rispetto per i tuoi convincimenti, ti propongo di rivedere i conti, in OMNIAUTO ci sono delle belle tabelle excel che forse ti possono far ricredere.

     

    io non ho convincimenti.

    ho realtà.

     

    la convenienza del gpl è relativa, non assoluta.

    può, ma non è detto, diventare assoluta a parità di auto e prestazioni fra motore diesel e benzina.

    può.

     

    e senza entrare nel merito delle prestazioni.

    ognuno i suoi conti li sa fare e si basa sulle proprie esperienze.

     

    poi considera che l'impianto a gpl mica te lo regalano, lo paghi, quindi la differenza di prezzo fra un'auto a benzina ed un'auto a gasolio è vanificata, in parte o del tutto, dal costo dell'impianto.

     

    e queste cose te le dice uno fortemente convinto dei carburanti alternativi.

     

     

    non tiriamo fuori il discorso inquinamento, tanto chi si fa l'impianto lo fa per sparagnare soldi, non per l'ambiente.

    perché vorrei proprio vedere in un mondo in cui andare a metano o gpl costa il doppio, quanti si farebbero l'impianto per coscienza ambientale

    Per quanto rigurda civiltà e sue regole nessuno è escluso...... E' solo che qualch'uno è più incivile di un'altro. SALUTI

     

     

    per fortuna esisti tu, o dio, che puoi decidere chi è incivile e chi no

  16. A prescindere che colui che è tornato al diesel lo ha fatto perchè non ha considerato in anticipo i costi di esercizio della vettura non del GPL. Ma l'affermazione iniziale "ritorno al diesel" credo volesse spingere la discussione un pò più in la...

     

    La dialettica si basa sul mettere in discussione dei convincimenti che non sempre concordano, la civiltà invece è la maniera e i modi con cui lo si fà.....

     

    CIAO

     

    io i conti li ho fatti.

    alla fine siamo lì.

    l'unica differenza può riguardare i costi di ripristino dovuti ad interventi straordinari.

    ma qui dipende fortemente dall'attitudine al rischio di ciascuno di noi.

    ed il discorso riguarda anche l'installazione di un impianto: solo alla fine sai se va bene o meno.

     

    per quanto riguarda i discorsi sulla civiltà, beh ti dirò che valgono per me quanto per te, quindi se fossi in te eviterei di fare il primus inter pares a riguardo.

    anche perché se rileggi bene le pagine addietro, non sono di certo io a gettare m.erda su chi per motivi vailidi o meno vuole passare o tornare al gasolio.

  17. Ma perchè bisogna sempre deviare dal quesito iniziale...."ritorno al diesel"

     

    Personalmente non lo condivido e poco sopra ho esposto casa ne penso sui vari possibili combustibili. Che piaccia o non piaccia mi sono fatto questo convincimento. Se qualche d'uno la pensa diversamente è liberissimo di farlo. Se poi lo motiva , meglio ancora. E se poi le argomentazioni mi sembrano accettabili, posso anche cambiare idea.

     

    Non ci vedo niente di strano.

     

    Qui più che parlare di GPL bisogna parlare di civiltà.

     

    SALUTI

     

    ma se è un convincimento non devi prendertela perché qualcuno non è d'accordo con il tuo punto di vista, che è ben lungi dall'essere "scientifico".

     

    poi il "ritorno al diesel" non era un quesito iniziale, ma una constatazione fatta da chi in effetti è ritornato al diesel.

    ed aveva buone ragioni.

  18. Certamente la bella vita è appananggio di chi può permettersela, non per contro per chi, come me deve lavorare anceh il 14 agosto perchè non sa dove prendre i soldi per far fronte a spese impreviste o ritardati pagamenti da parte dello Stato.........Ti rendi conto? il sottoscritto deve lavorare senza prendersi ferie perchè lo stato mi rimborsa le ricette dopo 10 mesi e siccome regalo alle banche perchè lo stato non mi pagaa circa 50000 euro l'anno di interessi devo fare la vita da pezzente....vi sembra giusto? praticamente la mutua garantisce il farmaco a tutti ma a spese di chi? del mio conto corrente....questa è Italia...forse in Spagna in Francia o in Germania avranno altri problemi ma qui le cose vanno così e ti assicuro che ti cadono le braccia. Da me 960 euro pr un ingegnere? sarebbe come vincere una lotteria....ci sono ingengneri gestionali tipo mio cugino che lavorano come capo reparto della Despar al supermercato sotto casa...al netto lo stipendio è quello e siccome il poveretto si è pure sposato eprchè ora ha lo stipendio si è fatto il mutuo per la casa ed altre spese ha dovuto vendersi la Fiesta per far fronte....ma non diciamo eresie........la verità è che da quando ci siamo globalizzati da quando i nostri soldi ( quelli dei paesi ricchi) sono finiti ai paesi più poveri per aiutrali ci siamo affamati a prescindere da che latitudine siamo.....

     

     

    ripeto, ognuno ha la sua da raccontare, mi pare fuori luogo esporre qui i propri problemi.

    non esiste qualcuno messo peggio degli altrti, ognuno penserà di essere messo peggio perché non è nella condizione che vorrebbe, quindi è inutile fare "a gara".

    non sei l'unico a lavorare a ridosso di ferragosto.

    così come non sei l'unico che magari non va in ferie, siamo in tanti, ognuno con la sua storia e con il suo presente, che piaccia o meno.

    ripeto come mi sembri assurdo vivere nella fantasia che esista un posto dove si vivrebbe meglio.

    ovunque come qui, chi ne ha, ne spende.

    chi non ne ha, no.

  19. e perchè qui l'impiegato comunale o della Tubigomma alfa tecnology o il barbiere che si posrtano a casa 1000 1300 euro come fa se gli capita qualcosa di grave?.....i nuclei familiari sono di 4 persone, tra mutuo o affitto se ne partono almeno 400 euro, se hai preso una macchina a rate sono almeno 250 euro....(perchè questo la macchina se LA DEVE prednere PER FORZA A RATE sennò non se la compra) e le bollette altre 200 euro ti restano 300 euro per mangiare...se te ne devi andare al nord per farti un operazione o per farti una vista o anche solo devi andare da uno specialista e pagare perchè alla pubblica o trovi capre o trovi attese di 10 mesi che fai? dove li prendi altri 200 euro? mandi tua moglie a prostituirsi.....quidi mi pare che non cambia di molto la cosa almeno ripeto...giù da me!

     

    ecco bravo prendi tutte queste spese e aggiungici l'assicurazione sanitaria.

     

    guarda che nella famosa america, l'ospedale ove ti curano DIPENDE dall'assicurazione che paghi.

    paghi tanto ==> ospedale di alta qualità

    paghi poco ==> ospedale di bassa qualità.

     

    è tutto proporzionato, sia la qualità che il livello di assistenza.

     

     

    guarda, non credere che al nord le cose vadano bene.

    se per te è normale che un ingegnere prenda 960 euro al lordo dei contributi, con generi alimentari di prima necessità che costano MOLTO più che al sud, con eventuale affitto da pagare (280-300 euro/mese + le spese per UNA STANZA SINGOLA)..beh vedi te, ognuno ha le sue magagne, ma mi pare un pò da tonti pensare che ci sia una nazione che funga da EDEN per chi ha meno.

    anzi, tutt'altro.

    lì come qui, la bella vita la fa chi ha i soldi.

×
×
  • Create New...